Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
28 03 184615:4535.825061500490Grecia meridionaleGreece

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1846 03 28 15 45 -- 35.80 25.00 0.0 6.0 0 49 Grecia meridionale


The revision was based on 49 accounts:
The results are summarized by 20 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
- - - - -


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

Questo terremoto non è elencato nei cataloghi sismici in uso.
Il Catalogo PFG (1985, fiches) elenca una scossa datata 28 marzo 1846, alle ore 16:45, con intensità epicentrale del IV grado della scala MCS, localizzata a Reggio Calabria. Il riferimento bibliografico del Catalogo PFG rimanda a Carrozzo et al. (1975) (1), catalogo parametrico regionale privo di dati descrittivi, che a sua volta rimanda a Mercalli (1897) (2). Già dalla consultazione di quest’ultima opera si poteva evincere che la scossa sentita a Reggio Calabria non era che un risentimento locale di un terremoto con una vasta area di propagazione la cui zona epicentrale doveva trovarsi molto distante da Reggio Calabria (Mercalli segnalava che il terremoto aveva causato seri danni a Malta e nell’isola di Gozo).
Il 28 marzo 1846, infatti, un violento terremoto colpì l’isola di Creta, dove causò danni a oltre un centinaio di abiatazioni, fu fortemente sentito in tutto il bacino orientale del Mediterraneo. Nell’Italia meridionale causò lievi danni in alcune località della Sicilia. Questo evento è attestato dai cataloghi sismici descrittivi dell’area italiana e mediterranea a partire da Perrey (1848) (3), Barbiani e Barbiani (1864) (4), Schmidt (1881) (5), Mercalli (1883) (6), Issel e Agamennone (1894) (7), De Giorgi (1898) (8). Baratta (1901) – che utilizzò Perrey (1848) (9), Schmidt (1881) (10) e un suo precedente lavoro, Baratta (1897) (11) – delinea la propagazione in Italia meridionale di questo evento sismico. Tra i cataloghi descrittivi del XX secolo, questo terremoto è riportato in Ambraseys et al. (1994) (12) – limitatamente agli effetti in Egitto – e in Papazachos e Papazachou (1997) (13). Inoltre, è elencato nei seguenti cataloghi parametrici: Galanopoulos (1960) (14), Kárník (1968-1971) (15), Shebalin et al. (1974 ) (16), Ben-Menahem (1979) (17), Comninakis e Papazachos (1982) (18).
Fonti archivistiche inedite, non note ai cataloghi sismici sopra menzionati, che chiariscono e ampliano il quadro delle conoscenze relativamente all’area della Sicilia sud-orientale sono state analizzate in Boschi e Guidoboni (2001) (19) da cui è tratta questa scheda. La nuova documentazione reperita consente di approfondire gli effetti di risentimento di questo terremoto a Catania e Noto, e in altre località della Sicilia, tra le quali Spaccaforno (oggi Ispica), Comiso, Modica, Scordia, Caltagirone, e Siracusa – località, queste ultime, per le quali non si avevano notizie dagli studi precedenti.
Presso l’Archivio di Stato di Catania, nel fondo "Intendenza borbonica" (b.4213), sono conservati 13 documenti (lettere, minute, rapporti) su questo terremoto del 28 marzo (e su un successivo evento del 22 aprile 1846), datati tra il 29 marzo e il 19 maggio 1846 (20). Presso l’Archivio di Stato di Palermo, nel fondo "Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia" (b.449), sono conservati 8 documenti (rapporti e minute di lettere) inviati al luogotenente generale dagli amministratori di alcune località della Sicilia, datati tra il 30 marzo e il 19 maggio 1846 (21).
In tutte le fonti documentarie reperite l’orario dell’accadimento della scossa è espresso secondo l’uso "all’italiana", le 22:15, a eccezione di una fonte messinese in cui è utilizzato l’orario "alla francese", le 5 pomeridiane.
Gli effetti del terremoto in Italia meridionale sono attestati da due corrispondenze giornalistiche pubblicate nel "Giornale del Regno delle Due Sicilie" del 6 aprile e 4 maggio 1846 (22). Anche la "Gazzetta Privilegiata di Milano", nei due numeri del 17 aprile e 16 maggio 1846, si occupò di questo evento, con due corrispondenza, una da Alessandria d’Egitto, l’altra da Malta, che riferivano degli effetti nel bacino orientale del Mediterraneo (23). La "Gazzetta di Mantova", nel numero del 23 maggio 1846 (24), riprendeva alla lettera lo stesso testo pubblicato dalla "Gazzetta Privilegiata di Milano" del 16 maggio.
Brevi accenni su questo evento si trovano in due opere della storiografia siciliana dedicate a Catania e Siracusa: Gemmellaro (1849) (25) e Privitera (1878-1879) (26).

