Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
16 04 180801:1544.857.317b772101405.3!Valle del PelliceItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1808 04 02 16 43 -- 44.83 7.25 0.0 8.0 0 140 Valle del Pellice
1808 04 02 20 15 -- 44.82 7.27 0.0 7.0 0 140 Valle del Pellice
1808 04 16 01 15 -- 44.85 7.32 0.0 7.0 0 140 Valle del Pellice


The revision was based on 140 accounts:
The results are summarized by 148 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1808 04 02 16:43 44.83 7.25 8.0 8.0 107 141 Valle del Pellice
PFG 1808 04 02 04:43 44.87 7.25 8.0 - - - Pinerolo

CFT 1808 04 02 20:15 44.82 7.27 7.0 7.0 15 141 Valle del Pellice
PFG 1808 04 02 20:15 44.83 7.20 8.0 - - - Bobbio

CFT 1808 04 16 01:15 44.85 7.32 7.0 7.0 21 141 Valle del Pellice
PFG 1808 04 16 01:15 44.83 7.20 8.0 - - - Bobbio


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

Questo periodo sismico era stato oggetto di una prima revisione nell’edizione precedente del Catalogo ING-SGA (Boschi et al. 1995), nella quale erano stati analizzati gli effetti causati dalle scosse del 2 aprile 1808. Il proseguimento della ricerca ha consentito di migliorare lo stato delle conoscenze relative all’intero periodo sismico e di analizzare nel dettaglio anche gli effetti della successiva scossa del 16 aprile.
La bibliografia del Catalogo PFG (1985) rimanda per questo evento al catalogo di Mercalli (1897) (1) e allo studio di Cattaneo e Merlanti (1985) (2), basato sulla bibliografia scientifica precedente e su fonti giornalistiche. Questi testi sono stati rianalizzati; per reperire ulteriori informazioni è stata condotta una ricerca sulle fonti amministrative e memorialistiche.
È stata vagliata la documentazione conservata negli archivi di Stato di Genova e di Torino e negli archivi comunali di Luserna, Pinasca, Torre Pellice e Villar Pellice.
Particolarmente interessante per la quantità e la qualità descrittiva è risultato il materiale documentario analizzato all’Archivio di Stato di Torino, nel fondo "Intendenza di Pinerolo". Sono stati reperiti 36 documenti: si tratta di lettere dei sindaci dei paesi danneggiati al prefetto di Torino e al sottoprefetto di Pinerolo, di relazioni sui danni e di perizie tecniche.
Ha invece dato esito negativo il vaglio della documentazione conservata nel fondo "Prefettura francese" dell’Archivio di Stato di Genova.
Notizie rilevanti sul tipo di danni e sulla tipologia delle costruzioni nell’area colpita sono contenute nella relazione di Vassalli-Eandi (1808) (3), che fu incaricato dal prefetto del Po, E.Vincent, del rilievo dei danni dopo le prime scosse del 2 aprile. La relazione di Bossi (1808) (4) contiene invece preziose informazioni sugli effetti della scossa del 16 aprile.
Sono state, inoltre, reperite numerose corrispondenze private (di mercanti, viaggiatori, militari), raccolte e pubblicate da Paroletti (1808), e memorie ecclesiastiche conservate nella biblioteca del Seminario Vescovile di Asti. È stata vagliata la stampa coeva reperendo 9 cronache giornalistiche, afferenti a 3 testate, che hanno fornito informazioni sugli effetti delle scosse, soprattutto nelle città non soggette al dominio francese.
Per gli effetti nelle località francesi, sono stati utilizzati i cataloghi di Billiet (1851) (5) e di Rothé (1941) (6).

Note

(1)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
(2)
Cattaneo M. e Merlanti F.
The Pinerolo earthquake of April 2, 1808, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.78-79.
Roma 1985
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Vassalli-Eandi A.M.
Saggio sopra il tremuoto che da sette mesi scuote le valli del Pelice del Chisone e del Po, in "Memorie di Matematica e Fisica della Società Italiana delle Scienze", tomo 14, parte II, pp.238-281.
Verona 1808
(4)
Bossi L.
Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.
Milano 1808
(5)
Billiet A.
Memoire sur le tremblement de terre ressentis en Savoie, in "Mémoires de l’Académie Royale des Sciences, Belle-Lettres et Arts de Savoie", vol.13, pp.245-282.
Chambery 1848
(6)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941

Effects in the social context

Il terremoto causò 2 morti (a Vigone e a San Germano Chisone) e un numero imprecisato di feriti. Il panico indusse la popolazione di numerose località a cercare scampo nelle campagne, dove passò alcune notti all’aperto in tende o in baracche improvvisate. A Pinerolo, furono trasferite all’aperto anche le attività di alcuni uffici pubblici.
Il timore causato dal ripetersi delle scosse produsse il blocco di ogni attività produttiva agricola, manifatturiera e commerciale. Ciò aggravò una situazione economica già resa difficile dal ritardo di due mesi del ciclo agricolo.
L’ammontare dei danni per il circondario di Pinerolo fu calcolato in 1.200.000 franchi. Le istituzioni intervennero, in un primo tempo, con il vecchio sistema delle sottoscrizioni volontarie, promosse sia dal prefetto del dipartimento del Po, sia dall’arcivescovo di Torino. Definita l’entità dei danni, l’amministrazione imperiale francese stanziò a favore dei terremotati la somma di 500.000 franchi pagabili in 3 anni, della cui distribuzione fu incaricato il prefetto di Torino.
Nonostante la prontezza dei soccorsi e il consistente aiuto economico concesso dal governo centrale, le continue scosse e la difficile situazione agricola indussero alla sfiducia le popolazioni colpite, generando flussi migratori di interi nuclei familiari, sopratutto da Luserna verso Torino.

Administrative historical affiliations

L’"arrondissement" di Pinerolo faceva parte del Dipartimento del Po, regione amministrativa del Piemonte annesso nel 1802 all’impero francese di Napoleone I.

Social and economic effects

Dopo le prime scosse, la popolazione di numerose località (Bricherasio, Torre Pellice, Pinerolo, Revello, San Germano Chisone, Barge, Torino, Perosa Argentina, San Giovanni, Villar Pellice) cercò scampo nella campagna circostante, dove passò alcune notti all’aperto in tende o in improvvisate baracche. A Pinerolo furono trasferite all’aperto anche le attività di alcuni edifici pubblici (1).
Vari effetti fisici sulle persone, come cefalee, problemi respiratori e nervosi, furono menzionati e descritti in opere coeve (2).
Numerosi sindaci richiesero al sottoprefetto di Pinerolo l’effettuazione di perizie (3).
Il protrarsi delle scosse, generando panico ed insicurezza nelle popolazioni, influenzò direttamente anche le attività produttive, causando il blocco di ogni attività produttiva: agricola, manufatturiera e commerciale (4). A Pinerolo furono trascurati la bachicoltura, l’agricoltura, il commercio, le attività manifatturiere in genere e la produzione di vini (5). A ciò si aggiunse un ritardo di 2 mesi nella maturazione dei prodotti agricoli: a Villar Pellice le uve non maturarono per tutto l’anno (6). Questa concomitanza di fattori generò nella popolazione sfiducia e rassegnazione, fattori alla base del fenomeno migratorio, diretto verso Torino (7), che coinvolse numerosi nuclei familiari, sopratutto di Luserna (8).

