Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
12 02 185417:5039.2516.3b10108904206.2!CosentinoItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1854 02 12 17 50 -- 39.25 16.30 0.0 10.0 0 420 Cosentino


The revision was based on 420 accounts:
The results are summarized by 120 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1854 02 12 17:50 39.25 16.30 10.0 10.0 89 413 Cosentino
PFG 1854 02 11 18:- 39.30 16.25 9.0 - - - Cosenza


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

È stata revisionata la bibliografia del Catalogo ed è stata sviluppata una approfondita ricerca archivistica e bibliografica. La ricerca di documentazione pubblica ha riguardato sia l’amministrazione centrale, sia quella locale. Presso l’Archivio di Stato di Napoli (Ministero dell’Interno) è stato reperito un nucleo di documenti, fra i quali sono conservate le relazioni delle visite effettuate personalmente dall’intendente di Calabria Citeriore nei comuni danneggiati e gli atti relativi ai provvedimenti emanati dal governo centrale. Presso l’Archivio di Stato di Cosenza è stato vagliato il fondo dell’Intendenza di Calabria Citeriore; in diverse serie (Amministrazioni Comunali, Affari ecclesiastici, Opere di conto provinciale, Opere pubbliche comunali) sono stati analizzati oltre 150 documenti riguardanti, in particolare, i danni subiti dagli edifici pubblici e di culto, nonché il carteggio fra l’intendente e i sindaci dei comuni danneggiati. Sono stati, inoltre, esaminati gli atti conservati nell’Archivio comunale di Cosenza; in particolare, i verbali di attività della "Commissione temporanea" incaricata di verificare la stabilità degli edifici danneggiati. È stata anche utilizzata la documentazione dell’Archivio diocesano di Cosenza, in cui si conservano varie relazioni sullo stato del patrimonio ecclesiastico (chiese e conventi), che hanno consentito di integrare e ampliare il quadro complessivo degli effetti. All’analisi del quadro istituzionale e amministrativo si è aggiunto il contributo bibliografico, costituito da numerose opere memorialistiche e di storiografia locale, fra le quali va segnalata la dettagliata memoria di Scaglione (1855) (1) ricca di informazioni sull’entità dei danni e sugli effetti ambientali causati dal terremoto. Sono state, infine, utilizzate le notizie riportate dalla stampa periodica del tempo (7 testate).

Note

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Effects in the social context

A parte Cosenza, che all’epoca aveva poco meno di 14.000 abitanti, la dimensione demografica dei comuni colpiti era compresa tra i 1.000 e i 4.000 abitanti; complessivamente il terremoto causò circa 500 vittime. La zona era caratterizzata da un’economia prevalentemente agricola basata su metodi di coltivazione scarsamente produttivi. L’impossibilità di continuare a utilizzare le terre degli usi civici tendeva ad abbassare ulteriormente il livello di vita di braccianti e piccoli proprietari. Il terremoto si inserì nel contesto socio-economico peggiorando il già precario livello di vita. In tutta la Calabria, i trasporti erano molto difficoltosi e venivano effettuati quasi esclusivamente a dorso di mulo; la sola strada percorribile dai carri era la Napoli-Reggio Calabria: questo elemento ostacolò notevolmente gli interventi di soccorso e rese molto lenta la fase della ricostruzione.

Demography elements

Una fonte istituzionale (1) indica il numero degli abitanti di 28 comuni danneggiati: Cosenza 13.891; Donnici 1.496; Pietrafitta (coi "rioni" Sant’Ippolito e Torzano) 2.053 (603, 654); Piane Crati 807; Figline Vegliaturo 1.027; Spezzano Grande 2.628; Trenta 1.588; Pedace 2.535; Celico 2.719; Zumpano 1.117; Lappano 1.295; Castiglione Cosentino 1.129; San Pietro in Guarano 2.675; San Vincenzo col suo "rione" San Sisto dei Valdesi 2.143; Rende 4.718; San Fili col suo "rione" Bucita 4.330; Marano Marchesato 2.988; Cerisano 2.120; Mendicino 3.986; Marano Principato 1.218; Castelfranco (l’attuale Castrolibero) 1.561; Dipignano coi suoi "rioni" Laurignano e Tessano 3.826; Paterno Calabro 2.606; Carolei 2.409; Rogliano 4.939; Altilia 1.090; Scigliano 4.270; Carpanzano 1.880.

Note

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.

Elements of the local buildings

Nei centri del Vallo Cosentino prevaleva una tipologia insediativa caratterizzata dalla presenza della casa unifamiliare a due piani, che diventavano tre nelle zone montuose.

Administrative historical affiliations

All’epoca del terremoto, la Calabria faceva parte del Regno delle Due Sicilie. La monarchia borbonica, restaurata nel 1815 dopo un decennio di dominazione francese, conservò nel complesso i cambiamenti introdotti nell’amministrazione dal regime napoleonico e mantenne sostanzialmente in vita la nuova organizzazione piramidale dello stato su base censitaria.
La Calabria era amministrativamente divisa in tre province. La provincia di Calabria Citeriore, capoluogo Cosenza, era ripartita in 4 distretti e 43 circondari: distretto di Cosenza (circondari di Cosenza, Cerisano, Dipignano, Rogliano, Grimaldi, Scigliano, San Giovanni in Fiore, Aprigliano, Spezzano Grande, Celico, Rose, Luzzi, Acri, Bisignano, Rende, San Marco Argentano, Cerzeto, Montalto Uffugo); distretto di Castrovillari (circondari di Castrovillari, Morano Calabro, Mormanno, San Sosti, Lungro, Spezzano Albanese, Cassano allo Ionio, Cerchiara di Calabria, Amendolara, Oriolo); distretto di Rossano (circondari di Rossano, Cropalati, Longobucco, Cariati, Campana, Corigliano Calabro, San Demetrio Corone); distretto di Paola (circondari di Paola, Cetraro, Belvedere Marittimo, Verbicaro, Scalea, Fiumefreddo Bruzio, Amantea, Aiello Calabro).

Institutional and administrative response

L’Intendente di Cosenza si recò personalmente nei paesi più colpiti per redigere al Ministro relazioni il più dettagliate possibile. La risposta del governo fu limitata alla costruzione di baracche e alla erogazione di sussidi in denaro.
Dal punto di vista della tempestività degli interventi di soccorso occorre tenere in considerazione la pessima condizione in cui si trovavano le vie di comunicazione in tutta la regione nella quale esisteva solo la Napoli-Reggio Calabria utilizzabile dai carri e, comunque, l’intero tragitto era percorribile mediamente in 13-15 giorni. Per ciò che concerneva i mezzi di comunicazione a Cosenza fu costruita solo nel 1844 una stazione telegrafica con un sistema di trasmissione ottica e solo nel 1852 fu inaugurata la linea telegrafica elettromagnetica. La complessiva arretratezza della regione e la generale crisi politica ed economica del Regno Borbonico limitò gli interventi per la ricostruzione alle esenzioni fiscali.

Reconstructions and relocations

Nelle relazioni dell’Intendente al Ministro il rappresentante del governo in Cosenza suggerisce di prendere in considerazione l’ipotesi di uno spostamento a valle per i siti di Donnici e Castiglione Cosentino da (1).
La spontanea ricerca di spazi più sicuri indusse gli abitanti di Cosenza ad espandere la città verso la parte pianeggiante, nonostante l’aria considerata poco sana e il pericolo delle alluvioni del Crati e del Busento.

Note

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Castiglione Cosentino, San Pietro in Guarano, Lappano e Zumpano danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 11 maggio 1854.

Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa alla proposta di cambiamento di sito per la ricostruzione del Comune di Donnici danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 26 maggio 1854.

Technical/scientific surveys

Numerose furono le perizie redatte dai membri della Commissione edilizia temporanea incaricata di verificare le condizioni degli edifici (1).
Numerose le descrizioni dei lavori eseguiti redatte dal Corpo degli Ingegneri di Acque e Strade (corrispondente all’odierno Genio Civile): Palazzo dei Tribunali e carcere (2), caserma di Santa Teresa (3), albergo di Ritorto (4), chiesa di Santa Maria del Carmine (5), ospedale di Sant’Agostino (6), palazzo dell’Intendenza (7).
Sui lavori eseguiti al carcere di Paola vi sono relazioni redatte dal Corpo degli Ingegneri di Acque e Strade (corrispondente all’odierno Genio Civile) (8); le perizie sulle riparazioni alla chiesa di San Nicola di Dipignano (9), alla chiesa parrocchiale di Donnici Superiore (10), al campanile e alla chiesa Madre di Rende (11) sono state presentate dai "periti muratori" insieme alle locali autorità ecclesiastiche.

Note

(1)
Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbali di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativi alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 26 febbraio 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbali di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativi alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 22 febbraio 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 febbraio 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 28 febbraio 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 3 marzo 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 7 marzo 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 8 marzo 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 13 marzo 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 20 febbraio 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore Presidente del Consiglio Generale degli Ospizj al Sindaco relativa alla richiesta del Priore della Congregazione di Santa Maria del Suffragio di demolizione di alcuni edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 8 marzo 1854.

Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 febbraio 1854.

(2)
Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.13, fasc.153 bis (1846-1860), Verbale dei lavori di restauro necessari nell’edificio delle Carceri Centrali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dagli ingegneri G.Banchieri e A.Zecca, Cosenza 19 agosto 1857.

(3)
Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.41, fasc.25g (1836-1840), Stato stimativo dei lavori di restaurazione dell’Edifizio della Caserma di S.Teresa [di Cosenza] [...] pei gravi danni cagionati dal tremuoto dei 12 Febbrajo corrente anno, redatto dall’ingegnere L.Conte, Cosenza 18 aprile 1854.

Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.44, fasc.26i (1836-1859), Misura dei lavori eseguiti in grado di massima urgenza nell’edificio della Caserma di S.Teresa, in Cosenza, in conseguenza del tremuoto della sera del dì 12 Febbrajo 1854, Cosenza 10 aprile 1854.

(4)
Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.25, fasc.296 (1856-1857), Misura finale de’ lavori eseguiti [...] per restaurare lo Edificio Provinciale di Ritorto [detto Tavernanova], danneggiato dal Tremuoto de’ 12 Febbrajo 1854, redatto dall’ingegnere A.Zecca, Cosenza 3 settembre 1856.

(5)
Archivio di Stato di Cosenza, Consiglio generale degli ospizi, Affari speciali, b.20, fasc.437 (1854), Progetto dei lavori di restaurazione per la chiesa di S.Maria del Carmine di Cosenza [danneggiata dal] Tremuoto del 12 Febraio 1854, redatto dall’architetto G.Paterno, Cosenza 6 novembre 1854.

(6)
Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.49, fasc.29 (1855-1861), Verbale dei lavori di restauro necessari nell’edificio dell’Ospedale e Carcere di S.Agostino di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dagli ingegneri G.Banchieri e A.Zecca, Cosenza 21 agosto 1857.

(7)
Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.376 (1854-55), Scandaglio dei lavori di restauro eseguiti nel Palazzo dell’Intendenza, danneggiato dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854 e precisamente nei locali destinati per officina di Beneficenza, Consiglio d’Intendenza, Consiglio degli Ospizii, e tutte le altre località addetti per Segreteria dell’Intendenza, redatto dall’ingegnere L.Conte, Cosenza 20 luglio 1855.

Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.55, fasc.6 (1853-1855), Misura finale di lavori urgenti eseguiti ad ordine [...] in seguito del tremuoto della sera del 12 Febbrajo 1854, tanto per la demolizione delle parti crollanti ed altro del Palazzo d’Intendenza, che per la costruzione di due baracche a legname, redatta dall’ingegnere F.Primicerio, Cosenza 7 aprile 1854.

(8)
Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Stimativa dei lavori da eseguirsi nel carcere Distrettuale di Paola [danneggiato dal terremoto del 12 febbraio], redatta dall’ingegnere L.Conte, Cosenza 9 settembre 1854.

Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Misura finale dei lavori eseguiti nel Carcere Distrettuale di Paola [danneggiato dal terremoto del 12 febbraio] giusta il verbale di urgenza dei 26 Luglio 1854, redatta dall’ingegnere F.De Sena, Paola 20 marzo 1855.

Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Verbale di verificazione di diversi lavori urgenti d’eseguirsi nel carcere Distrettuale [di Paola], onde rimettere i danneggiamenti avvenuti per effetto del terremoto nella sera del 12 Febbrajo e seguenti; nonché per vieppiù assicurare la custodia dei detenuti ivi rinchiusi, redatto dall’ingegnere L.Conte, Paola 26 luglio 1854.