Note

(1)
Carrozzo M.T., Cosentino M., Ferlito A., Giorgetti F., Patané G. e Riuscetti M.
Earthquakes catalogue of Calabria and Sicily (1783-1973), CNR, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», vol.93.
Roma 1975
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Calabria meridionale e del messinese, in "Memorie della Società Italiana delle Scienze (detta dei XL)", s.III, tomo 11, pp.117-266.
Roma 1897
(3)
Perrey A.
Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).
Bruxelles 1848
(4)
Barbiani D.-G. e Barbiani B.-A.
Mémoire sur les tremblements de terre dans l’île de Zante, in "Mémoires de l’Academie des Sciences, Arts et Belles Lettres de Dijon", vol.11, 1863.
Dijon 1863
(5)
Schmidt J.F.J.
Studien über Vulkane und Erdbeben, 2 voll.
Leipzig 1881
(6)
Mercalli G.
Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).
Milano 1883
(7)
Issel A. e Agamennone G.
Intorno ai fenomeni sismici osservati nell’isola di Zante durante il 1893, in "Annali dell’Ufficio Centrale Meteorologico e Geodinamico Italiano", s.II, vol.15, parte I, a.1893, pp.65-264.
Roma 1894
(8)
De Giorgi C.
Ricerche su i terremoti avvenuti in Terra d’Otranto dall’XI al secolo XIX, in "Memorie della Pontificia Accademia dei Nuovi Lincei", vol.15, pp.95-154.
Roma 1898
(9)
Perrey A.
Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).
Bruxelles 1848
(10)
Schmidt J.F.J.
Studien über Vulkane und Erdbeben, 2 voll.
Leipzig 1881
(11)
Baratta M.
Materiali per un catalogo dei fenomeni sismici avvenuti in Italia 1800-1872, in "Memorie della Società Geografica Italiana", vol.7, pp.81-164.
Roma 1897
(12)
Ambraseys N.N., Melville C.P. e Adams R.D.
The Seismicity of Egypt, Arabia and the Red Sea: a historical review.
Cambridge 1994
(13)
Papazachos B.C. e Papazachou C.B.
The earthquakes of Greece.
Thessaloniki 1997
(14)
Galanopoulos A.G.
Greece. A catalogue of shocks with Io … VI or M … 5 for the years 1801-1958.
Athens 1960
(15)
Kárník V.
Seismicity of the European Area, 2 voll.
Dordrecht 1968
(16)
Shebalin N.V., Kárník V. e Hadzievski D.
Catalogue of Earthquakes. Part I, 1901-1970. Part II, prior to 1901.
Skopje 1974
(17)
Ben-Menahem A.
Earthquake catalogue for the Middle East (92 B.C.-1980 A.D.), in "Bollettino di Geofisica Teorica ed Applicata", vol.21 (84), pp.245-310.
Trieste 1979
(18)
Comninakis P.E. e Papazachos B.C.
A catalogue of historical earthquakes in Greece and surrounding area: 479 B.C.-1900 A.D.
Thessaloniki 1982
(19)
Terremoti a Catania: sintesi e parametri, in E.Boschi e E.Guidoboni, "Catania: terremoti e lave dal mondo antico alla fine del Novecento", pp.239-253.
Roma-Bologna 2001
(20)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Minuta di biglietto dell’intendente di Catania Parisi all’ufficiale telegrafico, Catania 30 marzo 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Rapporto dell’ufficiale telegrafico di Catania Agostino di Palma all’intendente, Catania 29 marzo 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 30 marzo 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Scordia Bonaventura Portoghesi all’intendente, Scordia 30 marzo 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Relazione sugli effetti della scossa di terremoto del 28 marzo 1846, Catania 1º aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Minuta di lettere dell’intendente di Catania Parisi al ministro dell’Interno e al luogotenente generale, Catania 1º aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Licodia Eubea E.Clarenza all’intendente, Licodia Eubea 11 aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Rapporto del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 13 aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera della Segreteria del luogotenente generale all’intendente, Palermo 16 aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Rapporto del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 20 aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del ministro dell’Interno N.Santangelo all’intendente, Napoli 22 aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera della Segreteria del luogotenente generale all’intendente, Palermo 30 aprile 1846.

Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera della Segreteria del luogotenente generale all’intendente, Palermo 19 maggio 1846.

(21)
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 3 aprile 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Minuta di lettere agli intendenti di Noto e di Catania, Palermo 19 maggio 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 13 aprile 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Minuta di lettera all’intendente di Noto, Palermo 28 aprile 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 1º aprile 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 30 marzo 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Messina Giuseppe de Liguoro al luogotenente generale, Messina 30 marzo 1846.

Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Minuta di lettere agli intendenti di Catania, di Noto e di Messina, Palermo 16 aprile 1846.

(22)
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.
Napoli 1846
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.05.04, n.96.
Napoli 1846
(23)
Gazzetta Privilegiata di Milano, 1846.04.17, n.107.
Milano 1846
Gazzetta Privilegiata di Milano, 1846.05.16, n.136.
Milano 1846
(24)
Gazzetta di Mantova, 1846.05.23, n.21.
Mantova 1846
(25)
Gemmellaro C.
Saggio di storia fisica di Catania, in "Atti dell’Accademia Gioenia di Scienze Naturali in Catania", s.II, vol.4, pp.1-181.
Catania 1849
(26)
Privitera S.
Storia di Siracusa antica e moderna (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1971).
Napoli 1878

Effects in the social context

A Caltagirone il sottintendente fece sospendere gli esercizi spirituali che si dovevano tenere la sera dello stesso 28 marzo 1846 (1).
A Scordia il giudice regio fece anticipare di un giorno la fine degli esercizi spirituali che si tenevano nel convento dei padri Riformati, che era stato leggermente danneggiato dal terremoto. Inoltre, a causa del terremoto i religiosi dello stesso convento abolirono un triduo che si dove tenere il 29 marzo (2).

Note

(1)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 30 marzo 1846.

(2)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Scordia Bonaventura Portoghesi all’intendente, Scordia 30 marzo 1846.

