Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
08 05 191418:01:2837.66715.133b10108504305.9!Area etneaItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1914 05 08 18 01 28 37.67 15.13 0.0 10.0 0 430 Area etnea


The revision was based on 430 accounts:
The results are summarized by 111 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1914 05 08 18:01 37.67 15.13 10.0 10.0 86 412 Area etnea
PFG 1914 05 08 18:01 37.65 15.13 9.0 - - - Etna


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

È stata revisionata la bibliografia del Catalogo ed è stata sviluppata una ricerca bibliografica e archivistica, che ha tenuto conto dei vari livelli informativi: istituzionale, scientifico e giornalistico. La ricerca di documentazione pubblica ha privilegiato due sedi: l’Archivio Centrale dello Stato e l’Archivio di Stato di Catania. Nella prima sede sono stati vagliati i documenti del fondo Ministero dell’Interno (serie Gabinetto, Telegrammi Ufficio Cifra e serie Direzione generale dell’amministrazione civile), che conservano le informative inviate dal prefetto di Catania e dal sottoprefetto di Acireale, nonché le pratiche inerenti alla distribuzione dei sussidi governativi ai danneggiati dei comuni di Acireale, Giarre e Zafferana Etnea. Presso l’Archivio di Stato di Catania sono stati utilizzati i documenti del fondo Prefettura (Affari Generali), a cui afferirono le pratiche per le richieste di contributi e le verifiche dei periti sull’entità dei danni, che riguardano, oltre ai paesi e alle borgate danneggiate, i numerosi insediamenti sparsi dell’area colpita. È stato inoltre vagliato il fondo della Sottoprefettura di Acireale, che conserva documentazione di notevole interesse per la definizione critica dei danni; in particolare, le pratiche afferenti alla "Commissione per l’accertamento delle condizioni dei superstiti", con gli elenchi dei danneggiati e le proposte di sussidio. Alcuni riscontri locali sono stati eseguiti nell’Archivio comunale di Acireale, che conserva corrispondenze fra i cittadini e il sindaco, relative alla ricostruzione di alcuni edifici. Per quanto riguarda la produzione bibliografica, va segnalata la relazione elaborata dalla commissione nominata dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici per la stesura delle norme riguardanti la ricostruzione nelle zone colpite dal terremoto (Ghersi et al. 1914) (1), che formulò una classificazione dei centri più danneggiati, elaborando i dati del Genio Civile. L’ambiente sismologico e geologico del tempo osservò direttamente sul campo gli effetti di questo terremoto: Martinelli (1914) (2), Platania (1916) (3) e Sabatini (1914, 1916) (4) lasciarono ampie e dettagliate descrizioni degli effetti sul patrimonio edilizio e sul territorio. Sono state, inoltre, utilizzate le cronache giornalistiche di 5 testate quotidiane, nazionali e regionali, che pubblicarono servizi diretti e corrispondenze dalle località colpite.

Note

(1)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914
(2)
Martinelli G.
Rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna, in "Bollettino Ufficiale del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio", a.13, vol.2, s.B, fasc.1 (luglio 1914), pp.3-7.
Roma 1914
(3)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(4)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Sabatini V.
Considerazioni sismologiche a proposito dell’area epicentrale del terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.45, fasc.3-4, pp.3-28.
Roma 1916

Effects in the social context

Secondo le fonti ufficiali, vi furono 69 morti e 115 feriti; il numero dei morti fu limitato dal fatto che la popolazione si trovava in massima parte lontana dalle abitazioni. Le distruzioni furono aggravate dalla scarsa qualità delle tipologie edilizie presenti nei centri più danneggiati: a Linera, dove si concentrò il maggior numero di vittime, solo i solai del piano terreno di un edificio erano costruiti in cemento armato, molte case avevano muri a secco o con calce di scadente qualità. L’assenza completa o parziale delle fondamenta nella maggior parte degli edifici, compresi quelli religiosi, spesso di dimensioni imponenti, l’eccessivo peso dei tetti e della pietra lavica utilizzata nelle murature, la mancata cementazione di queste ultime con malte di buona qualità, la diffusa presenza di muri a secco, rappresentavano i caratteri più diffusi del patrimonio edilizio dell’area colpita. Il Consiglio superiore dei Lavori Pubblici nominò una commissione che ebbe l’incarico di stabilire le aree nelle quali, per la loro pericolosità sismica, non si dovevano costruire case. La commissione constatò che ben pochi erano i siti sicuri, e perciò occorreva perseguire una politica di prevenzione dei danni affidata alla imposizione di criteri costruttivi adatti alle caratteristiche sismiche dell’area. Il 19 luglio 1914 fu emanata una legge che, riprendendo in larga misura il disposto del provvedimento legislativo del 18 aprile 1909, relativo ai criteri da adottare nella ricostruzione delle aree distrutte dal terremoto del 28 dicembre 1908, sottopose alla supervisione dell’ufficio provinciale del Genio Civile di Catania tutte le fasi della ricostruzione o riparazione degli edifici distrutti o danneggiati.
L’area colpita era caratterizzata da una intensa produzione agricola: i danni indotti nel contesto economico andarono ben oltre i soli danni causati al patrimonio edilizio. La distruzione o il grave danneggiamento di muretti paraterra, cisterne e opere murarie annesse ai fondi rustici, imposero ai proprietari uno sforzo economico notevole per valorizzare e rendere di nuovo agibili i terreni per la produzione agricola. Dal punto di vista demografico, erano in atto due tendenze contradditorie: da un lato una crescita complessiva della popolazione, dovuta anche all’immigrazione interna; dall’altro una diminuzione della popolazione maschile dovuta all’emigrazione, che interessava i ceti più poveri della popolazione rurale.

Demography elements

L’area registrava una fase di intenso popolamento, caratterizzata da forme di insediamento sparso non completamente raccordato, a causa del pessimo stato o dell’assenza di infrastrutture viarie, con i grandi centri costieri e con i piccoli e medi agglomerati rurali dell’Acese. I dati censuari del 1911, come osservarono gli studi scientifici coevi all’evento sismico, non fornivano ragguagli aggiornati sul numero degli abitanti delle singole località; nell’area epicentrale, infatti, la formazione di nuovi abitati e la diffusione degli insediamenti sparsi legati all’agricoltura intensiva assunsero caratteristiche tali da rendere rapidamente obsoleto il dettaglio presentato dal censimento. La perizia ufficiale dei danni causati dal terremoto, redatta dal Genio Civile di Catania, si propose di ovviare alle lacunose conoscenze sul numero di abitanti delle borgate etnee riportando, accanto ad ogni località, l’ammontare della popolazione agglomerata arrotondato ed aggiornato all’epoca dell’evento sismico. Per i centri dove si registrarono i risentimenti maggiori le valutazioni furono le seguenti: Linera propriamente detta abitanti 500; Maria Vergine abitanti 250; Passopomo abitanti 300; Bongiardo propriamente detto abitanti 500; Cosentini abitanti 600; Zerbate abitanti 300; Santa Maria Ammalati abitanti 1000; San Cosmo abitanti 200; Guardia abitanti 1300; Santa Venerina abitanti 2100; Dagala abitanti 1300; Pisano abitanti 650; Fleri abitanti 800; Zafferana Etnea centro abitanti 3100; Stazzo abitanti 400; Rocca d’Api abitanti 150 (1).

Note

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

Elements of the local buildings

A Linera, dove si contò la maggior parte dei 69 morti e 115 feriti, solo i solai del piano terreno di un edificio erano costruiti in cemento armato, molte case avevano muri a secco o con calce di scadente qualità.
Annibale Riccò osservò che i criteri seguiti nello sviluppo dell’insediamento nelle aree danneggiate erano completamente errati. Lo scienziato riteneva che in quelle regioni si sarebbero dovute costruire unicamente capanne per ospitare i lavoratori agricoli e non residenze stabili in muratura; quei terreni, osservava Riccò riprendendo analoghe considerazioni svolte in occasione del terremoto di Fondo Macchia del 1911, dovevano essere sfruttati economicamente ma non abitati (1).

Note

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.13, n.128.
Catania 1914

Administrative historical affiliations

L’area epicentrale afferiva dal punto di vista amministrativo ai comuni di Acireale e Giarre, appartenenti alla Provincia di Catania. La presenza diretta del governo centrale era assicurata dalla Prefettura di Catania e dalla Sottoprefettura di Acireale. Le particolari caratteristiche dell’insediamento, caratterizzato dalla presenza di incasati di piccolissime, piccole e medie dimensioni, ha reso difficoltosa la esatta localizzazione dei centri danneggiati, in ragione anche della mancanza di un repertorio nazionale dei toponimi sufficientemente dettagliato.

Social and economic effects

La scossa dell’8 maggio 1914 causò panico nella popolazione di Acireale e Catania, molti si accamparono nelle piazze (1). La notizia del terremoto giunse al Ministero degli Interni nella mattinata del 9 maggio (2). L’area più danneggiata fu visitata, immediatamente dopo la scossa, dal Sottoprefetto di Acireale e dal Vescovo di Acireale (3). L’ufficio del Genio Civile di Catania inviò un tecnico con l’incarico di relazionare sui danni. Alcuni giorni dopo il terremoto si recò sul posto il Sottosegretario di Stato, Mosca, che riferì sulla situazione al Presidente del Consiglio dei Ministri. Il Prefetto di Catania dispose l’invio di 200 tende, medici e materiale sanitario. Il quadro che emerge dalle corrispondenze della stampa dell’epoca, relativamente al comportamento delle autorità civili in seguito all’evento sismico, denota il proliferare di iniziative non coordinate, di visite e rapporti a fronte di evidenti carenze nell’opera di soccorso. L’intervento si concentrò, pur con notevoli difficoltà, soprattutto nei centri maggiormente danneggiati mentre negli insediamenti sparsi o in quelli dove non si verificarono crolli disastrosi, pur restando le case gravemente lesionate ed inabitabili, si lamentarono gravi carenze nei soccorsi (4). Ritardi e manchevolezze furono in parte dovuti al pessimo stato della viabilità locale (5). La stampa segnalò la presenza di numerosi carabinieri e finanzieri tra i soccorritori, mentre rimarcò, non senza accenni polemici, l’assenza dell’esercito (6). Iniziative di beneficienza in favore delle popolazioni danneggiate si avviarono in tutta Italia. I Vescovi aprirono sottoscrizioni, i Savoia donarono 110.000 lire. Raccolte di denaro furono organizzate da studenti e docenti dell’Università di Palermo; numerosi furono gli attestati di solidarietà pervenuti da tutta Italia e dall’Europa (7). Interpellanze parlamentari furono rivolte al governo per sollecitare la costruzione immediata di case antisismiche stabili al posto delle baracche (8). Il prolungarsi del periodo sismico, con forti repliche successive alla scossa principale, costrinse le popolazioni ad abbandonare le case; nelle località maggiormente danneggiate sorsero problemi di tutela dell’ordine pubblico e di repressione dello sciacallaggio. Il terremoto distrusse la rete di approvvigionamento idrico di alcuni centri ed alla mancanza d’acqua le autorità fecero fronte attraverso centri di rifornimento mobili (9). Si svolsero riunioni tecniche presso la Sottoprefettura di Acireale per definire il piano urbanistico di ricostruzione dei centri distrutti, piano che comprendeva la costruzione di abitazioni utilizzando criteri e materiali adatti alle caratteristiche di pericolosità sismica dell’area (10). Le lentezze nell’opera di sgombero delle macerie impedirono, a Linera, di impiantare con celerità ospedali da campo per la mancanza di terreno disponibile. Le parzialità nella ripartizione delle poche tende fatte affluire nella zona colpita e la limitata disponibilità di viveri a Santa Venerina distribuita alla popolazione diffusero il malcontento, che sfociò in dimostrazioni di protesta contro le autorità locali (11).

Note

(1)
Giornale di Sicilia, 1914.05.09/10, a.54, n.132.
Palermo 1914
Giornale di Sicilia, 1914.05.08/09, a.54, n.131.
Palermo 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1914, Telegrammi in arrivo dall’8 maggio al 21 maggio, n.2325, Telegramma della Prefettura di Catania al Ministero dell’Interno, Catania 9 maggio 1914.

