Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
26 09 193303:33:2942.08314.1b9932601326!MaiellaItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1933 09 26 03 33 29 42.08 14.10 0.0 9.0 0 132 Maiella


The revision was based on 132 accounts:
The results are summarized by 341 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1933 09 26 03:33 42.05 14.18 9.0 9.0 326 123 Maiella
PFG 1933 09 26 03:33 42.07 14.18 9.0 - - - Lama dei Peligni


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

È stata revisionata la bibliografia del Catalogo PFG (1985) ed è stata svolta una ricerca bibliografica e archivistica.
Lo studio di Spadea et al. (1985) (1), riferimento del catalogo per questo evento, è basato sull’analisi delle fonti giornalistiche e soprattutto sulle notizie raccolte dall’Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica attraverso le cartoline e i questionari macrosismici; questi materiali, attualmente conservati presso l’Istituto Nazionale di Geofisica, non sono stati utilizzati per questa revisione.
La ricerca documentaria è stata condotta all’Archivio Centrale dello Stato, dove sono stati presi in esame vari fondi. Nel fondo del Ministero dell’Interno sono stati vagliati in particolare i telegrammi giunti tra il 26 settembre e il 15 ottobre 1933, conservati nella serie Gabinetto, Ufficio cifra. Sono state individuate 70 informative inviate dai prefetti e dagli ufficiali dei carabinieri delle provincie colpite dal terremoto, relative alla segnalazione dei danni e all’organizzazione dei soccorsi alle popolazioni colpite. È stata inoltre vagliata la documentazione conservata nel fondo della Presidenza del Consiglio dei ministri in cui è stato reperito un fascicolo di 26 documenti, tra cui vanno segnalati in particolare una serie di relazioni del ministro dei Lavori pubblici al capo del governo sullo stato di avanzamento dei lavori di sistemazione dei senzatetto e un elenco dei danni subiti dagli edifici monumentali redatto dalla Soprintendenza all’Arte medioevale e moderna degli Abruzzi e del Molise. Un altro consistente fascicolo documentario è stato reperito nel fondo della Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati: si tratta delle relazioni inviate dal presidente dell’associazione locale dell’Aquila alla sede nazionale del sindacato a cui sono allegati due sintetici elenchi dei danni rilevati nei comuni più colpiti delle provincie di Chieti e Pescara.
Sono stati vagliati i giornali quotidiani reperendo notizie in 16 corrispondenze afferenti a 4 testate. La stampa descrisse con una certa enfasi la rapidità dei soccorsi e la presenza delle massime autorità locali, regionali e nazionali nei paesi più colpiti, riferì gli elenchi dettagliati delle vittime e tracciò una sommaria descrizione dei danni. Le notizie sono tuttavia generalmente costituite da comunicati prefettizi diffusi dall’Agenzia Stefani (2).
Notizie sui soccorsi alle popolazioni terremotate sono state tratte da una pubblicazione del Ministero della Difesa (1977) (3). Resoconti e dati relativi all’opera di ricostruzione furono pubblicati dall’ingegnere De Simone (1935) (4), membro del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, che utilizzò fonti tecniche ufficiali.
Per quanto riguarda le fonti scientifiche, sono stati utilizzati il "Bollettino Sismico" del 1933 curato da Alfonso Cavasino (1935) (5) e i cataloghi dello stesso Cavasino (1935) (6) e di Caloi (1942) (7).

Note

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985
(2)
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.28, n.230.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.29, n.231.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.10.01, n.233.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.10.04, n.235.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.10.05, n.236.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.10.06, n.237.
Milano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.28, n.230.
MIlano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.29, n.231.
MIlano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.10.01, n.233.
MIlano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.10.04, n.235.
MIlano 1933
Il Sole, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Sole, 1933.09.28, n.230.
Milano 1933
Il Resto del Carlino, 1933.09.27, n.229.
Bologna 1933
(3)
Ministero della Difesa
L’esercito per il paese, 1861-1975.
Roma 1977
(4)
De Simone D.
Nuove norme di edilizia antisismica, in "III.o congresso nazionale degli ingegneri italiani", Trieste 30-31 maggio, 1-2 giugno1935.
Trieste 1935
(5)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935
(6)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935
(7)
Caloi P.
Attività sismica in Italia nel decennio 1930-1939, Pubblicazioni della "Commissione Italiana di Studio per i Problemi del Soccorso alle Popolazioni", vol.9.
Firenze 1942

Development of earthquakes review

La ricerca documentaria è stata condotta sui materiali conservati presso l’Archivio Centrale dello Stato, dove sono stati presi in esame vari fondi. Nel fondo del Ministero dell’Interno sono stati vagliati in particolare i telegrammi giunti tra il 26 settembre e il 15 ottobre 1933, conservati nella serie Gabinetto, Ufficio cifra. Sono state individuate 70 informative inviate dai prefetti e dagli ufficiali dei carabinieri delle provincie colpite dal terremoto, relative alla segnalazione dei danni e all’organizzazione dei soccorsi alle popolazioni colpite (1). L’esame della serie della Direzione generale degli affari di culto ha avuto esito negativo.
Nel fondo della Presidenza del Consiglio dei ministri è stato reperito un fascicolo di 26 documenti, tra cui vanno segnalati in particolare una serie di relazioni del ministro dei Lavori pubblici al capo del governo sullo stato di avanzamento dei lavori di sistemazione dei senzatetto e un elenco dei danni subiti dagli edifici monumentali redatto dalla Soprintendenza all’Arte medioevale e moderna degli Abruzzi e del Molise (2).
Nel fondo della Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati è stato reperito un fascicolo documentario contenente le relazioni inviate dal presidente dell’associazione locale dell’Aquila alla sede nazionale del sindacato a cui sono allegati due sintetici elenchi dei danni rilevati nei comuni più colpiti delle provincie di Chieti e Pescara (3).

Note

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45739, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45740, Telegramma del tenente dei Carabinieri Gicia al Ministero dell’Interno, Lanciano 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45741, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45743, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto, Campobasso 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45747, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e Pubblica sicurezza e al Ministero dei Lavori pubblici Servizi speciali, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45749, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45777, Telegramma del prefetto di Teramo Varano al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Teramo 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45788, Telegramma del prefetto di Frosinone Randone al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Frosinone 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45793, Telegramma del capitano dei Carabinieri Rossetti al Ministero dell’Interno, Penne 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45824, Telegramma del tenente dei Carabinieri Ansaldi al Ministero dell’Interno, Lama dei Peligni 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45848, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Caramanico Terme 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45855, Telegramma dell’alto commissario Baratono al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e all’Ufficio stampa del capo del Governo, Napoli 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45875, Telegramma del maresciallo maggiore dei Carabinieri Calabrese al Ministero dell’Interno, Lanciano 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45891, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45893, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Bortoloni al Ministero dell’Interno e al Ministero dei Lavori pubblici, Fara Filiorum Petri 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45908, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori Pubblici Direzione servizi speciali, Lama dei Peligni 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45923, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45949, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Campobasso 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45958, , Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45963, , Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45993, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sanità e Pubblica sicurezza, L’Aquila 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46026, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46037, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dei Lavori pubblici Direzione generale servizi speciali e al Ministero dell’Interno Sanità, L’Aquila 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46040, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46125, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Campobasso 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46155, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46175, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, L’Aquila 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46178, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46179, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46182, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Ufficio personale e Gabinetto, Chieti 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46195, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46209, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Personale, Chieti 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46212, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici Direzione generale servizi speciali, Chieti 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46262, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46303, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Divisione automezzi, L’Aquila 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46320, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sulmona 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46349, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sulmona 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46376, Telegramma del ministro dei Lavori pubblici Di Crollalanza alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al Ministero dell’Interno Gabinetto, Roma 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46434, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dei Lavori pubblici e al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46469, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza e Gabinetto, Pescara 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46485, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46535, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46581, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46594, Telegramma del deputato Acerbo al capo del Governo, Lama dei Peligni 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46605, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Sanità pubblica, L’Aquila 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46610, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46794, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 30 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46851, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 30 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47082, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dei Lavori pubblici Direzione generale servizi speciali e al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 2 ottobre1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47221, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 2 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47226, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Sanità pubblica, L’Aquila 2 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47295, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47316, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Sanità, Chieti 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47364, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47366, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47382, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47408, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47442, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47459, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47472, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47571, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 4 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47807, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 5 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 6 ottobre al 10 ottobre, n.48126, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 7 ottobre 1933.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera minuta del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, Roma s.d.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera minuta del Sottosegretario di Stato del Ministero dei Lavori Pubblici al Ministero delle Finanze, Roma s.d.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero dei Lavori Pubblici Direzione Generale dei Servizi Speciali alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Roma 11 novembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Copia di lettera del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, Roma 21 novembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti Div. II alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Roma 21 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri al Ministero dell’Educazione Nazionale Gabinetto, Roma 18 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero delle Finanze alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roma 11 novembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Copia di lettera della Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto al Ministero dei Lavori Pubblici Gabinetto, Roma 30 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Copia di lettera della Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto al Ministero delle Finanze Gabinetto, Roma 30 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma della Legione Lazio dei Carabinieri Reali al Ministero dell’Interno, Roma 26 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma del Commissario Baratono al Ministero dell’Interno, Napoli 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma di Mussolini a Crollalanza, Roma 1 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma del prof.Alfonso Cavasino dell’Ufficio Centrale di Metereologia e Geofisica alla Presidenza del Consiglio, Roma 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 9 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 10 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 12 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 14 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 20 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 19 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 31 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 18 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 17 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma di Mussolini ai Prefetti di L’Aquila, Chieti, Teramo e Pescara, Roma 14 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma della Prefettura di Chieti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Chieti 27 settembre 1933.