Major earthquake effects

Il 28 marzo 1846 alle ore 15:45 GMT circa (le 16:37 in tempo "vero" di Napoli secondo l’uso orario "alla francese"; le 22 e 1/4 secondo l’uso orario "all’italiana") ci fu un forte terremoto, di lunga durata, localizzato nel Mediterraneo sud-orientale.
­ Effetti nel bacino orientale del Mediterraneo. Il terremoto colpì l’isola di Creta, dove causò danni, ma nessuna vittima: a Iraklion più di 100 case furono lesionate, a Chania 20 case furono fessurate. Nelle isole di Malta e di Gozo furono danneggiate case ed edifici pubblici. Il terremoto fu fortemente sentito nelle isole Cicladi, lungo le coste della Turchia, a Rodi, dove la scossa fu della durata di circa 2 minuti e spaventò la popolazione, in gran parte della Siria e nel basso Egitto, in particolare ad Alessandria, dove la scossa durò più di mezzo minuto, con grande spavento della popolazione e al Cairo, dove le vibrazioni del suolo durarano per tre minuti. Fu inoltre sentito in Grecia, a Zante, e nelle isole ionie.
­ Effetti in Italia. La scossa fu fortemente avvertita nelle località della Sicilia sud-orientale e causò in alcune di esse qualche leggero danno. A Spaccaforno (oggi Ispica) dalla cima della facciata della chiesa Madre cadde la sfera di pietra su cui era collocata la croce; a Comiso si aprirono alcune lesioni nel Casino dei Civili; a Modica si aprì una lesione nell’edi·cio delle carceri pubbliche; a Scordia, suonò l’orologio pubblico, cadde la campana del convento dei padri Riformati e si ruppe una catena metallica posta a sostegno delle pareti della chiesa del convento.
A Caltagirone, Licodia Eubea e Noto la scossa, percepita in due riprese, fu forte, ma non causò danni. A Catania la scossa fu avvertita da tutti gli abitanti; fu percepita in due riprese e durò complessiva di 16 secondi, ma non causò alcun danno. Fu inoltre sentita anche a Siracusa e leggermente a Messina e Reggio Calabria. A Napoli il terremoto fu leggero e sentito da parecchie persone. A Brindisi, Gallipoli e Lecce fu leggero.
Non è dunque privo di interesse per le valutazioni di pericolosità sismica rilevare che benché quasi mille km separino le coste della Sicilia orientale da Creta, gli effetti di un terremoto possano causare alcuni leggeri danni.
Nel catalogo di Papazachos e Papazachou (1997) questo terremoto è valutato di magnitudo 7.7.
Si precisa che le stime di intensità si riferiscono solo alle località di area italiana.