(9)
Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Perizia della spesa occorrente per la ricostruzione del Campanile della V.le chiesa sotto il titolo di S.Nicola dei Viziosi [di Doviziosi] del comune di Dipignano demolito dal tremuoto del 12 febbrajo 1854, redatta dal perito F.Matragrano, Dipignano 1 settembre 1859.

(10)
Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Perizia [per la ricostruzione] della chiesa parrocchiale di Donnici Superiori danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatta dal perito L.Celestino, Donnici Superiore 16 aprile 1860.

(11)
Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Rende, Perizia per la ricostruzione del campanile della chiesa parrocchiale danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatta dal perito A.Colajanni, Rende 1 novembre 1858.

Major earthquake effects

Il terremoto avvenne alle ore 1:00 italiane (17:50 GMT ca.) e danneggiò gravemente la città di Cosenza e una cinquantina di paesi e villaggi della provincia. Gli effetti più distruttivi avvennero nei centri dell’alta valle del Crati: a Donnici Inferiore, Donnici Superiore e Sant’Ippolito quasi tutti gli edifici crollarono; crolli estesi a gran parte delle abitazioni si verificarono ad Arcavacata, Laurignano, Paterno Calabro, Rende, Tessano e Torzano (l’attuale Borgo Partenope). A Cosenza poche case crollarono interamente, moltissime furono gravemente danneggiate da crolli parziali, le rimanenti furono lesionate. Notevoli danni subirono anche gli edifici pubblici (palazzo dell’Intendenza, palazzo dei Tribunali, ospedali, caserme) e quasi tutti gli edifici religiosi. Gran parte dei danni riguardarono inclinazioni delle murature, crolli e sconnessioni delle pareti interne, slegamento dei tetti, caduta di volte, soffitti e pavimenti, che resero inabitabili anche gli edifici che dall’esterno sembravano avere subito pochi danni. In altre 30 località circa, compresi alcuni centri del litorale tirrenico, furono rilevati danni più leggeri. A sud dell’area dei massimi effetti il terremoto fu avvertito fortemente fino a Catanzaro, dove causò leggere lesioni in alcuni edifici, e leggermente a Monteleone (Vibo Valentia), Reggio Calabria e Messina; verso nord la scossa fu sentita fino a Napoli.

Effects on the environment

In tutta l’area in cui il terremoto causò gli effetti più gravi (in particolare a Sant’Ippolito, Rende, Cosenza, Dipignano, Carolei, Paterno Calabro) si aprirono grandi e profonde fenditure nel terreno e si verificarono smottamenti e frane. La frequenza delle notizie relative a fenomeni franosi o di distacco lascia supporre che la violenza della scossa innescò e accelerò estese manifestazioni di instabilità dei versanti, dovute alle intense e continue piogge che caratterizzarono i due mesi precedenti il terremoto. A Cerisano da una fenditura fuoriuscirono esalazioni sulfuree; nei pressi di San Fili furono osservati fenomeni di liquefazione del suolo.

Sequence of the earthquake

La scossa principale e distruttiva avvenne alle 17:50 GMT del 12 febbraio con una durata di circa 7-8 secondi. Le repliche furono numerose: le più intense si verificarono il 13 febbraio, 1 marzo, 16 marzo, 19 marzo, 31 marzo, 4 aprile, 29 maggio, 9 settembre, 2 novembre e 29 gennaio 1855.