(3)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Relazione del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sui danni causati dal terremoto del 26 settembre 1933, L’Aquila 30 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Minuta di comunicato stampa della Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sul terremoto del 26 settembre 1933 in Abruzzo, Roma settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Lettera del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, L’Aquila 3 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Lettera del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, L’Aquila 14 novembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Relazione del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sull’attività svolta a favore dei danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933, L’Aquila 5 dicembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Pescara, Copia del ricorso presentato da alcuni proprietari edilizi di Tocco da Casauria al ministro dei Lavori pubblici, Tocco da Casauria 18 novembre 1935.

Effects in the social context

Complessivamente ci furono 12 morti, di cui 7 a Lama dei Peligni. I feriti più gravi, circa 40, furono ricoverati negli ospedali di Lanciano, Chieti e Pescara. Nonostante i numerosi crolli, il numero delle vittime fu contenuto perché la maggior parte della popolazione aveva lasciato le case per le scosse che avevano preceduto quella principale.
I soccorsi furono organizzati dalle autorità civili, politiche e militari delle tre provincie abruzzesi colpite. I militari distribuirono complessivamente 3589 tende: nella provincia di Chieti circa 3000 persone furono ospitate sotto le tende; in provincia di Pescara furono predisposte 650 tende per circa 1200 persone; in provincia dell’Aquila i senzatetto furono ricoverati nelle tende soltanto a Sulmona mentre in altri comuni minori furono ricoverati in edifici pubblici o privati non danneggiati. I tecnici del Genio civile organizzarono i lavori di puntellamento e demolizione degli stabili pericolanti ed effettuarono l’accertamento dei danni.
I tempi di riassorbimento dell’emergenza risultano essere stati brevi. L’impegno delle autorità centrali e locali, incalzate dall’imminente sopraggiungere della stagione invernale e anche, probabilmente, da motivi di carattere politico permise di ritirare le tende che erano state distribuite e di sistemare i senzatetto in ricoveri stabili prima dell’arrivo dell’inverno. A un mese dal terremoto infatti risultavano già riparate d’ufficio sotto il controllo del Genio civile 2853 case, per un totale di 8968 vani e altre 586 abitazioni, per 1709 vani, erano in corso di riparazione. Risultavano inoltre già costruiti o in via di ultimazione 90 alloggi popolari così ripartiti: 6 fabbricati con 25 alloggi a Lama dei Peligni, 5 fabbricati con 25 alloggi a Taranta Peligna, 2 con 10 alloggi a Civitella Messer Raimondo e 7 con 30 alloggi a Salle.
Va notato che le fonti reperite sono tutte di carattere ufficiale; questo elemento può avere contribuito a un’immagine meno problematica della gestione dell’emergenza, rispetto alla realtà.

Administrative historical affiliations

Le località colpite appartenevano alle provincie abruzzesi di Chieti, Pescara e L’Aquila. Ogni provincia era amministrata da un prefetto che dipendeva direttamente dal governo centrale. I singoli comuni erano retti da un podestà di nomina prefettizia.

Social and economic effects

Complessivamente ci furono 12 morti, di cui 7 a Lama dei Peligni. I feriti più gravi, circa 40, furono ricoverati negli ospedali di Lanciano, Chieti e Pescara. Le scosse che precedettero quella distruttiva allarmarono le popolazioni dei paesi dell’area più colpita, che fuggirono dalle abitazioni per rifugiarsi nelle piazze o in campagna. Quando avvenne la scossa principale la maggior parte delle persone era già all’aperto, questo fatto limitò sensibilmente il numero delle vittime (1).
Nei giorni successivi furono registrati 5 casi di febbre tifoide nei comuni di Gessopalena e Civitella Messer Raimondo. Un medico provinciale si recò sul posto il 2 ottobre per le misure di profilassi; fu inoltrata la richiesta di un medico provinciale aggiunto per coadiuvare i medici locali (2). Questa notizia non fu pubblicata sulla stampa.

Note

(1)
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.28, n.230.
MIlano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.10.04, n.235.
MIlano 1933
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47364, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 3 ottobre 1933.

Institutional and administrative response

I soccorsi furono organizzati dalle autorità civili, politiche e militari delle tre provincie abruzzesi colpite. Fin dalle prime ore del giorno furono inviati nelle località colpite tecnici, truppa e personale sanitario, con tende, coperte e viveri per le persone senzatetto (1). Una compagnia del 14º reggimento di fanteria «Pinerolo», di stanza a Chieti, venne inviata a Lama dei Peligni; un capitano e 15 soldati furono distaccati a Taranta Peligna (2). Si recarono nell’area colpita alcuni ufficiali medici dell’ospedale militare, personale della Croce Rossa e squadre di soccorso della milizia (3). I militari distribuirono complessivamente 3589 tende: nella provincia di Chieti circa 3000 persone furono ospitate sotto le tende; in provincia di Pescara furono predisposte 650 tende per circa 1200 persone; in provincia dell’Aquila i senzatetto furono ricoverati nelle tende soltanto a Sulmona mentre in altri comuni minori furono ricoverati in edifici pubblici o privati non danneggiati (4).
I tecnici del Genio civile organizzarono i lavori di puntellamento e demolizione degli stabili pericolanti ed effettuarono l’accertamento dei danni (5). Il primo ottobre l’organizzazione dei soccorsi passò dall’autorità militare, che aveva provveduto alle necessità più urgenti, all’Ente Opere Assistenziali di ciascuna provincia (6).

Note

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45891, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.

(2)
Ministero della Difesa
L’esercito per il paese, 1861-1975.
Roma 1977
(3)
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933
(4)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46262, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 28 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46485, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 9 ottobre 1933.

(5)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45891, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933
(6)
Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933

Reconstructions and relocations

Secondo le fonti ufficiali, a un mese dal terremoto l’emergenza era quasi completamente rientrata: sotto il controllo del Genio civile erano state riparate d’ufficio 2853 case (per un totale di 8968 vani) in modo da ripristinarne la stabilità e consentirne l’abitabilità; altre 586 abitazioni (1709 vani) erano in corso di riparazione (1). Da parte dei privati furono direttamente riparate 17 case (66 vani) nei centri urbani e 6 (19 vani) nelle campagne (2). Ciò permise di ritirare le tende che erano state distribuite dopo il terremoto e di sistemare i senzatetto in ricoveri stabili prima dell’arrivo dell’inverno. Le case riparate furono rese abitabili con i lavori eseguiti; dovevano tuttavia essere rifinite con lavori integrativi ai quali i proprietari interessati poterono provvedere con un sussidio statale. Furono costruiti anche fabbricati a due piani di tipo popolare destinati ai danneggiati meno abbienti. Tali costruzioni comprendevano 90 alloggi così ripartiti: 6 fabbricati con 25 alloggi a Lama dei Peligni, 5 fabbricati con 25 alloggi a Taranta Peligna, 2 con 10 alloggi a Civitella Messer Raimondo e 7 con 30 alloggi a Salle (3). Il numero degli operai impiegati, che il 18 ottobre raggiunse le 4960 unità (4), al 31 ottobre era sceso a 1596 unità (5).
Nel paese di Salle, già precedentemente danneggiato dal terremoto del 1915, i danni furono amplificati dall’instabilità dei terreni su cui erano fondate le abitazioni, per cui i nuovi fabbricati furono costruiti in posizione più sicura a circa 2 km dal vecchio paese e formarono il primo nucleo dell’abitato attuale. Per fornire acqua al nuovo centro fu costruito un acquedotto lungo 2600 m (6).
Per finanziare i lavori di ricostruzione il regio decreto 16 ottobre 1933, n.1334, stanziò la somma complessiva di 35 milioni di lire (7).

Note

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 31 ottobre 1933.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 20 ottobre 1933.

(3)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 31 ottobre 1933.

(4)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 18 ottobre 1933.

(5)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 31 ottobre 1933.

(6)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 9 ottobre 1933.

Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 14 ottobre 1933.

(7)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera minuta del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, Roma s.d.