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
Ambraseys N.N., Melville C.P. e Adams R.D.The Seismicity of Egypt, Arabia and the Red Sea: a historical review.Catalogue1994Cambridge
*Archivio dell’Osservatorio Meteorologico di Parma, 670/7, n.64, Francesco Pistolesi, Appunti di fenomeni meteorologici ricorsi nell’anno 1846 (allegato alla lettera ad Antonio Colla, Siena 3 ottobre 1846).Source chronologically near to the event1846
*Archivio dell’Osservatorio Meteorologico di Parma, 670/7, n.75, Lettera di Alexis Perrey ad Antonio Colla, Digione 1º dicembre 1846.Indirect source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera della Segreteria del luogotenente generale all’intendente, Palermo 30 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Minuta di biglietto dell’intendente di Catania Parisi all’ufficiale telegrafico, Catania 30 marzo 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Rapporto dell’ufficiale telegrafico di Catania Agostino di Palma all’intendente, Catania 29 marzo 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 30 marzo 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Scordia Bonaventura Portoghesi all’intendente, Scordia 30 marzo 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Relazione sugli effetti della scossa di terremoto del 28 marzo 1846, Catania 1º aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Minuta di lettere dell’intendente di Catania Parisi al ministro dell’Interno e al luogotenente generale, Catania 1º aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Licodia Eubea E.Clarenza all’intendente, Licodia Eubea 11 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Rapporto del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 13 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera della Segreteria del luogotenente generale all’intendente, Palermo 16 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Rapporto del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 20 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del ministro dell’Interno N.Santangelo all’intendente, Napoli 22 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera della Segreteria del luogotenente generale all’intendente, Palermo 19 maggio 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 13 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Minuta di lettere agli intendenti di Noto e di Catania, Palermo 19 maggio 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 3 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Minuta di lettere agli intendenti di Catania, di Noto e di Messina, Palermo 16 aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Messina Giuseppe de Liguoro al luogotenente generale, Messina 30 marzo 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 30 marzo 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 1º aprile 1846.Direct source1846
*Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Minuta di lettera all’intendente di Noto, Palermo 28 aprile 1846.Direct source1846
Baratta M.Materiali per un catalogo dei fenomeni sismici avvenuti in Italia 1800-1872, in "Memorie della Società Geografica Italiana", vol.7, pp.81-164.Catalogue1897Roma
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Barbiani D.-G. e Barbiani B.-A.Mémoire sur les tremblements de terre dans l’île de Zante, in "Mémoires de l’Academie des Sciences, Arts et Belles Lettres de Dijon", vol.11, 1863.Catalogue1863Dijon
Ben-Menahem A.Earthquake catalogue for the Middle East (92 B.C.-1980 A.D.), in "Bollettino di Geofisica Teorica ed Applicata", vol.21 (84), pp.245-310.Scientific bibliography1979Trieste
Carrozzo M.T., Cosentino M., Ferlito A., Giorgetti F., Patané G. e Riuscetti M.Earthquakes catalogue of Calabria and Sicily (1783-1973), CNR, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», vol.93.Catalogue1975Roma
Comninakis P.E. e Papazachos B.C.A catalogue of historical earthquakes in Greece and surrounding area: 479 B.C.-1900 A.D.Catalogue1982Thessaloniki
De Giorgi C.Ricerche su i terremoti avvenuti in Terra d’Otranto dall’XI al secolo XIX, in "Memorie della Pontificia Accademia dei Nuovi Lincei", vol.15, pp.95-154.Catalogue1898Roma
De Rossi M.S.Documenti raccolti dal defunto Conte Antonio Malvasia per la storia dei terremoti ed eruzioni vulcaniche massime d’Italia, in "Memorie della Pontificia Accademia dei Nuovi Lincei", vol.5, pp.169-289.Catalogue1889Roma
Galanopoulos A.G.Greece. A catalogue of shocks with Io … VI or M … 5 for the years 1801-1958.Catalogue1960Athens
*Gazzetta di Mantova, 1846.05.23, n.21.Indirect source1846Mantova
*Gazzetta Privilegiata di Milano, 1846.04.17, n.107.Indirect source1846Milano
*Gazzetta Privilegiata di Milano, 1846.05.16, n.136.Indirect source1846Milano
Gemmellaro C.Saggio di storia fisica di Catania, in "Atti dell’Accademia Gioenia di Scienze Naturali in Catania", s.II, vol.4, pp.1-181.Direct source1849Catania
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.Indirect source1846Napoli
*Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.05.04, n.96.Indirect source1846Napoli
Issel A. e Agamennone G.Intorno ai fenomeni sismici osservati nell’isola di Zante durante il 1893, in "Annali dell’Ufficio Centrale Meteorologico e Geodinamico Italiano", s.II, vol.15, parte I, a.1893, pp.65-264.Scientific bibliography1894Roma
Kárník V.Seismicity of the European Area, 2 voll.Catalogue1968Dordrecht
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Mercalli G.I terremoti della Calabria meridionale e del messinese, in "Memorie della Società Italiana delle Scienze (detta dei XL)", s.III, tomo 11, pp.117-266.Catalogue1897Roma
Papazachos B.C. e Papazachou C.B.The earthquakes of Greece.Catalogue1997Thessaloniki
Perrey A.Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).Catalogue1848Bruxelles
Privitera S.Storia di Siracusa antica e moderna (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1971).Historiographical study1878Napoli
Schmidt J.F.J.Studien über Vulkane und Erdbeben, 2 voll.Catalogue1881Leipzig
Shebalin N.V., Kárník V. e Hadzievski D.Catalogue of Earthquakes. Part I, 1901-1970. Part II, prior to 1901.Catalogue1974Skopje
*Terremoti a Catania: sintesi e parametri, in E.Boschi e E.Guidoboni, "Catania: terremoti e lave dal mondo antico alla fine del Novecento", pp.239-253.Scientific bibliography2001Roma-Bologna

Felt Localities (15)

Locality Province Lat Lon Intensity
SpaccafornoRG36.785614.9097VI

La scossa causò la caduta, dalla cima della facciata della chiesa Madre, della sfera di pietra su cui era collocata la croce; la caduta non causò danni (1).