Note

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Caffaro A.
Pineroliensia ossia vita pinerolese specialmente negli ultimi due secoli del medioevo.
Pinerolo 1906
(2)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Vassalli-Eandi A.M.
Saggio sopra il tremuoto che da sette mesi scuote le valli del Pelice del Chisone e del Po, in "Memorie di Matematica e Fisica della Società Italiana delle Scienze", tomo 14, parte II, pp.238-281.
Verona 1808
Giornale Italiano, 1808.04.21.
Milano 1808
(3)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bibiana Bertini al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Bibiana 4 aprile 1808.

Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Fenile G.Boeris al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Fenile 8 aprile 1808.

Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Torre Pellice 8 aprile 1808.

(4)
Lettre III d’un officier réformé à une dame de Turin du Château de..., 11 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.
Paris 1808
Lettre VI d’un voyageur qui parcourt les Vallées, Saint Jean le 15 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.
Paris 1808
(5)
Paroletti M.
Correspondance Vaudoise ou recuil de lettres de quelques habitans des Vallees de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808.
Parigi 1808
(6)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
(7)
Giornale Italiano, 1808.04.12.
Milano 1808
(8)
Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Lettera di A.M.Vassalli-Eandi al signor P.Balbe, Pinerolo 8 aprile 1808, in Stefano Giuseppe Incisa, "Giornale della Città d’Asti dell’anno 1808", allegato n.67.

Institutional and administrative response

L’attività dell’amministrazione imperiale fu rivolta principalmente verso due obiettivi: valutare i danni effettivamente subiti dai vari centri abitati, inviando in loco esperti che potessero compilare esaurienti relazioni, ed intervenire con aiuti economici. A.M.Vassalli-Eandi fu incaricato dal prefetto del Dipartimento del Po, con sede in Torino, E.Vincent, di raccogliere informazioni sugli effetti del terremoto (1). Durante la visita ai vari paesi colpiti Vassalli-Eandi consigliò più volte agli abitanti di rinforzare le volte con supporti metallici e di puntellare le case, per poter permettere alla popolazione di ritornare ad occuparle con una certa tranquillità (2). L’architetto Arbora fu incaricato dal sottoprefetto di Pinerolo, Geymet, di prendere visione dei danni (11 aprile 1808); a tal fine richiese le perizie dei danni ai sindaci della zona (3).
Il prefetto Vincent, visto il rapporto del sottoprefetto di Pinerolo, indisse una sottoscrizione volontaria per la raccolta di fondi a livello comunale (4). A tal fine sollecitò l’arcivescovo di Torino (5), che incaricò ogni parroco della diocesi di raccogliere somme di denaro fra i parrocchiani, poi consegnate ai sindaci (6). Napoleone donò 50.000 franchi (7).
Per ciò che riguarda gli interventi economici amministrativi, Napoleone, una volta esaminata la relazione del ministro dell’interno, Cretet, decise di stanziare a favore dei terremotati del Dipartimento del Po, la somma di 500.000 franchi pagabili in 3 anni: 200.000 nel 1808, 200.000 nel 1809 e 100.000 l’anno successivo (8). Della distribuzione dei sussidi fu incaricata la prefettura di Torino (9).

Note

(1)
Perrey A.
Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).
Bruxelles 1848
Larutti D.
Storia della città di Pinerolo.
Pinerolo 1897
Pittavino A.
Storia di Pinerolo e del pinerolese.
Torre Pellice 1964
(2)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(3)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Verbale della perizia eseguita dal capomastro J.M. Bottano sugli edifici danneggiati dal terremoto del 2 aprile 1808, Perosa 6 aprile 1808.

(4)
Vincent E.
Circolare ai sottoprefetti, in "Bollettino di leggi decreti manifesti", vol.27.
Torino 1808
(5)
Vincent E.
Lettera prefettizia all’Arcivescovo di Torino, onde faccia seguire nelle chiese della Diocesi una colletta per il soccorso ai danneggiati dalle scosse del 1808, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubblici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.
Torino 1808
(6)
Giacinto
Circolare ai parroci in "Bollettino di leggi decreti manifesti" vol.27
Torino 1808
(7)
Paroletti M.
Correspondance Vaudoise ou recuil de lettres de quelques habitans des Vallees de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808.
Parigi 1808
(8)
Raccolta di leggi, decreti eccezionali pubblici
Estratto della lettera di S.E. il Ministro dell’Interno al Prefetto del Po circa la concessione di un soccorso di 50 mila franchi agli abitanti del Po danneggiati dalle scosse del terremoto del 1808, in "Bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.28.
Torino 1808
(9)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent, Torino 1 agosto 1808.

Lameth A.
Ripartizione della commissione centrale di Torino, in "Bollettino di leggi decreti manifesti", 1810
Torino 1810

Reconstructions and relocations

Il paese di Cumiana ricevette dal governo indennità che, secondo i testimoni, furono mal ripartite (1). A Pinerolo furono sostituiti i solai delle volte delle prime tre arcate della navata centrale della chiesa di San Maurizio; furono riparati i muri della casa del prevosto con una spesa di 629 lire; le stesse riparazioni furono fatte anche alla casa della confraternita del Gesù. Fu riparato il forno della casa di via Silvio Pellico del canonicato Dondona-Gonard. Per la cascina detta Gonnella furono spese 104 lire e 4 soldi. Complessivamente furono spese 1.800 lire (2). Delle lapidi in ricordo dell’evento sismico furono poste su alcuni edifici ricostruiti a Pinerolo (3) e a San Secondo di Pinerolo (4). A Luserna, la chiesa locale fu ricostruita (5). Fu riparato l’altare della chiesa di San Pietro di Villar Pellice con il contributo di 100 lire donato dal marchese di Priero (6).

Note

(1)
Bertolotti A.
Cumiana. Notizie storiche, corografiche e biografiche.
Firenze 1879
(2)
Caffaro P.
Notizie e documenti della chiesa pinerolese, 6 voll.
Pinerolo 1897
(3)
Caffaro P.
Notizie e documenti della chiesa pinerolese, 6 voll.
Pinerolo 1897
Pittavino A.
Storia di Pinerolo e del pinerolese.
Torre Pellice 1964
(4)
Larutti D.
Storia della città di Pinerolo.
Pinerolo 1897
(5)
Jalla A.
Luserna, vicende e tradizioni nel quadro della storia valdese.
Torre Pellice 1940
(6)
Caffaro P.
Notizie e documenti della chiesa pinerolese, 6 voll.
Pinerolo 1897

Associated natural phenomena

Le numerosisime scosse che caratterizzarono questo evento sismico furono spesso precedute o accompagnate da forti rombi. Dopo il 2 aprile si susseguirono violente precipitazioni piovose con lampi, tuoni e fortissime raffiche di vento; furono notati anche insoliti fenomeni elettrici, soprattutto sulle cime delle montagne. Le scosse furono precedute da agitazione degli animali d’allevamento (1).

