Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
25 08 7907:0040.814.383b88600636.1*Area vesuvianaItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
0079 08 24 -- -- -- 40.75 14.28 0.0 5.5 0 63 Area vesuviana
0079 08 25 07 00 -- 40.80 14.38 0.0 8.0 0 63 Area vesuviana
0079 08 26 -- -- -- 40.78 14.08 0.0 5.5 0 63 Area vesuviana


The revision was based on 63 accounts:
The results are summarized by 15 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 79 08 24 - 40.75 14.28 5.5 5.5 2 39 Area vesuviana
ING 79 11 22 - 40.80 14.50 8.0 - - - Vesuvio Campania

CFT 79 08 25 07:00 40.80 14.38 8.0 8.0 6 39 Area vesuviana
ING 79 11 23 07:00 40.77 14.48 9.0 - - - Vesuvio Campania

CFT 79 08 26 - 40.78 14.08 5.5 5.5 1 39 Area vesuviana
ING - - - - - - - - -


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

Le testimonianze letterarie principali sono quelle di Plinio il Giovane (1), di Svetonio e di Cassio Dione. Plinio il Giovane, che descrive l’eruzione vesuviana in due lettere allo storico Tacito, fu testimone diretto dell’evento; le lettere, con revisioni stilistiche e letterarie, furono pubblicate in forma definitiva verso il 106 o 107 d.C. Risulta importante anche la lunga testimonianza di Cassio Dione, storico greco del III secolo d.C. e tuttavia molto ben informato. Svetonio, che scrisse nella prima metà del II d.C., ricorda la gravità dell’eruzione e le successive misure economiche.
Cinque iscrizioni permettono di precisare gli effetti territoriali delle scosse di terremoto concomitanti con l’eruzione del Vesuvio, sulla base della menzione di crolli e di ricostruzioni. Quattro epigrafi documentano i lavori di restauro fatti eseguire dall’imperatore Tito: la prima, edita nel "Corpus Inscriptionum Latinarum" (1883) (2), databile tra il primo luglio 80 e il 30 giugno 81 d.C., ricorda la ricostruzione di edifici non identificabili di Napoli distrutti dai terremoti; la seconda, edita da Sogliano (1901) (3), databile all’80 d.C., ricorda la ricostruzione di un orologio di Sorrento distrutto dai terremoti; la terza, edita da Simonelli (1973) (4), databile all’80 d.C., ricorda la ricostruzione di un tempietto tetrastilo del Genio della colonia di Nola distrutto dai terremoti; infine una quarta epigrafe molto lacunosa, edita da Paci (1991) (5), databile tra la seconda metà del 79 e la prima metà dell’80 d.C., ricorda la ricostruzione di edifici pubblici non identificabili di Salerno probabilmente distrutti dai terremoti. La quinta epigrafe documenta i lavori di restauro fatti eseguire dall’imperatore Domiziano: l’iscrizione, edita da Johannowsky (1986) (6), databile all’82 d.C., ricorda la ricostruzione del teatro di Nocera Inferiore distrutto dai terremoti. I terremoti che accompagnarono l’eruzione del Vesuvio sono noti alla tradizione dei cataloghi sismici a partire dal XV secolo solo sulla base delle fonti scritte.