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
Amato G.Crono-istoria di Corigliano Calabro (ristampa anastatica, Cosenza 1973).Historiographical study1884Corigliano Calabro
Andreotti D.Storia dei Cosentini, 3 voll.Historiographical study1874Napoli
Anelli A. e Savaglio A.Storia di Castrolibero e Marano.Historiographical study1989Cosenza
*Archivio della Provincia di Cosenza, Opere pubbliche, Caserma di S.a Teresa, Misura finale de’ lavori di restaurazioni, eseguiti [...] nella detta Caserma, danneggiata dal tremuoto del 12 Febbraio 1854, giusta il verbale di urgenza del dì 20 gennaio 1855, Cosenza 16 giugno 1860.Direct source1860
*Archivio di Stato di Cosenza, Consiglio generale degli ospizi, Affari speciali, b.20, fasc.437 (1854), Lettera del cappellano dell’Ospedale Civile di Cosenza all’Intendente presidente del Consiglio generale degli ospizi relativa alla conservazione del quadro della Vergine del Carmelo in attesa del restauro della chiesa del Carmine danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 15 agosto 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Consiglio generale degli ospizi, Affari speciali, b.20, fasc.437 (1854), Progetto dei lavori di restaurazione per la chiesa di S.Maria del Carmine di Cosenza [danneggiata dal] Tremuoto del 12 Febraio 1854, redatto dall’architetto G.Paterno, Cosenza 6 novembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.13, fasc.153 bis (1846-1860), Verbale dei lavori di restauro necessari nell’edificio delle Carceri Centrali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dagli ingegneri G.Banchieri e A.Zecca, Cosenza 19 agosto 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.25, fasc.295 (1856-1857), Carteggio fra l’Intendente e l’Ingegnere Direttore delle Opere pubbliche provinciali relativo al contratto di locazione dell’albergo di Ritorto restaurato dai danni del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 16 dicembre 1856-28 dicembre 1857.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.25, fasc.296 (1856-1857), Misura finale de’ lavori eseguiti [...] per restaurare lo Edificio Provinciale di Ritorto [detto Tavernanova], danneggiato dal Tremuoto de’ 12 Febbrajo 1854, redatto dall’ingegnere A.Zecca, Cosenza 3 settembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.41, fasc.25g (1836-1840), Stato stimativo dei lavori di restaurazione dell’Edifizio della Caserma di S.Teresa [di Cosenza] [...] pei gravi danni cagionati dal tremuoto dei 12 Febbrajo corrente anno, redatto dall’ingegnere L.Conte, Cosenza 18 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.44, fasc.26i (1836-1859), Misura dei lavori eseguiti in grado di massima urgenza nell’edificio della Caserma di S.Teresa, in Cosenza, in conseguenza del tremuoto della sera del dì 12 Febbrajo 1854, Cosenza 10 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.44, fasc.26i (1836-1859), Misura finale de’ lavori urgentissimi eseguiti ad ordine [...] per la costruzione di una baracca a legname pel Consiglio di Ricezione e della Intendenza, nonché per l’udienza del S.r Intendente della Provincia, atteso la catastrofe della sera del 12 Febbrajo ultimo e seguenti, redatto dall’ingegnere F.Primicerio, Cosenza 8 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.49, fasc.29 (1855-1861), Verbale dei lavori di restauro necessari nell’edificio dell’Ospedale e Carcere di S.Agostino di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dagli ingegneri G.Banchieri e A.Zecca, Cosenza 21 agosto 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.49, fasc.31 (1855-1861), Misura dei lavori eseguiti [...] per la giornaliera manutenzione nello Edificio Provinciale del Palazzo dei Tribunali e Carcere Centrale [di Cosenza dal gennaio 1854 al settembre 1857], redatto dall’ingegnere G.Banchieri, Cosenza 4 marzo 1858.Direct source1858
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.49, fasc.33 (1855-1861), Misura finale dei lavori di restauro eseguiti [...] in linea di urgenza nel suddetto [Ospedale di S.Agostino di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854] giusta il verbale del dì 11 novembre 1854, redatto dagli ingegneri C.Ponzo e A.Zecca, Cosenza 28 marzo 1859.Direct source1859
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Lettera della Direzione Generale di Ponti e Strade all’ingegnere provinciale V.Todari relativa all’approvazione del verbale dei lavori urgenti necessari all’edificio del Carcere distrettuale di Paola danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 12 agosto 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Verbale di verificazione di diversi lavori urgenti d’eseguirsi nel carcere Distrettuale [di Paola], onde rimettere i danneggiamenti avvenuti per effetto del terremoto nella sera del 12 Febbrajo e seguenti; nonché per vieppiù assicurare la custodia dei detenuti ivi rinchiusi, redatto dall’ingegnere L.Conte, Paola 26 luglio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Misura finale dei lavori eseguiti nel Carcere Distrettuale di Paola [danneggiato dal terremoto del 12 febbraio] giusta il verbale di urgenza dei 26 Luglio 1854, redatta dall’ingegnere F.De Sena, Paola 20 marzo 1855.Direct source
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Stimativa dei lavori da eseguirsi nel carcere Distrettuale di Paola [danneggiato dal terremoto del 12 febbraio], redatta dall’ingegnere L.Conte, Cosenza 9 settembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Lettera dell’Intendente all’Ingegnere Direttore delle Opere pubbliche provinciali relativa alla valutazione dei materiali impiegati nei lavori eseguiti nell’edificio del Carcere distrettuale di Paola danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 26 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Carteggio amministrativo relativo ai lavori di restauro dell’edificio del Carcere distrettuale di Paola danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza-Napoli 1854-1857.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Misura finale de’ lavori urgenti eseguiti nel carcere Distrettuale di Paola [danneggiato dal terremoto del 12 febbraio] per la costruzione di un muro onde rinforzare il criminale che minacciava di evasione, redatto dall’architetto A.Rocca, Paola 1 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Verbale di consegnazione dei lavori eseguiti nell’edificio del Carcere distrettuale di Paola danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dall’ingegnere F.De Sena, Paola 20 marzo 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.51, fasc.12 (1822-1861), Lettera dell’Intendente all’Ingegnere Direttore delle Opere pubbliche provinciali relativa ai lavori di restauro all’edificio del Carcere distrettuale di Paola danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 2 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.55, fasc.6 (1853-1855), Misura finale di lavori urgenti eseguiti ad ordine [...] in seguito del tremuoto della sera del 12 Febbrajo 1854, tanto per la demolizione delle parti crollanti ed altro del Palazzo d’Intendenza, che per la costruzione di due baracche a legname, redatta dall’ingegnere F.Primicerio, Cosenza 7 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.56, fasc.7 (1853-1855), Lettera del Comandante le Armi della provincia all’Ingegnere Direttore delle Opere pubbliche provinciali relativa alla verifica dello stato dell’Ospedale Militare di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.56, fasc.7 (1853-1855), Relazione all’Intendente sullo stato della chiesa del Vescovato di Cosenza danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 2 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Corpo degli ingegneri di acque e strade, b.56, fasc.7 (1853-1855), Lettera dell’Intendente all’Ingegnere Direttore delle Opere pubbliche provinciali relativa alla scelta del luogo in cui costruire baracche o case baraccate per gli abitanti di Cosenza danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 5 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.21 (1856-57), Lettera del parroco della chiesa di Santa Domenica di Aprigliano all’Intendente relativa all’inclusione della chiesa nell’elenco di quelle danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Aprigliano 24 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.21 (1856-57), Relazione del sindaco di Spezzano Grande [Spezzano della Sila] all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Spezzano della Sila 23 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.22 (1856-57), Relazione del sindaco di Marano Principato all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Marano Principato 27 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Certificato delle spese sostenute per i lavori di restauro della chiesa parrocchiale di Marano Principato danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dalla Commissione comunale per i danni, Marano Principato 26 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Relazione del sindaco di Marano Marchesato all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Marano Marchesato 28 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Notamento delle chiese che sono [bisognevoli di restauri], pei danni del tremuoto del 12 Feb[bra]io 1854, Cosenza s.d.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Certificato delle spese sostenute per i lavori di restauro della chiesa parrocchiale di Minnito danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dalla Commissione comunale per i danni di Celico, Celico 23 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Certificato delle spese sostenute per i lavori di restauro della chiesa parrocchiale di Marano Marchesato danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dalla Commissione comunale per i danni, Marano Marchesato 27 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.1, Estratto del Real Rescritto del 14 ottobre 1859 relativo alle risoluzioni prese dal Consiglio Provinciale sulla ricostruzione della chiesa di S.Francesco a Cosenza danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 20 ottobre 1859.Direct source1859
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.1, Lettera dell’Arcivescovo di Cosenza all’Intendente relativa agli stanziamenti per il restauro delle chiese danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 3 gennaio 1859.Direct source1859
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa all’approvazione dello stanziamento di fondi per il restauro del Convento dei Riformati di Rose danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 5 gennaio 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati di Rose danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 28 ottobre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Deliberazione del Consiglio d’Intendenza relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati di Rose danneggiato dal terremoto del 1854, Cosenza 16 novembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Lettera del Sindaco di Rose all’Intendente relativa alla trasmissione della delibera decurionale sul finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rose 5 novembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Lettera dell’Intendete al Sindaco di Rose relativa all’invio della delibera del Consiglio d’Intendenza sul finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 2 ottobre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Delibera decurionale del Consiglio Municipale di Rose relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rose 2 novembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Lettera del Sindaco di Rose all’Intendente relativa alla trasmissione della delibera decurionale sul finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rose 2 marzo 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Deliberazione del Consiglio d’Intendenza relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati di Rose danneggiato dal terremoto del 1854, Cosenza 13 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Verbale della seduta del Consiglio Municipale di Rose relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rose 26 febbraio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Lettera del padre guardiano del Convento dei Riformati di Rose all’Intendente relativa alla richiesta di finanziamenti per restaurare il convento danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rose 6 luglio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Lettera dell’Intendente al Sindaco di Rose relativa alla richiesta di finanziamenti del padre guardiano del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 22 settembre 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Delibera decurionale del Consiglio Municipale di Rose relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rose 10 ottobre 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Deliberazione del Consiglio d’Intendenza relativa al finanziamento dei restauri del Convento dei Riformati di Rose danneggiato dal terremoto del 1854, Cosenza 25 gennaio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Specchio de’ restauri eseguiti pe’ sacri Tempî danneggiati dal tremuoto [del 12 febbraio 1854], Cosenza 13 dicembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Lettera circolare dell’Intendente ai Sindaci della provincia relativa allo stanziamento di fondi per il restauro delle chiese danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 6 novembre 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Lettera circolare dell’Intendente ai Sindaci della provincia relativa alla richiesta di una relazione sullo stato dei lavori e sulle spese sostenute per il restauro delle chiese danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 15 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.24 (1855-57), Relazione del Sindaco di Lappano all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro delle chiese parrocchiali di Lappano danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Lappano 20 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.21 (1856-57), Relazione del Sindaco di Castelfranco [Castrolibero] all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Castrolibero 23 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.6, fasc.18 (1854-56), Stato delle Chiese parrocchiali che per assoluto difetto di mezzi debbono ricostruirsi a spese del Real Governo, Cosenza 30 ottobre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.6, fasc.18 (1854-56), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa alla trasmissione dello stato dei lavori di ricostruzione eseguiti nel corso del 1855 nelle chiese provinciali danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 gennaio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.23 (1855-57), Lettera circolare dell’Intendente ai Regi Giudici della provincia relativa al sollecito della verifica dello stato dei lavori e delle spese sostenute per il restauro delle chiese parrocchiali dei Comuni danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 18 settembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.23 (1855-57), Relazione del Sindaco di San Lucido al Regio Giudice del Circondario di Paola relativa alle spese sostenute per i lavori di restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, San Lucido 9 settembre 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.23 (1855-57), Lettera del Regio Giudice di Aprigliano all’Intendente relativa alla trasmissione dell’elenco delle chiese del Circondario danneggiate dal terremoto del 12 febbraio 1854, Aprigliano 23 agosto 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.23 (1855-57), Lettera circolare dell’Intendente ai Giudici Regi della provincia relativa alla richiesta di verifica dello stato dei lavori e delle spese sostenute per il restauro delle chiese parrocchiali dei Comuni danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 13 agosto 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.23 (1855-57), Certificato delle spese sostenute per i lavori di restauro della chiesa parrocchiale di San Nicola di Zumpano danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dalla Commissione comunale per i danni, Zumpano 25 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.23 (1855-57), Certificato delle spese sostenute per i lavori di restauro della chiesa parrocchiale di Carolei danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatto dalla Commissione comunale per i danni, Carolei 28 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.2, fasc.25 (1856-57), Relazione del Sindaco di Carolei all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Carolei 5 giugno 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari speciali dei comuni, b.62, fasc.3, Notamento delle spese pei lavori di demolizione, puntellamento, ed altro ordinati dalla Commissione Edilizia temporanea del Comune di Cosenza a causa del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 15-18 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari speciali dei comuni, b.62, fasc.3, Ripartizione delle spese erogate dal 6 al 18 marzo a carico dei particolari proprietarî per i lavori di demolizione e puntellamento ordinati dalla Commissione Edilizia temporanea del Comune di Cosenza a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 20 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari speciali dei comuni, b.62, fasc.13, Lettera del Cassiere Comunale al Sindaco di Cosenza relativa a una richiesta dell’Intendente di fondi in seguito ai danneggiamenti causati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari speciali dei comuni, b.62, fasc.10, Manifesto per la assegnazione di lotti di terreno espropriato per la costruzione di baracche o case baraccate a favore degli abitanti di Cosenza danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 4 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Sindaco di Cosenza relativa a una richiesta di indennizzo per la demolizione di una baracca costruita sul suolo pubblico in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 8 giugno 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera del Ministero dell’Interno all’Intendente relativa a una richiesta di indennizzo per la demolizione di una baracca costruita sul suolo pubblico in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 2 giugno 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera del Sindaco di Cosenza all’Intendente relativa alla costruzione di una baracca provvisoria per trasferirvi l’ufficio per l’esazione dei dazi danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 11 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera degli appaltatori dei dazi comunali di Cosenza all’Intendente relativa alla costruzione di una baracca provvisoria per trasferirvi l’ufficio per l’esazione dei dazi danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 8 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa alla trasmissione degli atti relativi all’assegnazione di suolo pubblico per la ricostruzione degli edifici danneggiati dal terremoto del 1854, Cosenza 7 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera del Sindaco di Cosenza all’Intendente relativa al permesso di costruzione di baracche provvisorie in seguito ai danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 4 dicembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa al permesso di costruzione di baracche provvisorie in seguito ai danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 11 dicembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Ratifica del Consiglio d’Intendenza della deliberazione del Decurionato di Cosenza relativa alla censuazione di tratti di suolo pubblico per la costruzione di nuovi edifici in seguito ai danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 novembre 1854.Direct source
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Sindaco di Cosenza relativa alla costruzione di una baracca provvisoria per trasferirvi l’ufficio per l’esazione dei dazi danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 18 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa alla censuazione di tratti di suolo pubblico del Comune di Cosenza per la ricostruzione degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 16 luglio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.12, fasc.551 (1858), Lettera del Sindaco di San Pietro in Guarano all’Intendente relativa alla richiesta di un abitante della frazione San Benedetto di esenzione dal canone comunale sul suolo pubblico occupato in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, San Pietro in Guarano 9 agosto 1858.Direct source1858
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa a una richiesta di indennizzo per la demolizione di una baracca costruita sul suolo pubblico in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 27 luglio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera del Sindaco di Cosenza all’Intendente relativa a una richiesta di indennizzo per la demolizione di una baracca costruita sul suolo pubblico in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 16 giugno 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.12, fasc.551 (1858), Lettera di un abitante di San Benedetto all’Intendente relativa alla richiesta di esenzione dal canone comunale sul suolo pubblico occupato in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, San Benedetto 7 agosto 1858.Direct source1858
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera di alcuni abitanti di Cosenza al Ministro dei Lavori Pubblici relativa alla costruzione di case baraccate per le famiglie rimaste senza abitazione a causa del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 22 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Ratifica del Consiglio d’Intendenza della deliberazione del Decurionato di Cosenza relativa alla censuazione di tratti di suolo pubblico per la costruzione di nuovi edifici in seguito ai danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 11 dicembre 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Amministrazioni comunali, b.2, fasc.73 (1854-68), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa alla censuazione di tratti di suolo pubblico del Comune di Cosenza per la ricostruzione degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 18 dicembre 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Deliberazioni del Consiglio Provinciale, Processo verbale della sessione relativa all’esame della domanda dell’ex Cassiere dei fondi della Colletta per i danneggiati dal terremoto del 1854 relativa all’indennizzo dello stesso, Cosenza 22 gennaio 1867.Direct source1867
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.376 (1854-55), Relazione degli ingegneri P.Giunti e L.Conte all’Intendente relativa agli ulteriori lavori di restauro necessari nel Palazzo dell’Intendenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 8 novembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.27, fasc.397 (1858), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa all’approvazione dei lavori di restauro all’albergo di Ritorto danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 6 novembre 1858.Direct source1858
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.27, fasc.396 (1858), Stato estimativo de’ lavori occorrenti nello albergo di Ritorto altrimenti detto Tavernanova, per restaurarlo dai danni patiti col tremuoto del 12 Febbrajo 1854, redatto dall’ingegnere G.Banchieri, Cosenza 25 gennaio 1858.Direct source1858