Note

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Saggio sopra il tremuoto che da sette mesi scuote le valli del Pelice del Chisone e del Po, in "Memorie di Matematica e Fisica della Società Italiana delle Scienze", tomo 14, parte II, pp.238-281.
Verona 1808

Major earthquake effects

Il periodo sismico iniziò il 2 aprile 1808 e si protrasse fino alla fine di ottobre, danneggiando gravemente i paesi delle valli dei torrenti Pellice e Chisone, nel circondario di Pinerolo. Le scosse che causarono gli effetti maggiori furono tre: il 2 aprile, alle ore 16:43 e alle ore 20:15 GMT, e il 16 aprile, alle ore 1:15 GMT.
La scossa principale fu avvertita il 2 aprile alle ore 16:43 GMT ed ebbe i suoi massimi effetti nei paesi di Bibiana, Bricherasio, Luserna, Perosa Argentina, San Germano Chisone e Torre Pellice, dove causò estesi danni al patrimonio edilizio con crolli totali, numerosi crolli parziali e gravi lesioni a tutti gli edifici, molti dei quali divennero pericolanti e inabitabili. Danni di varia entità furono riscontrati in altre 50 località circa, di cui alcune situate nella valle del fiume Guil, sul versante francese del Monviso. A Torino vi furono danni leggeri.
La scossa fu avvertita in un’area molto ampia, dalla valle del Rodano a Ginevra, a Genova.
La forte replica avvenuta alle ore 20:15 GMT dello stesso 2 aprile causò un generale aggravamento dei danni della scossa precedente. Le fonti, tuttavia, non consentono di distinguerne con precisione gli effetti, se non per poche località: a Bricherasio e Torre Pellice crollarono alcuni edifici già gravemente danneggiati. L’area di risentimento fu meno ampia della precedente: da Acqui Terme a Embrun, in Francia.
Una nuova forte scossa avvenne il 16 aprile alle ore 1:15 GMT. Ebbe i massimi effetti a Barge, Bricherasio, Torre Pellice e San Giovanni, dove causò ulteriori danni agli edifici. Furono riscontrate lesioni anche in località non danneggiate dalle scosse precedenti: Airasca, Riva e None.
La scossa fu avvertita fortemente a Torino, ad Acqui Terme e a Ivrea; in queste ultime due località la scossa fu più intensa delle precedenti. L’area di risentimento si estese fino a Marsiglia.
Vassalli-Eandi (1808) rilevò che gli edifici maggiormente danneggiati furono quelli costruiti in mattoni su terreno alluvionale o di riporto; le case a prevalente struttura in legno o edificate su terreno roccioso subirono danni minori.

Effects on the environment

Furono rilevati effetti di vario genere sulle acque: nuove sorgenti scaturirono a Porte e a Perosa Argentina; altre sorgenti aumentarono la portata d’acqua o si intorbidarono, in alcuni casi variando il chimismo, a Pomaretto, San Germano Chisone, Paesana, Torre Pellice, Villar Pellice, Malanaggio, Bricherasio e San Secondo di Pinerolo; si alzò il livello dei pozzi e dei corsi d’acqua a Luserna, dove straripò il canale; a Torino il Po subì variazioni nella portata d’acqua.
Furono segnalati anche effetti sui suoli, come il distacco di materiale roccioso dalle montagne di Villar Pellice, e la comparsa di spaccature nel terreno ad Abbadia Alpina, Pomaretto, Luserna e Torre Pellice; a Marene fu notato uno sprofondamento del suolo e a Toulon un sollevamento.
Gli abitanti di Torino, Pinerolo e Paesana avvertirono la presenza di esalazioni solforose o gassose; a Paesana furono notati anche fenomeni elettrici.

Sequence of the earthquake

Il 2 aprile 1808, alle ore pomeridiane 5.43 e 9.15 secondo l’uso orario francese (16:43 GMT e 20:15 GMT), furono registrate le due fortissime scosse che causarono i danni maggiori. Seguirono numerosissime repliche per tutta la durata di aprile e fino al 23 maggio; le più violente, che causarono nuovi danni, furono quelle del 14, 15, 16, 18 e 20 aprile. La scossa del 14 aprile 1808, delle ore 5.25 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:25 GMT) fu fortissima a Torre Pellice e a Luserna, dove causò nuovi danni; la scossa del 15 aprile, delle 2.00 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:00 GMT), causò danni a Luserna, Barge, Paesana, Cavour, Bricherasio, Revello e Pinerolo; quella del 16 aprile, delle 2.15 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:15 GMT), causò danni a San Germano Chisone, Torre Pellice, San Giovanni, Pinerolo, Barge, Bricherasio, Torino, None e Riva. Le scosse del 18 aprile causarono danni a Fenestrelle e quella del 20 a Pinerolo e Luserna. Il periodo sismico si protrasse, con scosse meno frequenti, fino al 30 ottobre, quando alle ore 11.15 antimeridiane secondo l’uso orario francese (10:15 GMT), un numero imprecisato di forti scosse aggravarono i danni a Torre Pellice.

