Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
03 10 162417:0037.26714.75b89400105.6IMineoItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1624 10 03 17 00 -- 37.27 14.75 0.0 9.0 0 10 Mineo


The revision was based on 10 accounts:
The results are summarized by 12 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1624 10 03 17:00 37.27 14.75 8.0 9.0 4 10 Mineo
PFG 1624 10 03 17:- 37.33 14.75 9.0 - - - Mineo


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

È stata revisionata la bibliografia del Catalogo ed è stata sviluppata una ricerca bibliografica e archivistica. La ricerca di documentazione archivistica ha tenuto conto della diversa connotazione storica dei due centri più danneggiati, Militello in Val di Catania e Mineo: il primo era una città feudale e il secondo una città demaniale. Questo ha obbligato a una diversificazione della ricerca riguardo sia alle sedi, sia alla tipologia documentaria. È stata vagliata la documentazione afferente alle sedi centrali del potere politico ed ecclesiastico (Archivo General de Simancas e Archivio Segreto Vaticano) e quella conservata in varie sedi archivistiche siciliane (Archivi di Stato di Palermo e di Catania, Archivio comunale di Mineo). Positivi i risultati ottenuti dall’indagine condotta all’Archivio di Stato di Catania, fondo dei Notai, e presso la sezione di Caltagirone dello stesso archivio, nei fondi dell’Archivio Storico comunale. Un documento di notevole importanza è stato, inoltre, reperito presso l’Archivio comunale di Mineo (Corte Juratoria, Bandi e ordinanze vicereali). Complessivamente questa documentazione conferma le notizie di distruzioni e vittime a Mineo e attesta che il terremoto causò leggeri danni a Caltagirone.
Lo stato precedente delle conoscenze si rifaceva a Baratta (1901) (1), che aveva desunto le proprie informazioni da Mongitore (1743) (2), che, a sua volta, aveva utilizzato l’opera di Pietro Carrera "Il Bonanni Dialogo", stampata a Messina nel 1625. La ricerca per reperire quest’opera, che costituisce la fonte memorialistica sincrona capostipite utilizzata dagli autori successivi, ha dato esito negativo. Sono state condotte ricerche anche presso la Biblioteca Ursino Recupero di Catania, che conserva libri rari e manoscritti di Carrera, e presso la Biblioteca comunale di Militello in Val di Catania, paese natale di Carrera, ma l’esito è stato negativo. L’evento risulta scarsamente testimoniato anche nella storiografia locale.

Note

(1)
Baratta M.
I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).
Torino 1901
(2)
Mongitore A.
Istoria cronologica de’ terremoti di Sicilia, in Id., "Della Sicilia ricercata nelle cose più memorabili", tomo 2, pp.345-445.
Palermo 1743

Effects in the social context

I due paesi più danneggiati erano centri collinari con gli edifici disposti su diverse altimetrie e caratterizzati da uno spiccato verticalismo costruttivo. L’area colpita stava subendo, come gran parte della Sicilia, la depressione economica comune anche a molte altre parti d’Italia. Le uniche informazioni reperite, relative agli effetti nel contesto sociale, riguardano alcune annotazioni sulla reazione popolare determinata dal panico e l’intervento a Mineo delle autorità vicereali per calmierare i prezzi della manodopera e dei materiali nella fase di ricostruzione.

Administrative historical affiliations

All’epoca del terremoto la Sicilia faceva parte dei domini spagnoli. Militello in Val di Catania, Mineo e Caltagirone avevano giurisdizioni e amministrazioni diverse: Militello era una città feudale, appartenente ai marchesi Branciforte; Mineo e Caltagirone erano invece città demaniali fortificate dipendenti dal governo centrale.

Institutional and administrative response

Le uniche informazioni reperite relative all’intervento governativo riguardano l’ordinanza delle autorità vicereali ai giurati di Mineo sul blocco dei prezzi della manodopera e dei materiali nella fase di ricostruzione (1). A Caltagirone il Consiglio comunale decise l’erogazione di una modesta somma di denaro per la riparazione dei danni causati dal terremoto nel monastero di S.Benedetto (2).

Note

(1)
Archivio Storico Comunale di Mineo, Corte dei giurati, Bandi e ordinanze vicereali, carpetta 30, cc.222-223, Lettera del viceré ai Giurati della città di Mineo relativa ai provvedimenti da adottare in seguito al terremoto del 3 ottobre 1624, Palermo 19 novembre 1624.