Note

(1)
Plinius Caecilius Secundus Gaius (minor)
Epistularum libri decem, ed. R.A.B.Mynors.
Oxford 1968
(2)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Tito tra il 1º luglio 80 e il 30 giugno 81 d.C. di edifici di Napoli distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in "Corpus Inscriptionum Latinarum", vol.10: Inscriptiones Bruttiorum, Lucaniae, Campaniae, Siciliae, Sardiniae Latinae, ed. Th.Mommsen, n.1481 [anche in "Inscriptiones Graecae", vol.14: Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus, ed. G.Kaibel, Berlin 1890, n.729; e in "Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes", vol.1, ed. R.Cagnat, J.Toutain e P.Jouguet, Paris 1911, n.435].
Berlin 1883
(3)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un orologio di Sorrento distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in A.Sogliano, Di una epigrafe latina recentemente scoperta, "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, p.363 [anche in "L’Année Épigraphique", 1902, n.40].
Roma 1901
Sogliano A.
Di una epigrafe latina recentemente scoperta, in "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, pp.363-364.
Roma 1901
(4)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un tempietto tetrastilo del Genio della colonia di Nola distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in P.J.Simonelli, Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. vol.21 (1972), p.386, ep.I [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.413].
Napoli 1973
Simonelli P.J.
Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, in "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. 21 (1972), pp.385-408.
Napoli 1973
(5)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito tra la seconda metà del 79 e la prima metà dell’80 d.C., di edifici pubblici non identificabili di Salerno distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in G.Paci, Tito a Salerno, "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...], Rome, 27-28 mai 1988", pp.691-704, figg.1 e 2 [anche in "L’Année épigraphique", 1991, n.430].
Roma 1991
Paci G.
Tito a Salerno, in "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...]", Rome, 27-28 mai 1988, pp.691-704.
Rome 1991
(6)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Domiziano nell’82 d.C. del teatro di Nuceria Alfaterna [Nocera Inferiore] distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in W.Johannowsky, Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, p.91, pl.LIV [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.404 e 2002, n.337].
Napoli 1986
Johannowsky W.
Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, in "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, pp.91-93, pl.LIV.
Napoli 1986

Reconstructions and relocations

Intervento immediato dell’imperatore Tito proseguito dopo la sua morte, avvenuta nell’81 d.C., da Domiziano. Cassio Dione ricorda la presenza personale di Tito sul luogo del disastro nell’80 d.C. Le ricostruzioni di Tito sono attestate da quattro epigrafi, riguardanti vari edifici a Napoli (1), un orologio a Sorrento (2), un edificio non meglio identificato a Salerno (3) e un tempietto tetrastilo a Nola (4), mentre a Domiziano (82 d.C.) risale la ricostruzione del teatro di Nocera, documentatada un’altra epigrafe (5). Pompei ed Ercolano non furono più ricostruite.

Note

(1)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Tito tra il 1º luglio 80 e il 30 giugno 81 d.C. di edifici di Napoli distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in "Corpus Inscriptionum Latinarum", vol.10: Inscriptiones Bruttiorum, Lucaniae, Campaniae, Siciliae, Sardiniae Latinae, ed. Th.Mommsen, n.1481 [anche in "Inscriptiones Graecae", vol.14: Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus, ed. G.Kaibel, Berlin 1890, n.729; e in "Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes", vol.1, ed. R.Cagnat, J.Toutain e P.Jouguet, Paris 1911, n.435].
Berlin 1883
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989
(2)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un orologio di Sorrento distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in A.Sogliano, Di una epigrafe latina recentemente scoperta, "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, p.363 [anche in "L’Année Épigraphique", 1902, n.40].
Roma 1901
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989
(3)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito tra la seconda metà del 79 e la prima metà dell’80 d.C., di edifici pubblici non identificabili di Salerno distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in G.Paci, Tito a Salerno, "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...], Rome, 27-28 mai 1988", pp.691-704, figg.1 e 2 [anche in "L’Année épigraphique", 1991, n.430].
Roma 1991
Paci G.
Tito a Salerno, in "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...]", Rome, 27-28 mai 1988, pp.691-704.
Rome 1991
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989
(4)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un tempietto tetrastilo del Genio della colonia di Nola distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in P.J.Simonelli, Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. vol.21 (1972), p.386, ep.I [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.413].
Napoli 1973
Simonelli P.J.
Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, in "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. 21 (1972), pp.385-408.
Napoli 1973
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989
(5)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Domiziano nell’82 d.C. del teatro di Nuceria Alfaterna [Nocera Inferiore] distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in W.Johannowsky, Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, p.91, pl.LIV [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.404 e 2002, n.337].
Napoli 1986
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989

Major earthquake effects

Frequenti scosse di terremoto nella notte tra il 24 e il 25 agosto 79 a Castellammare di Stabia e Miseno. Poco dopo l’alba del 25 agosto a Miseno gli edifici erano squassati, il suolo tremava in modo tale che i carri non riuscivano a procedere. Ripetute scosse a Miseno nella notte tra il 25 e il 26 agosto che terrorizzarono le persone (1). Quattro epigrafi documentano lavori di restauro fatti eseguire dall’imperatore Tito a vari edifici di Napoli (2), a un tempietto tetrastilo di Nola (3), a un edificio non identificato di Salerno (4), e a un orologio di Sorrento (5). Un’altra iscrizione documenta lavori di restauro fatti eseguire dall’imperatore Domiziano al teatro di Nocera Inferiore (6).