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.26, fasc.387 (1857), Lettera dell’ingegnere G.Banchieri all’Intendente relativa all’invio dello stato stimativo dei lavori per restaurare l’albergo di Ritorto danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 27 marzo 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.15, fasc.239 (1855-56), Lettera dell’Ingegnere Direttore delle Opere pubbliche provinciali all’Intendente relativa all’invio dello stato stimativo dei lavori di restauro necessari nel Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 17 settembre 1855, Cosenza 11 novembre 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.26, fasc.387 (1857), Stato estimativo di taluni lavori occorrenti nel cennato Edificio [Albergo di Ritorto o Tavernanova] relativi al completamento dello stesso, ed alla conservazione de’ lavori finora eseguiti per restaurarlo dei danni patiti col tremuoto de’ 12 Febbrajo 1854, redatto dall’ingegnere G.Banchieri, Cosenza 7 gennaio 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Relazione dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici sullo stato del Palazzo d’Intendenza di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 24 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministero dell’Interno relativa alla richiesta di fondi per proseguire i lavori di restauro degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 14 aprile 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa alla richiesta di un prestito per proseguire i lavori di restauro degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 18 marzo 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa alla stima dei lavori di restauro degli edifici pubblici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 14 dicembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dell’Interno relativa alla richiesta di un prestito per proseguire i lavori di restauro degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 25 gennaio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa allo stato delle somme spese per i lavori di restauro degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 14 dicembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa alla richiesta di un prestito per proseguire i lavori di restauro degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 23 novembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Relazione dell’Ingegnere V.Todari all’Intendente relativa ai danni subiti dagli edifici provinciali di Cosenza a causa del terremoto del 12 febbraio 1854 e agli interventi d’urgenza in corso, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Relazione dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici sui danni subiti dagli edifici provinciali di Cosenza a causa del terremoto del 12 febbraio 1854 e sui provvedimenti urgenti adottati, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa all’invio a Cosenza di due ingegneri per i provvedimenti urgenti necessari a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 22 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera della Direzione Generale di Ponti e Strade all’Intendente relativa all’invio a Cosenza di due ingegneri per i provvedimenti urgenti necessari a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 22 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa al rallentamento della corrispondenza tra l’Intendenza e il Ministero a causa dei danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 25 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministero dell’Interno all’Intendente relativa all’invio a Cosenza di due ingegneri per i provvedimenti urgenti necessari a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 25 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministro di Guerra e Marina all’Intendente relativa alle disposizioni adottate a favore dei militari colpiti dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa al pagamento dell’appaltatore dei lavori eseguiti negli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 4 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore all’Intendente di Calabria Ulteriore Prima relativa alla richiesta dei regolamenti della Giunta di Riedificazione costituitasi in seguito al terremoto del 1783, Cosenza 9 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa alla proposta di costruzione di alcune baracche per trasferirvi gli uffici del Palazzo d’Intendenza di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 16 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa alla costruzione di una baracca per trasferirvi gli uffici del Palazzo d’Intendenza di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 11 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Relazione dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici sullo stato del Palazzo d’Intendenza di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 24 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa alle anticipazioni della Cassa delle Opere Pubbliche Provinciali per l’esecuzione di demolizioni e puntellamenti degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 23 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.377 (1854-55), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa all’approvazione del Re della proposta di costruzione di una baracca per trasferirvi gli uffici del Palazzo d’Intendenza di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli s.d.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.378 (1854-55), Deliberazione della Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa all’esecuzione dei lavori più urgenti negli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 19 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.378 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici sulla riunione della Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa all’esecuzione dei lavori più urgenti negli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 4 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.378 (1854-55), Deliberazione della Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa ai lavori di restauro del Palazzo d’Intendenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 6 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.378 (1854-55), Deliberazione della Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa al reperimento dei fondi necessari per la riparazione degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio1854, Cosenza 14 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.378 (1854-55), Deliberazione della Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa al reperimento dei fondi necessari per la riparazione degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio1854, Cosenza 20 settembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.378 (1854-55), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa alla situazione della Segreteria dell’Intendenza in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa ai lavori di riparazione dell’edificio del Tribunale e delle Carceri di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 2 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.229 (1854), Lettera dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa ai lavori di demolizione e puntellatura eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 24 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.229 (1854), Lettera dell’Intendente alla Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa al pagamento dei lavori eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 26 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.229 (1854), Lettera del Cassiere Provinciale all’Intendente relativa al pagamento dei lavori eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 1 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.229 (1854), Lettera dell’Intendente al Comandante le Armi della Provincia di Calabria Citeriore relativa ai lavori eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 5 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.229 (1854), Minuta di lettere dell’Intendente relative ai lavori eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 24 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.229 (1854), Lettera dell’Intendente al Ministero dei Lavori Pubblici relativa al sollecito del pagamento da parte del Ministero della Guerra dei lavori eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 14 dicembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.235 (1855), Lettera dell’Ingegnere G.Banchieri all’Intendente relativa al trasporto nel territorio del Comune di Lattarico dei materiali necessari per i lavori di restauro dell’Albergo di Ritorto danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 22 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.235 (1855), Lettera dell’Ingegnere G.Banchieri all’Intendente relativa allo stato dei lavori di restauro dell’Albergo di Ritorto danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 settembre 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Lettera dell’Intendente alla Deputazione delle Opere Pubbliche Provinciali relativa all’invio dei progetti dei lavori di restauro degli edifici provinciali danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 3 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera del Procuratore del Re all’Intendente relativa alla esecuzione dei lavori necessari agli edifici giudiziari di Cosenza danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 22 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera del Ministro di Grazia e Giustizia all’Intendente relativa alla esecuzione dei lavori necessari agli edifici giudiziari di Cosenza danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 22 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera del Procuratore del Re all’Intendente sui danni e sui lavori di restauro necessari al Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 24 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa alla esecuzione dei lavori necessari al Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 25 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa alla esecuzione dei lavori necessari all’edificio delle Carceri di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera dell’Intendente al Ministro di Grazia e Giustizia relativa ai lavori eseguiti negli edifici giudiziari di Cosenza danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera dell’Intendente al Ministro dei Lavori Pubblici relativa ai lavori eseguiti nel Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera del Ministro dei Lavori Pubblici all’Intendente relativa al rapporto sui lavori eseguiti nel Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 8 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Lettera dell’Intendente al Ministro dei Lavori Pubblici sui danni subiti dagli edifici pubblici a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 30 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Relazione dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa ai danni subiti dall’edificio dei Tribunali e delle Carceri di Cosenza a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 2 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Minuta di lettere dell’Intendente relative alla costruzione di una baracca per trasferirvi gli uffici giudiziari del Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 16 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.233 (1854), Delibera della Gran Corte Criminale di Calabria Citra relativa alla richiesta di costruzione di una baracca per trasferirvi gli uffici giudiziari del Palazzo dei Tribunali di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 14 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Stato estimativo de’ lavori di restaurazione del Palazzo d’Intendenza ed Archivio Provinciale della Provincia di Calabria Citra [danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854], Cosenza s.d.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Lettera dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa all’invio del progetto dei lavori di restauro del Palazzo dei Tribunali e Carcere Centrale di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Lettera dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa all’invio del progetto dei lavori di restauro dell’Albergo di Tavernanova [o Ritorto] danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.24, fasc.376 (1854-55), Scandaglio dei lavori di restauro eseguiti nel Palazzo dell’Intendenza, danneggiato dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854 e precisamente nei locali destinati per officina di Beneficenza, Consiglio d’Intendenza, Consiglio degli Ospizii, e tutte le altre località addetti per Segreteria dell’Intendenza, redatto dall’ingegnere L.Conte, Cosenza 20 luglio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Lettera dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa all’invio del progetto dei lavori di restauro dell’Ospedale di Sant’Agostino di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Lettera dell’ingegnere V.Todari all’Intendente relativa all’invio del progetto dei lavori di restauro della Caserma di Santa Teresa di Cosenza danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere di conto provinciale, b.14, fasc.231 (1854), Mandato dell’Intendente al Cassiere delle Opere pubbliche provinciali relativo al pagamento dei lavori di demolizione eseguiti nel Castello di Cosenza danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.31, fasc.674 (1857-1859), Ratifica del Consiglio d’Intendenza della deliberazione del Decurionato di Rende relativa al restauro del campanile della chiesa Madre danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 2 novembre 1857.Direct source1857
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.14, fasc.305 (1854-1856), Relazione del Sindaco di Cosenza al Decurionato sulla restituzione della chiesa del Gesù e sulla autorizzazione alla costruzione di un novello teatro con [...] interruzione della procedura di progettazione ed appalto per storno di fondi a seguito danni emergenti dal sopravvenuto terremoto del [12 febbraio] 1854, Cosenza 22 giugno 1856.Direct source1856
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.14, fasc.305 (1854-1856), Lettera dell’Intendente al Sindaco di Cosenza relativa al recupero del legname destinato alla costruzione del nuovo teatro e temporaneamente utilizzato per la costruzione di baracche a seguito del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 30 agosto 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.20, fasc.421 (1854-1858), Foglio de’ Fedeli del Comune di Luzzi, che contribuiscono alla riattazione della fabbrica della chiesa dell’Immacolata Concezione, danneggiata dal tremuoto del 12 Febrajo 1854, Luzzi 16 settembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.20, fasc.421 (1854-1858), Delibera del Decurionato del Comune di Luzzi relativa all’istituzione di una festa annuale di ringraziamento e al restauro della chiesa della SS.Immacolata danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Luzzi 2 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.20, fasc.421 (1854-1858), Lettera dell’architetto M.Mele al Sindaco di Luzzi relativa all’invio del progetto di restauro della chiesa della SS.Immacolata danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Luzzi 7 agosto 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Cosenza, Prefettura, Affari diversi, cat.27, pacco 2572 (1887-1891), Relazione dell’ingegnere capo del Genio civile al prefetto relativa ai danni causati dal terremoto del 3 dicembre 1887 a Fuscaldo, Cosenza 16 febbraio 1888.Direct source1888
*Archivio di Stato di Cosenza, Prefettura, Culto, cat.10, vol.2-29 (1861-1908), Lettera del Pretore di Rogliano al Prefetto relativa ai lavori di restauro necessari nella chiesa Madre danneggiata dai terremoti del 1854 e 1870, Rogliano 21 maggio 1874.Direct source1874
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto dell’Intendente di Calabria Ulteriore Prima al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Reggio Calabria 15 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Seconda (1850-60), Relazione del Segretario Generale dell’Intendenza di Calabria Ulteriore Seconda al Ministero dell’Interno relativa alla verifica degli edifici di Catanzaro danneggiati dalla scossa del 12 febbraio, Catanzaro 8 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Seconda (1850-60), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Ulteriore Seconda ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 15 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Seconda (1850-60), Rapporto dell’Intendente di Calabria Ulteriore Seconda al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Catanzaro 13 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa alla proposta di cambiamento di sito per la ricostruzione del Comune di Donnici danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 26 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Castrolibero, Marano Principato e Carolei danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 18 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Castiglione Cosentino, San Pietro in Guarano, Lappano e Zumpano danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 11 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa alla situazione nei Comuni danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 12 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Piane Crati e Donnici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nel Comune di Dipignano danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 16 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Cerisano e Mendicino danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 10 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nel Comune di Rende danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nel Comune di Donnici danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto del Segretario Generale dell’Intendenza di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 5 agosto 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto del Segretario Generale dell’Intendenza di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 5 marzo 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 1 febbraio 1855.Direct source1855
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 3 novembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 30 ottobre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 11 settembre 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 31 agosto 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 19 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 2 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 18 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 12 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 7 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Napoli 7 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Napoli 1 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 31 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 15 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Ordinanza dell’Intendente di Calabria Citeriore relativa alla composizione e ai compiti della Commissione edilizia temporanea istituita per verificare i danni causati a Cosenza dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore ai funzionari e agli abitanti di Cosenza e dei Comuni vicini relativa alle disposizioni adottate in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 16 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Rapporto del Ministero dell’Interno al re relativo allo stato dei morti e dei danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854 nei Comuni della provincia di Calabria Citeriore, Napoli marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa all’invio dello stato dei morti e dei danni causati dal terremoto del 12 febbraio 1854 nei Comuni della provincia, Cosenza 23 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto del Ministero dell’Interno al re relativo alle notizie pervenute da alcune Intendenze del Regno sul terremoto del 12 febbraio, Napoli febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto dell’Intendente di Calabria Ulteriore Prima al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Reggio Calabria 18 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo al ripristino della postazione telegrafica di Cosenza danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Napoli 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati a Cosenza in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla situazione della provincia dopo il terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sui danni causati nella provincia dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa alla situazione della Segreteria dell’Intendenza in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 14 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sui danni causati nella provincia dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 13 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati nei Comuni della provincia in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 20 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati nei Comuni della provincia in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati nei Comuni della provincia in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 13 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Rapporto del Ministero dell’Interno al re relativo alle notizie pervenute da alcune Intendenze e Sottintendenze della Calabria sul terremoto del 12 febbraio, Napoli febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa ai ringraziamenti al re per gli aiuti concessi ai danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 2 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati nei Comuni della provincia in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 3 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma dell’Intendente di Calabria Citeriore ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione di scosse di replica del terremoto del 12 febbraio, Napoli 2 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati nei Comuni della provincia in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sulla situazione e sui provvedimenti adottati nei Comuni della provincia in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.976 (1854), inc.4745, Minuta di lettera del luogotenente generale all’intendente di Messina relativa alla scossa di terremoto avvertita il 12 febbraio, Palermo febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.976 (1854), inc.4745, Lettera dell’intendente di Messina al luogotenente generale relativa alla scossa di terremoto avvertita in città il 12 febbraio, Messina 13 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.253 B, Consentina II, Sintesi e osservazioni della Congregazione del Concilio sulla relazione dell’arcivescovo Camillo Sorgente, Roma 16 febbraio 1888.Direct source1888
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.253 B, Consentina II, Relazione dell’arcivescovo Camillo Sorgente, Cosenza 12 dicembre 1887.Direct source1887
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.253 B, Consentina II, Relazione dell’arcivescovo Camillo Sorgente, Cosenza 30 dicembre 1897.Direct source1897
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.253 B, Consentina II, Relazione dell’arcivescovo Camillo Sorgente, Cosenza 19 dicembre 1882.Direct source1882
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.253 B, Consentina II, Relazione dell’arcivescovo Camillo Sorgente, Cosenza 31 maggio 1877.Direct source1877
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.488 B, Sancti Marci et Bisinianensis II, Relazione del vescovo di San Marco Argentano e Bisignano Livio Parladore alla Congregazione del Concilio sullo stato della diocesi, San Marco Argentano 15 agosto 1856.Direct source1856
*Archivio Segreto Vaticano, Sacra Congregatio Concilii, Relationes dioecesium, b.253 B, Consentina II, Sintesi e osservazioni della Congregazione del Concilio sulla relazione dell’arcivescovo Camillo Sorgente, Roma agosto 1898.Direct source1898
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore Presidente della Commissione Centrale dei Soccorsi per i danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854 al Sindaco relativa alla verifica dell’elenco dei danneggiati del Comune di Cosenza, Cosenza 11 luglio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Vice Sindaco di Sant’Agata di Esaro all’Intendente di Calabria Citeriore relativa all’invio a Cosenza di muratori per le riparazioni necessarie in seguito al terremoto del 12 febbraio, Sant’Agata di Esaro 1 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Giudice Regio di Oriolo all’Intendente di Calabria Citeriore relativa all’invio a Cosenza di muratori per le riparazioni necessarie in seguito al terremoto del 12 febbraio, Oriolo 8 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera di un abitante di Cosenza al Sindaco relativa alla richiesta di demolizione di un edificio danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, [Cosenza] s.d.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa al pagamento dei lavori di demolizione del Monastero di San Francesco danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa al compenso degli architetti della Commissione Edilizia temporanea istituita in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa al pagamento dei lavori di demolizione di un edificio danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 3 maggio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera di alcuni cittadini di Cosenza all’Intendente di Calabria Citeriore relativa alla richiesta di demolizione della "Libreria" di San Domenico danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 15 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla verifica della situazione di un edificio danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 25 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa del Carmine danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa di Santa Maria della Sanità danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Sindaco all’Intendente di Calabria Citeriore relativa alla riparazione della chiesa del Carmine danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 25 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa di San Gaetano danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 8 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa all’arrivo da Paola di muratori per le riparazioni necessarie in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 21 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Capo Urbano di Lauria all’Intendente di Calabria Citeriore relativa all’invio a Cosenza di muratori per le riparazioni necessarie in seguito al terremoto del 12 febbraio, Lauria 6 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta di uno stato dei danni causati nel Convento e nella chiesa dei Minori Osservanti dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendenza di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta di risistemazione delle baracche costruite a Donnici in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 28 ottobre 1859.Direct source1859
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa al pagamento delle spese di demolizione degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 14 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Primo Eletto al Sindaco relativa allo sgombero delle strade dalle macerie causate dalle demolizioni e ricostruzioni in seguito al terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 26 marzo 1856.Direct source1856