Theories and observations

Il geologo Tarico, inviato nell’area dei massimi effetti dal ministro dei Lavori pubblici per studiare le cause del terremoto, affermò che si trattava di un fenomeno di origine tettonica per il contrasto fra la zona rocciosa della Maiella e la coltre argillosa che vi si appoggia. Essendogli stato riferito che la notte del 26 settembre, contemporaneamente alla scossa principale, erano state viste delle lingue di fuoco sui fianchi della Maiella, egli rispose che il fenomeno era stato causato dall’attrito derivante dallo spostamento delle enormi masse che aveva sprigionato degli idrocarburi infiammatisi poi al contatto con l’aria (1).

Note

(1)
Corriere della Sera, 1933.10.01, n.233.
Milano 1933

Major earthquake effects

La scossa distruttiva avvenne il 26 settembre 1933 alle ore 3:33 GMT; fu preceduta da altre due scosse minori sentite fortemente dalla popolazione alle ore 0:15 e 2:11 GMT. Il terremoto colpì l’area del massiccio della Maiella nell’Abruzzo meridionale. Le distruzioni più gravi furono riscontrate nei paesi di Lama dei Peligni e Taranta Peligna, situati nell’alta valle del fiume Aventino nel versante orientale del massiccio montuoso; danni ingenti furono rilevati nello stesso versante est a Civitella Messer Raimondo e Gessopalena; nel versante ovest ci furono danni gravi a Salle e a Sulmona.
A Lama dei Peligni crollarono o furono rese inabitabili circa 300 case e altre 300 risultarono lesionate; furono inoltre gravemente danneggiate 5 chiese. A Taranta Peligna crollarono circa 70 case, 90 subirono danni giudicati irreparabili, 50 furono danneggiate gravemente e altre 50 subirono lesioni meno gravi; forti danni furono riscontrati anche in 2 chiese. A Civitella Messer Raimondo 50 case crollarono, 100 furono gravemente danneggiate e altre 150 circa subirono danni più leggeri; risultarono inoltre danneggiate 2 chiese. A Gessopalena crollarono 70 case, 100 furono gravemente danneggiate e altre 150 subirono danni più leggeri; furono inoltre danneggiate 2 chiese. A Salle i danni causati dal terremoto furono accentuati dall’instabilità dei terreni su cui gli edifici erano fondati: 72 case crollarono e quasi tutte le altre subirono gravi lesioni.
A Sulmona, il centro abitato più importante fra quelli colpiti gravemente, molte case e numerosi edifici pubblici e monumentali furono fortemente lesionati o subirono crolli parziali di muri e volte. Complessivamente, un terzo circa delle abitazioni (350) risultarono danneggiate gravemente e inabitabili, un terzo subirono danni di minore entità e un terzo (quelle più recenti, costruite secondo le norme tecniche antisismiche) risultarono illese. Tra gli edifici pubblici i danni più gravi furono riscontrati nei fabbricati più vetusti: il tribunale, il palazzo delle poste e telegrafi, l’ufficio distrettuale delle imposte, l’ufficio del registro, varie scuole e caserme. Numerose chiese subirono danni di varia entità: nella cattedrale di S.Panfilo risultarono pericolanti la cupola e la volta; nella chiesa di S.Nicola cadde la parte superiore del frontone; nella chiesa di S.Francesco della Scarpa alcune parti risultarono pericolanti e fu gravemente lesionato il portale; lesioni molto gravi furono riscontrate nelle chiese della SS.Annunziata, di S.Filippo, di S.Pasquale e della Trinità; danni vari furono rilevati in altre 8 chiese.
L’area dei danni si estese per circa 17.700 kmq: in 60 località circa ci furono danni notevoli con alcuni casi di crollo totale o parziale e lesioni rilevanti; danni più leggeri furono rilevati in altre 100 località. La scossa fu sentita in molti centri delle Marche, del Lazio, del Molise, della Puglia e della Campania.
Nello stesso giorno e in quelli successivi ci furono numerose repliche. Le più forti avvennero il 28 settembre alle ore 1:10 GMT circa e il 23 novembre alle ore 1:13 GMT; queste scosse causarono qualche ulteriore danno nei paesi dell’area più colpita.

Effects on the environment

Fu osservato l’intorbidamento, dovuto a frane e smottamenti, delle acque delle sorgive e del fiume Gizio nella parte alta del suo corso. Furono danneggiate leggermente le stalattiti e le stalagmiti della grotta del Cavallone (conosciuta anche con il nome di "Grotta della figlia di Iorio") (1).

Note

(1)
Corriere della Sera, 1933.10.06, n.237.
Milano 1933

Full Chronology Of The Earthquake Sequence

La scossa distruttiva avvenne il 26 settembre 1933 alle ore 3:33 GMT; fu preceduta da altre due scosse minori sentite fortemente dalla popolazione alle ore 0:15 e 2:11 GMT; nello stesso giorno ci furono numerose repliche a intervalli di poche ore (1).
28 settembre 1933: alle ore 1:10 GMT circa ci fu una nuova forte scossa che causò ulteriori danni nei paesi dell’area più colpita; a Fara San Martino, Palena e Gessopalena dovettero essere approntate altre 600 tende (2).
23 novembre 1933: alle ore 1:13 GMT un’altra forte scossa causò nuovi danni nei paesi dell’area epicentrale del terremoto del 26 settembre (3).

Note

(1)
Bollettino Sismico Settimanale, 1933.09.24-30, n.830, a cura di A.Cavasino, Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1933
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935
Caloi P.
Attività sismica in Italia nel decennio 1930-1939, Pubblicazioni della "Commissione Italiana di Studio per i Problemi del Soccorso alle Popolazioni", vol.9.
Firenze 1942
(2)
Bollettino Sismico Settimanale, 1933.09.24-30, n.830, a cura di A.Cavasino, Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1933
Corriere della Sera, 1933.09.29, n.231.
Milano 1933
(3)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935
Caloi P.
Attività sismica in Italia nel decennio 1930-1939, Pubblicazioni della "Commissione Italiana di Studio per i Problemi del Soccorso alle Popolazioni", vol.9.
Firenze 1942