Note

(1)
Plinius Caecilius Secundus Gaius (minor)
Epistularum libri decem, ed. R.A.B.Mynors.
Oxford 1968
(2)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Tito tra il 1º luglio 80 e il 30 giugno 81 d.C. di edifici di Napoli distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in "Corpus Inscriptionum Latinarum", vol.10: Inscriptiones Bruttiorum, Lucaniae, Campaniae, Siciliae, Sardiniae Latinae, ed. Th.Mommsen, n.1481 [anche in "Inscriptiones Graecae", vol.14: Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus, ed. G.Kaibel, Berlin 1890, n.729; e in "Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes", vol.1, ed. R.Cagnat, J.Toutain e P.Jouguet, Paris 1911, n.435].
Berlin 1883
(3)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un tempietto tetrastilo del Genio della colonia di Nola distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in P.J.Simonelli, Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. vol.21 (1972), p.386, ep.I [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.413].
Napoli 1973
Simonelli P.J.
Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, in "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. 21 (1972), pp.385-408.
Napoli 1973
(4)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito tra la seconda metà del 79 e la prima metà dell’80 d.C., di edifici pubblici non identificabili di Salerno distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in G.Paci, Tito a Salerno, "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...], Rome, 27-28 mai 1988", pp.691-704, figg.1 e 2 [anche in "L’Année épigraphique", 1991, n.430].
Roma 1991
Paci G.
Tito a Salerno, in "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...]", Rome, 27-28 mai 1988, pp.691-704.
Rome 1991
(5)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un orologio di Sorrento distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in A.Sogliano, Di una epigrafe latina recentemente scoperta, "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, p.363 [anche in "L’Année Épigraphique", 1902, n.40].
Roma 1901
(6)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Domiziano nell’82 d.C. del teatro di Nuceria Alfaterna [Nocera Inferiore] distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in W.Johannowsky, Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, p.91, pl.LIV [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.404 e 2002, n.337].
Napoli 1986
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989

Effects on the environment

In concomitanza con l’eruzione del Vesuvio, e a seguito di forti scosse di terremoto, all’alba del 25 agosto 79 il mare si ritirò dalla spiaggia di Miseno e molti animali marini rimasero in secco (1).

Note

(1)
Plinius Caecilius Secundus Gaius (minor)
Epistularum libri decem, ed. R.A.B.Mynors.
Oxford 1968

Sequence of the earthquake

Sulla base del racconto di Plinio il Giovane si ricordano nei giorni precedenti l’eruzione del Vesuvio delle scosse di entità leggera e considerate come un fenomeno ordinario. Frequenti scosse di terremoto nella notte tra il 24 e il 25 agosto 79 a Castellammare di Stabia e Miseno. Poco dopo l’alba del 25 agosto a Miseno gli edifici erano squassati, il suolo tremava in modo tale i carri non riuscivano a procedere. Ripetute scosse a Miseno nella notte tra il 25 e il 26 agosto che terrorizzarono le persone (1).