Full Chronology Of The Earthquake Sequence

Scossa del 2 aprile 1808, delle ore 16:43 GMT: a Bibiana, Bricherasio, Luserna, Perosa Argentina, San Germano Chisone e Torre Pellice vi furono gravissimi danni al patrimonio edilizio con crolli totali, numerosi crolli parziali e gravi lesioni a tutti gli edifici, molti dei quali divennero pericolanti e inabitabili. Danni di varia entità furono riscontrati in altre 50 località circa, alcune delle quali nella valle del Guil, sul versante francese del Monviso. A Torino vi furono danni leggeri. La scossa fu avvertita in un’area molto ampia, dalla valle del Rodano a Ginevra, da Milano a Genova.
Scossa del 2 aprile 1808, delle ore 20:15 GMT: fu molto violenta e causò un generale aggravamento dei danni nei paesi colpiti dalla scossa precedente; a Bricherasio e Torre Pellice vi furono crolli di edifici già gravemente danneggiati; a Torino fu avvertita. L’area di risentimento fu meno ampia della precedente: da Acqui Terme a Embrun.
Scossa del 2 aprile 1808, delle ore 21:00 GMT: avvertita nel pinerolese.
Scossa del 2 aprile 1808, delle ore 22:00 GMT: avvertita nel pinerolese.
Scossa del 2 aprile 1808, delle ore 23:00 GMT: avvertita nel pinerolese.
Scossa del 3 aprile 1808, delle ore 0:00 GMT: avvertita a Torino e a Carmagnola.
Scossa del 3 aprile 1808, delle ore 1:00 GMT: avvertita nel pinerolese.
Scossa del 3 aprile 1808, delle ore 2:00 GMT: avvertita nel pinerolese.
Scossa del 3 aprile 1808, delle ore 9:00 GMT: di mediocre intensità a Torre Pellice e a Barge.
Scossa del 3 aprile 1808, delle ore 16:00 GMT: fortemente avvertita a Barge.
Scossa del 4 aprile 1808, delle ore 0:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scosse del 4 aprile 1808, dalle ore 3:00 GMT alle 4:00 GMT: alcune di mediocre intensità a Torre Pellice.
Scossa del 4 aprile 1808, delle ore 9:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 4 aprile 1808, delle ore 13:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 4 aprile 1808, delle ore 17:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 4 aprile 1808, delle ore 20:00 GMT: fortemente avvertita a Barge.
Scossa del 4 aprile 1808, delle ore 23:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 5 aprile 1808, delle ore 0:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 5 aprile 1808, delle ore 9:00 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 5 aprile 1808, delle ore 14:00 GMT: leggermente avvertita a Torre Pellice.
Scossa del 5 aprile 1808, delle ore 17:00 GMT: fortemente avvertita a Barge.
Scosse del 6 e 7 aprile 1808: numerose e leggere a Barge.
Scosse del 7 aprile 1808, dalle ore 6:00 GMT alle 7:00 GMT: alcune di mediocre intensità a Torre Pellice.
Scossa dell’8 aprile 1808, delle ore 22:30 GMT: di mediocre intensità a Pinerolo.
Scosse del 9 aprile 1808, delle ore 5:00 GMT circa: numerose di leggera e mediocre intensità a Barge.
Scosse del 9 aprile 1808, delle ore 20:00 GMT circa: numerose di leggera e mediocre intensità a Barge.
Scossa del 9 aprile 1808, delle ore 22:00 GMT: di mediocre intensità a Pinerolo.
Scossa del 10 aprile 1808, delle ore 5:00 GMT: leggermente avvertita a Barge.
Scossa del 10 aprile 1808, delle ore 9:38 GMT: abbastanza forte a Torre Pellice e leggermente avvertita a Barge.
Scossa del 10 aprile 1808, delle ore 14:00 GMT: leggermente avvertita a Barge.
Scossa del 10 aprile 1808, delle ore 20:00 GMT: abbastanza forte a Torre Pellice e leggermente avvertita a Barge.
Scosse del 10 aprile 1808, dalle ore 21:00 GMT alle 22:00 GMT: alcune di leggera intensità a Torre Pellice.
Scossa del 10 aprile 1808, delle ore 23:10 GMT: molto forte a Torre Pellice e a Bricherasio, e numerose scosse leggere a San Germano Chisone.
Scossa dell’11 aprile 1808, delle ore 1:00 GMT: fortemente avvertita a Bricherasio.
Scossa dell’11 aprile 1808, delle ore 6:00 GMT: leggermente avvertita a Barge.
Scossa dell’11 aprile 1808, delle ore 12:00 GMT: leggermente avvertita a Barge.
Scossa dell’11 aprile 1808, delle ore 23:35 GMT: di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 12 aprile 1808, delle ore 1:00 GMT: di mediocre intensità a Torre Pellice.
Scossa del 12 aprile 1808, delle ore 2:00 GMT (segnalata da Vassalli-Eandi (1) e da considerare, secondo Mercalli (2), un duplicato o della scossa precedente o di quella successiva avvertite a Torre Pellice): abbastanza forte a Perosa Argentina.
Scossa del 12 aprile 1808, delle ore 3:00 GMT: di mediocre intensità a Torre Pellice.
Scossa del 12 aprile 1808, delle ore 9:00 GMT: di mediocre intensità a Torre Pellice.
Scossa del 12 aprile 1808, delle ore 10:00 GMT: di mediocre intensità a Torre Pellice.
Scosse della mattinata del 13 aprile 1808: quattro avvertite a Torre Pellice e una leggermente avvertita a Barge (9:00 GMT).
Scossa del 13 aprile 1808, delle ore 21:00 GMT: fortemente avvertita a Torre Pellice, Villar Pellice e Bobbio Pellice.
Scossa del 13 aprile 1808, delle ore 22:00 GMT: fortemente avvertita a Torre Pellice, Villar Pellice e Bobbio Pellice.
Scossa del 14 aprile 1808, delle ore 0:00 GMT: leggermente avvertita a Bricherasio.
Scossa del 14 aprile 1808, delle ore 14:00 GMT: avvertita a Torre Pellice.
Scossa del 14 aprile 1808, delle ore 14:15 GMT: fortissima a Bricherasio e abbastanza forte a Torre Pellice.
Scossa del 14 aprile 1808, delle ore 15:00 GMT: fortemente avvertita a Torre Pellice e a Revello.
Scossa del 14 aprile 1808, delle ore 16:25 GMT: fortissima a Torre Pellice e a Luserna, dove causò nuovi danni, e di mediocre intensità a Barge.
Scossa del 15 aprile 1808, delle ore 1:00 GMT: fortissima nel pinerolese.
Scossa del 15 aprile 1808, delle ore 13:30 GMT: fortemente avvertita a Barge (della durata di 3 secondi) e abbastanza forte a Bricherasio, a Revello (dove durò 8 secondi) e lungo le valli del Po, della Varaita e della Maira; di mediocre intensità a Torino, fu avvertita fino a Besançon, Gap e Nizza.
Scossa del 15 aprile 1808, delle ore 15:30 GMT: fortemente avvertita a Pinerolo.
Scossa del 15 aprile 1808, delle ore 16:30 GMT: fortemente avvertita a Pinerolo.
Scossa del 15 aprile 1808, delle ore 18:30 GMT: fortemente avvertita a Pinerolo.
Scossa del 16 aprile 1808, delle ore 0:00 GMT: leggermente avvertita a Torre Pellice (3).
Scossa del 16 aprile 1808, delle ore 1:15 GMT: causò ulteriori gravi danni agli edifici di Barge, Bricherasio, Torre Pellice e San Giovanni; si aprirono lesioni nelle case di Riva, Airasca e None. Ad Acqui Terme e a Ivrea la scossa fu fortemente avvertita. L’area di risentimento fu estesa da Marsiglia a Genova a Ivrea.
Scosse dell’alba del 18 aprile 1808: tre repliche fortemente avvertite causarono danni a Fenestrelle (4).
Scossa del 20 aprile: causò danni a Pinerolo e Luserna (5).
Scosse del 30 ottobre, delle ore 10:15 GMT: aggravarono i danni a Torre Pellice (6).

Note

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
(3)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
(4)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(5)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(6)
Baratta M.
I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).
Torino 1901