(3)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914
Corriere di Catania, 1914.05.12, n.127.
Catania 1914
(4)
Corriere di Catania, 1914.05.13, n.128.
Catania 1914
(5)
Giornale di Sicilia, 1914.05.09/10, a.54, n.132.
Palermo 1914
L’Ora, 1914.05.14/15, a.15, n.134.
Palermo 1914
(6)
L’Ora, 1914.05.14/15, a.15, n.134.
Palermo 1914
L’Ora, 1914.05.08/09, a.15, n.128.
Palermo 1914
La Nazione, 1914.05.09.
Firenze 1914
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914
(7)
Corriere di Catania, 1914.05.13, n.128.
Catania 1914
(8)
Corriere di Catania, 1914.05.13, n.128.
Catania 1914
Giornale di Sicilia, 1914.05.11/12, a.54, n.134.
Palermo 1914
Tropea M.
Santa Venerina. Storia ­ Arte ­ Economia.
Acireale 1978
Toscano Deodati A.
Il cardinale Giuseppe Francica Nava arcivescovo di Catania, Biografia.
Milano 1962
(9)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914
L’Ora, 1914.05.13/14, a.15, n.133.
Palermo 1914
L’Ora, 1914.05.15/16, a.15, n.135.
Palermo 1914
(10)
Giornale di Sicilia, 1914.05.13/14, a.54, n.136.
Palermo 1914
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914
L’Ora, 1914.05.13/14, a.15, n.133.
Palermo 1914
(11)
L’Ora, 1914.05.14/15, a.15, n.134.
Palermo 1914

Institutional and administrative response

Il governo, per analizzare il problema della ricostruzione e delle tipologie edilizie più idonee nominò una commissione scientifica presieduta dal direttore dell’Osservatorio Geodinamico di Catania, Annibale Riccò, composta dall’assistente dell’Ufficio Centrale di Meteorologia e di Geodinamica Martinelli e da Gaetano Platania. La stampa dell’epoca sollecitò l’immediata costruzione di case utilizzando criteri e materiali antisismici, onde evitare che le eventuali baracche impiantate allontanassero nel tempo la riedificazione definitiva dei centri danneggiati. A pochi giorni di distanza dal terremoto i rappresentati degli enti locali e della Camera di Commercio di Catania decisero di costituire un comitato per promuovere la raccolta di fondi per la costruzione di case da effettuarsi sotto il diretto controllo e collaudo del Genio Civile (1). Fin dai primi giorni successivi all’evento sismico un ingegnere dell’Ufficio tecnico di Finanza fu incaricato di visitare le località colpite per valutare esattamente l’entità dei danni (2). La legge straordinaria adottata il 19 luglio 1914 per promuovere la ricostruzione, attivò un complesso meccanismo burocratico atto a regolamentare la distribuzione dei benefici finanziari e fiscali. La natura dei provvedimenti presi favorì la proliferazione di richieste di sussidio pubblico e le conseguenti azioni amministrative di verifica, prolungatesi sino alla metà degli anni Trenta, espletate attraverso il coinvolgimento delle autorità amministrative locali e degli organi di polizia (Reali Carabinieri). Non mancarono casi di singoli individui che, pur non avendo da lamentare danni di grande entità in seguito al periodo sismico, beneficiarono, su suggerimento delle stesse autorità, di aiuti finanziari in considerazione delle loro precarie condizioni socio-economiche. Il terremoto costituì, in tal modo, una occasione per attivare una sorta di volano economico-sociale con l’obiettivo di limitare le tensioni in un’area interessata da notevoli mutamenti degli assetti proprietari, da una forte dinamica migratoria e da fenomeni di pauperismo (3).

Note

(1)
L’Ora, 1914.05.12/13, a.15, n.132.
Palermo 1914
(2)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa alla trasmissione di dati riguardanti i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 27 gennaio 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Frazioni Dagala e Monacella, Registro dei sussidi da corrispondere ai danneggiati del terremoto 8 maggio 1914, II.a distribuzione, Giarre 15 marzo 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenchi supplettivi di danneggiati, Acireale 8-19 giugno 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa ai danneggiati dal terremoto nelle frazioni del comune di Giarre, Santa Venerina 19 gennaio 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del sottoprefetto di Acireale al comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina, Acireale 22 gennaio 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del Comitato locale di Acireale per la distribuzione dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 al sottoprefetto di Acireale, Acireale 15 maggio 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Elenco dei danneggiati poveri delle frazioni Dagala e Monacella in conseguenza del terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 4 settembre 1914.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa ai danneggiati di Dagala e dintorni, Santa Venerina 5 marzo 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Esposti di danneggiati della borgata Dagala al sottoprefetto di Acireale, settembre-ottobre 1914.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Acireale e Giarre, Proposte dei Comitati locali per la distribuzione dei sussidi agli omessi.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Zafferana Etnea.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Frazioni di Linera, Cosentini e Maria Vergine, Registro delle famiglie danneggiate dal terremoto da sussidiarsi, Acireale 25 agosto 1914.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

Reconstructions and relocations

Alla legislazione e ai provvedimenti adottati dopo il terremoto di Messina del 1908, ci si richiamò anche per affrontare i problemi connessi con la riedificazione degli edifici delle aree danneggiate dal periodo sismico del maggio 1914. L’applicazione di quanto lo Stato aveva stabilito dopo il terremoto del 1908, fu sollecitata anche dagli ambienti scientifici. Gaetano Platania (1), propose che fossero estese a tutta la regione orientale etnea le norme edilizie in vigore per i paesi danneggiati dal terremoto del 28 dicembre 1908; in particolare, si doveva consentire la costruzione solo di edifici a un piano in legno o cemento armato, per conciliare le esigenze della piccola proprietà fondiaria e dell’economia agricola con quelle della prevenzione sismica. Platania propose anche la edificazione di strutture pubbliche modello come i locali scolastici, in grado di ospitare la popolazione in occasione di eventi sismici distruttivi. Era necessario procedere anche con rigore all’allargamento delle strade e dei vicoli ed alla limitazione in altezza dei muri di cinta, delle chiese, dei campanili e dei pubblici edifici, superando le resistenze che la popolazione opponeva alla demolizione. Dopo i primi mesi caratterizzati da una problematica opera di immediato soccorso, si definì la ricostruzione entro un quadro legislativo. La legge n.761 del 19 luglio 1914, oltre a recepire i disposti in materia di edilizia antisismica della legislazione speciale per la Calabria e Messina, stabilì una serie di agevolazioni economico-fiscali per i proprietari danneggiati dal terremoto di Linera. Il regolamento applicativo adottato in seguito dalla Provincia di Catania, subordinava l’accesso ai finanziamenti alla presentazione della documentazione del Genio Civile, attestante la natura del danno subito. Erano affidate alla supervisione dell’Ufficio del Genio Civile di Catania tutte le fasi della riparazione e ricostruzione degli edifici danneggiati o distrutti. I proprietari non erano autorizzati a procedere con i lavori senza il preventivo nulla osta al progetto rilasciato dal Genio Civile. I tecnici di questo organismo indicarono le aree più idonee ad ospitare, nelle immediate vicinanze del nucleo insediativo danneggiato, la ricostruzione delle case di Linera. La Commissione incaricata dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici di indicare le zone ad elevato rischio sismico dove si doveva vietare l’edificazione di case, constatò che ben pochi erano i siti sicuri (tra questi figuravano, secondo i commissari, quelli scelti dal Genio Civile), di conseguenza occorreva perseguire una politica di prevenzione dei danni affidata alla imposizione di tipologie edilizie consone con le caratteristiche sismiche dell’area. La Commissione formulò una sorta di classificazione sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente distrutte in ciascuna località e rapportando la somma a 1000 abitanti (2). Il coefficiente ottenuto rappresentò un tentativo di mettere in relazione il numero degli edifici danneggiati con quello complessivo, tenuto conto che i censimenti dell’epoca non fornivano indicazioni circa il numero dei fabbricati di una determinata località (3).
Per consentire la costruzione di abitazioni temporanee nel centro di Linera, il Prefetto di Catania decretò, nell’agosto del 1914, l’occupazione temporanea di 27 appezzamenti di terreno (4).
Il meccanismo attivato dalla legislazione non garantì tuttavia tempi brevi nella ricostruzione: la produzione della certificazione ai fini della concessione dei sussidi risultò alquanto complicata. Gli attestati ufficiali comprovanti la natura del danno e lo stato sociale del danneggiato vennero rilasciati dalla Prefettura di Catania sulla base dei risultati delle perizie svolte, all’epoca del terremoto, dai tecnici del Genio Civile. L’insieme delle pratiche reperite e studiate risale agli anni 1926-34; non mancarono polemiche tra il Genio Civile e la Prefettura di Catania a proposito delle alterazioni alla documentazione peritale apportate da singoli allo scopo di ottenere sussidi più elevati rispetto al dovuto (5).

Note

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(2)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914
(3)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914
(4)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Decreto del Prefetto della Provincia di Catania del 21 agosto 1914 n.19819 ove si stabilisce a favore della R[eal] Amministrazione dei Lavori Pubblici le occupazioni d’urgenza per anni due di terreni posti in contrada Linera del comune di Acireale.

(5)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenchi supplettivi di danneggiati, Acireale 8-19 giugno 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Frazioni Dagala e Monacella, Registro dei sussidi da corrispondere ai danneggiati del terremoto 8 maggio 1914, II.a distribuzione, Giarre 15 marzo 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa alla trasmissione di dati riguardanti i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 27 gennaio 1915.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

Archivio Storico del Comune di Acireale, Terremoto 1914, Cartoline di ricostruzione, Cartoline di danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Podestà di Acireale, febbraio-agosto 1937.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Zafferana Etnea.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Sant’Alfio.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Viagrande.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Municipio di Zafferana Etnea, Inscrizioni avvisi possesso stabili danneggiati terremoto 8 maggio 1914, Zafferana Etnea 1934.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Elenco dei proprietari danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 che non hanno percepito sussidio dallo Stato redatto dal Genio Civile di Catania, Sezione terremoto, Catania 28 giugno 1930.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Acireale e Giarre, Proposte dei Comitati locali per la distribuzione dei sussidi agli omessi.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del sottoprefetto di Acireale al comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina, Acireale 22 gennaio 1915.

Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa ai danneggiati dal terremoto nelle frazioni del comune di Giarre, Santa Venerina 19 gennaio 1915.

Theories and observations

Questo terremoto, al pari di altri della regione orientale etnea, offrì occasione di studio e di attività teorica a numerosi scienziati che si interrogavano sull’origine di tale attività sismica. Imbò (1), nel corso della sua disamina sui terremoti nella regione orientale dell’Etna, sostenne a venti anni di distanza dall’evento che: "l’attività vulcanica deve ritenersi estranea nell’interpretazione di alcuni fenomeni sismici". Di parere contrario si dichiarò, in una intervista rilasciata agli organi di stampa locali (2), Annibale Riccò, che all’epoca del terremoto dirigeva l’Osservatorio Geodinamico di Catania. Secondo il vulcanologo, i fenomeni sismici verificatisi nel maggio 1914 erano da mettere in relazione con i sintomi di ripresa nell’attività eruttiva dell’Etna che causò lo sprofondamento di "qualche cavità sotterranea", come comprovava la scarsa profondità dell’ipocentro (3). Le perplessità sull’origine dei fenomeni sismici del versante orientale dell’Etna e le diverse ipotesi teoriche si confrontarono anche all’interno della Commissione incaricata dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici di valutare il rischio sismico della regione orientale etnea. Nella relazione conclusiva i membri della Commissione riconobbero che "il fenomeno appare di natura complessa al punto che qualcuno dei membri della Commissione (4) esita a ritenerlo di origine vulcanica, mentre altri reputa che sia da attribuire a causa vulcanica connessa ad una causa tettonica. Certo quest’ultima deve concorrervi come si rileva sia dall’osservazione del terreno, sia dalla considerazione che mentre le eruzioni dell’Etna si manifestano su entrambi i versanti, orientale ed occidentale, i grandi terremoti non si manifestano che sul primo. E se, come sembra, questa causa tettonica non sia da escludere, il suo studio assume una grande importanza. Se difatti vi sono direzioni privilegiate di scosse e di disastri in rapporto con direzioni di fratture, è evidente che sopra di esse occorrerà vietare qualunque costruzione o almeno imporre che vi siano eseguite con norme speciali". Altre discussioni tra i sismologi si avviarono a proposito della sovrapposizione degli effetti di danno, in alcune località, tra la scossa premonitrice del 7 maggio ed il terremoto del giorno successivo (5).

Note

(1)
Imbò G.
Terremoti della regione orientale etnea, in "Regia Accademia degli Zelanti, Memorie della classe di scienze", s.IV, vol.3, pp.2-15.
Acireale 1934
(2)
L’Ora, 1914.05.13/14, a.15, n.133.
Palermo 1914
(3)
Corriere di Catania, 1914.05.10, n.125.
Catania 1914
Corriere di Catania, 1914.05.09, n.124.
Catania 1914
L’Ora, 1914.05.11/12, a.15, n.130.
Palermo 1914
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(4)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914
(5)
Sabatini V.
Considerazioni sismologiche a proposito dell’area epicentrale del terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.45, fasc.3-4, pp.3-28.
Roma 1916

Associated natural phenomena

Secondo le testimonianze raccolte nelle relazioni scientifiche dell’epoca nel corso del periodo sismico si assistette ad un aumento dell’attività dell’Etna con l’emissione dal cratere centrale di vapori e cenere. Le esplosioni, secondo il parere del vulcanologo Gaetano Platania, non furono coincidenti con il verificarsi delle principale scosse del periodo sismico (1). Osservazioni dirette sullo stato del cratere centrale dell’Etna rilevarono la presenza di lava fluida sul fondo nei giorni immediatamente successivi alla scossa principale (2).