Note

(1)
Plinius Caecilius Secundus Gaius (minor)
Epistularum libri decem, ed. R.A.B.Mynors.
Oxford 1968

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
Alföldy G.Zu kaiserlichen Bauinschriften aus Italien, in "Epigraphica", vol.64, pp.113-145.Historiographical study2002Bologna
Allison P.On-going seismic activity and its effects on the living conditions in Pompeii in the last decades, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.183-190.Historiographical study1995München
*Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993. Deutsches archäologisches Institut Rom, Soprintendenza Archeologica di Pompei, Osservatorio Vesuviano.Historiographical study1995München
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Baratta M.I terremoti in Italia, R.Accademia Nazionale dei Lincei. "Pubblicazioni della commissione italiana per lo studio delle grandi calamità", vol.6.Catalogue1936Firenze
Bonito M.Terra tremante, o vero continuatione de’ terremoti dalla Creatione del Mondo sino al tempo presente (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1980).Repertory1691Napoli
Burnand Y.Terrae Motus. La documentation épigraphique sur les tremblements de terre dans l’Occident romain, in "Tremblements de terre histoire et archéologie. IVèmes Rencontres internationales d’archéologie et d’histoire d’Antibes (2-3-4 novembre 1983), a cura di B.Helly e A.Pollino, pp.173-182.Historiographical study1984Valbonne
Capocci E.Catalogo de’ tremuoti avvenuti nella parte continentale del Regno delle Due Sicilie posti in raffronto con le eruzioni vulcaniche ed altri fenomeni cosmici, tellurici e meteorici, in "Atti del Reale Istituto d’Incoraggiamento alle Scienze Naturali di Napoli", tomo 9, pp.337-421; tomo 10, pp.293-327.Catalogue1861Napoli
Caputo M. e Faita G.Primo catalogo dei maremoti delle coste italiane, in "Atti della Accademia Nazionale dei Lincei. Memorie. Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali", a.381, s.VIII, vol.17, sez.1a (Matematica, meccanica, astronomia, geodesia e geofisica), fasc.7, pp.231-356.Catalogue1984Roma
Carrozzo M.T., De Visintini G., Giorgetti F. e Iaccarino E.General Catalogue of Italian Earthquakes, CNEN, RT/PROT(73)12.Catalogue1973Roma
*Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.Historiographical study1989Bologna
Cicirelli C.Effetti sismici sugli insediamenti abitativi di Terzigno, estremo suburbio nord di Pompei, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.211-219.Historiographical study1995München
Cioni R., Mariangeli P. e Sbrana A.L’eruzione del 79 d.C.: stratigrafia dei depositi ed impatti sugli insediamenti romani nel settore orientale e meridionale del Somma-Vesuvio, in "Rivista di studi pompeiani", vol.4 (1990), pp.179-198.Scientific bibliography1992Roma
De Rossi M.S.Pompei e la regione sotterrata dal Vesuvio nell’anno LXXIX, in "Bullettino del Vulcanismo Italiano", vol.6, pp.153-159.Scientific bibliography1879Roma
De Simone A.I terremoti precedenti l’eruzione [del 79 d.C.]. Nuove attestazione da recenti scavi, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.37-43.Historiographical study1995München
De Spagnolis Conticello M.Osservazioni sulle fasi edilizie di alcune ville rustiche di Scafati, suburbio orientale di Pompei, seppellite dalla eruzione del 79 d.C., in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.93-102 (discussione, p.103).Historiographical study1995München
De Vos A. e De Vos M.Pompei Ercolano Stabia (Guide archeologiche Laterza).Historiographical study1982Roma-Bari
Dio Cassius CocceianusHistoria Romana, ed. E.Cary.Indirect source1914London-Cambridge (Mass.)
Eco U.Ritratto di Plinio da giovane, in U.Eco, "Sugli specchi e altri saggi", pp.180-195.Historiographical study1985Milano
*Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Domiziano nell’82 d.C. del teatro di Nuceria Alfaterna [Nocera Inferiore] distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in W.Johannowsky, Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, p.91, pl.LIV [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.404 e 2002, n.337].Direct source1986Napoli
*Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Tito tra il 1º luglio 80 e il 30 giugno 81 d.C. di edifici di Napoli distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in "Corpus Inscriptionum Latinarum", vol.10: Inscriptiones Bruttiorum, Lucaniae, Campaniae, Siciliae, Sardiniae Latinae, ed. Th.Mommsen, n.1481 [anche in "Inscriptiones Graecae", vol.14: Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus, ed. G.Kaibel, Berlin 1890, n.729; e in "Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes", vol.1, ed. R.Cagnat, J.Toutain e P.Jouguet, Paris 1911, n.435].Direct source1883Berlin
*Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un tempietto tetrastilo del Genio della colonia di Nola distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in P.J.Simonelli, Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. vol.21 (1972), p.386, ep.I [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.413].Direct source1973Napoli
*Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un orologio di Sorrento distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in A.Sogliano, Di una epigrafe latina recentemente scoperta, "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, p.363 [anche in "L’Année Épigraphique", 1902, n.40].Direct source1901Roma
*Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito tra la seconda metà del 79 e la prima metà dell’80 d.C., di edifici pubblici non identificabili di Salerno distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in G.Paci, Tito a Salerno, "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...], Rome, 27-28 mai 1988", pp.691-704, figg.1 e 2 [anche in "L’Année épigraphique", 1991, n.430].Direct source1991Roma
Fröhlich Th.La Porta di Ercolano a Pompei e la cronologia dell’opus vittatum mixtum, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.153-159.Historiographical study1995München
Guadagno G.Documenti epigrafici ercolanesi relativi ad un terremoto, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.119-128 (discussione, pp.129-130).Historiographical study1995München
Guidoboni E. (a cura di)I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia, Catalogo, pp.574-751.Catalogue1989Bologna
Guidoboni E., Comastri A. e Traina G.Catalogue of ancient earthquakes in the Mediterranean area up to the 10th century.Catalogue1994Bologna
Hoff K.E.A. vonChronik der Erdbeben und Vulcanausbrüche, erster Theil vom Jahre 3460 vor, bis 1759 unserer Zeitrechnung, in "Geschichte der durch Überlieferung nachgewiesenen natürlichen Veränderungen der Erdoberfläche", Theil 4.Catalogue1840Gotha
Horster M.Bauinschriften römischer Kaiser. Untersuchungen zu Inschriftenpraxis und Bautatigkeit in Stadten des westlichen Imperium Romanum in der Zeit des Prinzipats (Historia. Einzelschriften, 157).Historiographical study2001Stuttgart
Jacobelli L.I terremoti fra il 62 e il 79 nell’area vesuviana: le ragioni di un convegno, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.17-21.Historiographical study1995München
Johannowsky W.Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, in "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, pp.91-93, pl.LIV.Historiographical study1986Napoli
Ligorio PirroLibro di diversi terremoti, a cura di E.Guidoboni (Edizione nazionale delle opere di Pirro Ligorio, Libri delle antichità, Torino, volume 28, codice Ja.II.15).Repertory2005Roma
Lirer L., Munno R. e Vinci A.Meccanismi di deposizione dei prodotti dell’eruzione del 79 d.C., in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.143-149 (discussione, pp.150-151).Historiographical study1995München
Luisi A.L’esplosione del Vesuvio nel 79 d.C., in "Fenomeni naturali e avvenimenti storici nell’antichità", a cura di M.Sordi, pp.227-236.Historiographical study1989Milano
Mallet R.Third Report on the Facts of Earthquake Phaenomena (Catalogue of recorded Earthquakes from 1606 B.C. to A.D. 1850), in "Report of the British Association for the Advancement of Science", a.1852, pp.1-176; a.1853, pp.117-212; a.1854, pp.1-326.Catalogue1853London
Manetti GiannozzoDe terraemotu libri tres [1457], a cura di C.Scopelliti e D.Molin.Repertory1983Roma
Marturano A. e Rinaldis V.Il terremoto vesuviano del 62 d.C.: un evento carico di responsabilità, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.131-135.Historiographical study1995München