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
*Annali del Politecnico di Torino, 1806-1813.Negative source1806Torino
*Archivio Comunale di Luserna, c.158, fasc.1101, Registre des deliberations de la Mairie de Luserne commencé le 29 mars 1808.Direct source1808
*Archivio Comunale di Luserna, c.158, fasc.1102, Registre des deliberations du conseil municipal commencé le 28 Jullet 1808.Direct source1808
*Archivio della Curia Vescovile di Asti, Amministrazione particolare della Diocesi, mazzo 13bis, fasc.15, Carteggio intercorso tra la Curia e la parrocchia di Castelnuovo Calcea (1764-1946).Negative source1764
*Archivio della Curia Vescovile di Asti, Amministrazione particolare della Diocesi, mazzo 13bis, fasc.9, Carteggio intercorso tra la Curia e la parrocchia di Vinchio (1588-1954).Negative source1588
*Archivio della Curia Vescovile di Asti, Amministrazione particolare della Diocesi, mazzo 13bis, fasc.8, Carteggio intercorso tra la Curia e la parrocchia di Castello d’Annone (1764-1946).Negative source1764
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.1286 (1805-1810), Corrispondenza dei sindaci di Levante sui danni dei Comuni.Negative source1805
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.206 (1806-13), Restauri, edifici pubblici.Negative source1806
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.43 (1806-1810), Incendi, Corrispondenza diversa dei 4 circondari relativa alla costruzione delle case e regolamenti sopra gli incendi.Negative source1806
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.43 (1810), Incendi, Regolamenti per la costruzione delle case.Negative source1810
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.52 (1806-14), Documenti e decreti, Tortona.Negative source1806
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.65 (1806-1814), Lettere di sottoprefetti e di sindaci alla Prefettura di Genova relativamente ad oggetti diversi.Negative source1806
*Archivio di Stato di Genova, Prefettura francese, n.87 (1806-13), Restauri, edifici pubblici.Negative source1806
*Archivio di Stato di Savona, Comune, serie II, cart.51, Journal barometrique thermometrique higrometrique par l’abbé Seirullo Laurent Jean Baptiste, avril 1808.Indirect source1808
*Archivio di Stato di Savona, Comune, serie II, cart.51, Observations meteorologiques, Acqui avril 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, G.Turina, Delibérations de la Mairie (extrait des registres) 3 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al sottoprefetto di Pinerolo, Torino 24 novembre 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al segretario generale della Prefettura di Pinerolo Bertini, Torino 3 novembre 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al sottoprefetto di Pinerolo, Torino 25 ottobre 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al sottoprefetto di Pinerolo, Torino 24 giugno 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al sottoprefetto di Pinerolo, Torino 23 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al sottoprefetto di Pinerolo, Torino 18 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Perizia eseguita dall’architetto S.Angelin sugli edifici del comune di Cavour danneggiati dal terremoto del 2 aprile 1808, 11 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent, Torino 1 agosto 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Torre Pellice 8 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bricherasio al sottoprefetto di Pinerolo sul terremoto del 2 aprile 1808, Bricherasio 4 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Valutazione del sindaco di Mean dei danni subiti dagli edifici pubblici a causa del terremoto del 2 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Verbale del sindaco di Mean J.Vingon di verifica dei danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Verbale della perizia eseguita dal capomastro J.M. Bottano sugli edifici danneggiati dal terremoto del 2 aprile 1808, Perosa 6 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Villafranca Barberis all’architetto Arbora sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Villafranca 11 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Pinasca al sottoprefetto di Pinerolo sul terremoto del 2 aprile 1808, con elenchi dei danneggiati, Pinasca 6 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Val Balsille T.Poet al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Val Balsille 7 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Villar Pellice D.Vigne al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Villar Pellice 8 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del prefetto di Torino E.Vincent al sottoprefetto di Pinerolo, Torino 4 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Luserna al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dalle repliche del terremoto del 2 aprile 1808, 8 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Fenile G.Boeris al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Fenile 8 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di San Giovanni P.Volle al sottoprefetto di Pinerolo sui danni del terremoto del 2 aprile 1808, San Giovanni 3 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del segretario comunale di Luserna e Rorà C.Bolla al sottoprefetto di Pinerolo, Luserna 3 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bibiana Bertini al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Bibiana 4 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Elenco dei danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808 nel comune di Roletto.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Torre Pellice 8 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Campiglione J.Massel al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, 12 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Famolasco S.Buffa al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Famolasco 8 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Luserna G.Beja al sottoprefetto di Pinerolo, Luserna 3 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Relazione di perizie eseguite su edifici pubblici e privati del comune di Pinasca danneggiati dal terremoto del 2 aprile 1808, Pinasca 10 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bricherasio G.Bolla al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Bricherasio 9 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Elenco e descrizione dei danni subiti dagli edifici del comune di Torre Pellice a causa del terremoto del 2 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Descrizione dei danni subiti dal comune di Osasco a causa del terremoto del 2 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Corrispondenza varia, 1808-1813.Direct source0019
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Relazione di perizie eseguite su edifici pubblici e privati del comune di Villarperosa danneggiati dal terremoto del 2 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera privata del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi riguardante il terremoto del 2 aprile 1808.Direct source1808
*Archivio Storico Comunale di Pinasca, s.s., Delibera del consiglio municipale di Pinasca, Pinasca 27 novembre 1808.Direct source1808
*Archivio Storico Comunale di Pinasca, s.s., Delibere del consiglio municipale di Pinasca, Pinasca 2 settembre 1808.Direct source1808
*Archivio Storico Comunale di Torre Pellice, Delibere originali, vol.7 (1800-1812), Delibera del consiglio comunale di Torre Pellice, 6 dicembre 1808.Direct source1808
*Archivio Storico Comunale di Villar Pellice, s.III, mazzo 67, Varie, Verbale di valutazione delle perdite straordinarie subite dagli abitanti del comune del Villar in Val Pellice causate dal terremoto del 2 aprile 1808, Villar 3 maggio 1808.Direct source1808
*Archivio Storico del Comune di Torre Pellice, Delibere originali, vol.7, (1800-1812), Delibera del consiglio comunale di Torre Pellice, 13 aprile 1808.Direct source1808
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Baratta M.Materiali per un catalogo dei fenomeni sismici avvenuti in Italia 1800-1872, in "Memorie della Società Geografica Italiana", vol.7, pp.81-164.Catalogue1897Roma
Bertolotti A.Cumiana. Notizie storiche, corografiche e biografiche.Historiographical study1879Firenze
*Biblioteca Comunale di Correggio, Archivio di Memorie patrie, b.154, fasc.4, Pietro Vellani, Diario di notizie patrie compilato (1805-1809).Source chronologically near to the event0019
*Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Incisa Stefano Giuseppe, Giornale della città d’Asti dell’anno 1808.Direct source1808
*Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Lettera di A.M.Vassalli-Eandi al signor P.Balbe, Pinerolo 8 aprile 1808, in Stefano Giuseppe Incisa, "Giornale della Città d’Asti dell’anno 1808", allegato n.67.Direct source1808
*Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Lettera di A.M.Vassalli-Eandi al signor P.Balbe, Torre 11 aprile 1808, in Stefano Giuseppe Incisa, "Giornale della Città d’Asti dell’anno 1808", allegato n.67.Direct source1808
*Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Lettera di A.M.Vassalli-Eandi al signor P.Balbe, Torre 9 aprile 1808, in Stefano Giuseppe Incisa, "Giornale della Città d’Asti dell’anno 1808", allegato n.67.Direct source1808
*Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Lettera di G.B.Alloati all’ex-provinciale de’ Carmelitani Carlo Alloati, Villa Franca 18 aprile 1808, in Stefano Giuseppe Incisa, "Giornale della città d’Asti dell’anno 1808", allegato n.68.Direct source1808
*Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., M.Arri, Cronaca astigiana (-1848), ms. sec.XIX.Direct source0019
*Biblioteca Reale di Torino, Miscellanea Vernazza di G.Freney, Diario dell’anno 1808.Direct source1808
Billiet A.Memoire sur le tremblement de terre ressentis en Savoie, in "Mémoires de l’Académie Royale des Sciences, Belle-Lettres et Arts de Savoie", vol.13, pp.245-282.Scientific bibliography1848Chambery
Bossi L.Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.Scientific bibliography1808Milano
Caffaro A.Pineroliensia ossia vita pinerolese specialmente negli ultimi due secoli del medioevo.Historiographical study1906Pinerolo
Caffaro P.Notizie e documenti della chiesa pinerolese, 6 voll.Indirect source1897Pinerolo