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Relazione del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sui danni causati dal terremoto del 26 settembre 1933, L’Aquila 30 settembre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Pescara, Copia del ricorso presentato da alcuni proprietari edilizi di Tocco da Casauria al ministro dei Lavori pubblici, Tocco da Casauria 18 novembre 1935.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Relazione del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sull’attività svolta a favore dei danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933, L’Aquila 5 dicembre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Lettera del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, L’Aquila 14 novembre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Lettera del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, L’Aquila 3 ottobre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Minuta di comunicato stampa della Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sul terremoto del 26 settembre 1933 in Abruzzo, Roma settembre 1933.Direct source
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46610, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46349, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sulmona 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46376, Telegramma del ministro dei Lavori pubblici Di Crollalanza alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al Ministero dell’Interno Gabinetto, Roma 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46434, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dei Lavori pubblici e al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46469, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza e Gabinetto, Pescara 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46485, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46535, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46581, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46594, Telegramma del deputato Acerbo al capo del Governo, Lama dei Peligni 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46605, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Sanità pubblica, L’Aquila 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46794, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 30 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46851, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 30 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47082, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dei Lavori pubblici Direzione generale servizi speciali e al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 2 ottobre1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47221, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 2 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47226, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Sanità pubblica, L’Aquila 2 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47295, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47316, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Sanità, Chieti 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47364, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47366, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47382, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47408, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47442, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47459, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47472, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 3 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47571, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 4 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47807, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 5 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 6 ottobre al 10 ottobre, n.48126, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 7 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45739, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45740, Telegramma del tenente dei Carabinieri Gicia al Ministero dell’Interno, Lanciano 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45741, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45743, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto, Campobasso 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45747, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e Pubblica sicurezza e al Ministero dei Lavori pubblici Servizi speciali, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45749, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45777, Telegramma del prefetto di Teramo Varano al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Teramo 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45788, Telegramma del prefetto di Frosinone Randone al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Frosinone 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45793, Telegramma del capitano dei Carabinieri Rossetti al Ministero dell’Interno, Penne 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.Direct sourceArch
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45824, Telegramma del tenente dei Carabinieri Ansaldi al Ministero dell’Interno, Lama dei Peligni 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45848, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Caramanico Terme 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45855, Telegramma dell’alto commissario Baratono al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e all’Ufficio stampa del capo del Governo, Napoli 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45875, Telegramma del maresciallo maggiore dei Carabinieri Calabrese al Ministero dell’Interno, Lanciano 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45891, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45893, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Bortoloni al Ministero dell’Interno e al Ministero dei Lavori pubblici, Fara Filiorum Petri 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45908, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori Pubblici Direzione servizi speciali, Lama dei Peligni 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45923, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45949, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Campobasso 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45958, , Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45963, , Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto, Chieti 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45993, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sanità e Pubblica sicurezza, L’Aquila 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46026, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46037, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dei Lavori pubblici Direzione generale servizi speciali e al Ministero dell’Interno Sanità, L’Aquila 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46040, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46125, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Campobasso 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46155, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46175, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, L’Aquila 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46178, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46179, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46182, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Ufficio personale e Gabinetto, Chieti 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46195, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46209, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Personale, Chieti 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46212, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici Direzione generale servizi speciali, Chieti 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46262, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46303, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Divisione automezzi, L’Aquila 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46320, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sulmona 28 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma della Prefettura di Chieti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Chieti 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma di Mussolini ai Prefetti di L’Aquila, Chieti, Teramo e Pescara, Roma 14 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 17 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 18 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 31 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 19 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 14 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 12 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 10 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 9 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma del prof.Alfonso Cavasino dell’Ufficio Centrale di Metereologia e Geofisica alla Presidenza del Consiglio, Roma 27 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma di Mussolini a Crollalanza, Roma 1 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma del Commissario Baratono al Ministero dell’Interno, Napoli 29 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma della Legione Lazio dei Carabinieri Reali al Ministero dell’Interno, Roma 26 settembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera minuta del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, Roma s.d.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Copia di lettera della Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto al Ministero dei Lavori Pubblici Gabinetto, Roma 30 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera minuta del Sottosegretario di Stato del Ministero dei Lavori Pubblici al Ministero delle Finanze, Roma s.d.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero dei Lavori Pubblici Direzione Generale dei Servizi Speciali alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Roma 11 novembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Copia di lettera della Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto al Ministero delle Finanze Gabinetto, Roma 30 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Copia di lettera del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, Roma 21 novembre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti Div. II alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Roma 21 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici al Capo del Governo, Roma 20 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Telegramma del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri al Ministero dell’Educazione Nazionale Gabinetto, Roma 18 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero dell’Educazione Nazionale Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti Div. II alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gabinetto, Roma 18 ottobre 1933.Direct source1933
*Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Lettera del Ministero delle Finanze alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roma 11 novembre 1933.Direct source1933
*Archivio dell’Osservatorio Meteorologico V.Nigri di Foggia, Osservazioni Microsismiche dall’1 gennaio 1922 al 31 dicembre 1940.Bulletin0020
*Bollettino Sismico Settimanale, 1933.09.24-30, n.830, a cura di A.Cavasino, Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.Bulletin1933Roma
Caloi P.Attività sismica in Italia nel decennio 1930-1939, Pubblicazioni della "Commissione Italiana di Studio per i Problemi del Soccorso alle Popolazioni", vol.9.Scientific bibliography1942Firenze
Cavasino A.I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.Catalogue1935Roma
Cavasino A. (a cura di)Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.Bulletin1935Roma
*Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.09.28, n.230.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.09.29, n.231.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.10.01, n.233.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.10.04, n.235.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.10.05, n.236.Indirect source1933Milano
*Corriere della Sera, 1933.10.06, n.237.Indirect source1933Milano
De Simone D.Nuove norme di edilizia antisismica, in "III.o congresso nazionale degli ingegneri italiani", Trieste 30-31 maggio, 1-2 giugno1935.Scientific bibliography1935Trieste
*Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.Indirect source1933Milano
*Il Popolo d’Italia, 1933.09.28, n.230.Indirect source1933MIlano
*Il Popolo d’Italia, 1933.09.29, n.231.Indirect source1933MIlano
*Il Popolo d’Italia, 1933.10.01, n.233.Indirect source1933MIlano
*Il Popolo d’Italia, 1933.10.04, n.235.Indirect source1933MIlano
*Il Resto del Carlino, 1933.09.27, n.229.Indirect source1933Bologna
*Il Sole, 1933.09.27, n.229.Indirect source1933Milano
*Il Sole, 1933.09.28, n.230.Indirect source1933Milano
Ministero della DifesaL’esercito per il paese, 1861-1975.Historiographical study1977Roma
Monaco P.Pettorano sul Gizio nella corona radiosa dei Cantelmo.Historiographical study1980Sulmona
Priori D.Torino di Sangro: nihil dulcius sua patria.Historiographical study1957Lanciano
Sardi de Letto F.La Città di Sulmona. Impressioni storiche e divagazioni, 5 voll.Generic information1972Sulmona
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.Scientific bibliography1985Roma

Felt Localities (326)

Locality Province Lat Lon Intensity
Lama dei PeligniCH42.041414.1878IX

Il terremoto causò danni molto gravi: circa 300 case crollarono o divennero inabitabili e altre 300 risultarono lesionate. Nella chiesa di S.Clemente crollò il tetto e le murature subirono gravissimi danni; nella chiesa di S.Maria caddero le volte e fu reso pericolante il tetto; la chiesa di S.Nicola di Bari risultò pericolante; nella chiesa di S.Rocco e in quella del convento di S.Maria della Misericordia furono rilevati vari danni; risultò inoltre danneggiato un edificio pubblico. Ci furono 7 morti e 38 feriti, di cui 15 gravi (1).

(1)
Bollettino Sismico Settimanale, 1933.09.24-30, n.830, a cura di A.Cavasino, Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.10.04, n.235.
MIlano 1933

Taranta PelignaCH42.019214.1692IX

Il terremoto causò danni molto gravi: circa 70 case crollarono, 90 subirono danni gravissimi giudicati irreparabili, 50 furono gravemente danneggiate e altre 50 subirono lesioni meno gravi. La chiesa di S.Biagio fu gravemente danneggiata, il campanile risultò pericolante e dovette essere parzialmente demolito; danni gravi furono riscontrati anche nella chiesa di S.Nicola; ci furono un morto e 20 feriti, di cui 6 gravi (1).

(1)
Bollettino Sismico Settimanale, 1933.09.24-30, n.830, a cura di A.Cavasino, Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933

Civitella Messer RaimondoCH42.088114.2167VIII

Il terremoto causò danni molto gravi: 50 case crollarono, 100 furono gravemente danneggiate e altre 150 circa subirono danni più leggeri; nella chiesa parrocchiale furono rilevati vari danni, risultò inoltre danneggiata un’altra chiesa; ci furono 18 feriti (1).

(1)
Bollettino Sismico Settimanale, 1933.09.24-30, n.830, a cura di A.Cavasino, Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

CugnoliPE42.308113.9333VIII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VIII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

GessopalenaCH42.05514.2733VIII

Il terremoto causò danni gravi: 70 case crollarono, 100 furono gravemente danneggiate e altre 150 subirono danni più leggeri; risultarono inoltre danneggiate 2 chiese (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45743, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto, Campobasso 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dall’1 ottobre al 6 ottobre, n.47316, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Sanità, Chieti 3 ottobre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

MontenerodomoCH41.97514.2519VIII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VIII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PietranicoPE42.276113.9103VIII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VIII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Salle VecchiaPE42.16513.9575VIII

Il terremoto causò danni gravi che furono accentuati dall’instabilità dei terreni su cui gli edifici erano fondati: 72 case crollarono e quasi tutte le altre subirono gravi lesioni; ci furono un morto e 2 feriti, circa 400 persone rimasero senzatetto (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45749, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
Arch
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45848, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Caramanico Terme 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

SulmonaAQ42.046713.9283VIII

Il terremoto causò danni gravi: molte abitazioni e numerosi edifici pubblici e monumentali furono fortemente lesionati o subirono crolli parziali di muri e volte. Complessivamente, per quanto riguarda l’edilizia abitativa, un terzo circa delle abitazioni (350) risultarono gravemente danneggiate e inabitabili, un terzo subirono danni di minore entità e un terzo (quelle più recenti, costruite secondo le norme tecniche antisismiche) risultarono illese; in particolare i danni più gravi furono rilevati nelle vie Papini, Orientale, Aragona, Cavour e nella piazza Plebiscito. Fra gli edifici pubblici i danni più gravi furono riscontrati nei fabbricati più vetusti: il tribunale, il palazzo delle poste e telegrafi, l’ufficio distrettuale delle imposte, l’ufficio del registro, varie scuole e caserme. Numerose chiese subirono danni di varia entità: fu gravemente danneggiata la cattedrale di S.Panfilo di cui risultarono pericolanti la cupola e la volta; nella chiesa di S.Nicola cadde la parte superiore del frontone; nella chiesa di S.Francesco della Scarpa alcune parti risultarono pericolanti e fu gravemente lesionato il portale; lesioni molto gravi furono riscontrate nelle chiese della SS.Annunziata, di S.Filippo, di S.Pasquale e della Trinità; danni vari furono inoltre rilevati nelle chiese di S.Maria della Tomba, di S.Domenico, del Carmine, degli Zoccolanti, di S.Caterina, di S.Francesco di Paola, di S.Chiara, di Monte Vergine e della confraternita della Croce. Furono gravemente lesionati il palazzo Tabassi e il palazzo Corvi in cui crollò totalmente una delle scale. Ci furono una ventina di feriti, di cui 2 dovettero essere ricoverati in ospedale; i danni furono complessivamente stimati circa 37 milioni di lire (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46320, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sulmona 28 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46349, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, Sulmona 28 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Relazione del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sui danni causati dal terremoto del 26 settembre 1933, L’Aquila 30 settembre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.28, n.230.
MIlano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.29, n.231.
MIlano 1933
Il Resto del Carlino, 1933.09.27, n.229.
Bologna 1933
Il Sole, 1933.09.28, n.230.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