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa di San Gaetano danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta di un rapporto sulle demolizioni effettuate in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 22 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Canonico Rettore della chiesa di San Francesco di Paola al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 15 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta di verifica dei danni subiti da un edificio a causa del terremoto del 12 febbraio, Cosenza 1 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore Presidente della Commissione Centrale dei Soccorsi per i danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854 al Sindaco relativa alla verifica delle richieste di soccorso di alcuni abitanti di Cosenza, Cosenza 10 luglio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa al pagamento dei muratori di Paola e Fuscaldo impiegati a Cosenza per le riparazioni necessarie in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cosenza 19 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla scelta del luogo dove costruire baracche o case baraccate per gli abitanti di Cosenza danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 5 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della "Casa di nutrizione" danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 21 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta degli abitanti dei quartieri di San Francesco e Portapiana di inviare operai per il puntellamento di alcuni edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 15 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Priore del Convento dei Domenicani al Sindaco relativa alla richiesta di operai per eseguire alcune demolizioni nel convento danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera di un abitante di Cosenza al Sindaco relativa alla richiesta di demolizione di un edificio danneggiato dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 15 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa parrocchiale di Portapiana (Santa Maria della Sanità) danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 14 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla riparazione della chiesa parrocchiale di San Nicola danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 8 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di delibera della Commissione Comunale dei Soccorsi per i danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854 relativa alle richieste di soccorso presentate da alcuni abitanti di Cosenza, Cosenza 15 luglio 1851.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alle disposizioni per le demolizioni e la ricostruzione degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 22 luglio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alle disposizioni sulla demolizione degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 5 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbali di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativi alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 26 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbali di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativi alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 22 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alle disposizioni sulla demolizione e riparazione degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 18 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 25 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alle disposizioni adottate per le demolizioni e i puntellamenti degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 24 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore Presidente della Commissione Centrale dei Soccorsi per i danneggiati dal terremoto del 12 febbraio 1854 al Sindaco relativa alla verifica della richiesta di soccorso di un abitante di Cosenza, Cosenza 10 giugno 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 28 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 3 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 7 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 8 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 13 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 20 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore Presidente del Consiglio Generale degli Ospizj al Sindaco relativa alla richiesta del Priore della Congregazione di Santa Maria del Suffragio di demolizione di alcuni edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 8 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Verbale di verifica della Commissione Edilizia temporanea di Cosenza relativo alle demolizioni e ai puntellamenti da eseguire negli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alle disposizioni da adottare per le demolizioni e i puntellamenti degli edifici danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 13 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta di uno stato dei danni causati in città dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 25 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore al Sindaco relativa alla richiesta di uno stato dei danni causati nel Convento e nella chiesa dei Minori Riformati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 25 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico del Comune di Cosenza, Terremoti, Affari generali, cat.15, cl.8, fasc.2 (1854), Lettera del Capo Urbano di Cassano allo Jonio all’Intendente di Calabria Citeriore relativa all’invio a Cosenza di muratori per le riparazioni necessarie in seguito al terremoto del 12 febbraio, Cassano allo Jonio 1 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Amministrazione particolare della Diocesi, Lettera circolare del Sindaco di Cosenza relativa alla processione di ringraziamento alla Vergine del Pilerio per avere protetto la città dai terremoti del 12 febbraio 1854 e del 4 ottobre 1870, Cosenza 7 febbraio 1871.Direct source1871
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Amministrazione particolare della Diocesi, Lettera del parroco di Cerisano all’Arcivescovo relativa allo stato della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Cerisano 17 novembre 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Amministrazione particolare della Diocesi, Lettera di un frate di Cerisano all’Arcivescovo relativa allo stato della chiesa del Convento dei Riformati danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, [Cerisano] 24 novembre 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Amministrazione particolare della Diocesi, Lettera dell’Arcivescovo al Sindaco di Cosenza relativa alla processione di ringraziamento alla Vergine del Pilerio per avere protetto la città dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza [febbraio] 1870.Direct source1870
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Aprigliano, Lettera del parroco di Grupa all’Arcivescovo relativa allo stato della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Aprigliano 19 aprile 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera al Vicario Generale relativa alla ricostruzione della chiesa parrocchiale di Tessano danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 18 gennaio 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera al Vicario Generale relativa alla ricostruzione della cappella di Santa Maria delle Grazie nella chiesa parrocchiale di Tessano danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Tessano 6 marzo 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera del parroco della chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo di Dipignano al Vicario Generale relativa allo stato della chiesa danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Dipignano 18 marzo 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera del parroco di Tessano all’Arcivescovo relativa alla ricostruzione della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Tessano 21 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera del parroco di Doviziosi al Vicario Generale relativa alla ricostruzione del campanile della chiesa parrocchiale distrutto dal terremoto del 12 febbraio 1854, Dipignano 1 settembre 1959.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera del parroco della chiesa di San Felice Martire di Dipignano al Vicario Generale relativa al trasporto della statua della Vergine della Consolazione restaurata in seguito ai danni subiti a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Dipignano 23 maggio 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera del Sindaco di Dipignano al Vicario Generale relativa alla festa di ringraziamento in onore di San Francesco per avere protetto la città dal terremoto del 12 febbraio 1854, Dipignano 7 febbraio 1864.Direct source1864
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Lettera del Vicario foraneo di Dipignano al Vicario Generale relativa alla riapertura della chiesa parrocchiale di Tessano ricostruita dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Dipignano 23 giugno 1856.Direct source1856
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Dipignano, Perizia della spesa occorrente per la ricostruzione del Campanile della V.le chiesa sotto il titolo di S.Nicola dei Viziosi [di Doviziosi] del comune di Dipignano demolito dal tremuoto del 12 febbrajo 1854, redatta dal perito F.Matragrano, Dipignano 1 settembre 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Lettera dell’Arcivescovo all’Intendente di Calabria Citeriore relativa alle spese per il mantenimento del culto nella chiesa parrocchiale di Donnici Superiore danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 27 agosto 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Lettera dell’Intendente di Calabria Citeriore all’Arcivescovo relativa alla ricostruzione della chiesa parrocchiale di Donnici Superiore danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 24 febbraio 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Lettera del parroco di Donnici Superiore al Vicario Generale relativa alla ricostruzione della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Donnici Superiore 16 giugno 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Lettera del parroco di Donnici Superiore al Vicario Generale relativa alla ricostruzione della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 15 maggio 1860.Direct source1860
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Lettera del Vicario Generale al Procuratore della chiesa parrocchiale di Donnici Superiore relativa alla ricostruzione della chiesa danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cosenza 15 maggio 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Lettera del Vicario foraneo di Donnici al Vicario Generale relativa allo stato della chiesa filiale di Francolise danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Piane Crati 15 maggio 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Donnici, Perizia [per la ricostruzione] della chiesa parrocchiale di Donnici Superiori danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatta dal perito L.Celestino, Donnici Superiore 16 aprile 1860.Direct source1860
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Marano Marchesato, Introito ed esito dell’anno 1854, Spese sostenute per il restauro della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Mendicino, Lettera di un abitante di Mendicino all’Arcivescovo relativa all’esonero dal pagamento dell’affitto di un fondo di proprietà della parrocchia in seguito al crollo dell’abitazione a causa del terremoto del 12 febbraio 1854, Mendicino 14 febbraio 1858.Direct source1858
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Pietrafitta, Lettera del Sindaco di Pietrafitta all’Arcivescovo relativa alla ricostruzione della chiesa parrocchiale di Turzano [Borgo Partenope] danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Pietrafitta 2 settembre 1854.Direct source1854
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Rende, Lettera di un sacerdote di Rende all’Arcivescovo relativa all’annuale celebrazione di ringraziamento dell’Immacolata per avere protetto la città dal terremoto del 12 febbraio 1854, [Rende febbraio 1860].Direct source1860
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Rende, Perizia per la ricostruzione del campanile della chiesa parrocchiale danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, redatta dal perito A.Colajanni, Rende 1 novembre 1858.Direct source1858
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Rende, Verbale della deliberazione del Clero di Rende relativa alla ricostruzione del campanile della chiesa parrocchiale danneggiato dal terremoto del 12 febbraio 1854, Rende 10 novembre 1858.Direct source1858
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Parrocchie, Trenta, Lettera del parroco di Cribari al Vicario Generale relativa allo stato della chiesa parrocchiale danneggiata dal terremoto del 12 febbraio 1854, Cribari 30 marzo 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Diario della visita alla Forania di Paterno Calabro, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, 18-20 settembre 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Diario della visita alle Foranie di Dipignano e Carolei, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, 3-6 settembre 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Visita personale del Clero di Rovito e Forania, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Rovito 29 giugno 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Visita personale del Clero di Rende, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Rende 5 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Visita personale del Clero di San Pietro in Guarano, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, San Pietro in Guarano 6 luglio 1859.Direct source1859
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Visita personale del Clero di Domanico, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Domanico 10 settembre 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite Pastorali 1835-1859, Visita personale del Clero di Cerisano, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Cerisano 30 aprile 1856.Direct source1856
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Visita personale del Clero di Dipignano, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Dipignano 4 settembre 1855.Direct source1855
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1835-1859, Visita personale del clero di Castelfranco [Castrolibero], Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Marano Marchesato 3 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1836-1859, Visita personale del Clero di Marano Marchesato, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Marano Marchesato 3 maggio 1856.Direct source1856
*Archivio Storico Diocesano di Cosenza, Visite pastorali 1836-1859, Visita personale del Clero di Marano Principato, Stato delle chiese dopo il terremoto del 12 febbraio 1854, Marano Marchesato 3 maggio 1856.Direct source1856
Baratta M.Il grande terremoto calabro dell’8 settembre 1905. Alcune considerazioni sulla distribuzione topografica dei danni, in "Atti della Società Toscana di Scienze Naturali in Pisa. Processi verbali", vol.16 (1906-1907), pp.13-18.Scientific bibliography1906Pisa
Baratta M.Le nuove costruzioni in Calabria dopo il disastroso terremoto dell’8 settembre 1905, in "Bollettino della Società Sismologica Italiana", vol.12 (1907), pp.249-338.Scientific bibliography1908Modena
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Baratta M.Calabria sismica, in "Bollettino della Società Geografica Italiana", a.39, vol.42, pp.1074-1081.Catalogue1905Roma
Baratta M.Materiali per un catalogo dei fenomeni sismici avvenuti in Italia 1800-1872, in "Memorie della Società Geografica Italiana", vol.7, pp.81-164.Catalogue1897Roma
Baratta M.I terremoti in Italia, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.6.Scientific bibliography1936Firenze
Barbano M.S., Cosentino M., Lombardo G. e Patané G.Isoseismal maps of Calabria and Sicily earthquakes (Southern Italy).Scientific bibliography1980Catania
*Biblioteca Civica di Cosenza, Manoscritti, n.88542, Cronaca detta "Del bosco", 1700-1856.Direct source1700
Bilotto L.Cerisano ­ Castrolibero e Marano Principato dal XV al XIX secolo.Generic information1988Cosenza
Borretti M.Il Castello di Cosenza (Storia ed Arte).Historiographical study1940Cosenza
Borretti M.Il castello di Cosenza. Nuova edizione aggiornata ed ampliata a cura di R.Borretti.Historiographical study1983Cosenza
Boschi E., Ferrari G., Gasperini P., Guidoboni E., Smriglio G. e Valensise G.Catalogo dei forti terremoti in Italia dal 461 a.C. al 1980, ING-SGA.Catalogue1995Bologna
Cancani A.Sulla distribuzione dell’intensità delle repliche nei periodi sismici italiani, in "Bollettino della Società Sismologica Italiana", vol.8 (1902-1903), pp.17-48.Scientific bibliography1903Modena
Capocci E.Catalogo de’ tremuoti avvenuti nella parte continentale del Regno delle Due Sicilie posti in raffronto con le eruzioni vulcaniche ed altri fenomeni cosmici, tellurici e meteorici, in "Atti del Reale Istituto d’Incoraggiamento alle Scienze Naturali di Napoli", tomo 9, pp.337-421; tomo 10, pp.293-327.Catalogue1861Napoli
Carrozzo M.T., Cosentino M., Ferlito A., Giorgetti F., Patané G. e Riuscetti M.Earthquakes catalogue of Calabria and Sicily (1783-1973), CNR, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», vol.93.Catalogue1975Roma
Cavasino A.Catalogo dei terremoti disastrosi avvertiti nel bacino del Mediterraneo dal 1501 al 1929, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.2, pp.25-60.Catalogue1931Roma
Ceraldi F.Il terremoto del 1854 narrato da un testimone oculare con nota storica introduttiva sulla "devozione mariana" in Luzzi.Indirect source1954Cosenza
Cingari G.Tra Cosenza e i casali dal Settecento all’Unità, in "Archivio Storico per la Calabria e la Lucania", a.56, pp.69-102.Historiographical study1989Roma
De Marchis D.Breve cenno monografico-storico del Comune di Lungro.Historiographical study1858Napoli
De Panfilis M.Sulla sismicità della zona di Scalea (Cosenza), in "Annali di Geofisica", vol.21 (1968), pp.91-121.Scientific bibliography1968Roma
*De’ più importanti fenomeni naturali accaduti nel Regno durante l’anno 1855, seguiti dalle principali notizie sulle eruzioni del Vesuvio dal 79 fin oggi, in "Annali Civili del Regno delle Due Sicilie", vol.56, fasc.111, pp.47-74.Indirect source1856Napoli
De Rossi M.S.Documenti raccolti dal defunto Conte Antonio Malvasia per la storia dei terremoti ed eruzioni vulcaniche massime d’Italia, in "Memorie della Pontificia Accademia dei Nuovi Lincei", vol.5, pp.169-289.Catalogue1889Roma
De Stefano D.I terremoti in Calabria e nel Messinese.Scientific bibliography1987Napoli
Fonte F.Rende nella sua cronistoria.Historiographical study1976Chiaravalle Centrale
Gallo G.Cronistoria della città di Bisignano.Generic information1901Cosenza
Gambi L.Calabria (Le Regioni d’Italia, vol.16).Historiographical study1978Torino
*Gazzetta di Ferrara, 1854.02.28, n.16.Indirect source1854Ferrara
*Gazzetta di Ferrara, 1854.03.07, n.18.Indirect source1854Ferrara
*Gazzetta di Genova, 1854.09.25, n.224.Indirect source1854Genova
*Gazzetta di Genova, 1854.11.11, n.265.Indirect source1854Genova
*Gazzetta di Mantova, 1854.02.28, n.17.Indirect source1854Mantova
*Gazzetta di Mantova, 1854.03.14, n.21.Indirect source1854Mantova
*Gazzetta Piemontese, 1854.03.29.Indirect source1854Torino
*Gazzetta Piemontese, 1854.09.25.Indirect source1854Torino
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.02.26, n.57.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.02.27, n.58.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.03.03, n.62.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.03.17, n.76.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.03.28, n.87.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.06.17, n.168.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Ufficiale di Milano, 1854.09.29, n.266.Indirect source1854Milano
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.02.25, n.46.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.02.28, n.48.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.03.08, n.55.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.03.28, n.71.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.06.16, n.135.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.09.25, n.217.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1854.11.16, n.261.Indirect source1854Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1855.08.30, n.199.Indirect source1855Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1855.09.01, n.201.Indirect source1855Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1855.10.06, n.230.Indirect source1855Venezia
*Gazzetta Uffiziale di Venezia, 1855.12.15, n.287.Indirect source1855Venezia
Giannantonio O.La città di Cosenza immune dai tristi effetti del terremoto.Generic information1912Catanzaro
*Giornale dell’Intendenza della Provincia di Calabria Citra, 1854.02.16, n.2.Indirect source1854Cosenza
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.02.16, n.36.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.02.17, n.37.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.02.18, n.38.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.02.20, n.39.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.02.25, n.44.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.03.04, n.49.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.03.04, n.49.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.03.18, n.61.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.03.22, n.64.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.09.15, n.201.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.11.03, n.240.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1854.11.07, n.243.Indirect source1854Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1855.02.08, n.28.Indirect source1855Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1855.12.06, n.265.Indirect source1855Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1858.04.19, n.83.Indirect source1858Napoli
Greco L.M.Delle principali opere intorno ai calabri tremuoti dal 1783 al 1854 e degli studi più convenevoli sopra i medesimi, in "Atti della Reale Accademia Cosentina", vol.6 (1856).Historiographical study1856Cosenza
Kárník V.Seismicity of the European Area, 2 voll.Catalogue1968Dordrecht
Kostner F.Terremoti in Calabria. Cronache, problemi, prevenzione.Historiographical study1992Cosenza
*La Democrazia Calabrese, 1905.09.14, a.1, n.33.Indirect source1905Cosenza
Lanza B.Monografia della città di Cassano e de’ rioni Lauropoli e Doria scritta nel 1857.Historiographical study1884Prato
*L’Omnibus, 1854.02.18, n.14.Indirect source1854Napoli
*L’Omnibus, 1854.02.22, n.15.Indirect source1854Napoli
*L’Omnibus, 1854.03.08, n.19.Indirect source1854Napoli
*L’Omnibus, 1854.06.10, n.46.Indirect source1854Napoli
*L’Omnibus, 1854.09.16, n.74.Indirect source1854Napoli
*L’Omnibus, 1854.11.04, n.88.Indirect source1854Napoli
*L’Omnibus, 1855.12.12, n.99.Indirect source1855Napoli
Mandarini S.Dell’azione amministrativa nel corso del 1853 e nella calamità del terremoto del dì 12 febbraio e seguenti dell’anno volgente.Direct source1854Cosenza
Manzi E. e Ruggiero V.La casa rurale nella Calabria (Ricerche sulle dimore rurali in Italia, vol.31).Scientific bibliography1987Firenze
Marchese G.Tebe Lucana, Val del Crati e l’odierna Luzzi.Historiographical study1957Napoli
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Mercalli G.I danni prodotti dai terremoti nella Basilicata e nelle Calabrie, in "Relazione della Sotto Giunta Parlamentare d’Inchiesta sulle condizioni dei contadini nelle provincie meridionali e nella Sicilia", vol.5, tomo 3 (Basilicata e Calabria).Catalogue1910Roma
Mercalli G.I terremoti della Calabria meridionale e del messinese, in "Memorie della Società Italiana delle Scienze (detta dei XL)", s.III, tomo 11, pp.117-266.Catalogue1897Roma
Montanari G.Note alla carta delle frane della provincia di Cosenza, in "Annali dei Lavori Pubblici", a.79 (1941), fasc.1, pp.1-27.Scientific bibliography1941Roma
Morelli T.Breve memoria sui tremuoti che avvennero in Calabria negli anni 1832, 1835 e 1854.Indirect sources.d.s.l.
Moschitti D.De’ tremuoti della Calabria Citeriore nel febbraio del 1854, in "Annali Civili del Regno delle Due Sicilie", vol.54, fasc.107-108, pp.11-32, 126-137, 152-153.Indirect source1855Napoli
Paci G.M.Descrizione del tremuoto avvenuto in Caposele, e nei limitrofi comuni in aprile 1853, in "Annali Civili del Regno delle Due Sicilie", vol.54, fasc.108, pp.107-118.Indirect source1855Napoli
Padula V.Calabria prima e dopo l’Unità, 2 voll.Historiographical study1977Bari
Pagano L.Studi sulla Calabria, 2 voll.Historiographical study1892Napoli
Perrey A.Note sur les tremblements de terre ressentis en 1854, avec suppléments pour les années antérieures, in "Bulletin de l’Académie Royale des Sciences, des Lettres et des Beaux Arts de Belgique", tomo 22, n.6, pp.526-572.Catalogue1855Bruxelles
Rezzadore P.Il mondo ne’ suoi fulgori e tremori.Catalogue1914Firenze
Rizzo G.B.Contributo allo studio del terremoto della Calabria del giorno 8 Settembre 1905, in "Atti della Reale Accademia Peloritana", vol.22 (1907), pp.3-86.Scientific bibliography1907Messina
Rubini C.Raccolta dei principali miracoli operati da S.Maria del Castello, principal patrona della città di Castrovillari.Generic information1859Napoli
Russo F.Il Santuario di S.Maria del Castello in Castrovillari.Generic information1956Pinerolo
Scaglione F.Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.Direct source1855Cosenza
Serpieri A.Scritti di sismologia novamente raccolti e pubblicati da G.Giovannozzi, 2 voll.Scientific bibliography1888Firenze
Spagnolo M.Il culto di Maria SS.ma della Catena in Laurignano.Generic information1970Laurignano
Suess E.Die Erdbeben des südlichen Italien, in "Denkschriften der kaiserlichen Akademie der Wissenschaften. Mathematisch-naturwissenschaftliche Classe", vol.34, pp.1-32.Scientific bibliography1874Wien

