Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
00 00 -436-4312.5b7.57.5100135.4-Italia centraleItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
-436 -- -- -- -- -- 43.00 12.50 0.0 7.5 0 13 Italia centrale


The revision was based on 13 accounts:
The results are summarized by 5 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT -436 - - - 43.00 12.50 - 7.5 1 13 Italia centrale
ING -436 - - - 42.00 12.50 - - - - Roma e dintorni


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

Le due fonti latine che riportano questo terremoto sono molto tarde rispetto all’evento: Livio scriveva nel I secolo a.C., e Paolo Orosio nel V secolo d.C. (1). Tuttavia, nonostante questa distanza cronologica, entrambe le fonti sono fededegne, in quanto attingevano a fonti documentarie più antiche e attendibili. La datazione corretta è quella di Livio, mentre Orosio data l’evento al 426 a.C. La datazione di Orosio è spostata di circa dieci anni, ma non per questo si tratta di un terremoto diverso; Orosio sembra aver collegato gli eventi da lui citati ad altri episodi avvenuti dieci anni dopo. Livio si limita ad attestare il terremoto senza localizzarlo, indicando danni nelle campagne, forse di Roma; Orosio, che attinge a una fonte diversa da Livio, accenna anche a città e borghi d’Italia. Le fonti suggeriscono un lungo periodo sismico, durato circa un anno. Questo terremoto è noto alla tradizione dei cataloghi sismici a partire dal XVII secolo.

Note

(1)
Livius Titus
Ab urbe condita libri, ed. G.Weissenborn, M.Müller e W.Heraeus.
Leipzig 1880
Orosius Paulus
Historiarum adversus paganos libri septem, ed. A.Lippold, 2 voll.
Milano 1976

Major earthquake effects

Il periodo sismico è genericamente localizzabile nell’Italia centrale (1). Le fonti menzionano il crollo di case coloniche e danni in città, senza una localizzazione precisa (2).

Note

(1)
Guidoboni E. (a cura di)
I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia, Catalogo, pp.574-751.
Bologna 1989
Guidoboni E., Comastri A. e Traina G.
Catalogue of ancient earthquakes in the Mediterranean area up to the 10th century.
Bologna 1994
(2)
Livius Titus
Ab urbe condita libri, ed. G.Weissenborn, M.Müller e W.Heraeus.
Leipzig 1880
Orosius Paulus
Historiarum adversus paganos libri septem, ed. A.Lippold, 2 voll.
Milano 1976

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
Abbati B.Epitome metheorologica de’ tremoti, con la Cronologia di tutti quelli, che sono occorsi in Roma dalla Creazione del Mondo sino agl’ultimi successi sotto il Pontificato del Regnante Pontefice Clemente XI il dì 14 Gennaro giorno di Domenica sù le due della notte meno un quarto, e 2 di Febbraro del corrente anno 1703 con la Relatione non solo di questi, ma dell’Inondatione del Tebro ancora. Aggiuntovi per fine un Catalogo di tutti gli Autori Theologici, Scritturali, Filosofici, Legali, Politici, & Istorici Sacri, e profani, che hanno discorso, e scritto de’ Terremoti.Repertory1703Roma
Bonito M.Terra tremante, o vero continuatione de’ terremoti dalla Creatione del Mondo sino al tempo presente (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1980).Repertory1691Napoli
Galli I.I terremoti nel Lazio.Catalogue1906Velletri
Guidoboni E. (a cura di)I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia, Catalogo, pp.574-751.Catalogue1989Bologna
Guidoboni E., Comastri A. e Traina G.Catalogue of ancient earthquakes in the Mediterranean area up to the 10th century.Catalogue1994Bologna
Hoff K.E.A. vonChronik der Erdbeben und Vulcanausbrüche, erster Theil vom Jahre 3460 vor, bis 1759 unserer Zeitrechnung, in "Geschichte der durch Überlieferung nachgewiesenen natürlichen Veränderungen der Erdoberfläche", Theil 4.Catalogue1840Gotha
Landolfus SagaxHistoria Romana, ed. A.Crivellucci, in "Fonti per la Storia d’Italia", Scrittori secc.X-XI, voll.49-50.Generic information1912Roma
Lippold A. (ed.)Paolo Orosio. Le storie contro i pagani.Historiographical study1976Milano
Livius TitusAb urbe condita libri, ed. G.Weissenborn, M.Müller e W.Heraeus.Indirect source1880Leipzig
Mallet R.Third Report on the Facts of Earthquake Phaenomena (Catalogue of recorded Earthquakes from 1606 B.C. to A.D. 1850), in "Report of the British Association for the Advancement of Science", a.1852, pp.1-176; a.1853, pp.117-212; a.1854, pp.1-326.Catalogue1853London
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Orosius PaulusHistoriarum adversus paganos libri septem, ed. A.Lippold, 2 voll.Indirect source1976Milano
Schmidt J.F.J.Studien über Vulkane und Erdbeben. II. Abtheilung. Studien über Erdbeben, 2a ed.Catalogue1881Leipzig

Felt Localities (1)

Locality Province Lat Lon Intensity
Italia centrale4312.5VII-VIII

Il periodo sismico è genericamente localizzabile nell’Italia centrale (1). Secondo Livio e Orosio, le frequenti scosse causarono il crollo di case coloniche e danni a città non specificate (2).

(1)
Guidoboni E. (a cura di)
I terremoti prima del Mille in Italia e nell’area mediterranea. Storia archeologia sismologia, Catalogo, pp.574-751.
Bologna 1989
Guidoboni E., Comastri A. e Traina G.
Catalogue of ancient earthquakes in the Mediterranean area up to the 10th century.
Bologna 1994
(2)
Livius Titus
Ab urbe condita libri, ed. G.Weissenborn, M.Müller e W.Heraeus.
Leipzig 1880
Orosius Paulus
Historiarum adversus paganos libri septem, ed. A.Lippold, 2 voll.
Milano 1976