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Mommsen Th.Zur Lebensgeschichte des jüngeren Plinius, in "Hermes", vol.3, pp.31-139.Historiographical study1869Berlin
Nappo S.C.Evidenze di danni strutturali, restauri e rifacimenti nelle insulae gravitanti su via Nocera a Pompei, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.45-55 (discussione, p.56.).Historiographical study1995München
Paci G.Tito a Salerno, in "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...]", Rome, 27-28 mai 1988, pp.691-704.Historiographical study1991Rome
Pappalardo U.L’eruzione pliniana del Vesuvio nel 79 d.C.: Ercolano, in "Pact", vol.25, pp.197-215.Historiographical study1990Strasbourg
Pesando F. e Guidobaldi M.P.Pompei, Oplontis, Ercolano, Stabiae (Guide archeologiche Laterza, 14).Historiographical study2006Roma-Bari
Pisapia M.S.Ipotesi su alcune incongruenze tecniche nella Villa di San Marco a Stabia, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.115-117.Historiographical study1995München
Plinius Caecilius Secundus Gaius (minor)Epistularum libri decem, ed. R.A.B.Mynors.Direct source1968Oxford
Renna E.Vesuvius Mons. Aspetti del Vesuvio nel mondo antico. Tra filologia archeologia vulcanologia.Historiographical study1992Napoli
Renna E.La realtà sismologica dell’area vesuviana prima e dopo il 79 d.C. attraverso l’analisi delle fonti antiche, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.194-199 (discussione, p.200).Historiographical study1995München
Ruggiero M.Del mese e del giorno dell’eruzione, in "Pompei e la regione sotterrata dal Vesuvio nell’anno LXXXIX".Historiographical study1879Napoli
Scandone R.I meccanismi eruttivi dell’eruzione del 79 d.C. del Vesuvio, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.139-142.Historiographical study1995München
Schefold K.Pompei, terremoto e storia degli stili, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.15-16.Historiographical study1995München
Schmidt J.F.J.Studien über Vulkane und Erdbeben. II. Abtheilung. Studien über Erdbeben, 2a ed.Catalogue1881Leipzig
Schönberger O.Die Vesuv-Briefe des jüngeren Plinius (VI 16 und 20), in "Gymnasium" vol. 97, pp.526-548.Historiographical study1990Leipzig-Berlin-Heidelberg
Seiler F.Zur Lage der Erdbebenforschung in der Vesuvregion aus der Sicht der Archäologie, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.23-28.Historiographical study1995München
Simonelli P.J.Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, in "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. 21 (1972), pp.385-408.Historiographical study1973Napoli
Sogliano A.Di una epigrafe latina recentemente scoperta, in "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, pp.363-364.Historiographical study1901Roma
Staub-Gierow M.Indizien für ein zweites Erdbeben? Beobachtungen in der Casa del Granduca (VII 4,56) und der Casa dei Capitelli Figurati (VII 4,57) in Pompeji, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.68-74.Historiographical study1995München
Suetonius Tranquillus C.De vita Caesarum libri VIII, ed. M.Ihm.Indirect source1907Leipzig
Thomas R.Zur Bedeutung der Erdbebenschäden für eine Untersuchung der stilistischen Entwicklung der neronischen bis flavischen pompejanischen Wandmalerei, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.169-174.Historiographical study1995München
Tinti S. e Maramai A.Catalogue of tsunamis generated in Italy and in Côte d’Azur, France: a step towards a unified catalogue of tsunamis in Europe, in "Annali di Geofisica", vol.39 (1996), pp.1253-1299 (Corrections, in "Annali di Geofisica", vol.40 [1997], p.781).Scientific bibliography1997Roma
Varone A.Più terremoti a Pompei? I nuovi dati degli scavi di via dell’Abbondanza, in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.29-35.Historiographical study1995München
Wallat K.Der Zustand des Forums von Pompeji am Vorabend des Vesuvausbruchs 79 n. Chr., in "Archäologie und Seismologie. La regione vesuviana dal 62 al 79 d.C. Problemi archeologici e sismologici. Colloquium, Boscoreale, 26. ­ 27. November 1993", pp.75-92.Historiographical study1995München
Widemann F.Les effets économiques de l’éruption de 79. Nouvelle données et nouvelle approche, in "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, pp.107-112, pl.LXVII-LXIX.Historiographical study1986Napoli