Fara San MartinoCH42.089714.2056VII-VIII

Il terremoto causò danni gravi: 10 case crollarono, 20 subirono danni gravi e altre 200 circa risultarono lesionate più leggermente; nella chiesa parrocchiale di S.Remigio furono riscontrate numerose lesioni e fu gravemente danneggiata la cupola; la chiesa della SS.Annunziata del Gesù risultò pericolante; ci furono 15 feriti (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45747, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e Pubblica sicurezza e al Ministero dei Lavori pubblici Servizi speciali, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933

PalenaCH41.984214.1381VII-VIII

Il terremoto causò danni gravi: 2 case crollarono totalmente, 100 subirono crolli parziali o gravi lesioni negli e altre 200 case risultarono danneggiate più leggermente. L’antico castello subì gravi lesioni e alcune parti pericolanti furono ritenute da demolire; le chiese del Rosario e di Falco furono molto lesionate e le facciate risultarono pericolanti; nella chiesa di S.Francesco e nella chiesa e convento di S.Antonio furono riscontrate varie lesioni. Ci furono 5 feriti leggeri (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.28, n.230.
MIlano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

PennapiedimonteCH42.150814.1944VII-VIII

Il terremoto causò danni rilevanti alle abitazioni: 15 case crollarono, 10 furono gravemente danneggiate e altre 31 subirono danni più leggeri; ci furono 8 feriti di cui uno grave (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.28, n.230.
MIlano 1933

AbbateggioPE42.223614.0114VII

Il terremoto causò danni rilevanti: la maggior parte delle abitazioni risultarono lesionate, 5 furono rese pericolanti e inabitabili; non ci furono danni alle persone (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

ArchiCH42.088614.3814VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AtessaCH42.066114.4458VII

Il terremoto causò danni rilevanti: 5 case furono danneggiate gravemente e altre 220 circa in modo più leggero; risultarono inoltre danneggiati 2 edifici pubblici e 3 chiese; ci furono 4 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

BorrelloCH41.918614.3044VII

Il terremoto causò danni rilevanti: 30 case furono danneggiate gravemente e altre 70 in modo più leggero; risultò inoltre danneggiata una chiesa (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Campo di GioveAQ42.011114.0442VII

Il terremoto causò gravi lesioni alle chiese di S.Eustachio e S.Matteo (1). Nei pressi del paese risultò lesionata la galleria posta al km 35 della linea ferroviara Sulmona-Isernia che rimase interrotta per alcune ore (2).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
(2)
Il Resto del Carlino, 1933.09.27, n.229.
Bologna 1933

CapestranoAQ42.266413.7689VII

Il terremoto causò forti danni a vari edifici monumentali: la chiesa madre e la chiesa di S.Pietro ad Oratorium subirono gravi lesioni; varie lesioni furono rilevate anche nella chiesa del Rosario; nel castello risultò pericolante la torre dell’orologio (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

CaramanicoPE42.156914.0025VII

Il terremoto causò danni rilevanti: circa 150 edifici risultarono gravemente lesionati e la metà dovette essere sgomberata, gran parte delle altre abitazioni subirono danni più leggeri; nella chiesa di S.Nicola furono rilevate numerose lesioni e la facciata risultò pericolante, risultò inoltre danneggiato il palazzo comunale; ci fu un ferito (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45749, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
Arch
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45848, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Caramanico Terme 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

Carpineto della NoraPE42.332513.8603VII

Il terremoto causò gravi lesioni alla chiesa parrocchiale e alla badia di S.Bartolomeo (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

CasacanditellaCH42.248314.1997VII

Il terremoto danneggiò gravemente 20 case e altre 100 subirono danni più leggeri; in seguito al crollo di una soffitta e dei piani sottostanti ci furono un morto e 2 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45741, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45893, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Bortoloni al Ministero dell’Interno e al Ministero dei Lavori pubblici, Fara Filiorum Petri 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

Case CiprianiPE42.441414.1653VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CasoliCH42.116714.2914VII

La scossa principale causò danni rilevanti: 15 case furono danneggiate gravemente e altre 100 subirono danni più leggeri; ci furono 3 feriti; i danni furono aggravati dalle numerose repliche successive (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933

Castel del GiudiceIS41.854714.2311VII

Il terremoto lesionò le abitazioni; numerose lesioni furono riscontrate anche nella chiesa parrocchiale; i danni nel paese furono valutati 100.000 lire (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46125, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Campobasso 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Castel di SangroAQ41.783314.1078VII

La scossa causò danneggiò notevolmente vari edifici monumentali: subirono estesi danni le chiese di S.Maria Assunta, della Maddalena, dei Morti, della Madonna delle Grazie e della Madonna degli Eremiti; una casa antica sita in via del Leone (n.34) fu gravemente lesionata (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Castel FrentanoCH42.196914.3547VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Castelvecchio SubequoAQ42.129413.7306VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Castiglione a CasauriaPE42.23513.8997VII

Il terremoto causò forti danni all’abitato: 20 case a due piani furono rese inabitabili, altre 70 subirono lesioni gravi e le rimanenti risultarono lesionate più leggermente; furono riscontrate molte lesioni nella chiesa parrocchiale e nel palazzo De Pretis (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45848, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Caramanico Terme 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
Arch
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46026, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

ChietiCH42.351114.1683VII

La scossa principale fu sentita molto fortemente e spaventò la popolazione che abbandonò le abitazioni e si riversò nei viali della circonvallazione e nella villa comunale. In numerosi edifici privati furono rilevati danni di una certa importanza; risultarono inoltre danneggiati alcuni edifici pubblici: nel palazzo di Giustizia furono riscontrate lesioni nei fianchi nordovest e ovest estese dalle finestre del primo piano al tetto, nel palazzo del Comune furono danneggiate soprattutto le sale dei piani superiori che ospitavano il laboratorio provinciale di igiene; danni non precisati furono riscontrati in alcune chiese parrocchiali. Le repliche successive aggravarono i danni e alcune abitazioni dovettero essere sgomberate (1).

(1)
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Il Sole, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.28, n.230.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933

Civitella CasanovaPE42.363913.8886VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ColledimacineCH42.003314.2008VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ColledimezzoCH41.985314.3833VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Fara Filiorum PetriCH42.248614.1858VII

La scossa causò danni notevoli: 350 case risultarono lesionate, generalmente in modo non grave; risultò danneggiata la chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45893, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Bortoloni al Ministero dell’Interno e al Ministero dei Lavori pubblici, Fara Filiorum Petri 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

FilettoCH42.225814.2444VII

La scossa principale causò danni rilevanti: 6 case furono gravemente danneggiate, altre 15 subirono danni più leggeri; nella chiesa parrocchiale furono rilevate varie lesioni; i danni furono aggravati dalle numerose repliche successive (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933

GuardiagreleCH42.1914.2219VII

Il terremoto causò danni rilevanti: 20 case crollarono, 71 subirono danni gravi e altre 123 furono lesionate più leggermente; risultarono inoltre danneggiati 3 edifici pubblici e 6 chiese; le torri Rosica e Scioli furono danneggiate molto gravemente e se ne ritenne necessaria la demolizione; ci furono 6 feriti di cui uno grave (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45908, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori Pubblici Direzione servizi speciali, Lama dei Peligni 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

La CanalePE42.141714.0153VII

Frazione del comune di Caramanico Terme. Il terremoto causò forti lesioni in molte abitazioni; ci furono 2 feriti (1).

(1)
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

LettomanoppelloPE42.240614.0383VII

Il terremoto causò forti danni non precisati (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45923, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
1933

LettopalenaCH42.001714.1589VII

Il terremoto causò lesioni molto gravi alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

ManoppelloPE42.256914.0597VII

Il terremoto causò lesioni molto gravi alla chiesa di S.Maria Arabona di cui varie parti risultarono pericolanti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

OrsognaCH42.218314.2825VII

La scossa principale causò forti danni alle abitazioni; le numerose repliche successive, in particolare quella della notte fra il 28 e il 29 settembre, causarono il crollo di 2 case e resero pericolanti altri 3 edifici (1).