Felt Localities (89)

Locality Province Lat Lon Intensity
Donnici InferioreCS39.250816.2894X

Il terremoto distrusse completamente l’abitato; il municipio crollò completamente, la chiesa parrocchiale fu distrutta, rimase in piedi soltanto la chiesetta della Madonna delle Grazie. I morti furono 94, moltissimi i feriti; Donnici Inferiore e Donnici Superiore contavano complessivamente 1496 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Donnici SuperioreCS39.251416.3006X

Il terremoto distrusse completamente l’abitato; la Casa Comunale crollò completamente, la chiesa parrocchiale fu distrutta, rimase in piedi soltanto la chiesetta della Madonna delle Grazie. I morti furono 108, moltissimi i feriti; Donnici Inferiore e Donnici Superiore contavano complessivamente 1496 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Sant’IppolitoCS39.266116.2953X

Quasi tutti gli edifici crollarono: di 72 case ne rimasero in piedi solo 5, che risultarono anch’esse in condizioni di stabilità precaria. La chiesa parrocchiale di S.Lucia e quella di S.Ippolito crollarono quasi completamente. Vi furono 9 morti su una popolazione di 603 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

ArcavacataCS39.356716.2108IX

Il terremoto causò il crollo della casa di campagna del sindaco di Rende che rimase ucciso sotto le macerie. Nei casolari e nelle torri di campagna dei dintorni rimasero uccise 50 persone (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno sui danni causati nella provincia dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 17 febbraio 1854.
1854

LaurignanoCS39.276716.2414IX

Il terremoto causò il crollo di 23 case su 57, tutte le altre risultarono crollanti e inabitabili; la chiesa parrocchiale di S.Oliviero e la Congregazione del Rosario crollarono completamente; morirono 23 persone su 400 abitanti circa (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

Paterno CalabroCS39.227516.2647IX

Il terremoto causò gravissimi danni al paese. Molte case crollarono completamente, moltissime risultarono crollanti e le altre furono danneggiate. Interamente crollate le Chiese di Santa Barbara e di tutti i Santi. Gravemente lesionate la Chiesa Laicale del Rosario, la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni e quella di San Pietro, della Madonna delle Grazie, dell’Immacolata e dei PP. Paolotti con il Convento, nonché la Cappella di S.Carlo. Subì seri danni il Monastero di S.Francesco da Paola. Si registrarono 14 vittime su una popolazione di 2606 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

RendeCS39.331116.1828IX

Crollarono interamente due quartieri (Giudea e Vercilli), molte altre case furono lesionate e minacciarono di crollare. Gravemente danneggiate la chiesa Madre, quelle della Pietà, di S.Giovanni Battista, di S.Nicola e dell’Annunziata. Il monastero e la chiesa dei Minori Osservanti, S.Maria di Costantinopoli, S.Maria della Neve e S.Maria di Loreto subirono anche dei danni. Poco o nulla danneggiata la chiesa del Rosario e l’altare del ritiro del Percillo la cui cupola fu però alquanto danneggiata. Il locale addetto a uso di Regia Giustizia, il locale addetto a carcere circondariale e quello della casa comunale furono gravemente danneggiati e in taluni punti minacciarono rovina. Le torri e i casolari sparsi nel territorio circostante crollarono completamente. Morirono 54 persone (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Fonte F.
Rende nella sua cronistoria.
Chiaravalle Centrale 1976
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

TessanoCS39.256116.2414IX

Il terremoto causò il crollo di 35 case su 85, tutte le altre risultarono crollanti e inabitabili; la chiesa parrocchiale di S.Maria Assunta in Cielo fu gravemente danneggiata, quella del monastero delle Cappuccinelle subì danni leggeri, la cappella di S.Maria delle Grazie subì danni gravissimi, fu danneggiata la chiesa di S.Sebastiano; morirono 33 persone su 600 abitanti circa (1).