Note

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(2)
Martinelli G.
Rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna, in "Bollettino Ufficiale del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio", a.13, vol.2, s.B, fasc.1 (luglio 1914), pp.3-7.
Roma 1914

Major earthquake effects

La scossa principale avvenne l’8 maggio alle ore 18:01 GMT. Colpì il versante sud-orientale dell’Etna, causando distruzioni e gravi danni alle strutture edilizie in un’area di circa 16 kmq, orientata in direzione NO-SE rispetto al cratere centrale. All’interno di questa area, le località nelle quali si registrarono i danni maggiori furono Linera, dove il 90% circa degli edifici crollarono totalmente o parzialmente e i rimanenti subirono gravi lesioni, Passopomo (83%), Beata Vergine della Catena (72%), Cosentini (61%), Santa Maria Ammalati (51%) e Zerbate (50%). Una trentina di altri paesi e borgate subirono gravi danni e altri 30 circa furono danneggiati più leggermente. Complessivamente, secondo i dati del Genio Civile, 223 case crollarono totalmente, 248 crollarono parzialmente, 619 edifici furono gravemente lesionati e 1.060 subirono lesioni leggere. La scossa fu avvertita fortemente ad Acireale, Giarre e Catania; più leggermente fu sentita a Taormina.

Effects on the environment

Furono rilevate fagliazioni superficiali, fenditure, sollevamenti e avvallamenti del terreno. In particolare, una grande spaccatura della lunghezza di 7 km attraversava tutta l’area più colpita, da Passopomo a Santa Tecla, e fu interpretata dagli osservatori scientifici come la riapertura della fenditura causata dal terremoto del 1879. In località La Timpa si formò un’apertura nel suolo con un dislivello fra i due lati di oltre 25 cm, dalla quale fuoriuscirono vapori biancastri.

Full Chronology Of The Earthquake Sequence

Il periodo sismico ebbe inizio il 28 aprile 1914 con una forte scossa ondulatoria e sussultoria e terminò il 4 giugno dello stesso anno con una scossa di moderata intensità. Scosse strumentali impercettibili vennero registrate negli osservatori di Mineo e Catania fino al 26 giugno 1914 e da allora cessò qualsiasi attività sismica riferibile a questo periodo (1). L’evento sismico principale fu preceduto da una scossa di avvertimento molto forte alle 17.36.44 (GMT), del 7 maggio 1914.
28 aprile 1914:
ore 4.54.12 (GMT), fu avvertita una scossa classificata di IV grado MCS nei paesi di Linguaglossa, Milo e Randazzo; il terremoto fu moderato a Santa Venerina e leggero ad Acireale (2).
30 aprile 1914:
ore 4.45 (GMT), una leggera scossa venne avvertita da poche persone ad Acireale (3).
2 maggio 1914:
ore 14.55 (GMT), una leggera scossa venne avvertita ad Acireale.
5 maggio 1914:
ore 2.15 (GMT), fu sentita a Maniace una scossa di IV grado MCS (4);
ore 5.15 (GMT), una scossa abbastanza forte fu sentita a Giarre (5);
ore 18.45 (GMT), una scossa di VI grado MCS fu avvertita a Santa Venerina (6);
ore 19.22 (GMT), una scossa di VI grado MCS fu avvertita a Zafferana Etnea (7);
ore 22.30 (GMT), una scossa abbastanza forte venne avvertita a Santa Venerina e, leggermente, a Zafferana Etnea (8).
6 maggio 1914:
ore 11.13.56 (GMT), una scossa di V grado MCS venne avvertita a Randazzo (9).
7 maggio 1914:
ore 4.20 (GMT), fu avvertita una scossa abbastanza forte a Linguaglossa (10);
ore 4.40 (GMT), fu avvertita una scossa abbastanza forte a Linguaglossa (11);
ore 4.45 (GMT), una leggera scossa venne avvertita da poche persone ad Acireale (12);
ore 17.36.44 (GMT), una scossa di VII grado MCS venne avvertita nei paesi di Giarre, Zafferana Etnea, Santa Venerina, Viagrande, Maletto e causò danni a Piano d’Api, Santa Maria la Stella, Fiandaca e Pennisi; il terremoto fu sensibile a Linera (13);
ore 20.59.51 (GMT), una scossa ondulatoria molto forte causò danni a Fossa dell’Acqua e venne generalmente avvertita dalle persone ad Acireale (14).
8 maggio 1914:
ore 18.01.30 (GMT), scossa principale del periodo sismico, classificata di IX-X grado MCS nei paesi di Linera, Passopomo, Cosentini e Maria Vergine dove fu distruttiva; la scossa fu rovinosa e causò danni gravissimi a Bongiardo, Zerbate, Santa Maria Ammalati, Dagala, Civita e Rocca d’Api, fu molto forte a Santa Venerina, Pisano e Guardia, forte a Milo, San Cosmo, Cancelliere, Sarro, Fleri, Zafferana Etnea, Stazzo, Maria SS. delle Grazie e Madonna di Loreto; il terremoto venne avvertito con forza a Linguaglossa, Nicolosi, Riposto, Trecastagni, Viagrande, Maletto, Randazzo, Acireale e Catania. La scossa venne avvertita più o meno sensibilmente in tutti i paesi alle pendici dell’Etna e lievemente a Taormina. Nella zona maggiormente danneggiata si contarono 68 morti e 115 feriti. La scossa venne registrata dagli strumenti dei maggiori osservatori italiani e in alcuni europei (15).
9 maggio 1914:
ore 20 (GMT), una leggera scossa venne avvertita da poche persone a Giarre (16).
11 maggio 1914:
ore 5.13.19 una leggera scossa venne avvertita da molte persone a Giarre (17).
12 maggio 1914:
ore 3.15 (GMT), una scossa di moderata intensità venne avvertita a Randazzo (18);
ore 4.11 (GMT), una scossa di moderata intensità venne avvertita a Randazzo (19).
13 maggio 1914:
ore 2.35 (GMT), una scossa di IV grado MCS venne avvertita a Linguaglossa (20);
ore 2.40 (GMT), una scossa di VI grado MCS venne avvertita a Linguaglossa (21);
ore 2.55 (GMT), una scossa di V grado MCS venne avvertita a Randazzo con allarme della popolazione (22);
ore 22.30 (GMT), una scossa abbastanza forte, preceduta da boato, fu avvertita a Giarre, a Milo fu di modesta intensità (23);
ore 22.40 (GMT), una scossa di modesta intensità fu avvertita a Milo (24);
ore 23.21.36 (GMT), scosse abbastanza forti furono avvertite a Giarre (25);
ore 23.30 (GMT), una scossa abbastanza forte fu avvertita a Santa Venerina, fu di modesta intensità a Milo e Linguaglossa (26).
14 maggio 1914:
ore 2.45 (GMT), una scossa di V grado MCS fu avvertita a Giarre (27);
ore 5.33.36 (GMT), una scossa ondulatoria di III grado MCS fu avvertita da poche persone a Giarre (28);
ore 9.30 (GMT), una scossa leggera fu avvertita dalla persone in riposo a Giarre (29);
ore 21.30 (GMT), una scossa leggera fu avvertita dalla persone in riposo a Giarre (30).
15 maggio 1914:
ore 1.22 scosse abbastanza forti furono avvertite da molte persone a Linguaglossa (31);
ore 19.45 scosse di modesta intensità furono avvertite da parecchie persone ad Acireale (32).
26 maggio 1914:
ore 8.49.50 una scossa molto forte venne avvertita a Viagrande, fu forte a Zafferana Etnea, Pedara e Santa Venerina, abbastanza forte ad Acireale e Aci Trezza e leggera a Nicolosi; la scossa causò danni lievi in località Lavinaio (33).
4 giugno 1914:
ore 2.44.59 (GMT), scosse forti furono avvertite a Randazzo, seguite, dopo breve intervallo da altre di uguale intensità; una scossa di modesta intensità fu avvertita dalla popolazione a Milo, Santa Venerina, Linguaglossa e Maletto (34).