(1)
Corriere della Sera, 1933.09.30, n.232.
Milano 1933

PalombaroCH42.125614.2308VII

Il terremoto causò danni rilevanti: 7 case furono gravemente danneggiate e altre 51 subirono danni più leggeri; risultarono inoltre danneggiati un edificio pubblico e 2 chiese; ci furono 3 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

PeranoCH42.104214.3958VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PescosansonescoPE42.241413.8736VII

Il terremoto causò forti danni non precisati (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45923, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
1933

PizzoliAQ42.43513.3033VII

Il terremoto causò gravi danni alla chiesa parrocchiale della frazione di San Lorenzo di cui crollò il tetto (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

RoccacaramanicoPE42.102514.0139VII

Frazione del comune di Sant’Eufemia a Maiella. Il terremoto causò forti danni alle abitazioni; un edificiò crollò causando il ferimento di una persona, altre due persone risultarono ferite leggermente (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
Arch
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

RoccamoricePE42.211114.0256VII

Il terremoto causò danni notevoli: complessivamente risultarono lesionate 150 case (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

RoccascalegnaCH42.061714.3075VII

Il terremoto causò danni rilevanti: una casa crollò, 8 furono danneggiate gravemente e altre 50 subirono lesioni più leggere (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

RoselloCH41.900814.3497VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Clemente a CasauriaPE42.234413.9286VII

Frazione del comune di Castiglione a Casauria. Il terremoto causò forti danni alle abitazioni, una casa crollò causando la morte di una persona e il ferimento di altre 2. Nella chiesa dell’abazia furono riscontrate lesioni alle pareti, rottura di travi nel tetto, danni alla facciata e al portico; nel convento si aprirono numerose lesioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
Arch
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

San Martino sulla MarrucinaCH42.224214.2142VII

Il terremoto causò danni rilevanti: 61 case furono gravemente danneggiate e altre 43 subirono danni più leggerii; ci furono 2 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45893, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Bortoloni al Ministero dell’Interno e al Ministero dei Lavori pubblici, Fara Filiorum Petri 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

San Pietro AvellanaIS41.789214.1822VII

Il terremoto causò la caduta di comignoli e volte in diversi fabbricati; numerosi altri edifici, soprattutto quelli già danneggiati dai precedenti terremoti del 1915 e 1925, risultarono lesionati più o meno gravemente; ci furono 2 feriti leggeri (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45743, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto, Campobasso 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45949, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Campobasso 26 settembre 1933.
1933

Santa Maria in MontepianizzoCH41.994214.1481VII

Il terremoto danneggiò gravemente l’abazia che fu resa pericolante; forti danni furono riscontrati anche nella chiesa di S.Nicola (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Sant’Eufemia a MaiellaPE42.12514.0269VII

Il terremoto causò lesioni in molti fabbricati e diverse case furono rese inabitabili; dal campanile della chiesa parrocchiale crollò il cornicione che cadde sulla casa del sagrestano causando gravi danni; ci furono un morto e 5 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45809, Telegramma del capitano dei Carabinieri Tiberi al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
Arch
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46040, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno Gabinetto, Pescara 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

San TommasoPE42.186713.9708VII

Frazione del comune di Caramanico Terme. Il terremoto causò forti lesioni in molte abitazioni; ci furono 2 feriti (1).

(1)
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

San Valentino in Abruzzo CiteriorePE42.232513.9869VII

Il terremoto causò lesioni in molte case; ci fu un ferito leggero (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45923, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
1933
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

San VittorinoPE42.139714.0033VII

Frazione del comune di Caramanico Terme. Il terremoto causò forti lesioni in molte abitazioni; ci furono 2 feriti (1).

(1)
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

SerramonacescaPE42.247814.0933VII

Il terremoto danneggiò gravemente 12 case, danni notevoli furono rilevati in 30 case e quasi tutti gli altri edifici risultarono lesionati in modo leggero; fu gravemente danneggiata la chiesa madre di S.Maria Assunta, che dovette essere chiusa al culto per il pericolo di crollo della volta; nell’abbazia di S.Liberatore alcune murature risultarono pericolanti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Tocco da CasauriaPE42.213313.9133VII

Il terremoto causò danni rilevanti: molti edifici risultarono lesionati, circa 70 case furono rese inabitabili e dovettero essere evacuate; la chiesa parrocchiale fu lesionata molto gravemente e resa pericolante; nel castello Caracciolo furono rilevate molte lesioni; casa Terzini e un’altra casa antica risultarono pericolanti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46155, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

TornareccioCH42.037814.4117VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Torre de’ PasseriPE42.243613.9331VII

Il terremoto causò danni rilevanti: molti edifici risultarono lesionati, circa 70 furono resi inabitabili; in totale i danni furono valutati circa due milioni di lire (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45923, Telegramma del prefetto di Pescara Uccelli al Ministero dell’Interno, Pescara 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46153, Telegramma del prefetto di Chieti Vicedomini al Ministero dell’Interno Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Torricella PelignaCH42.023914.2597VII

Il terremoto danneggiò gravemente 17 case, altre 85 subirono danni più leggeri; fu gravemente lesionata la caserma dei carabinieri che risultò inagibile e dovette essere sgomberata; risultarono inoltre danneggiate 4 chiese; ci furono 3 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45875, Telegramma del maresciallo maggiore dei Carabinieri Calabrese al Ministero dell’Interno, Lanciano 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

TroviglianoPE42.216913.9811VII

Frazione del comune di San Valentino in Abruzzo Citeriore. Il terremoto causò forti lesioni in molte abitazioni; ci fu un ferito (1).

(1)
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

TurrivalignaniPE42.261414.0286VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VillamagnaCH42.332214.2364VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AlannoPE42.294213.9711VI-VII

Il terremoto causò lesioni, generalmente non gravi, in molti edifici (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

AltinoCH42.101714.3306VI-VII

Il terremoto causò lesioni alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

AriCH42.291414.2622VI-VII

Il terremoto causò lesioni alle abitazioni e alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933

BolognanoPE42.216713.9608VI-VII

Il terremoto causò gravi lesioni nella chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

BominacoAQ42.243613.6575VI-VII

Il terremoto causò varie lesioni alle arcate e alle murature della chiesa di S.Maria Assunta; nella chiesa di S.Pellegrino furono riscontrate lesioni nella volta con parziale caduta degli intonaci affrescati (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

BugnaraAQ42.021913.8617VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni; varie lesioni furono rilevate nella chiesa parrocchiale, nella chiesa di S.Maria della Neve e nella chiesa di S.Maria in cui furono riscontrati danni anche al tetto (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

CampliTE42.725613.6864VI-VII

Il terremoto causò molte lesioni alla chiesa di S.Francesco e al campanile; un lato del chiostro risultò pericolante (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Canosa SannitaCH42.294214.3033VI-VII

Il terremoto causò danni notevoli: parecchie case furono lesionate; numerose lesioni furono riscontrate anche nella chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

CansanoAQ42.003614.0125VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

Carapelle CalvisioAQ42.298113.6844VI-VII

Il terremoto causò gravi lesioni alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

CarrufoAQ42.328913.7714VI-VII

Il terremoto causò gravi danni alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

CasalincontradaCH42.289414.1344VI-VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI-VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CoculloAQ42.030313.7758VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni; subì gravi lesioni la chiesa di S.Nicola; la torre civica risultò gravemente lesionata e pericolante (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

CollepietroAQ42.221113.7797VI-VII

Il terremoto causò varie lesioni alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

CorfinioAQ42.123613.8428VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

GamberaleCH41.904414.2092VI-VII

Il terremoto causò danni non gravi alle abitazioni; risultò gravemente danneggiata la chiesa di Sant’Eustachio (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933

IntrodacquaAQ42.006713.8981VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni; subì vari danni la chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Montebello di BertonaPE42.417213.8717VI-VII

Il terremoto danneggiò gravemente e rese inabitabili 2 case, 3 furono lesionate gravemente e altre 30 subirono lesioni di minore entità (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

PacentroAQ42.050313.9928VI-VII

Il terremoto causò lesioni non gravi alle abitazioni; danni gravi furono rilevati nel castello medievale di cui alcune parti risultarono pericolanti e se ne ritenne necessaria la parziale demolizione (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma della Legione Lazio dei Carabinieri Reali al Ministero dell’Interno, Roma 26 settembre 1933.
1933

PescasseroliAQ41.808113.7892VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

PeschieraAQ41.908613.4083VI-VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI-VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PescocostanzoAQ41.888914.065VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni; vari danni furono rilevati nella chiesa parrocchiale e in altre chiese (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Pettorano sul GizioAQ41.972213.9597VI-VII

Il terremoto causò danni non gravi alle abitazioni; cadde la copertura dell’atrio della chiesa di S.Antonio; ci furono danni rilevanti alla porta Cimenilli o di S.Antonio (1).