(1)
Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Notamento delle chiese che sono [bisognevoli di restauri], pei danni del tremuoto del 12 Feb[bra]io 1854, Cosenza s.d.
1856
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

TorzanoCS39.269416.3044IX

Gran parte delle case crollarono; la chiesa parrocchiale di S.Nicola fu gravemente danneggiata e resa inagibile; i morti furono 18 su 654 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

DipignanoCS39.236416.2522VIII-IX

La popolazione di Dipignano con i suoi rioni Laurignano e Tessano contava 3826 abitanti. Il terremoto causò la morte di 12 persone nel rione Capocasale, dove crollarono 64 case. Nel complesso, comprendendo la frazione Doviziosi, crollarono circa 100 case su 388. Gravissimi i danni agli edifici pubblici e privati. Distrutta la Chiesa Parrocchiale di S.Mauro Abate, le due di S.Nicola, quella di S.Felice e quella di S.Maria Assunta in Cielo furono gravemente danneggiate e divennero crollanti, mentre la chiesetta dell’Immacolata, pur danneggiata, risultò agibile. Il locale addetto a carcere circondariale e quello della Regia Giustizia crollarono in parte (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

MagliCS39.277816.3114VIII-IX

Il terremoto causò gravi danni: diverse case crollarono e le rimanenti furono gravemente lesionate; la chiesa parrocchiale di S.Elia risultò crollante, quella dell’Immacolata fu danneggiata (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

Piane CratiCS39.233116.325VIII-IX

Il terremoto causò danni molto gravi al paese: numerose abitazioni crollarono, le altre furono gravemente lesionate e rese inabitabili. La chiesa parrocchiale di S.Barbara, dal cui campanile furono sbalzate a terra le campane, risultò la più danneggiata, l’altra chiesa di S.Maria del Carmine ebbe danni solo all’altare maggiore; il municipio fu distrutto. Vi furono 2 morti su una popolazione di 807 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

PietrafittaCS39.260316.3403VIII-IX

Il paese contava 2053 abitanti. Il terremoto causò vittime e crolli di edifici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

BucitaCS39.347516.1314VIII

Alcune case crollarono e altre 11 furono notevolmente danneggiate. Insieme a S.Fili il terremoto causò 6 vittime (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

CaroleiCS39.252516.2181VIII

Numerose case crollarono, le altre furono lesionate gravemente, in particolare nei due rioni Pié la Terra e Serrone. Fu danneggiata gravemente la chiesa parrocchiale dell’Assunta; molto danneggiata anche la chiesa dell’Immacolata e quella del Carmine; vi furono 13 vittime su una popolazione di 2409 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Casole BruzioCS39.280816.3308VIII

Il terremoto causò il crollo di qualche casa e altre furono lesionate. La chiesa parrocchiale crollò, ma era stata già danneggiata da precedenti terremoti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

CastelfrancoCS39.307216.1936VIII

Dalle fonti risulta che all’epoca del terremoto il villaggio era denominato Castelfranco. Il terremoto causò il crollo di molte case, i rimanenti edifici furono gravemente lesionati e divennero inabitabili. Due chiese furono quasi distrutte e quella parrocchiale seriamente danneggiata; gravi danni subì anche il municipio; vi furono due vittime su una popolazione di 1561 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Castiglione CosentinoCS39.351116.2878VIII

La popolazione contava 1129 abitanti. Il terremoto causò il crollo di alcune case (16 su 159), le altre furono tutte fortemente lesionate. Crollò il municipio; venne gravemente danneggiata la chiesa Madre: la facciata e un muro laterale risultarono fuori piombo e il campanile, che minacciava di crollare, fu demolito; furono lesionate la cappella di S.Maria e la chiesa della congregazione dell’Annunziata; le altre chiese subirono danni lievi (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

CerisanoCS39.275816.175VIII

Il terremoto causò la morte di 6 persone su una popolazione di 2120 abitanti (altra fonte riporta 10 vittime). Alcune case crollarono (12 su 289), altre minacciarono rovina (150) e tutte furono visibilmente lesionate. Nella campagna circostanza crollarono altre 8 case. Interamente diroccate la Chiesa Parrocchiale di S.Lorenzo e la Chiesa e Monastero dei Monaci riformati. In parte caduta la Chiesa di S.Domenico. Meno danneggiata quella del Carmine che ebbe lesionato il muro interposto fra l’altare maggiore e la Chiesa. La Chiesa del Rosario è invece in buono stato. Il locale addetto a carcere circondariale cadde in gran parte. La casa comunale e la Gendarmeria furono molto lesionate. Il locale addetto al Giudicato Regio fu lesionato, ma non gravemente (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

CosenzaCS39.302816.2514VIII

Moltissime le case danneggiate e inabitabili, le rimanenti furono lesionate; poche quelle interamente cadute. Anche le case che dall’esterno sembravano aver subito pochi danni avevano in realtà all’interno i muri crollanti, perciò la maggior parte si rese inabitabile. La chiesa del Carmine cadde interamente, la chiesa e il convento di S.Francesco d’Assisi e la chiesa parrocchiale di S.Maria della Sanità in parte crollarono e in parte furono demolite. Gravemente danneggiate la chiesa e il monastero delle monache di Gesù e Maria, la chiesa e il monastero dei Cappuccini, la chiesa e il monastero dei Riformati, il convento dei Domenicani, la chiesa delle Vergini. Meno danneggiate la Cattedrale, la chiesa parrocchiale di S.Gaetano, la chiesa del convento di S.Domenico, la chiesa del convento di S.Giovanni Battista, la chiesa del convento delle monache di S.Chiara e la chiesa di S.Nicola. Il Castello crollò in gran parte uccidendo 12 soldati. Il palazzo dell’Intendenza, il palazzo di Giustizia, la caserma della Gendarmeria Reale, il quartiere della Truppa di Linea, l’orfanotrofio, l’ospedale militare subirono gravi lesioni e sconnessioni e in alcuni punti minacciarono di cadere. Del carcere sottoposto al palazzo di giustizia si dovette demolire l’ultimo piano per impedirne la caduta. L’ospedale civile subì danni minori. Il municipio, sorretto da altri edifici, subì poche lesioni. Meno danneggiato anche il Real Convitto e Liceo. Il locale addetto alla segreteria dell’Intendenza, quello del Consiglio Generale degli Uffizi e il Commissariato di Polizia, tutti situati nel palazzo dell’Intendenza, ebbero i muri esterni distaccati, altri lesionati e alcuni pericolanti. Le volte delle scale in parte caddero e in parte furono lesionate. Gravemente danneggiati, inoltre, l’Episcopio, l’albergo di Ritorto e la chiesa degli ex-Carmelitani, già danneggiata dal terremoto del 1783, della quale rimase in piedi solo il coro. Crollante, infine, anche l’edificio detto libreria di S.Domenico e danneggiati la chiesa del Vescovado e il locale addetto all’esazione dei dazi. La replica dell’1 marzo aggravò i danni: nel palazzo dell’Intendenza causò la caduta di un altro muro e l’aggravamento delle lesioni già esistenti; lo stesso si osservò in quasi tutti gli edifici tanto che alcuni che erano solo puntellati furono in parte demoliti. Il terremoto causò la morte di 41 persone su una popolazione di 13891 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Marano MarchesatoCS39.313316.1717VIII

Il terremoto causò 4 vittime su una popolazione di 2988 abitanti (altra fonte riporta 6 vittime). Molte furono le case crollate (100 su 424), le restanti furono lesionate e si resero inabitabili. Risultarono quasi crollanti la chiesa parrocchiale, la chiesa dell’Assunta e la cappella del SS.mo Rosario. Crollò l’orologio comunale (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Marano PrincipatoCS39.298916.175VIII

Qualche casa crollò (10 su 161), le altre furono gravemente lesionate. La chiesa parrocchiale subì qualche danno: la tettoia cadde in parte e il campanile divenne pericolante. Il terremoto causò 1 vittima su una popolazione di 1218 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

MendicinoCS39.260316.1931VIII

Il terremoto causò 10 vittime su una popoalzione di 3986 abitanti. In una contrada crollarono tutte le case, nelle altre si ebbero gravi lesioni. Gravemente danneggiate la Chiesa Madre (crollato il coro, la sagrestia e infranta la facciata) e quella di S.Domenico. I danni furono concentrati nella parte inferiore del paese e nelle case di campagna situate nella pianura verso Cosenza (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

PeritoCS39.272516.3294VIII

Il terremoto causò il crollo di parecchie case (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

San FiliCS39.338316.1436VIII

La popolazione, compreso il rione Bucita, contava 4330 abitanti. Il terremoto, unitamente al rione Bucita, causò 6 vittime (altra fonte riporta 4 vittime). 22 case furono alquanto danneggiate (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

San Sisto dei ValdesiCS39.376716.1497VIII

Il terremoto causò gravi danni a gran parte delle case, alcune delle quali crollarono, in particolare nella parte alta del paese; fu danneggiata la chiesa parrocchiale (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Santo Stefano di RoglianoCS39.192816.3239VIII

Il terremoto causò gravi danni alle case e alle chiese del paese. Fu colpito, in particolare, il quartiere che va da Santa Maria fino alla Gravata dove moltissime case (50 circa su 190) risultarono cadenti. Danneggiate tutte le quattro chiese, ma in modo particolare quella di S.Stefano (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

San Vincenzo la CostaCS39.363916.1508VIII

Il terremoto causò danni alla Chiesa Parrocchiale. Qualche edificio crollò. La popolazione, insieme al rione San Sisti, contava 2143 abitanti. Generalmente si osservarono grandi lesioni negli edifici (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

ScalzatiCS39.279716.3228VIII

Il terremoto causò il crollo di alcune case e ne lesionò altre; non vi furono vittime (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

Spezzano GrandeCS39.299216.34VIII

Il terremoto causò il crollo di poche case; molte altre vennero lesionate. Furono danneggiate le chiese parrocchiali di S.Pietro e di S.Biagio, nelle quali uscirono di piombo le facciate, nonché la chiesa e il convento di S.Francesco di Paola. Fu gravemente danneggiato il campanile della chiesa dei Paolotti e il carcere circondariale. Il paese contava 2628 abitanti; 3 persone furono ferite (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

TrentaCS39.282816.3206VIII

Il terremoto danneggiò in modo non grave l’abitato, le chiese non subirono danni rilevanti. In generale i danni maggiori avvennero nelle campagne dove molte casette rurali furono gravemente danneggiate e 7 persone morirono (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

VerticelliCS39.283916.3286VIII

Il terremoto causò il crollo di alcune case e ne lesionò altre; non vi furono vittime (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

ZumpanoCS39.3116.2911VIII

Il terremoto causò la morte di 3 persone su una popolazione di 1117 abitanti. Molte case crollarono, le rimanenti risultarono crollanti o lesionate. La Chiesa di S.Giovanni Battista, quella del Beato Francesco e quella dell’Immacolata furono in parte demolite (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

Figline VegliaturoCS39.224716.3308VII-VIII

Il terremoto non causò il crollo di case, ma in generale i fabbricati furono gravemente danneggiati e taluni risultarono crollanti. Non vi furono vittime tra la popolazione di 1027 abitanti. Gravemente danneggiata la Chiesa di S.Giovanni Battista e quella di S.Sofia nella quale crollò l’altare maggiore ed il tetto in più parti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

GrupaCS39.244716.3383VII-VIII

Il terremoto causò danni gravi alla chiesa Parrocchiale di S.Demetrio, che divenne pericolante così come alcune case (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

MangoneCS39.202816.3339VII-VIII

Il terremoto causò lesioni alle case: 12 di esse (su 356) risultarono crollanti; danneggiata anche la Chiesa Parrocchiale e il suo campanile, la Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo e più gravemente la Chiesa rurale di Santa Maria dell’Arco (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

Montalto UffugoCS39.40516.1578VII-VIII

La chiesa parrocchiale fu gravemente danneggiata tanto da non essere più agibile: crollarono la facciata, la volta e due pilastri della navata centrale. Furono danneggiate anche le ex-chiese dei Carmelitani e dei Domenicani; ridotto in rovina il Convento adattato a Giudicato Regio; seri danni anche agli edifici privati, crollò una torre nella contrada Perrera. Non vi furono morti (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

RovellaCS39.302816.2883VII-VIII

Il terremoto causò il ferimento di tre persone. Tutte le case furono lesionate; gravemente danneggiata e crollante la chiesa parrocchiale di S.Nicola (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

San Pietro in GuaranoCS39.342216.3111VII-VIII

Il terremoto causò pochi crolli totali (3 su 374), ma i danni ai fabbricati furono gravi. La caduta di macerie causò due feriti. La Chiesa Parrocchiale ebbe i due muri esterni fuori di piombo, ma risultò agibile.La popolazione contava 2675 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

Santa Maria la CastagnaCS39.390816.1328VII-VIII

Il terremoto causò il crollo di due casette e la rovina della facciata della Chiesa. Crollate anche 4 case di campagna (1).