Note

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(2)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(3)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(4)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(5)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(6)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(7)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(8)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(9)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(10)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(11)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(12)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(13)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(14)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(15)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(16)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(17)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(18)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(19)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(20)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(21)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(22)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(23)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(24)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(25)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(26)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(27)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(28)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(29)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(30)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(31)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(32)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(33)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916
(34)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
Alleruzzo di Maggio M.T., Formica C., Fornaro A., Gambino J.C., Pecora A. e Ursino G.La casa rurale nella Sicilia orientale (Ricerche sulle dimore rurali in Italia, vol.30).Scientific bibliography1973Firenze
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa ai danneggiati di Dagala e dintorni, Santa Venerina 5 marzo 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Esposti di danneggiati della borgata Dagala al sottoprefetto di Acireale, settembre-ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del sottoprefetto di Acireale al comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina, Acireale 22 gennaio 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa ai danneggiati dal terremoto nelle frazioni del comune di Giarre, Santa Venerina 19 gennaio 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Frazioni Dagala e Monacella, Registro dei sussidi da corrispondere ai danneggiati del terremoto 8 maggio 1914, II.a distribuzione, Giarre 15 marzo 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Acireale e Giarre, Proposte dei Comitati locali per la distribuzione dei sussidi agli omessi.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenchi supplettivi di danneggiati, Acireale 8-19 giugno 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Frazioni di Linera, Cosentini e Maria Vergine, Registro delle famiglie danneggiate dal terremoto da sussidiarsi, Acireale 25 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa alla trasmissione di dati riguardanti i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 27 gennaio 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Elenco dei danneggiati poveri delle frazioni Dagala e Monacella in conseguenza del terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 4 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del Comitato locale di Acireale per la distribuzione dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 al sottoprefetto di Acireale, Acireale 15 maggio 1915.Direct source1915
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1914, Telegrammi in arrivo dal 21 maggio all’11 giugno.Negative source1914
*Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Gabinetto, Ufficio cifra, 1914, Telegrammi in arrivo dall’8 maggio al 21 maggio, n.2325, Telegramma della Prefettura di Catania al Ministero dell’Interno, Catania 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Zafferana Etnea.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Elenco dei proprietari danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 che non hanno percepito sussidio dallo Stato redatto dal Genio Civile di Catania, Sezione terremoto, Catania 28 giugno 1930.Direct source1930
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Municipio di Zafferana Etnea, Inscrizioni avvisi possesso stabili danneggiati terremoto 8 maggio 1914, Zafferana Etnea 1934.Direct source1934
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Viagrande.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Sant’Alfio.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Decreto del Prefetto della Provincia di Catania del 21 agosto 1914 n.19819 ove si stabilisce a favore della R[eal] Amministrazione dei Lavori Pubblici le occupazioni d’urgenza per anni due di terreni posti in contrada Linera del comune di Acireale.Direct source
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettere del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relative all’allestimento di baracche e allo sgombero delle macerie in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 18-19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relativa al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 5 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relative al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 1 aprile 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale e il Prefetto di Acireale relativo al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 1-12 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 29 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 12 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta di L.Previtera danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Sottoprefetto relativa al pagamento del sussidio, Acireale 1 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 21 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 12 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre relativa al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 10 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Sindaco di Giarre e il Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relativo al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 29 gennaio-1 febbraio1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco di carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 29 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 4 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Prefetto di Catania ed il Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relativo all’ordinativo per il sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale-Catania 1-24 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta di S.Torrisi danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Sottoprefetto relativa al pagamento del sussidio, Linera 11 gennaio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Promemoria del Maresciallo Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina all’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Acireale relativa alla richiesta di sussidio di S.Torrisi danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 20 novembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta di sussidio di S.Torrisi ddanneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Sottoprefetto, Linera 14 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta di sussidio di S.Torrisi danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Sottoprefetto, Santa Venerina 31 luglio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta di sussidio del sacerdote S.Sapienza di Cosentini al Sottoprefetto per una danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Cosentini 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Note del Sottoprefetto al Comandante la Stazione Carabinieri di Linera e al Prefetto di Catania relative al sussidio a R.Barbagallo danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 26 aprile 1915-18 febbraio 1916.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Acireale relativa ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 14 dicembre 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Tenente Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativa alla scorta al Ricevitore dell’Ufficio del Registro preposto al pagamento dei sussidi ai danneggiati del terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativa al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 18 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Tenente Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativa alla scorta al Ricevitore dell’Ufficio del Registro preposto al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 17 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativa al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 16 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Tenente Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativa alla scorta in contrada Linera al Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale preposto al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 14 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di lettere del Sottoprefetto al Presidente del Comitato di soccorso, al Tenente dei Carabinieri di Acireale e al Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relative ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 14 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Promemoria della Sottoprefettura di Acireale per il pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Presidente del Comitato locale per i sussidi relativa alla riunione per il pagamento ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 15 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 6 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo all’ordinativo di pagamento del sussidio a favore di una danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 8 dicembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottosegretario del Ministero delle Colonie G.Mosca al Sottoprefetto relativo alla situazione del Ricevitore postelegrafico di Linera danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Roma 18 maggio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Prefetto di Acireale al Sottosegretario di Stato del Ministero delle Colonie G.Mosca relativo alla situazione del Ricevitore postelegrafico di Linera danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 25 maggio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 4 Novembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa all’annullamento di ordinativi di pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 da annullare, Acireale 6 giugno 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativa a pagamenti del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 12 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco dei danneggiati delle frazioni Linera, Maria Vergine e Cosentini del Comune di Acireale per le quali non è stato emesso l’ordinativo di pagamento del sussidio in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto e il Prefetto di Catania relativo a domande di sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 17 settembre 1915, Catania 9 settembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo a una richiesta di sussidio da parte di una danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 17 aprile 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto e il Prefetto di Catania relativo al sussidio di F.Grasso danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale-Catania aprile marzo 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Comandante la Stazione Carabinieri di Linera e il Prefetto di Catania relativo al sussidio di M.Musumeci danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera-Acireale-Catania settembre 1914-marzo 1915.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Comandante la Stazione Carabinieri di Linera il Prefetto di Catania relativo a sussidio di C.Scaccianoce danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera-Acireale-Catania settembre-ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Comandante la Stazione Carabinieri di Linera e il Prefetto di Catania relativo ai sussidi di G.Mangiagli e di V.Garoppo di Linera danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera-Acireale 3-5 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Comandante la Stazione Carabinieri di Linera, il Sindaco di Acireale e il Prefetto di Catania relativo a ordinativi di pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera-Acireale-Catania novembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto il Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera il Sindaco di Acireale e il Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relativo a pagamenti di sussidi a danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera-Acireale settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 8 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo agli ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 8 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco di carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo agli ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 di Linera, Maria Vergine e Cosentini, Catania 7-8 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla scorta dei Carabinieri alla corriera postale con gli ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 7 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera e il Prefetto di Catania relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale-Catania-Linera agosto-settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 30 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 di Linera e Cosentini, Linera 30 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 di Linera e Cosentini, Linera 30 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto, il Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera e il Sindaco di Acireale relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 di Linera e Cosentini, Acireale 29-30 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 29 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Prefetto di Catania, il Commissario di Pubblica Sicurezza, il Sindaco di Zafferana Etnea e il Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania-Zafferana Etnea-Acireale ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sindaco di Acireale e il Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Commissario di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina, il Prefetto di Catania e il Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina-Catania-Linera-Acireale settembre-novembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo all’invio di biglietti di piccolo taglio per il pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 26 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo al pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 25 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di lettere del Sottoprefetto al Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera relative a ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 23 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto il Prefetto di Catania e il Sindaco di Giarre relativo a ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale-Catania-Giarre dicembre 1914-marzo 1915.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo a ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 11 dicembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Prefetto di Catania, il Sottoprefetto e il Sindaco di Giarre relativo a ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nel Comune di Giarre, Catania-Giarre-Acireale ottobre-novembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo a ordinativi di pagamento dei sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nel Comune di Giarre, Catania 15 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del parroco di Dagala al Sottoprefetto relativo a sussidi a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nel Comune di Giarre, Dagala 6 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Prefetto di Catania, il Sottoprefetto, il Sindaco di Giarre e il Commissario di Pubblica Sicurezza relativo al sussidio a favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nel Comune di Giarre, Catania-Acireale-Giarre-Linera-Zafferana Etnea settembre-ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 23 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre relativo al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nella frazione di Dagala, Giarre 23 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo al pagamento del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nella frazione di Dagala, Giarre 28 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di lettere del Sottoprefetto al Ricevitore dell’Ufficio del Registro e al Delegato di Pubblica Sicurezza di Giarre relative al pagamento di sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nelle frazioni di Dagala e Monacella, Acireale 17 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo al pagamento di sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 17 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre relativa alla distribuzione di sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 17 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nella frazione di Dagala, Giarre 16 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Note del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre, al Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera e al Comandante la Stazione Carabinieri di Zafferana Etnea relative alla distribuzione del sussidio ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 13 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del capocantoniere di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 8 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa alla rettifica di ordinativi di pagamento di sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 31 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania per la distribuzione dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 dei Comuni di Giarre e di Acireale, Catania 6 novembre 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo all’invio del Ragioniere Lo Coco per coadiuvare il Ragioniere Capo nella distribuzione dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 31 agosto 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta del Sottoprefetto al Prefetto di Catania di invio sollecito dei sussidi promessi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 5 agosto 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera di L.Romeo di Santa Maria La Scala al Sottoprefetto per sollecitare i sussidi in soccorso degli abitanti delle frazioni danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Maria La Scala 1 agosto 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa a un elenco di danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 31 luglio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Sicurezza al Sottoprefetto relativa ai sussidi da distribuire ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 giugno 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alla distribuzione dei sussidi in favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 31 Maggio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Informativa del Maresciallo Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina al Sottoprefetto relativa all’elenco di danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 aventi diritto ai sussidi, Santa Venerina 9 giugno 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sindaco e il Sottoprefetto relativo alle riunioni del Comitato locale per i sussidi ai danneggiati dal terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, Acireale aprile-maggio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativa alla revisione dell’elenco suppletivo dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 aventi diritto ai sussidi, Acireale, 2 aprile 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sindaco di Aci Catena al Sottoprefetto relativa al ruolo per la tassa del focatico per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Catena 27 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativa al Comitato locale per i sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 22 marzo 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre relativa a sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 delle frazioni Dagala e Monacella, Acireale 12 marzo 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativa al Comitato locale per i sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 11 marzo 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza al Sottoprefetto relativa alle informazioni sulle istanze di sussidio dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 gennaio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Schema di proposte del Sottoprefetto concordato col Sindaco di Dagala in soccorso ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo alla dichiarazione concordata col Sindaco di Dagala inerente ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 26 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativa all’elenco da sottoporre al Comitato locale per i sussidi ai danneggiati dal terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, Acireale 27 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre relativa alla riunione del Comitato locale per i sussidi ai danneggiati dal terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, Acireale 18 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo al rinvio della seduta della Commissione sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 17 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre relativa ad accordi per un elenco suppletivo per i sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 di Dagala e Monacella, Acireale 11 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Giarre al Sottoprefetto relativo al rinvio della riunione per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 2 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di lettere del Sottoprefetto al Sindaco di Giarre e al Sindaco di Acireale relative alla convocazione del comitato locale per i sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 2-3 febbraio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa al reclamo di vari abitanti di Bongiardo circa i sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’ 8 maggio 1914, Catania 15 gennaio 1915.Direct source1915
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Prefetto di Catania e il Sottoprefetto relativo a reclami circa la distribuzione di sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 14 e 22 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Istanza inviata dal Sottoprefetto al Sindaco di Zafferana Etnea per i sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 24 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettere dei Sindaci di Acireale e Giarre al Sottoprefetto relative ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale e Giarre 22-24 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta del Sottoprefetto ai Sindaci di Acireale e Giarre relativa alla pubblicazione di un avviso per le istanze di sussidio dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 17 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alla divisione in due zone del territorio colpito dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 13 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 della frazione Santa Venerina, Acireale 11 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 delle frazioni del Comune di Giarre, Acireale 6 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Delegato di Pubblica Sicurezza di Giarre al Sottoprefetto relativa ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 delle frazioni di Dagala e Monacella, Giarre 31 agosto e 4 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Prefetto di Catania e il Sottoprefetto relativo ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania-Acireale 24-27 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alle somme destinate ai sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Comando della Divisione Militare di Messina al Sottoprefetto relative all’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Messina 13 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco ufficiale trasmesso dalla Prefettura di Catania al Presidente del Consiglio dei Ministri delle somme versate a beneficio dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo alla distribuzione dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 12 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Ministero dell’Interno relativo alla distribuzione dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 10 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Comando della Divisione Militare di Messina alla Sottoprefettura di Acireale relative all’elenco delle famiglie di Linera e contrade adiacenti danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914 da sussidiarsi, Messina 7 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa all’elenco di famiglie delle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914 da sussidiarsi, Acireale 8 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettere del Commissario di Pubblica Sicurezza di Acireale al Sottoprefetto e al Prefetto di Catania relative all’elenco di famiglie delle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914 da sussidiarsi, Acireale 7 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Comando della Divisione Militare di Messina relativa alla Commissione per l’accertamento delle condizioni dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914 da sussidiarsi, Acireale 7 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Manifesto di protesta di S.Lione indirizzato al deputato di Acireale Giuseppe di Santa Margherita relativo al mancato indennizzo dei danneggiati dal terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, Acireale 5 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Comando della Divisione Militare di Messina relativo alla relazione della Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, Acireale 6 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo agli elenchi compilati dalla Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, Acireale 3 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al funzionamento nelle contrade di Mortari e Carico della Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 31 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Relazione del Sottoprefetto all’Ispettore Generale del Ministero degli Interni sui lavori delle due Commissioni per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 Maggio 1914, Acireale 18 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle famiglie danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914 da sussidiare nei Comuni e nelle frazioni di Zafferana Etnea, Giarre e Acireale, Acireale 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa all’invio del Tenente F.Preziosi a Linera per completare l’accertamento delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 26 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Comando della Divisione Militare di Messina relativa alla relazione della Commissione per l’accertamento delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 31 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera relativa all’accertamento delle condizioni economiche delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 29 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Comando della Divisione Militare di Messina relativo alla nomina del Tenente Giardina nella Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 27 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto e il Sindaco di Zafferana Etnea relativo all’accertamento delle condizioni economiche delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Zafferana Etnea 21 luglio 1914 e Acireale 27 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Prefetto di Catania e il Sottoprefetto relativo all’impossibilità del Capitano Masiello di partecipare alla Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 22 luglio 1914 e Acireale 26 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo all’accertamento delle condizioni economiche delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 18 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Comandante del Distaccamento Militare di Linera relativo agli elenchi delle famiglie povere delle frazioni di Linera danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 15 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo agli elenchi delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 1 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Comandante il Presidio Militare di Linera relativo agli elenchi delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 7 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa agli elenchi delle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914 dei Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Acireale 27 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Comandante del Presidio Militare di Linera relativo alla distribuzione dei sussidi alle famiglie povere danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Comandante il Presidio Militare di Linera al Sottoprefetto relativo all’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 25 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo all’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 25 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Comandante il Presidio Militare di Linera relativo all’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 24 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alla Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 23 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera relativo all’invio degli elenchi della Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 17 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di lettere del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relative alla delega dell’Assessore G.Gagliardi ad assistere la Commissione per rilevare i danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Zafferana Etnea 9 giugno 1914 e Acireale 11 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Capitano dei Carabinieri di Acireale relativa all’accertamento dei danni nei luoghi danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 1 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo ai lavori di accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 10 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera relativo all’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 5 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Colonnello Garofalo di Messina al Sottoprefetto relativo alla delega del Tenente F.Preziosi per far parte della Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Messina 2 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo all’accertamento dei danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 4 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Prosindaco di Santa Venerina al Prefetto di Catania relativo ai lavori di accertamento dei danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 3 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nomina della Commissione per l’accertamento delle condizioni economiche dei superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914 inviata dal Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera, Acireale 27 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera dell’ingegnere capo del Genio Civile di Catania al Sottoprefetto relativa ai sussidi per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Generale Moccagatta di Catania al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Comandante della Brigata Militare di Catania relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 25 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 24 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma dell’ingegnere capo del Genio Civile di Catania al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 24 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914 nel territorio di Giarre, Acireale 24 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Generale Trabucchi di Catania al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Messina 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maggiore Arnandi di Catania al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 22 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Commissario Prefettizio di Acireale al Prefetto di Catania relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 22 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto all’ingegnere capo di Genio Civile di Catania relativa alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Comandante della Divisione dei Carabinieri di Catania relativa alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Comandante della Divisione Militare di Messina relativa alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla Commissione per l’accertamento dei danni nei luoghi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera relativa all’elenco delle famiglie superstiti del terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alla richiesta degli abitanti della borgata Pennisi di provvedimenti per lo sgombero delle macerie in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 12 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del barone G.Pennisi Deputato al Parlamento al Sottoprefetto relativa alla richiesta di provvedimenti per lo sgombero delle macerie in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Pennisi 8 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Aci Sant’Antonio al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Sant’Antonio 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio Aci Sant’Antonio al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Sant’Antonio 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Aci Sant’Antonio al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Sant’Antonio 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Aci Sant’Antonio al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Sant’Antonio 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Informativa del Delegato di Pubblica Sicurezza di Aci Sant’Antonio al Sottoprefetto relativa ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Sant’Antonio 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Aci Sant’Antonio al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Aci Sant’Antonio 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo all’invio di tende in seguito ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nella frazione Pennisi, Catania 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativo alla richiesta di