(1)
Monaco P.
Pettorano sul Gizio nella corona radiosa dei Cantelmo.
Sulmona 1980
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma della Legione Lazio dei Carabinieri Reali al Ministero dell’Interno, Roma 26 settembre 1933.
1933

PianellaPE42.397814.05VI-VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI-VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PopoliPE42.170613.8328VI-VII

Il terremoto danneggiò alcuni edifici monumentali: la chiesa di S.Francesco subì danni gravi; nelle chiese della Trinità e di S.Domenico e nel palazzo ducale furono rilevate varie lesioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

PretoroCH42.216414.1414VI-VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI-VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PrezzaAQ42.059213.8367VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

RaianoAQ42.101913.8133VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

RapinoCH42.210614.1878VI-VII

Il terremoto causò danni leggeri in 50 case; risultò inoltre danneggiato un edificio pubblico; ci fu un ferito (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Rionero SanniticoIS41.711414.1403VI-VII

Il terremoto causò vari danni alla chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

RoccamontepianoCH42.241914.1289VI-VII

Il terremoto danneggiò leggermente 63 case; subirono vari danni la chiesa parrocchiale, altre 2 chiese e 3 edifici pubblici; ci furono 3 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Rocca PiaAQ41.932213.9767VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

RoccarasoAQ41.847214.0792VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni; la chiesa parrocchiale risultò molto danneggiata (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

San Giovanni in VenereCH42.253914.4981VI-VII

Il terremoto danneggiò il tetto dell’abazia e causò varie lesioni alle murature (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

TossiciaTE42.544713.6483VI-VII

Il terremoto causò gravi danni alla chiesa di Sant’Antonio che risultò pericolante (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

Villa Santa MariaCH41.949214.3508VI-VII

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI-VII grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VittoritoAQ42.124713.8167VI-VII

Il terremoto causò danni non precisati alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

AgnoneIS41.807214.3731VI

Il terremoto causò danni leggeri in alcuni edifici (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 27 settembre all’1 ottobre, n.46125, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Campobasso 27 settembre 1933.
1933

Anversa degli AbruzziAQ41.993113.8036VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BariscianoAQ42.32513.5919VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BisegnaAQ41.920613.7569VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BisentiTE42.527813.8019VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BombaCH42.034714.3664VI

Il terremoto danneggiò leggermente 6 case; risultò inoltre danneggiato un edificio pubblico (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

BucchianicoCH42.303914.1814VI

Il terremoto danneggiò leggermente una casa; risultarono inoltre danneggiati un edificio pubblico e 2 chiese; ci fu un ferito (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Bussi sul TirinoPE42.210313.8264VI

Il terremoto danneggiò leggermente 14 case; furono riscontrate delle lesioni nel fabbricato della stazione (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

Cappelle sul TavoPE42.464214.1033VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CapracottaIS41.832814.2642VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Spadea et al. (1985) hanno valutato l’intensità della scossa di VI grado della scala MCS (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

CasaleCB41.667814.4756VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Spadea et al. (1985) hanno valutato l’intensità della scossa di VI grado della scala MCS (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

Castel di IeriAQ42.113913.7425VI

Il terremoto causò danni leggeri agli edifici (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma della Legione Lazio dei Carabinieri Reali al Ministero dell’Interno, Roma 26 settembre 1933.
1933

CastelguidoneCH41.823114.5242VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CastelliTE42.488613.7117VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CatignanoPE42.345813.9506VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CelanoAQ42.083613.5453VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CepagattiPE42.363314.0711VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Città Sant’AngeloPE42.517514.0594VI

Il terremoto causò danni leggeri agli edifici (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45793, Telegramma del capitano dei Carabinieri Rossetti al Ministero dell’Interno, Penne 26 settembre 1933.
1933

CivitaluparellaCH41.943614.3028VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CivitaquanaPE42.324413.8992VI

Il terremoto causò danni non gravi: circa 70 case risultarono leggermente lesionate; la chiesa di S.Maria delle Grazie subì gravi lesioni alle volte e alle murature (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Pescara più danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

CollecorvinoPE42.458314.0147VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CorvaraPE42.274713.8736VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CrecchioCH42.297214.3264VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CupelloCH42.071714.6728VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

DogliolaCH41.940814.6369VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FalloCH41.937214.3231VI

Frazione del comune di Civitaluparella. Il terremoto causò danni leggeri alle abitazioni; ci fu un ferito (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933

Fano AdrianoTE42.551913.5381VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Forlì del SannioIS41.694714.1792VI

Il terremoto causò danni leggeri alle abitazioni; risultarono danneggiati il palazzo comunale, la sede della Pretura e altri uffici pubblici (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45949, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Campobasso 26 settembre 1933.
1933

FrisaCH42.261714.3675VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Gagliano AternoAQ42.125813.7008VI

Il terremoto causò danni leggeri agli edifici (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Fonogramma della Legione Lazio dei Carabinieri Reali al Ministero dell’Interno, Roma 26 settembre 1933.
1933

Giuliano TeatinoCH42.304714.2778VI

Il terremoto causò il crollo di una casa, altre 26 case abitazioni subirono danni leggeri; ci furono 2 feriti (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45753, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

Goriano SicoliAQ42.079713.7747VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

GuilmiCH41.996414.4761VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

LancianoCH42.230314.39VI

Il terremoto danneggiò alcuni edifici monumentali: vari danni furono rilevati nella cattedrale e nella chiesa di S.Francesco, di cui fu lesionato anche il campanile duecentesco; risultò danneggiata molto gravemente e pericolante la casa Giordano; nelle abitazioni non furono riscontrati danni di rilievo (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45740, Telegramma del tenente dei Carabinieri Gicia al Ministero dell’Interno, Lanciano 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

MiglianicoCH42.358914.2919VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontazzoliCH41.948114.4294VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MonteodorisioCH42.085614.6519VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Montorio al VomanoTE42.582213.6286VI

Il terremoto causò il crollo di un edificio rurale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Relazione del presidente dell’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise Camillo Cipolloni alla Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati sui danni causati dal terremoto del 26 settembre 1933, L’Aquila 30 settembre 1933.

OfenaAQ42.325813.7583VI

Il terremoto causò molte lesioni al campanile della chiesa parrocchiale (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, b.1518, aa.1931-1933, fasc.3-2.3, Primo elenco degli edifici di importante interesse e monumentali danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933-XI redatto dalla Soprintendenza all’Arte Medioevale e Moderna degli Abruzzi e del Molise, s.d.
1933

OpiAQ41.7813.8297VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Ortona dei MarsiAQ41.997213.7278VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PaglietaCH42.16514.4983VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PennadomoCH42.004414.3256VI

Il terremoto danneggiò leggermente 10 case; risultò inoltre danneggiato un edificio pubblico (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45966, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Chieti 27 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Federazione nazionale fascista proprietari di fabbricati, categoria X, sezione 7, b.2A, fasc. Terremoto in Abruzzo 26 settembre 1933 X, Elenco dei comuni della provincia di Chieti danneggiati dal terremoto del 26 settembre 1933 redatto dall’Associazione della proprietà edilizia per gli Abruzzi e Molise, L’Aquila ottobre 1933.

PescopennataroIS41.877814.2933VI

Il terremoto causò lesioni leggere in alcune abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45949, Telegramma del prefetto di Campobasso Cancellieri al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza e Gabinetto e al Ministero dei Lavori pubblici, Campobasso 26 settembre 1933.
1933

PizzoferratoCH41.921414.2372VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PoggiofioritoCH42.255314.3233VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PollutriCH42.136914.5936VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Pratola PelignaAQ42.097813.8747VI

Il terremoto causò danni leggeri alle abitazioni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45778, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Sulmona 26 settembre 1933.
1933
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45917, Telegramma del prefetto di L’Aquila Sacchetti al Ministero dell’Interno Gabinetto, L’Aquila 26 settembre 1933.
1933

QuadriCH41.924714.2883VI

Il terremoto causò danni leggeri alle abitazioni; ci fu un ferito non grave (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45849, Telegramma del tenente colonnello dei Carabinieri Flori al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Chieti 26 settembre 1933.
1933

RoccacasaleAQ42.123613.8872VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

RoccaspinalvetiCH41.936914.4703VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Roio del SangroCH41.911714.3719VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

RoscianoPE42.320614.0439VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Demetrio ne’ VestiniAQ42.288313.5575VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Giovanni TeatinoCH42.410614.2019VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Santo Stefano di SessanioAQ42.342813.6444VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Vito ChietinoCH42.300314.4453VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ScannoAQ41.902813.8808VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ScerniCH42.104414.5617VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TolloCH42.338914.3186VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Torrevecchia TeatinaCH42.381914.2153VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TreglioCH42.266114.4244VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VacriCH42.296114.2311VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VillalagoAQ41.93513.8381VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Ascoli PicenoAP42.853313.5781V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CasalbordinoCH42.149714.5839V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Cellino AttanasioTE42.585613.8594V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FarindolaPE42.440313.8233V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Loreto AprutinoPE42.432513.9875V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MoscufoPE42.427514.0547V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PiccianoPE42.473913.9908V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Santa Maria ImbaroCH42.217214.4497V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Sant’Egidio alla VibrataTE42.82513.7153V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TrasaccoAQ41.958113.5367V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TufilloCH41.91514.6267V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VallecupaAQ42.253913.5747V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VastoCH42.116414.7081V-VI