Cancani A.Sulla distribuzione dell’intensità delle repliche nei periodi sismici italiani, in "Bollettino della Società Sismologica Italiana", vol.8 (1902-1903), pp.17-48.Scientific bibliography1903Modena
Cattaneo M. e Merlanti F.The Pinerolo earthquake of April 2, 1808, in "Atlas of Isoseismal Maps of Italian Earthquakes", a cura di D.Postpischl, CNR-PFG, Quaderni de «La Ricerca Scientifica», n.114, vol.2A, pp.78-79.Scientific bibliography1985Roma
Chevallard C. e Frova P.Cronaca di Torino: 2000 anni di date, avvenimenti e curiosità.Historiographical study1972Torino
Cortemiglia G.C.Manifestazioni sismiche recenti nel tortonese, in "Julia Dertona", s.II, a.29, fasc.61, pp.5-22.Scientific bibliography1982Tortona
*Diario ordinario, 1808.04.20.Indirect source1808Roma
*Diario ordinario, 1808.04.30.Indirect source1808Roma
Eandi G.Statistica della provincia di Saluzzo.Historiographical study1833Saluzzo
Galeani Napione G.Ricerche storiche intorno agli antichi terremoti del Piemonte, in "Memoires de l’Académie de Sciences, Littérature et Beaux-Arts de Turin", vol.19 (1809-1810), pp.143-159.Direct source1811Torino
*Gazzetta di Genova, 1808.04.09, n.29.Indirect source1808Genova
*Gazzetta di Genova, 1808.04.20, n.32.Indirect source1808Genova
GiacintoCircolare ai parroci in "Bollettino di leggi decreti manifesti" vol.27Direct source1808Torino
*Giornale astrometeorologico per l’anno 1810.Generic information1809Venezia
*Giornale Italiano, 1808.04.12.Indirect source1808Milano
*Giornale Italiano, 1808.04.17.Indirect source1808Milano
*Giornale Italiano, 1808.04.21.Indirect source1808Milano
*Giornale Italiano, 1808.04.23.Indirect source1808Milano
Goiran A.Storia sismica della provincia di Verona.Catalogue1880Verona
*Il Corriere Milanese, 1808.04.09.Indirect source1808Milano
*Il Corriere Milanese, 1808.04.13.Indirect source1808Milano
*Il Corriere Milanese, 1808.04.23.Indirect source1808Milano
Jalla A.Luserna, vicende e tradizioni nel quadro della storia valdese.Indirect source1940Torre Pellice
Jervis G.Delle cause dei movimenti tellurici e dei possibili ripari con riguardo speciale al terremoto alpino dell’inverno dell’anno 1887.Scientific bibliography1887Torino
*Journal de Verceil, 1807-1811.Indirect source1807Vercelli
Lameth A.Ripartizione della commissione centrale di Torino, in "Bollettino di leggi decreti manifesti", 1810Indirect source1810Torino
Larutti D.Storia della città di Pinerolo.Historiographical study1897Pinerolo
*Leggi. Raccolta di leggi decreti della prefettura di Torino, 1800-1814.Negative source1800Torino
*Lettre II d’une dame à son amie La Tour, le 6 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre III d’un officier réformé à une dame de Turin du Château de..., 11 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre IV d’un médecin à son ami, Pignerol 13 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre IX d’un homme de loi à la mere de sa prétendue, Villaret le 4 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre première d’un commerçant de Pignerol à un banquier à Turin, Pignerol le 7 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre V d’un mari à sa femme, Pignerol le 13 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre VI d’un voyageur qui parcourt les Vallées, Saint Jean le 15 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre VII contenant des notes physiques et historiques sur le tremblement de terre, Pérouse le 23 mai 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre VIII d’une dame à sa cousine, Pignerol, le 4 juin 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre X d’un jeune amant, La Tour le 5 avril 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre XI d’un proprietaire des Vallées, Saint-Germain le 19 jullet 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Lettre XII d’un ministre du Saint Evangie, Pomaret le 20 jullet 1808, in "Correspondance Vaudois ou recueil de lettres de quelques habitans des Vallées de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808", edité par M.Paroletti.Direct source1808Paris
*Memorie dell’Accademia delle Scienze di Torino, 1783-1900.Negative source1783Torino
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Mercalli G.I terremoti della Liguria e del Piemonte.Catalogue1897Napoli
Milne J.Catalogue of destructive earthquakes, in "Report of the Eighty-first meeting of the British Association for the Advancement of Science", Portsmouth 31 agosto-7 settembre 1911, pp.649-740.Catalogue1912London
Moroni G.Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da San Pietro sino ai nostri giorni specialmente intorno ai principali santi, beati, martiri, padri, ai sommi pontefici, cardinali e più celebri scrittori ecclesiastici, 103 voll. + 6 di indici.Historiographical study1840Venezia
Muthnon M.Observations sur les tremblements de terre qui ont eté ressentis en Piemont, in "Journal des Mines", ou recueil de memoires sur les exploitation des mines et sur les sciences et les auts qui s’y rapportent, vol.23, 1 semestre, 1808.Indirect source1808Parigi
Paroletti M.Correspondance Vaudoise ou recuil de lettres de quelques habitans des Vallees de Pignerol sur le tremblement de terre de 1808.Indirect source1808Parigi
Perrey A.Nouvelles recherches sur les tremblements de terre ressentis en Europe et dans les parties adiacentes de l’Afrique et de l’Asie, de 1801 à juin 1843, in "Comptes Rendus l’Academie des Sciences", tomo 17, pp.608-625.Catalogue1843Paris
Perrey A.Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).Catalogue1848Bruxelles
Pittavino A.Storia di Pinerolo e del pinerolese.Historiographical study1964Torre Pellice
Raccolta di leggi, decreti eccezionali pubbliciEstratto della lettera di S.E. il Ministro dell’Interno al Prefetto del Po circa la concessione di un soccorso di 50 mila franchi agli abitanti del Po danneggiati dalle scosse del terremoto del 1808, in "Bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.28.Direct source1808Torino
*Relazione meteorologica dell’anno 1808, in "Giornale astro-meteorologico per l’anno 1810".Bulletin1810Venezia
Rezzadore P.Il mondo ne’ suoi fulgori e tremori.Catalogue1914Firenze
Rizzatti F.I terremoti, in "Dell’estro dei poeti e dell’estro degli armeni", a cura di A.Vallisnieri, vol.7, pp.71-96.Generic information1885Roma
Rothé J.-P.Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.Catalogue1941Mende
Tanzini P.Alcune notizie sui terremoti compilate da P.T.S.Catalogue1846Firenze
*Terremoti del 1808-10 a Cavour, in "Bollettino Meteorologico dell’Osservatorio del Real Collegio C.Alberto in Moncalieri", vol.14, 1878-79Scientific bibliography1880Torino
Tinti S. e Maramai A.Catalogue of tsunamis generated in Italy and in Côte d’Azur, France: a step towards a unified catalogue of tsunamis in Europe, in "Annali di Geofisica", vol.39 (1996), pp.1253-1299 (Corrections, in "Annali di Geofisica", vol.40 [1997], p.781).Scientific bibliography1997Roma
Tommaselli G.Osservazioni meteorologiche per l’anno 1808, in "Memorie dell’Accademia di Agricoltura, Commercio ed Arti di Verona", vol.3.Bulletin1815Verona
Vassalli-Eandi A.M.Saggio sopra il tremuoto che da sette mesi scuote le valli del Pelice del Chisone e del Po, in "Memorie di Matematica e Fisica della Società Italiana delle Scienze", tomo 14, parte II, pp.238-281.Indirect source1808Verona
Vassalli-Eandi A.M.Extrait d’un rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans le vallées de Pelis, de Cluson, de Pô, etc, fait à la classe des Sciences Physiques et Mathematiques de l’Academie Imperiale de Turin dans sa seance du 2 mai 1808.Scientific bibliography1808Ginevra
Vassalli-Eandi A.M.Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.Direct source1808Torino
Vincent A.Eccitamento agli abitanti del dipartimento del Po per un soccorso volontario a favore dei danneggiati dalle scosse del 1808, nel circondario di Pinerolo, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubblici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.Direct source1808Torino
Vincent E.Lettera d’invito del Prefetto del Po ai membri componenti la commissione stabilita in Torino per la distribuzione dei soccorsi ai danneggiati dalle scosse del 1808, affinché assumano i loro incarichi, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubbllici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.Indirect source1808Torino
Vincent E.Lettera prefettizia all’Arcivescovo di Torino, onde faccia seguire nelle chiese della Diocesi una colletta per il soccorso ai danneggiati dalle scosse del 1808, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubblici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.Indirect source1808Torino
Vincent E.Dichiarazione prescritta agli abitanti del circondario di Pinerolo per poter usufruire del soccorso di 500 mila franchi accordato da Napoleone ai danneggiati dalle scosse del 1808, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubblici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.28.Indirect source1808Torino
Vincent E.Commendatizia del Prefetto del Po ai signor Fisici Vassalli-Eandi, Carena e Borson, al Sottoprefetto di Pinerolo, perche li faccia ben accogliere nelle loro visite di ispezione degli effetti delle scosse del 1808, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubbllici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.Indirect source1808Torino
Vincent E.Decreto di Nomina dei collettori dei soccorsi volontari che gli abitanti di Torino accordarono agli abitanti del circondario di Pinerolo infortunati dalle scosse del 1808, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubblici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.Indirect source1808Torino
Vincent E.Invito alla direzione dell’accademia drammatica del teatro di Sutera per una rappresentazione a favore dei danneggiati dalle scosse del 1808 e graziosa risposta di detta accademia, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubblici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.28.Generic information1808Torino
Vincent E.Eccitamento a varie autorità per animare il pubblico ad essere benefico verso i danneggiati dalle scosse del 1808 in Val Pellice, in "Raccolta di leggi, decreti, eccezionali pubbllici nel bollettino delle leggi e di provvedimenti proclamati in circostanze eccezionali dalle varie autorità", vol.27.Indirect source1808Torino
Vincent E.Circolare ai sottoprefetti, in "Bollettino di leggi decreti manifesti", vol.27.Direct source1808Torino