invio di tende nelle frazioni Pennisi e Zerbati danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maresciallo dei Carabinieri di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di invio di tende in seguito ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo alla richiesta del Commissario Prefettizio di Giarre di invio di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del parroco di Dagala al Sottoprefetto relativa alla distribuzione di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Dagala 18 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativa alla distribuzione di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 18 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina relativa alla richiesta di soccorsi in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maresciallo comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina al Sottoprefetto relativa all’elenco delle persone bisognose di sussidio in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Delegato Municipale di Santa Venerina al Sottoprefetto relativa ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 15 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maresciallo Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 16 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettere del Sottoprefetto ai Sindaci di Acireale e Giarre relative al rifornimento d’acqua nei paesi colpiti dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Zafferana Etnea in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 23 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Monacella in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 23 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Monacella e Dagala in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 22 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 22 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di telegrammi del Sottoprefetto al Commissario Prefettizio di Giarre relativi alla richiesta di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di telegrammi del Sottoprefetto al Commissario Prefettizio di Giarre e al Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina relativi alla richiesta di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 24-26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Cappellano di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Dagala e Monacella in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Cappellano di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Dagala e Monacella in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Commissario Prefettizio di Giarre e il Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Dagala e Monacella in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maresciallo Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende a Dagala in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 15 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Comunicato del Sottoprefetto al Comandante la Stazione Carabinieri di Santa Venerina relativo alla distribuzione di tende nelle borgate di Dagala e Monacella danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 12 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del cappellano di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di tende nella borgata di Dagala danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo all’invio di tende nelle borgate Dagala, Monacella e Faggio danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del parroco di Dagala al Prefetto di Catania relativo alla distribuzione di tende nelle borgate di Dagala e Monacella danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma di G.Giuffrida di Santa Venerina al Prefetto di Catania relativo alla distribuzione di tende nella borgata di Dagala danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera dell’avvocato O.Trombetta di Giarre al Sottoprefetto relativa alla situazione nelle contrade danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 13 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 giugno 1914 nel territorio di Giarre, Catania 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nel territorio comunale, Giarre 15 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del cappellano di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914 a Monacella, Santa Venerina 14 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del parroco di Dagala al Sottoprefetto relativa alla distribuzione di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Dagala 15 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Informativa del Brigadiere Comandante la Stazione Carabinieri di Sant’Alfio al Sottoprefetto relativa ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Sant’Alfio 14 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Informativa del Delegato di Pubblica Sicurezza di Giarre al Sottoprefetto relativa ai danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914 a Sant’Alfio e a Giarre, Giarre 15 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di relazione del Sindaco di Zafferana Etnea al Sottoprefetto sulle spese urgenti per il rifornimento d’acqua a causa del terremoto dell’8 maggio 1914, Zafferana Etnea 3 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa alle spese urgenti causate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 30 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sindaco di Zafferana Etnea e il Sottoprefetto relativo alle frazioni del Comune di Giarre danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Zafferana Etnea 25 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Sindaco di Zafferana Etnea relativa all’invio di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Zafferana Etnea al Sottoprefetto relativa alla distribuzione di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Zafferana Etnea 20 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Zafferana Etnea relativa al rifornimento di acqua nella frazione Bongiardo colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Zafferana Etnea al Sottoprefetto relativo al rifornimento di acqua nella frazione Bongiardo colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Zafferana Etnea 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo al rifornimento di acqua nella frazione Bongiardo colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 18 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Capitano dei Carabinieri in missione a Linera relativo all’invio di quattro carabinieri nella frazione Bongiardo colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo all’invio di quattro carabinieri nelle frazioni colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla richiesta di rifornimento di acqua da parte di un abitante di Giarre colpito dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla richiesta di acqua per il paese colpito dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla richiesta di acqua a Santa Venerina colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo al rifornimento di vestiario per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 23 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina al Sottoprefetto relativo all’invio di tende in soccorso degli abitanti di Bongiardo danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 14 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Delegato di Sicurezza di Santa Venerina relativo all’invio dell’elenco dei morti a causa del terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 14 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Commissario Prefettizio di Giarre relativo all’invio di tende per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 14 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di vestiario per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 12 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario Prefettizio di Giarre al Sottoprefetto relativo all’invio di tende per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 13 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Delegato di Pubblica Sicurezza di Santa Venerina relativo al rifornimento di cibo per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 12 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa ai danni causati nel cimitero di Zafferana Etnea dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato Provinciale in missione a Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla situazione nelle borgate danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo ai soccorsi per gli abitanti di Bongiardo danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza in missione a Santa Venerina al Sottoprefetto relativo alla rimozione dei cadaveri dei morti causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo alla rimozione dei cadaveri dei morti causati dal terremoto dell’8 maggio 1914 nella frazione di Bongiardo, Catania 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla rimozione di cadaveri nella frazione di Bongiardo colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativo alla mancanza di soccorsi nella zona di Zafferana Etnea colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo all’istanza di alcuni danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 della frazione di Santa Maria Ammalati per ottenere soccorsi, Catania 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Prefetto di Catania al Sindaco di Acireale relativa alla riparazione di case danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914 a Guardia, Catania 8 novembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alla riparazione di case danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914 a Guardia, Acireale 8 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato Municipale di Guardia al Sottoprefetto relativo alla riparazione di case danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Guardia 28 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla costruzione e riparazione di case demolite o danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 10 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla costruzione e riparazione di case demolite o danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 1 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Commissario Prefettizio di Acireale al Sottoprefetto relativo alla costruzione di baracche per le scuole elementari di Guardia colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 26 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Delegato comunale delle borgate Guardia, Mangano e adiacenti al Sottoprefetto relativa alla constatazione dei danni causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Guardia 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Guardia al Sottoprefetto relativo all’invio della forza pubblica nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Guardia 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Guardia al Sottoprefetto relativo all’invio di mezzi per il trasporto dei feriti a causa del terremoto dell’8 maggio 1914, Guardia 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativo ai baraccamenti provvisori per le scuole di Linera, Cosentini e Pennisi distrutte dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 28 dicembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Sindaco di Acireale relativo ai baraccamenti provvisori per le scuole di Linera, Cosentini e Pennisi distrutte dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 24 dicembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo ai baraccamenti provvisori per le scuole di Linera, Cosentini e Pennisi distrutte dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 22 dicembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minute di lettere del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relative alle richieste del Comune di Acireale per la costruzione a Linera di una baracca per i servizi pubblici municipali, Catania 8 e 12 dicembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Medico Provinciale al Sottoprefetto relativa alla situazione nella borgata di Linera danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera dell’ingegnere capo del Genio Civile di Catania al Sottoprefetto relativa alla baracca dell’Ufficio Postale di Linera distrutto dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 2 novembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco delle carte trasmesse dal Prefetto di Catania al Sottoprefetto relative alla nota del Genio Civile in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 9 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativa alla costruzione della baracca del macellaio in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 8 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa ai baraccamenti provvisori per le scuole di Pennisi, Cosentini e Linera danneggiate dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 7 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa al reclamo degli impresari per la costruzione di casette in Linera in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa alla collocazione di pompe anti incendio a Linera in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 29 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativa alla costruzione della baracca per la Guardia Municipale distrutta dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 26 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativa alla costruzione di una baracca per una danneggiata dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 22 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativa alla provvista di una pompa anti incendio in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 20 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario del Presidio Militare di Acireale al Sottoprefetto relativa alla provvista di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 12 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla provvista di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 11 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla partenza della Guardia di Città S.Conti per la sua residenza in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 10 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al ritiro di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 8 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo ai reclami sulla condotta della Guardia di Città S.Conti in occasione del terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 9 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla ricostruzione di abitazioni a Linera in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 2 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al raggiungimento della residenza da parte della Guardia di Città S.Conti in occasione del terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 9 ottobre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera dell’Ispettore Distrettuale delle Poste al Sottoprefetto relativa alla baracca dell’ufficio postale di Linera colpito dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 5 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa ai locali per le scuole elementari nelle borgate distrutte dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 2 settembre 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Acireale al Sottoprefetto relativa alla provvista di tende in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 30 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Acireale al Sottoprefetto relativa alla protesta della Guardia di Città S.Conti per il ritardo dei sussidi in favore dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 28 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa al pagamento del medico G.Spina per il servizio prestato durante il terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa al pagamento dell’indennità di assistenza prestata a Linera dal medico G.Spina durante il terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 22 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativo alla sostituzione del Sindaco N.Mobilia dimissionario dopo il terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 28 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sindaco, il Sottoprefetto e il Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera relativo alle tende per i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 17-27 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa ai locali delle scuole elementari di Linera, Cosentini e Pennisi distrutte dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Comandante il 3.o Fanteria di Catania al Sottoprefetto relativo alla richiesta di tende coniche in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 20 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sindaco di Linera, il Sottoprefetto e il Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera relativo alla distribuzione di viveri e indumenti ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale luglio-agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di generi alimentari ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa alla nomina del Sig. N.Mobilia a Sindaco della borgata di Linera in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 1 agosto 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa alla ricostruzione di abitazioni a Linera in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 31 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Questore di Catania al Sottoprefetto relativo alla consegna della branda del delegato U.Barbagallo consegnatagli in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 30 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Questore di Catania relativa alla consegna della branda del delegato U.Barbagallo consegnatagli in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 29 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Commissario di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativa alla situazione disagevole delle baracche costruite in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 28 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Tenente Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativa all’istanza dei cittadini di Linera riguardante l’operato di S.Martinez durante la distribuzione dei soccorsi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 27 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Tenente Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale relativa a informazioni sull’istanza riguardante l’operato di S.Martinez durante la distribuzione dei soccorsi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 19 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativa alla consegna di tende ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 20 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Tenente Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativo alla mancata costruzione di baracche nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 11 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla sospensione dei lavori già ordinati nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 11 luglio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Capitano Comandante la Stazione Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativo all’affidamento dei lavori di ricostruzione nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Genio Civile, Acireale 25 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo all’approvazione del progetto di ricostruzione della conduttura dell’acqua in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914 al Genio Civile, Linera 8 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maresciallo dei Carabinieri di Linera al Sottoprefetto relativo al rifornimento di acqua nella borgata Maria Vergine colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Genio Civile, Linera 7 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettera del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa alla sospensione dei lavori di ricostruzione ordinati al Genio Civile in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914 a causa della protesta degli abitanti di Linera, Acireale 2 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla protesta degli abitanti di Linera in merito al piano regolatore tracciato dal Genio Civile di Catania in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 1 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Maresciallo dei Carabinieri di Linera al Sottoprefetto relativo al rifornimento di acqua in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 30 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo allo sgombero delle macerie nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 17 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di lettere del Sottoprefetto al Prefetto di Catania e al Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera relative allo sgombero delle macerie e al ripristino delle comunicazioni telefoniche nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 20 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo ai disordini per l’affidamento dei lavori di ricostruzione nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al ripristino del servizio telefonico nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo ai lavori di sgombero delle macerie in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 19 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo al numero dei morti causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 15 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di acqua nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo alla distribuzione di tende nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Capitano dei Carabinieri in missione a Linera al Sottoprefetto relativo all’invio di tende nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 11 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Medico Provinciale al Sottoprefetto relativo all’urgente identificazione dei cadaveri nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Giarre al Sottoprefetto relativo al rifornimento dei viveri nei luoghi danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Delegato di Pubblica Sicurezza di Linera al Sottoprefetto relativo all’invio di carri e di casse mortuarie nei luoghi danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Capitano dei Carabinieri in missione a Linera al Sottoprefetto relativo all’impossibilità di fornire dati sui morti e i feriti nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Capitano dei Carabinieri in missione a Linera relativa all’identificazione dei cadaveri a Linera colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Sottoprefetto al Giudice di Acireale relativa ai morti causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Lettera del Dottor Pappalardo al Giudice di Acireale relativa alla visita effettuata a una donna ferita in seguito al terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegrammi del Sottoprefetto al Prefetto di Catania e al Ministero dell’Interno relativa al numero dei morti causati a Linera dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Capitano dei Carabinieri in missione a Linera relativa all’invio di automobili e viveri nelle zone colpite dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Capitano dei Carabinieri in missione a Linera al Sottoprefetto relativo ai feriti gravi causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Linera 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Telegramma del Capitano dei Carabinieri di Acireale al Sottoprefetto relativo all’urgente trasporto dei feriti gravi causati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Guardia 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Minuta di telegramma del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa all’urgente invio della Croce Rossa a Linera colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 8 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Atti del Sindaco di Acireale al Sottoprefetto relativi al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 25 aprile-10 maggio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Elenco di carte trasmesse dal Sindaco di Catania al Sottoprefetto relative al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 2 marzo-8 aprile 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale e il Sottoprefetto relativo al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 29 febbraio-24 marzo 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Prefetto di Catania al Sottoprefetto relativa al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Catania 25 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Carteggio fra il Sottoprefetto e il Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relativo al pagamento dei sussidi ai danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9-23 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Richiesta di S.Martinez al Ricevitore dell’Ufficio del Registro di Acireale relativa alla correzione di un mandato di sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio di Stato di Catania, Sottoprefettura di Acireale, inventario 12 (1907-26), b.67, Nota del Sottoprefetto al Prefetto di Catania relativa al pagamento del sussidio a un danneggiato dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 14 febbraio 1916.Direct source1916
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera dell’arcivescovo di Catania Giuseppe Francica Nava al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Catania 12 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera dell’arcivescovo di Catania Giuseppe Francica Nava al segretario di Stato cardinale Gasparri, Catania 5 dicembre 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di lettera del segretario di Stato cardinale Pietro Gasparri all’arcivescovo di Catania cardinale Francica Nava, Roma 27 novembre 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera dell’arcivescovo di Catania Giuseppe Francica Nava al segretario di Stato cardinale Gasparri, Catania 20 novembre 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di lettera del segretario di Stato cardinale Raffaele Merry del Val all’arcivescovo di Catania cardinale Francica Nava, Roma 29 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera dell’arcivescovo di Catania Giuseppe Francica Nava al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Catania 2 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera dell’arcivescovo di Catania Giuseppe Francica Nava al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Catania 21 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di lettera del segretario di Stato cardinale Raffaele Merry del Val all’arcivescovo di Catania cardinale Francica Nava, Roma 18 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di telegramma del segretario di Stato cardinale Raffaele Merry del Val al vescovo di Acireale monsignor Arista Vigo, Roma 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Telegramma del vescovo di Acireale Giovanni Battista Arista Vigo al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Manifesto del vescovo di Acireale Giovanni Battista Arista Vigo ai diocesani per il soccorso dei danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Acireale 9 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di lettera del segretario di Stato cardinale Raffaele Merry del Val al vescovo di Acireale monsignor Arista Vigo, Roma 11 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera del vescovo di Acireale Giovanni Battista Arista Vigo al cappellano segretario del papa Pio X monsignor Giovanni Bressan, Acireale 3 giugno 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera del vescovo di Acireale Giovanni Battista Arista Vigo al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Acireale 12 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di telegramma del segretario di Stato cardinale Raffaele Merry del Val al vescovo di Acireale monsignor Arista Vigo, Roma 12 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Minuta di lettera del segretario di Stato cardinale Raffaele Merry del Val al vescovo di Acireale monsignor Arista Vigo, Roma 13 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera del vescovo di Acireale Giovanni Battista Arista Vigo al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Acireale 16 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1914, rubrica 36 (Disastri), fasc. unico, Lettera del vescovo di Acireale Giovanni Battista Arista Vigo al segretario di Stato cardinale Merry del Val, Acireale 10 maggio 1914.Direct source1914
*Archivio Storico del Comune di Acireale, Terremoto 1914, Cartoline di ricostruzione, Cartoline di danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914 al Podestà di Acireale, febbraio-agosto 1937.Direct source1937
Atti Parlamentari, Sotto Giunta ParlamentareSicilia. Inchiesta parlamentare sulle condizioni dei contadini nelle province meridionali e nella Sicilia, vol.6.Indirect source1910Roma
Baratta M.I terremoti in Italia, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.6.Scientific bibliography1936Firenze
Barbano M.S., Cosentino M., Lombardo G. e Patané G.Isoseismal maps of Calabria and Sicily earthquakes (Southern Italy).Scientific bibliography1980Catania
Bettoni P.Notizie geodinamiche, in "Commentari dell’Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti in Brescia per l’anno 1914", pp.261-266.Scientific bibliography1915Brescia
Boschi E., Ferrari G., Gasperini P., Guidoboni E., Smriglio G. e Valensise G.Catalogo dei forti terremoti in Italia dal 461 a.C. al 1980, ING-SGA.Catalogue1995Bologna
Carrozzo M.T., Cosentino M., Ferlito A., Giorgetti F., Patané G. e Riuscetti M.Earthquakes catalogue of Calabria and Sicily (1783-1973), CNR, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», vol.93.Catalogue1975Roma
Cavasino A.I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.Catalogue1935Roma
Cavasino A.Catalogo dei terremoti disastrosi avvertiti nel bacino del Mediterraneo dal 1501 al 1929, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.2, pp.25-60.Catalogue1931Roma
Cavasino A.Frequenza e distribuzione dei terremoti italiani nel trentennio 1891-1920 (Nota II), in "Bollettino della Società Sismologica Italiana", vol.25 (1924-25), pp.49-81.Scientific bibliography1925Selci
*Corriere della Sera, 1914.05.08, a.39, n.126.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.09, a.39, n.127.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.10, a.39, n.128.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.11, a.39, n.129.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.12, a.39, n.130.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.13, a.39, n.131.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.14, a.39, n.132.Indirect source1914Milano
*Corriere della Sera, 1914.05.15, a.39, n.133.Indirect source1914Milano
*Corriere di Catania, 1914.05.09, n.124.Indirect source1914Catania
*Corriere di Catania, 1914.05.10, n.125.Indirect source1914Catania
*Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.Indirect source1914Catania
*Corriere di Catania, 1914.05.12, n.127.Indirect source1914Catania
*Corriere di Catania, 1914.05.13, n.128.Indirect source1914Catania
Cucuzza Silvestri S.Il periodo sismico di Pedara (Etna) del febbraio 1955, in "Bollettino delle Sedute dell’Accademia Gioenia di Scienze Naturali in Catania", s.IV, vol.3 (1957), pp.357-371.Catalogue1957Catania
De Fiore O.L’Etna.Scientific bibliography1919Catania
*Gazzetta ufficiale del Regno d’Italia, a.62, n.289 (10 dicembre 1921), Regio decreto-legge 16 novembre 1921, n.1705, che reca provvedimenti in dipendenza dei terremoti.Direct source1921Roma
*Gazzetta ufficiale del Regno d’Italia, a.64, n.262 (8 novembre 1923), Regio decreto-legge 23 settembre 1923, n.2309, Autorizzazione della spesa di L.500.000.000 per l’anticipazione dei contributi diretti dello Stato ai danneggiati dai terremoti.Direct source1923Roma
*Gazzetta ufficiale del Regno d’Italia, a.64, n.269 (16 novembre 1923), Regio decreto-legge 27 settembre 1923, n.2363, Provvedimenti per le località danneggiate da terremoti successivi a quello del 13 gennaio 1915.Direct source1923Roma
*Gazzetta ufficiale del Regno d’Italia, a.65, n.33 (8 febbraio 1924), Regio decreto-legge 17 gennaio 1924, n.75, Applicazione del R. decreto-legge 23 settembre 1923, n.2309, autorizzante la spesa di L.500.000.000 per l’anticipazione dei contributi diretti dello Stato ai danneggiati da terremoti.Direct source1924Roma
*Gazzetta ufficiale del Regno d’Italia, a.65, n.87 (11 aprile 1924), Regio decreto-legge 20 marzo 1924, n.440, Provvedimenti per l’estensione delle norme del R. decreto 17 gennaio 1924, n.75, ai danneggiati dai terremoti tosco-romagnolo, tosco-emiliano e di Linera del 1914.Direct source1924Roma
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.Direct source1914Roma
*Giornale di Sicilia, 1914.04.07/08, a.54, n.130.Indirect source1914Palermo
*Giornale di Sicilia, 1914.05.08/09, a.54, n.131.Indirect source1914Palermo
*Giornale di Sicilia, 1914.05.09/10, a.54, n.132.Indirect source1914Palermo
*Giornale di Sicilia, 1914.05.10/11, a.54, n.133.Indirect source1914Palermo
*Giornale di Sicilia, 1914.05.11/12, a.54, n.134.Indirect source1914Palermo
*Giornale di Sicilia, 1914.05.13/14, a.54, n.136.Indirect source1914Palermo
Imbò G.I terremoti etnei, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.5, pt.1.Catalogue1935Firenze
Imbò G.Terremoti della regione orientale etnea, in "Regia Accademia degli Zelanti, Memorie della classe di scienze", s.IV, vol.3, pp.2-15.Scientific bibliography1934Acireale
Kárník V.Seismicity of the European Area, 2 voll.Catalogue1968Dordrecht
*La Nazione, 1914.05.09.Indirect source1914Firenze
*Le Petit Journal, 1914.05.24, a.25, n.1227.Generic information1914Paris
*L’Ora, 1914.05.08/09, a.15, n.128.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.11/12, a.15, n.130.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.11/12, a.15, n.131.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.12/13, a.15, n.132.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.13/14, a.15, n.133.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.14/15, a.15, n.134.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.15/16, a.15, n.135.Indirect source1914Palermo
*L’Ora, 1914.05.16/17, a.15, n.136.Indirect source1914Palermo
Martinelli G.Rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna, in "Bollettino Ufficiale del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio", a.13, vol.2, s.B, fasc.1 (luglio 1914), pp.3-7.Scientific bibliography1914Roma
Ministero della DifesaL’esercito per il paese, 1861-1975.Historiographical study1977Roma
Patané G. e Imposa S.The Linera earthquake of May 8, 1914, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.120-121.Scientific bibliography1985Roma
Platania G.Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.Scientific bibliography1916Acireale
Sabatini V.Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.Scientific bibliography1914Roma
Sabatini V.Considerazioni sismologiche a proposito dell’area epicentrale del terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.45, fasc.3-4, pp.3-28.Scientific bibliography1916Roma
Toscano Deodati A.Il cardinale Giuseppe Francica Nava arcivescovo di Catania, Biografia.Historiographical study1962Milano
Tropea M.Santa Venerina. Storia ­ Arte ­ Economia.Historiographical study1978Acireale