(1)
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 13 aprile 1846.
1846

ComisoRG36.945614.6056V-VI

La scossa causò l’apertura di alcune lesioni nel Casino dei Civili (1).

(1)
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 13 aprile 1846.
1846

ModicaRG36.858314.7606V-VI

La scossa causò l’apertura di una lesione nell’edi·cio delle carceri pubbliche (1).

(1)
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 13 aprile 1846.
1846

ScordiaCT37.295314.8428V-VI

La scossa fece rintoccare per tre volte le campane dell’orologio pubblico; cadde la campana del convento dei padri Riformati e si ruppe una catena metallica posta a sostegno delle pareti della chiesa del convento (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Scordia Bonaventura Portoghesi all’intendente, Scordia 30 marzo 1846.
1846
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 3 aprile 1846.
1846

CaltagironeCT37.230614.5203V

La scossa, percepita in due riprese, fu sensibile e suscitò un certo allarme; non causò danni (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del sottintendente di Caltagirone Pietro Scrofani all’intendente, Caltagirone 30 marzo 1846.
1846
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 3 aprile 1846.
1846

CataniaCT37.501715.0872V

La scossa, della durata complessiva di 16 secondi, fu percepita in due riprese. Fu avvertita da tutti gli abitanti, con l’esclusione delle persone che erano in movimento per le strade; non causò alcun danno (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Minuta di biglietto dell’intendente di Catania Parisi all’ufficiale telegrafico, Catania 30 marzo 1846.
1846
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Relazione sugli effetti della scossa di terremoto del 28 marzo 1846, Catania 1º aprile 1846.
1846
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Catania Parisi al luogotenente generale, Catania 1º aprile 1846.
1846

Licodia EubeaCT37.154414.7003V

La scossa, percepita in due riprese, fu forte, allarmò tutta la popolazione; non causò danni (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Intendenza borbonica, b.4213 (1818-46), categoria XXI (Miscellanea), Lettera del giudice regio di Licodia Eubea E.Clarenza all’intendente, Licodia Eubea 11 aprile 1846.
1846

NotoSR36.890315.0703V

La scossa, percepita in due riprese, fu forte e causò spavento; non ci furono danni (1).

(1)
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Noto A.Lombardi al luogotenente generale, Noto 30 marzo 1846.
1846

SiracusaSR37.082215.285IV-V

La scossa molto sensibile (1).

(1)
Gazzetta di Mantova, 1846.05.23, n.21.
Mantova 1846

BrindisiBR40.636417.9453III-IV

Furono sentite due scosse leggere (1).

(1)
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.
Napoli 1846

GallipoliLE40.055317.9881III-IV

Furono sentite due scosse leggiere (1).

(1)
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.
Napoli 1846

LecceLE40.351118.1689III-IV

Furono sentite due scosse leggiere (1).

(1)
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.
Napoli 1846

NapoliNA40.855314.2603III-IV

Furono sentite, da parecchie persone, due scosse leggere (1).

(1)
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.
Napoli 1846

MessinaME38.186915.5492III

Furono sentite due scosse leggiere (1).

(1)
Giornale del Regno delle Due Sicilie, 1846.04.06, n.74.
Napoli 1846
Archivio di Stato di Palermo, Ministero e segreteria di Stato presso il luogotenente generale in Sicilia, Ripartimento di Polizia, b.449 (1847), inc.153, Rapporto dell’intendente di Messina Giuseppe de Liguoro al luogotenente generale, Messina 30 marzo 1846.
1846

Reggio di CalabriaRC38.108115.6469III

La scossa, percepita in tre riprese, fu leggera (1).

(1)
Mercalli G.
I terremoti della Calabria meridionale e del messinese, in "Memorie della Società Italiana delle Scienze (detta dei XL)", s.III, tomo 11, pp.117-266.
Roma 1897