(1)
Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Specchio de’ restauri eseguiti pe’ sacri Tempî danneggiati dal tremuoto [del 12 febbraio 1854], Cosenza 13 dicembre 1856.
1856

ApriglianoCS39.239416.3417VII

Il terremoto danneggiò l’abitato (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

CarpanzanoCS39.146916.3033VII

La popolazione contava 1880 abitanti. Il terremoto causò molte lesioni nelle case; la chiesa Madre fu danneggiata in varie parti; la caserma della Gendarmeria divenne inabitabile (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

GuarnoCS39.240816.3403VII

Il terremoto danneggiò gravemente la chiesa di S.Domenico, che divenne pericolante (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

LappanoCS39.318916.3122VII

Non vi furono vittime fra i 1295 abitanti. Il terremoto danneggiò sensibilmente le abitazioni. Furono gravemente danneggiate la chiesa parrocchiale del rione Altavilla e quella di S.Giovanni Battista (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

RoglianoCS39.177516.3228VII

Il terremoto causò pochi danni alle case. La Chiesa Colleggiata di San Pietro fu gravemente danneggiata. Minori danni subirono la Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia e quella di San Giorgio. La Chiesa Madre fu danneggiata nelle navate, nella facciata e nel pavimento. Il locale di San Domenico utilizzato dall’esercito soffrì pochi danni. La parte occidentale del paese fu la più colpita. Nel rione Cuti si osservarono danni al coro e al campanile della chiesa parrocchiale. Vi furono 1 vittima e 15 feriti su una popolazione di 4939 abitanti (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

RoseCS39.398316.2878VII

Il terremoto causò notevoli danni ai fabbricati: 8 case furono gravemente lesionate. Il castello venne reso inabitabile. Furono anche danneggiati il convento e la chiesa dei Riformati, la chiesa di S.Maria, quella dell’Annunziata e soprattutto la chiesa parrocchiale, che divenne pericolante a causa della rottura degli archi del coro e della navata e all’uscita di piombo dei muri delle cappelle. Tutti gli edifici furono comunque lesionati e due torri della campagna circostante furono demolite perché cadenti (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

SciglianoCS39.126716.3056VII

La popolazione contava 4270 abitanti. Il terremoto causò molte lesioni alle case. La Chiesa Colleggiata di Diani e la Chiesa e Monastero dei Minori Osservanti furono gravemente danneggiate (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

VaccarizzoCS39.410316.1347VII

Il terremoto causò il crollo di due case e lesioni nelle altre; fu danneggiato il campanile della chiesa abbaziale (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

VicoCS39.239216.3294VII

Il terremoto danneggiò gravemente la chiesa di S.Maria Assunta in Cielo, che divenne pericolante (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

AltiliaCS39.128616.2522VI-VII

Il terremoto causò molte lesioni alle case. La popolazione contava 1090 abitanti; non vi furono vittime (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

CelicoCS39.309216.3403VI-VII

Il terremoto causò solo pochi danni alle case. La popolazione contava 2719 abitanti. Fu danneggiato il campanile della Chiesa Parrocchiale e la Chiesa del rione Manneto (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

CribariCS39.284716.3239VI-VII

Il terremoto causò danni non gravi all’abitato. Le chiese risultarono in buono stato, anche se quella parrocchiale fu gravemente danneggiata (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

DomanicoCS39.216416.2058VI-VII

Il terremoto causò solo lesioni in alcune case e nella Chiesa Sacramentale del villaggio Motta, di S.a Maria delle Grazie (1).

(1)
Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Notamento delle chiese che sono [bisognevoli di restauri], pei danni del tremuoto del 12 Feb[bra]io 1854, Cosenza s.d.
1856

FeruciCS39.286116.32VI-VII

Il terremoto causò pochi danni. Le chiese risultarono in buono stato (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

LongobardiCS39.206116.0764VI-VII

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

LuzziCS39.445316.2878VI-VII

Il terremoto causò lievi fenditure nei fabbricati, ma le due chiese di Sant’Angelo e San Giuseppe furono più danneggiate. Danneggiata anche la Chiesa dell’Immacolata nella quale cadde un muro (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855
Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Opere pubbliche comunali, b.20, fasc.421 (1854-1858), Lettera dell’architetto M.Mele al Sindaco di Luzzi relativa all’invio del progetto di restauro della chiesa della SS.Immacolata danneggiata dal terremoto del 12 febbraio, Luzzi 7 agosto 1854.
1854

PedaceCS39.274216.34VI-VII

La popolazione contava 2535 abitanti; non vi furono vittime. Il terremoto lesionò alcune case. Le Chiese non subirono danni e i fabbricati risultarono in generale in buono stato (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.28 (1854), Provincia della Calabria Citra, Quadro delle diverse condizioni de’ Comuni danneggiati dal tremuoto del 12 Febbrajo 1854, Cosenza 23 marzo 1854.
1854

San LucidoCS39.306716.0486VI-VII

Il terremoto danneggiò la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista (1).

(1)
Archivio di Stato di Cosenza, Intendenza di Calabria Citeriore, Affari ecclesiastici, b.3, fasc.27 (1855-57), Notamento delle chiese che sono [bisognevoli di restauri], pei danni del tremuoto del 12 Feb[bra]io 1854, Cosenza s.d.
1856

AcquappesaCS39.493115.9536VI

Il terremoto causò lievi lesioni negli edifici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.
1854

AietaCS39.927515.8231VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

Belvedere MarittimoCS39.617815.8625VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

BisignanoCS39.512516.285VI

Il terremoto causò leggere fenditure nei fabbricati e qualche danno alle chiese (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

BonifatiCS39.585615.9019VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

BuonvicinoCS39.688315.8844VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

CatanzaroCZ38.914216.5858VI

Il terremoto fu avvertito molto fortemente; causò leggere lesioni in alcune case, ma nessun danno agli edifici pubblici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Seconda (1850-60), Relazione del Segretario Generale dell’Intendenza di Calabria Ulteriore Seconda al Ministero dell’Interno relativa alla verifica degli edifici di Catanzaro danneggiati dalla scossa del 12 febbraio, Catanzaro 8 aprile 1854.
1854

CetraroCS39.515815.9406VI

Il terremoto causò lievi lesioni agli edifici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.
1854

DiamanteCS39.677815.8203VI

Il terremoto causò lievi lesioni agli edifici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.
1854

Falconara AlbaneseCS39.274716.0914VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

Fiumefreddo BruzioCS39.234416.0661VI

Il terremoto causò piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

FuscaldoCS39.414716.0303VI

Il terremoto causò lievi lesioni agli edifici. Lievemente lesionata anche la chiesa (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.
1854

Guardia PiemonteseCS39.465315.9992VI

Il terremoto causò lievi lesioni agli edifici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.
1854

IntavolataCS39.475615.9636VI

Il terremoto causò lievi lesioni agli edifici (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo ai danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Napoli 17 febbraio 1854.
1854

MalitoCS39.153616.2478VI

Il terremoto lesionò alcune case (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

MartiranoCZ39.0816.2483VI

Il terremoto causò leggeri danni negli edifici (1).

(1)
Baratta M.
I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).
Torino 1901

PaolaCS39.3616.0403VI

Il terremoto causò lesioni ai fabbricati, ma non molto considerevoli nonostante la possente scossa avvertita. Danneggiato il carcere (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 14 febbraio 1854.
1854
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Trasmissione del telegramma del Sottintendente di Paola ai Ministeri di Polizia e dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Napoli 15 febbraio 1854.
1854
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

Santa Domenica TalaoCS39.818915.8553VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

ScaleaCS39.813615.7917VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

Serra PedaceCS39.277216.3461VI

Il terremoto non produsse gravi danni e le chiese non furono lesionate (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.26 (1854), Relazione dell’Intendente di Calabria Citeriore al Ministero dell’Interno relativa al sopralluogo effettuato nei Comuni di Trenta, Casole Bruzio, Pedace e Serra Pedace danneggiati dal terremoto del 12 febbraio, Cosenza 27 aprile 1854.
1854

TortoraCS39.941115.8042VI

Il terremoto causò solo piccole lesioni ai fabbricati (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 959, fasc.25 (1854-55), Relazione del Sottintendente di Paola al Ministero dell’Interno sui danni causati nel distretto dal terremoto del 12 febbraio, Paola 16 febbraio 1854.
1854

Corigliano CalabroCS39.596116.5183V

Il terremoto fu avvertito molto fortemente, ma non causò danni (1).

(1)
Amato G.
Crono-istoria di Corigliano Calabro (ristampa anastatica, Cosenza 1973).
Corigliano Calabro 1884

GeraceRC38.270616.2203V

Il terremoto fu avvertito fortemente e causò panico nella popolazione (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto dell’Intendente di Calabria Ulteriore Prima al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Reggio Calabria 18 febbraio 1854.
1854

ResinaNA40.807514.3489F

Il terremoto fu avvertito (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto del Ministero dell’Interno al re relativo alle notizie pervenute da alcune Intendenze del Regno sul terremoto del 12 febbraio, Napoli febbraio 1854.
1854

VibonatiSA40.098915.5836F

Il terremoto fu avvertito (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto del Ministero dell’Interno al re relativo alle notizie pervenute da alcune Intendenze del Regno sul terremoto del 12 febbraio, Napoli febbraio 1854.
1854

CastrovillariCS39.814216.2022IV

Il terremoto fu avvertito e non produsse danni (1).

(1)
Russo F.
Il Santuario di S.Maria del Castello in Castrovillari.
Pinerolo 1956

LagonegroPZ40.123915.7636IV

Il terremoto fu avvertito, ma non produsse danni.

MessinaME38.186915.5492III

Il terremoto fu avvertito leggermente (1).

(1)
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.976 (1854), inc.4745, Lettera dell’intendente di Messina al luogotenente generale relativa alla scossa di terremoto avvertita in città il 12 febbraio, Messina 13 febbraio 1854.
1854

MonteleoneVV38.674716.1022III

Il terremoto fu avvertito leggermente.

Reggio di CalabriaRC38.108115.6469III

Il terremoto fu avvertito leggermente (1).

(1)
Archivio di Stato di Napoli, Ministero dell’Interno, III inventario, fascio 960, fasc.1, Calabria Ulteriore Prima (1852-56), Rapporto dell’Intendente di Calabria Ulteriore Prima al Ministero dell’Interno relativo alla segnalazione della scossa di terremoto del 12 febbraio 1854, Reggio Calabria 15 febbraio 1854.
1854
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855

NapoliNA40.855314.2603II

Il terremoto fu avvertito molto leggermente (1).

(1)
Scaglione F.
Cenno storico-filosofico sul tremuoto che nella notte del dì 12 venendo il 13 febbraio dell’anno 1854 ad un’ora meno un quarto scosse orrendamente la città di Cosenza e varii paesi vicini, in "Atti della Reale Società Economica di Calabria Citra", a.1854, pp.41-109.
Cosenza 1855