Felt Localities (85)

Locality Province Lat Lon Intensity
LineraCT37.665615.1372X

Il terremoto fu distruttivo; secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania nel centro abitato, ad esclusione delle case sparse, gli edifici quasi completamente crollati furono 60, quelli crollati in parte ed in seguito demoliti 30, i fortemente lesionati 10. L’unica chiesa del paese fu gravemente danneggiata ed in seguito demolita, stessa sorte toccò al ponte stradale lungo la strada Linera-Santa Venerina (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 147 (2); quelli che ne ricevettero uno urgente 28 (3). I danneggiati poveri da sussidiarsi risultarono essere 185 con un danno medio stimato in lire 1297 (4). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 150 (5).

(1)
Giornale di Sicilia, 1914.05.13/14, a.54, n.136.
Palermo 1914
Tropea M.
Santa Venerina. Storia ­ Arte ­ Economia.
Acireale 1978
Toscano Deodati A.
Il cardinale Giuseppe Francica Nava arcivescovo di Catania, Biografia.
Milano 1962
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(4)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Frazioni di Linera, Cosentini e Maria Vergine, Registro delle famiglie danneggiate dal terremoto da sussidiarsi, Acireale 25 agosto 1914.
1914
(5)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

PassopomoCT37.67515.1186X

Il terremoto fu distruttivo; secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania nel centro abitato gli edifici quasi completamente crollati furono 30, quelli crollati in parte ed in seguito demoliti 20, i fortemente lesionati 10 (1). Un proprietario danneggiato ricevette un sussidio urgente (2). Le testimonianze giornalistiche riportarono la notizie che tutte le case della località erano rase al suolo (3). Nelle contrade di Pietralunga e Passopomo le famiglie indigenti danneggiate in varia misura furono 44, secondo la documentazione prodotta dalla Commissione nominata dal Sottoprefetto di Acireale; di queste 41 usufruirono di sussidi (4). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 170 (5).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(3)
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914
(4)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
(5)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

Beata Vergine della CatenaCT37.6615.1406IX-X

Il terremoto fu distruttivo: secondo la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, 20 edifici crollarono quasi completamente, 20 parzialmente e 15 furono fortemente lesionati (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono 73 (2); quelli poveri da sussidiarsi risultarono essere 87 con un danno medio stimato di 1237 lire (3). Secondo alcune testimonianze giornalistiche nelle case della località crollarono tutti i tetti (4). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 160 (5).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Frazioni di Linera, Cosentini e Maria Vergine, Registro delle famiglie danneggiate dal terremoto da sussidiarsi, Acireale 25 agosto 1914.
1914
(4)
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914
(5)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

CosentiniCT37.666415.1328IX

La scossa fu distruttiva e provocò il crollo quasi totale di 40 case, altre 40 crollarono in parte e si registrarono, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, gravi lesioni nelle compagini murarie di 50 case. La chiesa della borgata rimase gravemente danneggiata al punto che si impose la demolizione della volta, della cupola e della facciata (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 119 (2). Quelli poveri ammessi al sussidio risultarono essere 160 con un danno medio stimato di 1012 lire (3). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 134 (4).