Felt Localities (21)

Locality Province Lat Lon Intensity
AirascaTO44.91617.48611VII

Nel suo sopralluogo dei giorni 17-19 aprile, Bossi rilevò numerose gravi lesioni agli edifici. Allo stato attuale della revisione non sono state reperite segnalazioni di danni relativi alle scosse del 2 aprile. La vicinanza dell’abitato a località che subirono danni a causa della forte replica del 16 aprile rende plausibile attribuire i danni a questa scossa (1).

(1)
Bossi L.
Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.
Milano 1808

BricherasioTO44.82447.30278VII

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò il crollo della facciata di palazzo Buggino; numerose case, soprattutto quelle meglio costruite, fra cui la canonica, subirono crolli parziali, divenendo pericolanti e inabitabili: molti muri si inclinarono o si lesionarono, alcune volte si fessurarono e altre si staccarono dai muri, si ruppero diversi pilastri. Le case costruite sulle rocce furono meno danneggiate delle altre; quelle povere costruite in legno subirono i danni minori; danni e crolli vi furono anche nelle case di campagna e nei fienili (1).
La scossa del 2 aprile, delle 9.15 pomeridiane secondo l’uso orario francese (20:15 GMT), fu più breve e più violenta della prima (2) e causò ulteriori danni agli edifici (3).
Le case in peggior stato furono puntellate; vi fu 1 ferito grave (4).
In data 11 aprile il 33% circa delle case era crollato e pochi erano gli edifici che non necessitavano di riparazioni urgenti (5).
La scossa del 15 aprile, delle 2 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:00 GMT), causò ulteriori danni (6).
Vassalli-Eandi segnala una forte scossa il 16 aprile alle ore 3 dopo la mezzanotte che causò gravi danni ai fabbricati. Gli abitanti cercarono scampo nelle tende già innalzate (7). L’orario indicato non trova riscontro in alcuna altra fonte, pertanto gli effetti sono ragionevolmente riconducibili alla scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT), il cui risentimento è segnalato da Mercalli (8).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bricherasio G.Bolla al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Bricherasio 9 aprile 1808.
1808
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bricherasio al sottoprefetto di Pinerolo sul terremoto del 2 aprile 1808, Bricherasio 4 aprile 1808.
1808
(2)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bricherasio al sottoprefetto di Pinerolo sul terremoto del 2 aprile 1808, Bricherasio 4 aprile 1808.
1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(4)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Bricherasio al sottoprefetto di Pinerolo sul terremoto del 2 aprile 1808, Bricherasio 4 aprile 1808.
1808
(5)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941
(6)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(7)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(8)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897

RivaTO44.89177.38611VII

Le scosse del 2 aprile furono avvertite fortemente senza causare danni agli edifici (1). Le lesioni negli edifici riscontrate da Bossi nel suo sopralluogo del 17-19 aprile e lo spopolamento dell’abitato, la cui popolazione si accampò nella sua totalità sotto tende, sono quindi da attribuire a scosse successive, presumibilmente alla forte replica del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Bossi L.
Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.
Milano 1808

San GiovanniTO44.81787.25806VII

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò crolli di volte e gravi lesioni agli edifici del paese e della campagna. I danni maggiori furono riscontrati nei pochi edifici in mattoni, più solidamente costruiti, fra i quali la chiesa protestante (1). La maggior parte delle abitazioni del paese avevano i muri di pietra, e le case rustiche erano costruite senza impiego di malta (2).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) causò gravi danni agli edifici (3).

(1)
Muthnon M.
Observations sur les tremblements de terre qui ont eté ressentis en Piemont, in "Journal des Mines", ou recueil de memoires sur les exploitation des mines et sur les sciences et les auts qui s’y rapportent, vol.23, 1 semestre, 1808.
Parigi 1808
(2)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di San Giovanni P.Volle al sottoprefetto di Pinerolo sui danni del terremoto del 2 aprile 1808, San Giovanni 3 aprile 1808.
1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

Torre PelliceTO44.82067.21972VII

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò gravissimi danni a molte case (1), rendendone il 50% circa inabitabili (2). Vi furono alcuni feriti leggeri (3).
La scossa del 2 aprile, delle 9.15 pomeridiane secondo l’uso orario francese (20:15 GMT), causò il crollo di alcune abitazioni già gravemente danneggiate; non vi furono vittime tra la popolazione, che si era accampata nella campagna circostante (4).
Secondo un elenco dei danni subiti dai privati, 35 abitazioni subirono crolli parziali e 20 furono lesionate ai muri, alle volte o ai tetti; il municipio e la chiesa subirono il crollo di volte e gravi lesioni, la canonica fu resa inabitabile e il mulino inservibile (5).
Le scosse che seguirono fino all’8 aprile causarono ulteriori danni e l’aggravamento di quelli già prodotti (6).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu violenta e causò gravi danni agli edifici. Gli abitanti cercarono scampo nelle tende già innalzate (7).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941
(3)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera privata del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi riguardante il terremoto del 2 aprile 1808.
1808
(4)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera privata del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi riguardante il terremoto del 2 aprile 1808.
1808
(5)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Elenco e descrizione dei danni subiti dagli edifici del comune di Torre Pellice a causa del terremoto del 2 aprile 1808.
1808
(6)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Torre Pellice G.P.Brezzi al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dal terremoto del 2 aprile 1808, Torre Pellice 8 aprile 1808.
1808
(7)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

BargeCN44.72647.32389VI-VII

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò danni a numerosi edifici (1).
La scossa del 2 aprile, delle 9.15 pomeridiane secondo l’uso orario francese (20:15 GMT), fu fortemente avvertita (2).
La scossa del 15 aprile, delle 2 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:00 GMT), causò ulteriori danni (3).
La scossa del 16 aprile delle 2.20 della mattina (1:20 GMT) durò 11 secondi e causò danni a numerosi edifici privati e pubblici (4).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(4)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

PineroloTO44.88477.32722VI-VII

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò fenditure nelle volte della chiesa di San Maurizio e lesioni ai muri del prevostato di San Donato e della casa della confraternita del Gesù (1); gravi danni subirono l’arsenale e la caserma della cavalleria. Più di 400 case divennero inabitabili a causa delle lesioni subite (2)
La scossa del 2 aprile, delle 9.15 pomeridiane secondo l’uso orario francese (20:15 GMT), fu avvertita (3).
La scossa del 15 aprile, delle 2 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:00 GMT), danneggiò ulteriormente la chiesa di San Maurizio e la caserma militare (4).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) aggravò i danni causati agli edifici dalle scosse precedenti. Anche le autorità cittadine, precedentemente rifugiatesi in un edificio di solida costruzione, dovettero cercare scampo e riparo nelle tende già innalzate (5).
Causò ulteriori danni la scossa del 20 aprile (6).