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V-VI grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AmatriceRI42.627813.29V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AntrodocoRI42.414413.0761V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ArpinoFR41.647213.61V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Arquata del TrontoAP42.771413.2956V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ArsitaTE42.501413.7833V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AtinaFR41.618913.7997V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AtriTE42.5813.9778V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Balsorano NuovoAQ41.808113.5603V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BascianoTE42.594413.7394V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Canistro InferioreAQ41.939713.4103V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

CapistrelloAQ41.965813.3908V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

CappadociaAQ42.005313.2822V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

Carpineto SinelloCH42.009414.5036V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CastellafiumeAQ41.987513.3325V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

CastellaltoTE42.676713.8181V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CastilentiTE42.532513.9178V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Celenza sul TrignoCH41.871714.5806V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CepranoFR41.544413.5167V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CiaragliaAP42.966713.3589V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Civitella RovetoAQ41.913613.4244V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

ColledaraTE42.5413.6808V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CorropoliTE42.828113.8325V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ElicePE42.517813.9683V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FrosinoneFR41.635313.3403V

La scossa principale fu sentita fortemente e causò panico tra la popolazione; non ci furono danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45788, Telegramma del prefetto di Frosinone Randone al Ministero dell’Interno Direzione generale Pubblica sicurezza, Frosinone 26 settembre 1933.
1933

FurciCH42.006914.5892V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Gioia dei MarsiAQ41.953113.6922V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

GissiCH42.0214.5458V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

IserniaIS41.593614.2306V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

LentellaCH41.996114.6769V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

LisciaCH41.953614.5572V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Luco dei MarsiAQ41.958913.4706V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Massa d’AlbeAQ42.107213.3933V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontecassinoFR41.489713.8136V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MozzagrognaCH42.213314.4389V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

NotarescoTE42.657213.8942V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

OffidaAP42.934713.6906V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

OricolaAQ42.048313.0394V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

OrtucchioAQ41.953613.6439V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

OvindoliAQ42.135613.5156V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PescaraPE42.463614.2139V

La scossa principale fu sentita fortemente e causò panico tra la popolazione; non ci furono danni (1).

(1)
Il Popolo d’Italia, 1933.09.27, n.229.
Milano 1933
Corriere della Sera, 1933.09.24, n.229.
Milano 1933

San BuonoCH41.979714.5706V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San SalvoCH42.045814.7306V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Sante MarieAQ42.101913.2042V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

Schiavi di AbruzzoCH41.815314.4853V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TagliacozzoAQ42.067813.2508V

La scossa principale fu avvertita fortemente e spaventò la popolazione, ma non causò danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45879, Telegramma del maresciallo dei Carabinieri Iachetti al Ministero dell’Interno Pubblica sicurezza, Tagliacozzo 26 settembre 1933.
1933

Torino di SangroCH42.187214.5411V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Torricella SicuraTE42.657513.6556V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TriventoCB41.780814.5514V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VeroliFR41.691713.4186V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VillavallelongaAQ41.868913.6222V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Villetta BarreaAQ41.775813.9344V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AielliAQ42.081113.5903IV-V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV-V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CapitignanoAQ42.519713.3008IV-V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV-V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontefinoTE42.543113.8847IV-V

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV-V grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AcquasantaCH42.298614.2403IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AnagniFR41.741913.1561IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AvezzanoAQ42.031413.4256IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BaranelloCB41.526914.5544IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CaldarolaMC43.137213.2258IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CamerinoMC43.135313.0681IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Capranica PrenestinaRM41.861712.9517IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CarsoliAQ42.097513.0842IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CarunchioCH41.918114.5247IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Castiglione Messer RaimondoTE42.530813.8819IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CastignanoAP42.937213.6217IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CeccanoFR41.568313.3342IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Civitanova MarcheMC43.306413.7294IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Civitella del TrontoTE42.771413.6675IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ControguerraTE42.854713.8183IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CorridoniaMC43.247813.51IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CrognaletoTE42.546713.4783IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FaleroneAP43.106713.4719IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Fonte ArcionePE42.218614.0317IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FrascatiRM41.807512.6808IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

GiulianovaTE42.751413.9578IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

GrottammareAP42.979713.8719IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Isola del LiriFR41.680313.5783IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

L’AquilaAQ42.355813.3956IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

LarinoCB41.799414.9108IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MacerataMC43.299213.4522IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Magliano de’ MarsiAQ42.092213.3628IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MatelicaMC43.255613.0092IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MoglianoMC43.185313.4792IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MondragoneRM41.808312.6964IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Spadea et al. (1985) hanno valutato l’intensità della scossa di IV grado della scala MCS (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

MontecassianoMC43.363313.4361IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontegranaroAP43.232513.6328IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MonteluponeMC43.343313.5681IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MonterubbianoAP43.08513.7164IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Monte San PietrangeliAP43.191413.5781IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Montesilvano CollePE42.490814.1403IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Mosciano Sant’AngeloTE42.748313.8883IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

NeretoTE42.818613.8167IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

OrtezzanoAP43.031113.6086IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PennePE42.456913.9275IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PetritoliAP43.066713.6561IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Poggio MirtetoRI42.264712.6858IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Porto di VastoCH42.170814.7139IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

RecanatiMC43.402813.5497IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

RipatransoneAP42.998913.7619IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Benedetto del TrontoAP42.933613.8928IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San GinesioAN43.5312.9614IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Giovanni LipioniCH41.843314.5617IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Sant’OmeroTE42.786113.8028IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Scurcola MarsicanaAQ42.063913.3417IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

SilviTE42.55514.1139IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TeramoTE42.658613.7039IV

La scossa avvertita sensibilmente e causò poco panico tra la popolazione; non ci furono danni (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1933, Telegrammi in arrivo dal 21 settembre al 27 settembre, n.45777, Telegramma del prefetto di Teramo Varano al Ministero dell’Interno Gabinetto e Direzione generale Pubblica sicurezza, Teramo 26 settembre 1933.
1933

TermoliCB41.999714.9933IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TorrebrunaCH41.865314.5433IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TorremaggioreFG41.689215.2919IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TortoretoTE42.803313.9136IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VelletriRM41.688112.7781IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VenafroIS41.485314.0436IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

VenarottaAP42.881113.4928IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Villa CelieraPE42.380313.8594IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FermoAP43.160313.7156III-IV

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III-IV grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

AnconaAN43.603113.5072III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ApiroMC43.390813.1317III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

BeneventoBN41.128914.7769III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CampagnanoPG43.189412.4453III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CarovilliIS41.712814.2953III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CingoliMC43.374413.2161III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ColonnellaTE42.871713.8664III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Cupra MarittimaAP43.023913.8594III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FoggiaFG41.4615.5525III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FolignoPG42.95512.7036III

Non sono note descrizioni degli effetti. Spadea et al. (1985) hanno valutato l’intensità della scossa di III grado della scala MCS (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

GambatesaCB41.508914.9133III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

LabroRI42.52512.8003III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Loro PicenoMC43.165613.4158III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontecarottoAN43.525813.0633III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontefanoMC43.411413.4381III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MontegiorgioAP43.130313.5372III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

MonterealeAQ42.522213.2458III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Morro d’OroTE42.663113.9197III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

PollenzaMC43.266913.3481III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Rocca di PapaRM41.760312.7097III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

RomaRM41.895312.4822III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

TreiaMC43.311113.3119III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

CasamicciolaNA40.746113.9089II-III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II-III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Porto San GiorgioAP43.180313.7936II-III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II-III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Severino MarcheMC43.228613.1772II-III

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II-III grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

FanoPU43.836713.0175II

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

Porto CivitanovaMC43.308313.7308II

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

San Biagio SaraciniscoFR41.612513.9283II

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

SarnanoMC43.035313.3014II

Non sono note descrizioni degli effetti. Nel "Bollettino sismico", curato da Cavasino (1935), l’intensità della scossa fu valutata di II grado della scala Mercalli (1).

(1)
Cavasino A. (a cura di)
Bollettino sismico anno 1933, fasc.2 (Macrosismi), Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica.
Roma 1935

ArceviaAN43.498612.9394NF

La scossa non fu avvertita (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

SassoferratoAN43.433612.8578NF

La scossa non fu avvertita (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

SenigalliaAN43.713913.2231NF

La scossa non fu avvertita (1).

(1)
Spadea M.C., Vecchi M., Gardellini P. e Del Mese S.
The Lama dei Peligni earthquake of September 26, 1933, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.140-143.
Roma 1985

Grotta del CavalloneCH42.038114.1553EE