(1)
Tropea M.
Santa Venerina. Storia ­ Arte ­ Economia.
Acireale 1978
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(4)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

Santa Maria AmmalatiCT37.643115.1569IX

Il terremoto fu distruttivo; secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania gli edifici completamente crollati furono 40, quelli crollati in parte 60, i fortemente lesionati 95, crollò anche la chiesa Madre (1). I danneggiati poveri risultarono essere 14 con un danno medio stimato in lire 178 (2). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 136 (3). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 100 (4).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(4)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

ZerbateCT37.638115.1211IX

Secondo quanto attesta la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, gli edifici quasi completamente crollati furono 10, quelli crollati in parte 15, i fortemente lesionati 25; si segnalarono crolli completi di muretti paraterra o di recinzione e di cisterne (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono 2 (2). La località Zerbate era, nel 1914, il maggiore agglomerato di edifici della contrada Pennisi; secondo Venturino Sabatini i danni a Zerbate, in particolare quelli subiti dalla chiesa Madre, furono dovuti alle due scosse del 7 e 8 maggio 1914 (3).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
(3)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

ArdichettoCT37.680315.1364VIII-IX

La scossa fu distruttiva; i rilievi scientifici rilevarono molte lesioni orizzontali nelle compagini murarie e crolli estesi. Il camino di una distilleria, alto 22 metri, fu spezzato all’incirca all’altezza di 14 metri dal suolo e la parte sommitale ruotò sul proprio asse (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

CivitaCT37.679215.1125VIII-IX

La scossa fu rovinosa e fece crollare quasi completamente 5 case, mentre altre 6 crollarono solo in parte. Gravi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 5 edifici (1). Nella contrada le famiglie indigenti danneggiate in varia misura furono 17, secondo la documentazione della Commissione nominata dal Sottoprefetto di Acireale; di queste 15 usufruirono di sussidi (2).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

BalatelleCT37.631115.1508VIII

La scossa fu rovinosa; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di 4 case rurali ed annesse servitù e 1 casa di villeggiatura (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 22 (2).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915

BongiardoCT37.686715.1344VIII

La scossa fu rovinosa e provocò il crollo quasi totale di 5 case, altre 25 crollarono in parte e si registrarono, secondo quanto attesta la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, gravi lesioni nelle compagini murarie di 70 case (1). Nella località di Bongiardo le famiglie indigenti danneggiate in varia misura furono 86, secondo la documentazione della Commissione nominata dal Sottoprefetto di Acireale; 66 di queste usufruirono di sussidi (2). In questa località, come riportarono le cronache giornalistiche dell’epoca, i morti furono 10 e 20 i feriti (3). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 60 (4).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
(3)
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914
(4)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

CeccazzoCT37.650615.1403VIII

La scossa del 7 maggio 1914 fu rovinosa, mentre il terremoto del giorno successivo, secondo quanto riportò Venturino Sabatini, pur essendo avvertito con forza non provocò danni (1). La documentazione ufficiale attestò la distruzione completa dei muretti paraterra e di cinta (2).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Dagala del ReCT37.699715.1433VIII

La scossa fu rovinosa e fece crollare in parte 10 case. Gravi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 45 edifici, mentre 100 case risultarono lievemente lesionate (1). I danneggiati poveri risultarono essere 33 con un danno medio stimato in lire 498 (2). I sussidi distribuiti ammontarono, in un primo momento a 74; successivamente, in seguito a reclami della popolazione ed alla revisione degli elenchi dei danneggiati effettuata d’intesa tra il Sottoprefetto di Acireale e la stazione dei RR. Carabinieri di Santa Venerina, il numero dei danneggiati ai quali fu concesso un sussidio passò a 130 (3).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa ai danneggiati dal terremoto nelle frazioni del comune di Giarre, Santa Venerina 19 gennaio 1915.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Elenco dei danneggiati poveri delle frazioni Dagala e Monacella in conseguenza del terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 4 settembre 1914.
1914

MiloCT37.721915.1164VIII

La scossa fu molto forte; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di 5 case e il danneggiamento di altre 2 (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Sant’Alfio.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.

MonterossoCT37.643915.0928VIII

La scossa fu rovinosa; la documentazione ufficiale attestò la distruzione completa dei muretti paraterra e di cinta, di alcune cisterne e di due case di abitazione (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Zafferana Etnea.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

MortariCT37.646115.1633VIII

La scossa fu rovinosa; i danneggiati poveri, secondo la documentazione ufficiale, risultarono essere 12 con un danno medio stimato di 325 lire (1); vennero distrutti i muretti paraterra e di cinta (2). Le fonti giornalistiche segnalarono la morte di una persona (3).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(2)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(3)
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914

PennisiCT37.645615.1267VIII

La scossa fu rovinosa; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di 2 case, delle quali una di tre vani con il palmento, la cantina e la cisterna (1). I danneggiati poveri risultarono essere 7 con un danno medio stimato in lire 1014 (2); coloro ai quali venne concesso un sussidio furono 12, secondo la documentazione ufficiale (3). Secondo la testimonianza di Venturino Sabatini, che visitò l’area denominata Pennisi nei giorni successivi al terremoto dell’8 maggio 1914, gli effetti di danneggiamento osservati andavano attribuiti agli effetti cumulativi delle scosse del 7 e dell’8 maggio 1914 (4). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 88 (5).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(4)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(5)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

PietralungaCT37.668915.1028VIII

La scossa fu rovinosa; i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 32 (1). Nelle contrade di Pietralunga e Passopomo le famiglie indigenti danneggiate in varia misura furono 44, secondo la documentazione prodotta dalla Commissione nominata dal Sottoprefetto di Acireale; di queste 41 usufruirono di sussidi (2).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914

Rocca d’ApiCT37.685815.1244VIII

La scossa fu rovinosa e fece crollare quasi completamente 3 case, mentre in altre 3 si registrarono crolli parziali. Gravi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 5 edifici, mentre 15 risultarono lievemente lesionate. Gli effetti di danneggiamento più rilevanti si osservarono nel cimitero di Zafferana che si trovava in questa località (1). Sulla base dei dati raccolti dal Genio Civile, sommando il numero delle case totalmente o parzialmente crollate e riferendolo la somma a 1000 abitanti, per questa località fu calcolato il numero indice di 40 (2).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Municipio di Zafferana Etnea, Inscrizioni avvisi possesso stabili danneggiati terremoto 8 maggio 1914, Zafferana Etnea 1934.
1934
(2)
Ghersi A., Platania G. e Sabatini V.
Relazione della Commissione per la determinazione delle aree sismiche sulle quali debbono vietarsi le nuove costruzioni nella regione colpita dal terremoto dell’8 maggio 1914 in provincia di Catania.
Roma 1914

Santa Maria la StellaCT37.625315.1308VIII

La scossa fu rovinosa; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di 6 case coloniche con le relative cisterne ed alcuni muretti a secco paraterra e di cinta (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

CaricoCT37.647815.1542VII-VIII

La scossa fu rovinosa; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di una casa colonica (1). Lesioni nei muri a secco paraterra furono osservate da Venturino Sabatini (2). I danneggiati poveri furono 7 con un danno medio stimato di 175 lire (3); i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono 10 (4).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(2)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(4)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

FelicettoCT37.665615.1511VII-VIII

La scossa fu rovinosa: la documentazione ufficiale attestò la distruzione completa dei muretti paraterra e di cinta (1). Secondo le testimonianze giornalistiche nella contrada tutte le case furono gravemente danneggiate (2).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(2)
L’Ora, 1914.05.09/10, a.15, n.129.
Palermo 1914

GrotteCT37.622815.1714VII-VIII

La scossa fu molto forte; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di un edificio ed il danneggiamento di una casa di quattro vani (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

GuardiaCT37.665815.1669VII-VIII

La scossa fu rovinosa e fece crollare in parte 10 case. Gravi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 90 edifici, mentre 150 risultarono lievemente lesionate. La chiesa della località, già danneggiata dal terremoto del 15 ottobre 1911, fu gravemente lesionata al punto da consigliare la demolizione dei campanili sormontanti la facciata (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 105 (2).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

GuzziCT37.652515.1689VII-VIII

La scossa provocò molte lesioni negli edifici (1); la documentazione ufficiale attestò la distruzione di una casa (2). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono 2 (3).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915

LavinaioCT37.634415.1044VII-VIII

La scossa fu molto forte; la documentazione ufficiale attestò la distruzione nelle contrade limitrofe del Lavinaio e di Tropea di muri paraterra e di cinta e di un palmento (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

MoscarelloCT37.71515.1403VII-VIII

La documentazione ufficiale attesta la distruzione di una casa colonica (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.

PalombaroCT37.675815.1583VII-VIII

La documentazione ufficiale attesta la distruzione di una casa di villeggiatura e di muretti paraterra e di recinzione (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Piano San GiovanniCT37.613115.1275VII-VIII

La documentazione ufficiale attesta la distruzione di una casa con palmento e il danneggiamento di una cisterna (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

PisanoCT37.663615.1094VII-VIII

Il terremoto fu molto forte e fece crollare parzialmente 6 case. Gravi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 50 edifici, mentre in 80 case si osservarono fenditure e lesioni di lieve entità (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Zafferana Etnea.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

PrainoCT37.730315.1267VII-VIII

La scossa fu molto forte; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di 3 fabbricati ad uso rurale di muretti paraterra e di cinta (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Sant’Alfio.

Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.

TimoneCT37.635815.1506VII-VIII

In un recente studio l’intensità della scossa è stata valutata di VII-VIII grado MCS (1).

(1)
Patané G. e Imposa S.
The Linera earthquake of May 8, 1914, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.120-121.
Roma 1985

TropeaCT37.621715.12VII-VIII

La scossa fu molto forte; la documentazione ufficiale attestò la distruzione nelle contrade limitrofe del Lavinaio e di Tropea di muri paraterra e di cinta e di un palmento (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del Comune di Aci Sant’Antonio.

Acqua BongiardoCT37.688915.1286VII

La scossa fu molto forte; secondo la documentazione della Commissione nominata dal Sottoprefetto di Acireale, le famiglie indigenti danneggiate in varia misura furono 20; tutte usufruirono di sussidi (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

CastelluccioCT37.641415.1522VII

La scossa fu molto forte: i danneggiati poveri risultarono essere 5 con un danno medio stimato di 140 lire (1). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 6 (2).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

CervoCT37.625315.1678VII

La scossa fu molto forte; la documentazione ufficiale attestò la distruzione completa dei muretti paraterra e di cinta (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

FaggioCT37.690815.1531VII

Su commissione dell’Ufficio Centrale di Meteorologia e Geodinamica Martinelli stilò un rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna e collocò questa località fra quelle dove si verificarono la caduta di molti muri a secco e gravi lesioni nelle case (1).