(1)
Caffaro P.
Notizie e documenti della chiesa pinerolese, 6 voll.
Pinerolo 1897
(2)
Caffaro A.
Pineroliensia ossia vita pinerolese specialmente negli ultimi due secoli del medioevo.
Pinerolo 1906
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(4)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(5)
Bossi L.
Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.
Milano 1808
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Caffaro P.
Notizie e documenti della chiesa pinerolese, 6 voll.
Pinerolo 1897
(6)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

NoneTO44.93287.54056VI

Nel suo sopralluogo dei giorni 17-19 aprile, Bossi rilevò alcune leggere lesioni negli edifici. Allo stato attuale della revisione non sono state reperite segnalazioni di danni relativi alle scosse del 2 aprile. La prossimità dell’abitato a località che subirono danni a causa della scossa del 16 aprile rende plausibile l’attribuzione dei danni a questa scossa (1).

(1)
Bossi L.
Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.
Milano 1808

FenestrelleTO45.03397.05306V-VI

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu fortemente avvertita senza causare danni (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu definita molto forte e di lunga durata (2).
Le 3 scosse avvertite all’alba del 18 aprile causarono danni alle porte e alle volte del forte (3).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

Acqui TermeAL44.67648.465V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu avvertita (1).
La scossa del 2 aprile, delle 9.15 pomeridiane secondo l’uso orario francese (20:15 GMT), fu avvertita (2).
La scossa del 16 aprile delle 2.18 della mattina (1:18 GMT) fu fortemente avvertita (3).

(1)
Archivio di Stato di Savona, Comune, serie II, cart.51, Observations meteorologiques, Acqui avril 1808.
1808
(2)
Archivio di Stato di Savona, Comune, serie II, cart.51, Observations meteorologiques, Acqui avril 1808.
1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

CavourTO44.78567.37528V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò danni a numerosi edifici (1). Secondo una perizia ordinata dal sindaco, su 60 case che costituivano l’abitato, 6 divennero pericolanti e 50 furono gravemente lesionate; subirono lesioni gravi il municipio, soprattutto alle volte, la chiesa parrocchiale, che fu chiusa, e quelle delle confraternite del Gesù e di Santa Croce (2).
La scossa del 15 aprile, delle 2 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:00 GMT), causò ulteriori danni (3).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu fortemente avvertita (4).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Perizia eseguita dall’architetto S.Angelin sugli edifici del comune di Cavour danneggiati dal terremoto del 2 aprile 1808, 11 aprile 1808.
1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(4)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897

Grenoble45.18065.70806V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu avvertita e causò il suono del campanello della biblioteca (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu fortemente avvertita (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

LusernaTO44.80787.245V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), causò gravissimi danni a tutti gli edifici (1): la maggior parte delle case divennero pericolanti e inabitabili; le 2 chiese divennero pericolanti e furono chiuse; il ponte crollò parzialmente; vi furono 2 feriti (2). Secondo il sindaco, le scosse che seguirono fino all’8 aprile causarono ulteriori danni, allargando le lesioni esistenti: crollò la chiesa e si aggravarono le condizioni della casa parrocchiale di San Giacomo, della missione e del municipio (3); rimasero senza casa 250 famiglie (4).
La scossa del 15 aprile, delle 2 antimeridiane secondo l’uso orario francese (1:00 GMT) causò ulteriori danni (5).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu avvertita e causò panico negli abitanti, che cercarono scampo nelle tende già innalzate (6).
La scossa del 20 aprile causò ulteriori danni (7).
L’ingegnere dipartimentale decretò l’inabitabilità del paese e la necessità della sua ricostruzione (8).

(1)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941
(2)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Luserna G.Beja al sottoprefetto di Pinerolo, Luserna 3 aprile 1808.
1808
(3)
Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Intendenza di Pinerolo, cat.II, sez.14, art.11, Lettera del sindaco di Luserna al sottoprefetto di Pinerolo sui danni causati dalle repliche del terremoto del 2 aprile 1808, 8 aprile 1808.
1808
(4)
Biblioteca del Seminario Vescovile di Asti, s.s., Lettera di A.M.Vassalli-Eandi al signor P.Balbe, Pinerolo 8 aprile 1808, in Stefano Giuseppe Incisa, "Giornale della Città d’Asti dell’anno 1808", allegato n.67.
1808
(5)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(6)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
(7)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(8)
Bossi L.
Rapport sur le tremblement de terre etc. ­ Rapporto sul terremoto che si è cominciato a sentire ai 2 d’aprile 1808 nelle valli del Pelis, del Clusone e del Po: fatto alla classe delle Scienze Fisiche e Matematiche dell’Accademia Imperiale di Torino nella seduta del 2 maggio anno suddetto da A.M.Vassalli Eandi. Estratto del Socio L.Bossi colle osservazioni particolari del medesimo, in "Giornale della Società d’Incoraggiamento delle Scienze e delle Arti", tomo 3, pp.49-75, 137-157.
Milano 1808

TorinoTO45.07037.67389V

Il 2 aprile, alle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), furono avvertite 2 scosse: la seconda, più forte, seguì dopo 2 secondi la prima (1); caddero alcuni mobili e si creparono porte e travi (2).
La scossa del 2 aprile, delle 9.15 pomeridiane secondo l’uso orario francese (20:15 GMT), fu avvertita (3).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu abbastanza forte e causò suono generalizzato di campanelli e grande spavento negli abitanti. Non vi furono danni (4).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Giornale Italiano, 1808.04.17.
Milano 1808
(3)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(4)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Diario ordinario, 1808.04.30.
Roma 1808

Antibes43.57117.11722F

La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu avvertita (1).

(1)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941

Gap44.56146.08F

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fece suonare la grande campana della città; nelle case suonarono i campanelli e caddero alcuni mobili (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu avvertita (2).

(1)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Giornale Italiano, 1808.04.17.
Milano 1808
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941

Marseille43.27975.37667F

Il 2 aprile, alle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), furono avvertite 3 scosse della durata complessiva di 19 secondi; la più forte fu la seconda (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu avvertita (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941

Genève46.20536.15194IV-V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu avvertita soprattutto nei piani alti degli edifici; suonò la campana di una torre (Tour de Cesar) (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu fortemente avvertita (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
Giornale Italiano, 1808.04.12.
Milano 1808
Gazzetta di Genova, 1808.04.09, n.29.
Genova 1808
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Rothé J.-P.
Les seismes des Alpes Françaises en 1938 et la séismicité des Alpes Occidentales, in "Annales de l’Institut de Physique du Globe", n.s., vol.3, pt.3 (Géophysique), pp.1-105.
Mende 1941
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

IvreaTO45.46227.87444IV-V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu leggermente avvertita (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu sensibilmente avvertita e durò 20 secondi. Non vi furono danni (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

Nice43.69087.25194IV-V

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu avvertita (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.15 della mattina (1:15 GMT) fu abbastanza forte (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Mercalli G.
I terremoti della Liguria e del Piemonte.
Napoli 1897
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808

GenovaGE44.41928.8975III

La scossa del 2 aprile, delle 5.43 pomeridiane secondo l’uso orario francese (16:43 GMT), fu leggermente avvertita dalla popolazione (1).
La scossa del 16 aprile delle 2.00 della mattina (1:00 GMT) fu leggermente avvertita (2).

(1)
Vassalli-Eandi A.M.
Rapport sur le tremblement de terre qui a commencé le 2 avril 1808 dans les vallées de Pélis, de Cluson, de Pô, etc. Fait à la Classe des Sciences Physiques et Mathématiques de l’Académie Impériale de Turin dan sa Séance du 2 mai 1808.
Torino 1808
(2)
Diario ordinario, 1808.04.30.
Roma 1808
Giornale Italiano, 1808.04.23.
Milano 1808
Il Corriere Milanese, 1808.04.23.
Milano 1808