Felt Localities (6)

Locality Province Lat Lon Intensity
Nocera InferioreSA40.742814.6417VIII

Danni al teatro - fatto poi restaurare dall’imperatore Domiziano - attestati da una epigrafe (1).

(1)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Domiziano nell’82 d.C. del teatro di Nuceria Alfaterna [Nocera Inferiore] distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in W.Johannowsky, Terrae motus: un’iscrizione nucerina relativa al restauro del teatro, "Tremblements de terre, éruptions volcaniques et vie des hommes dans la Campanie antique", a cura di C.Albore Livadie, p.91, pl.LIV [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.404 e 2002, n.337].
Napoli 1986
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989

NolaNA40.925614.5286VIII

Danni ad un tempietto tetrastilo ­ fatto poi restaurare dall’imperatore Tito ­ attestati da una epigrafe attualmente nell’atrio del municipio di Nola (1).

(1)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un tempietto tetrastilo del Genio della colonia di Nola distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in P.J.Simonelli, Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. vol.21 (1972), p.386, ep.I [anche in "L’Année épigraphique", 1994, n.413].
Napoli 1973
Simonelli P.J.
Nuovi ritrovamenti di iscrizioni in Nola, in "Atti della Accademia Pontaniana", n.s. 21 (1972), pp.385-408.
Napoli 1973

MisenoNA40.786114.0853VII-VIII

Forti scosse di terremoto nella notte tra il 24 e il 25 agosto 79 che parevano dover capovolgere gli edifici. Poco dopo l’alba del 25 agosto gli edifici erano squassati, il suolo tremava in modo tale i carri non riuscivano a procedere. In concomitanza col terremoto il mare si era ritirato dalla spiaggia e aveva lasciato in secco molti animali marini. Ripetute scosse nella notte tra il 25 e il 26 agosto che terrorizzavano le persone (1).

(1)
Plinius Caecilius Secundus Gaius (minor)
Epistularum libri decem, ed. R.A.B.Mynors.
Oxford 1968

NapoliNA40.855314.2603VII-VIII

Distruzione di vari edifici ­ fatti poi restaurare dall’imperatore Tito ­ attestata da una epigrafe conservata al Museo Nazionale di Napoli (1).

(1)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione da parte dell’imperatore Tito tra il 1º luglio 80 e il 30 giugno 81 d.C. di edifici di Napoli distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in "Corpus Inscriptionum Latinarum", vol.10: Inscriptiones Bruttiorum, Lucaniae, Campaniae, Siciliae, Sardiniae Latinae, ed. Th.Mommsen, n.1481 [anche in "Inscriptiones Graecae", vol.14: Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus, ed. G.Kaibel, Berlin 1890, n.729; e in "Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes", vol.1, ed. R.Cagnat, J.Toutain e P.Jouguet, Paris 1911, n.435].
Berlin 1883
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989

SorrentoNA40.624214.3781VII

Distruzione di un orologio ­ fatto poi restaurare dall’imperatore Tito ­ attestata da una epigrafe (1).

(1)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., di un orologio di Sorrento distrutto dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in A.Sogliano, Di una epigrafe latina recentemente scoperta, "Notizie degli scavi di antichità", a.1901, p.363 [anche in "L’Année Épigraphique", 1902, n.40].
Roma 1901
Catalogo delle epigrafi latine riguardanti terremoti, in "I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia", a cura di E.Guidoboni, pp.135-169.
Bologna 1989

SalernoSA40.678614.7653V

Distruzione di un edificio non meglio identificato ­ fatto poi restaurare dall’imperatore Tito ­ attestata da una epigrafe molto lacunosa di cui è stata proposta una nuova ingegnosa restituzione (1).

(1)
Epigrafe che ricorda la ricostruzione, realizzata dall’imperatore Tito tra la seconda metà del 79 e la prima metà dell’80 d.C., di edifici pubblici non identificabili di Salerno distrutti dai terremoti e dall’eruzione del Vesuvio del 24-26 agosto 79 d.C., in G.Paci, Tito a Salerno, "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...], Rome, 27-28 mai 1988", pp.691-704, figg.1 e 2 [anche in "L’Année épigraphique", 1991, n.430].
Roma 1991
Paci G.
Tito a Salerno, in "Epigrafia. Actes du colloque international d’épigraphie latine en mémoire de Attilio Degrassi [...]", Rome, 27-28 mai 1988, pp.691-704.
Rome 1991