(1)
Martinelli G.
Rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna, in "Bollettino Ufficiale del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio", a.13, vol.2, s.B, fasc.1 (luglio 1914), pp.3-7.
Roma 1914

FiandacaCT37.636715.1322VII

Secondo la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, le scosse del 7 e 8 maggio produssero gravi lesioni in 10 edifici, mentre in 20 case si osservarono fenditure e lesioni di lieve entità. La piccola chiesa della Beata Vergine delle Grazie fu seriamente danneggiata e resa pericolante (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

MonacellaCT37.704715.1283VII

La scossa fu molto forte; secondo la documentazione ufficiale, i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono 18 (1). Su parere della Commissione nominata dal Sottoprefetto di Acireale, nelle contrade di Dagala e Monacella furono proposti sussidi di prima categoria per 34 danneggiati, di seconda categoria per 12 e di terza categoria per 8. Successivamente la Commissione aggiornò l’elenco dei danneggiati aggiungendovi 40 nominativi, 34 di questi residenti a Dagala, per 20 dei quali venne stabilito un sussidio di prima categoria, a 9 spettò quello di seconda e a 5 il sussidio di terza categoria. Dei 6 danneggiati di Monacella, 2 usufruirono del sussidio di prima categoria e 4 di quello di seconda (2). Per 13 abitanti di Monacella, in considerazione dei danni provocati dal terremoto e della loro condizione sociale, fu proposta dalla Commissione una integrazione ai sussidi già concessi (3).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Acireale e Giarre, Proposte dei Comitati locali per la distribuzione dei sussidi agli omessi.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Elenco dei danneggiati poveri delle frazioni Dagala e Monacella in conseguenza del terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 4 settembre 1914.
1914

San CosmoCT37.629415.1633VII

Il terremoto fu molto forte e produsse gravi lesioni, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 15 edifici, mentre in 30 case si osservarono fenditure e lesioni di lieve entità. Lesioni e crolli si verificarono anche nei muretti a secco paraterra; secondo Venturino Sabatini gli effetti di danneggiamento osservati nella località furono dovuti alle scosse del 7 e dell’8 maggio 1914 (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

Santa TeclaCT37.636715.1756VII

La scossa fu rovinosa; la documentazione ufficiale attestò la distruzione di 3 case (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Santa VenerinaCT37.686415.1392VII

La scossa si manifestò molto forte aprendo numerose lesioni nelle compagini murarie di 100 case. Lievi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, nelle altre 440 case del centro abitato. Crollarono numerosi muri paraterra e di cinta, successive perizie ufficiali segnalarono la distruzione di una casa e della annessa cisterna, la chiesa del Sacro Cuore ed il suo campanile, ultimate da appena una decina d’anni all’epoca del terremoto, furono gravemente lesionati in alcune loro parti (1). I danneggiati poveri risultarono essere 48 con un danno medio stimato in lire 379 (2). I danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 58 (3).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Acireale.

Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
(3)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

ScacchieriCT37.661115.1103VII

Su commissione dell’Ufficio Centrale di Meteorologia e Geodinamica Martinelli stilò un rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna e collocò questa località fra quelle dove si verificarono la caduta di molti muri a secco e gravi lesioni nelle case (1).

(1)
Martinelli G.
Rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna, in "Bollettino Ufficiale del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio", a.13, vol.2, s.B, fasc.1 (luglio 1914), pp.3-7.
Roma 1914

ScuraCT37.663315.1622VII

La scossa fu molto forte; i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 5 (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915

SorboCT37.655615.1611VII

La scossa fu molto forte; i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 2 (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915

Altarello di PitazziCT37.6515.1581VI-VII

La scossa fu molto forte; i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 3 (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915

CutuliCT37.698315.1722VI-VII

Il terremoto fu molto forte; nel settembre 1914, tra i beneficiari della seconda distribuzione di sussidi ai danneggiati comparvero 5 abitanti della località con danni classificati, dalla documentazione ufficiale, da poco gravi ad alquanto gravi (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Elenco dei danneggiati poveri delle frazioni Dagala e Monacella in conseguenza del terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 4 settembre 1914.
1914

Madonna di LoretoCT37.628615.1567VI-VII

La scossa causò l’apertura di numerose gravi lesioni nelle compagini murarie di 3 case; lesioni più leggere furono riscontrate, secondo la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, nelle altre 10 case del centro abitato (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

ManganoCT37.677515.1719VI-VII

La scossa fu molto forte; i danneggiati poveri, secondo quanto riportò la documentazione ufficiale, risultarono essere 7 con un danno medio stimato di 243 lire (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

Piano ApiCT37.627815.1439VI-VII

Gli effetti di danneggiamento rilevati da Venturino Sabatini furono dovuti all’azione cumulativa delle scosse del 7 e dell’8 maggio 1914 (1); i danneggiati ai quali venne concesso un sussidio furono, secondo la documentazione ufficiale, 2 (2).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
(2)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Martinelli G.
Rapporto preliminare sul terremoto del versante orientale dell’Etna, in "Bollettino Ufficiale del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio", a.13, vol.2, s.B, fasc.1 (luglio 1914), pp.3-7.
Roma 1914

San LeonardelloCT37.688315.1719VI-VII

Il terremoto fu molto forte e provocò, secondo le perizie ufficiali, la distruzione di muretti paraterra e di cinta dei vigneti (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Giarre.

San MicheleCT37.693115.1372VI-VII

La scossa fu molto forte; per 8 abitanti, in considerazione dei danni provocati dal terremoto e della loro condizione sociale, fu proposta dalla Commissione una integrazione ai sussidi già concessi (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Acireale e Giarre, Proposte dei Comitati locali per la distribuzione dei sussidi agli omessi.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Elenco dei danneggiati poveri delle frazioni Dagala e Monacella in conseguenza del terremoto dell’8 maggio 1914, Giarre 4 settembre 1914.
1914

ZaccanazzoCT37.646415.1392VI-VII

La scossa fu molto forte; i danneggiati poveri, secondo la documentazione ufficiale, risultarono essere 4 con un danno medio stimato di 100 lire (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Danneggiati bisognosi delle borgate Carico, Mortara, S.Maria Ammalati, Zarbati, Pennisi, Guardia Mangano, Acireale 7 agosto 1914.
1914
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

Zafferana EtneaCT37.692215.1044VI-VII

Il terremoto fu molto forte; secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania nel centro abitato gli edifici fortemente lesionati furono 10, quelli nei quali si rilevarono lesioni lievi 100. La documentazione ufficiale riportò il numero di 169 danneggiati dei quali 118 furono ammessi al godimento di un sussidio (1). La chiesa Madre subì gravi danni e fu resa inagibile, il palazzo Municipale fu, secondo la stampa dell’epoca e le osservazioni scientifiche, grandemente lesionato (2).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comuni di Zafferana Etnea e Giarre, Relazione del lavoro compiuto dal 27 Maggio 1914 dalla Commissione nominata dal Sig. Sottoprefetto di Acireale per l’accertamento dei danni subiti dalle famiglie povere, Giarre 27-29 agosto 1914.
1914
(2)
L’Ora, 1914.05.12/13, a.15, n.132.
Palermo 1914
Toscano Deodati A.
Il cardinale Giuseppe Francica Nava arcivescovo di Catania, Biografia.
Milano 1962
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Municipio di Zafferana Etnea, Inscrizioni avvisi possesso stabili danneggiati terremoto 8 maggio 1914, Zafferana Etnea 1934.
1934

CancelliereCT37.699215.1164VI

Secondo quanto attesta la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, la scossa causò lievi lesioni in 30 case (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914
Archivio di Stato di Catania, Prefettura, serie I (Affari generali), inventario 43 (1915-43), b.27, Richieste di contributo per danni terremoto 1914, Certificati previsti dagli art.31 e 33 regolamento 6 gennaio 1916 n.140, riguardanti alcuni edifici del comune di Zafferana Etnea.

Cerza SpirdoCT37.713615.1489VI

Il terremoto fu molto forte; secondo la documentazione ufficiale venne concesso un solo danneggiato beneficiò di un sussidio (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Lettera del comandante la stazione carabinieri di Santa Venerina al sottoprefetto di Acireale relativa alla trasmissione di dati riguardanti i danneggiati dal terremoto dell’8 maggio 1914, Santa Venerina 27 gennaio 1915.
1915
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Giarre, Frazioni Dagala e Monacella, Registro dei sussidi da corrispondere ai danneggiati del terremoto 8 maggio 1914, II.a distribuzione, Giarre 15 marzo 1915.
1915

FleriCT37.655615.0969VI

La scossa si manifestò forte aprendo numerose lesioni nelle compagini murarie di 5 case. Lievi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 60 edifici. La chiesa del paese fu gravemente danneggiata e resa inagibile (1).

(1)
Toscano Deodati A.
Il cardinale Giuseppe Francica Nava arcivescovo di Catania, Biografia.
Milano 1962
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

MacchiaCT37.718915.1664VI

La scossa provocò qualche danno: secondo la documentazione ufficiale un danneggiato venne sussidiato (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Elenco dei sussidi urgenti corrisposti ai danneggiati e Registro generale dei sussidi ordinari pagati ai danneggiati nella distribuzione di agosto-settembre 1914.
1914

Santa Maria la ScalaCT37.617215.1725VI

La scossa fu forte; ad un solo danneggiato, secondo la documentazione ufficiale, venne concesso un sussidio (1).

(1)
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell’Interno, Direzione generale dell’amministrazione civile, Terremoti, el.4, b.44, fasc.25000.14 (1914-15), Terremoto 8 maggio 1914 ­ Rendiconto generale oblazioni Prefettura di Catania, Comune di Acireale, Registro dei sussidî da corrispondersi ai danneggiati dal terremoto 8 Maggio 1914, II.a distribuzione.
1915

SarroCT37.679215.1028VI

La scossa si manifestò forte, lievi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 20 case (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

StazzoCT37.6515.19VI

La scossa si manifestò forte, lievi lesioni furono riscontrate, secondo quanto attestò la perizia ufficiale del Genio Civile di Catania, in 5 edifici (1).

(1)
Sabatini V.
Note sul terremoto di Linera dell’8 maggio 1914, in "Bollettino del Regio Comitato Geologico d’Italia", vol.44, fasc.3, pp.3-52.
Roma 1914

Aci Sant’AntonioCT37.605615.1261V-VI

La scossa forte fu avvertita ma non provocò danni di rilievo (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914

AcirealeCT37.612515.1658V

La scossa fu avvertita con forza e provocò molto panico tra gli abitanti che in gran parte abbandonarono le abitazioni (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.09, n.124.
Catania 1914

Aci TrezzaCT37.562515.1611V

La scossa dell’8 maggio 1914 fu forte (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

CataniaCT37.501715.0872V

La scossa fu avvertita con forza e provocò grande panico tra la popolazione che si riversò nelle strade (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.09, n.124.
Catania 1914

GiarreCT37.723915.1808V

La scossa dell’8 maggio 1914 fu forte (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

LinguaglossaCT37.841715.1392V

Il terremoto fu abbastanza forte, provocò spavento nella popolazione che fuggì all’aperto (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.09, n.124.
Catania 1914

MalettoCT37.827514.8658V

La scossa dell’8 maggio 1914 fu abbastanza forte (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

NicolosiCT37.613615.0256V

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu abbastanza forte (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

Piedimonte EtneoCT37.806715.1767V

Il terremoto fu abbastanza forte ed avvertito con panico dalla popolazione (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.10, n.125.
Catania 1914

RandazzoCT37.876714.9478V

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu avvertito fortemente (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

RipostoCT37.730815.2025V

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu abbastanza forte ma non produsse danni (1).

(1)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935

San Giovanni la PuntaCT37.578915.0942V

La scossa fu abbastanza forte e provocò molto panico tra gli abitanti (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914

San Gregorio di CataniaCT37.565315.1103V

La scossa fu abbastanza forte e provocò molto panico tra gli abitanti (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914

Sant’Agata li BattiatiCT37.556415.0814V

La scossa fu abbastanza forte e provocò molto panico tra gli abitanti (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914

TrecastagniCT37.614415.0811V

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu abbastanza forte ma non produsse danni (1).

(1)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935

Tremestieri EtneoCT37.57515.0728V

La scossa fu abbastanza forte e provocò molto panico tra gli abitanti (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914

ValverdeCT37.578915.1244V

La scossa fu abbastanza forte e provocò molto panico tra gli abitanti (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.11, n.126.
Catania 1914

ViagrandeCT37.609715.0975V

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu forte (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

BelpassoCT37.589714.9789IV

La scossa dell’8 maggio fu di mediocre intensità (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

Castello ManiaceCT37.858114.8183III

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu avvertito leggermente (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

TaorminaME37.851415.2858III

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu avvertito leggermente (1).

(1)
Cavasino A.
I terremoti d’Italia nel trentacinquennio 1899-1933, in "Memorie del Regio Ufficio Centrale di Meteorologia e Geofisica", s.III, appendice al vol.4.
Roma 1935

BiancavillaCT37.643114.8664II

Il terremoto dell’8 maggio 1914 fu leggerissimo (1).

(1)
Platania G.
Sul periodo sismico del maggio 1914 nella regione orientale dell’Etna, in "Rendiconti e memorie della Regia Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti", s.III, vol.7-8 (1912-1915), pp.105-122.
Acireale 1916

MessinaME38.186915.5492NF

Secondo le notizie comparse sulla stampa la scossa non fu avvertita (1).

(1)
Corriere di Catania, 1914.05.09, n.124.
Catania 1914

Fossa dell’AcquaCT37.620615.1411EE

La TimpaCT37.636715.1669EE