(2)
Archivio di Stato di Catania, Sezione di Caltagirone, Archivio Storico Comunale, Discarichi, vol.7, c.418r, Pagamento delle spese relative ai lavori di restauro del monastero di S.Benedetto di Caltagirone danneggiato dal terremoto del 3 ottobre 1624, Caltagirone 15 novembre 1624.

Major earthquake effects

Il terremoto colpì un’area limitata, al confine fra i monti Iblei e la piana di Catania. Furono gravemente danneggiati i paesi di Mineo e Militello in Val di Catania, dove numerosi edifici crollarono causando un numero imprecisato di morti e feriti. A Caltagirone la scossa danneggiò leggermente il monastero di S.Benedetto; non sono ricordati effetti in altri centri abitati.

Effects on the environment

A Palagonia la scossa causò la comparsa di una sorgente di acqua calda e sulfurea.

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
*Archivio di Stato di Catania, Notarile di Caltagirone, notaio Raffaele Recupito di Mineo, vol.904, c.91r, Contratto per la ricostruzione di opere murarie danneggiate dal terremoto del 3 ottobre 1624, Mineo 2 novembre 1624.Direct source1624
*Archivio di Stato di Catania, Sezione di Caltagirone, Archivio Storico Comunale, Discarichi, vol.7, c.418r, Pagamento delle spese relative ai lavori di restauro del monastero di S.Benedetto di Caltagirone danneggiato dal terremoto del 3 ottobre 1624, Caltagirone 15 novembre 1624.Direct source1624
*Archivio Storico Comunale di Mineo, Corte dei giurati, Bandi e ordinanze vicereali, carpetta 30, cc.222-223, Lettera del viceré ai Giurati della città di Mineo relativa ai provvedimenti da adottare in seguito al terremoto del 3 ottobre 1624, Palermo 19 novembre 1624.Direct source1624
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Baratta M.I terremoti in Italia, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.6.Scientific bibliography1936Firenze
*Biblioteca Arcivescovile Alagoniana di Siracusa, Miscellanea di Giuseppe Maria Capodieci, vol.2, c.79, Privilegi della congregazione del Santissimo Sacramento di Militello, sec.XVII.Negative source0017
Boschi E., Ferrari G., Gasperini P., Guidoboni E., Smriglio G. e Valensise G.Catalogo dei forti terremoti in Italia dal 461 a.C. al 1980, ING-SGA.Catalogue1995Bologna
Cavasino A.Catalogo dei terremoti disastrosi avvertiti nel bacino del Mediterraneo dal 1501 al 1929, Pubblicazioni della Commissione Italiana per lo studio delle grandi calamità, vol.2, pp.25-60.Catalogue1931Roma
Ligresti D.Terremoto e società in Sicilia (1501-1800).Historiographical study1992Catania
Mongitore A.Istoria cronologica de’ terremoti di Sicilia, in Id., "Della Sicilia ricercata nelle cose più memorabili", tomo 2, pp.345-445.Indirect source1743Palermo

Felt Localities (4)

Locality Province Lat Lon Intensity
MineoCT37.265814.6906IX

Il terremoto causò il crollo di gran parte degli edifici e un numero imprecisato di vittime (1).

(1)
Mongitore A.
Istoria cronologica de’ terremoti di Sicilia, in Id., "Della Sicilia ricercata nelle cose più memorabili", tomo 2, pp.345-445.
Palermo 1743
Archivio di Stato di Catania, Notarile di Caltagirone, notaio Raffaele Recupito di Mineo, vol.904, c.91r, Contratto per la ricostruzione di opere murarie danneggiate dal terremoto del 3 ottobre 1624, Mineo 2 novembre 1624.
1624
Archivio Storico Comunale di Mineo, Corte dei giurati, Bandi e ordinanze vicereali, carpetta 30, cc.222-223, Lettera del viceré ai Giurati della città di Mineo relativa ai provvedimenti da adottare in seguito al terremoto del 3 ottobre 1624, Palermo 19 novembre 1624.
1624

Militello in Val di CataniaCT37.273114.7933VIII

Il terremoto causò il crollo di numerosi edifici e molti altri furono lesionati; alcune persone morirono o furono ferite (1).

(1)
Mongitore A.
Istoria cronologica de’ terremoti di Sicilia, in Id., "Della Sicilia ricercata nelle cose più memorabili", tomo 2, pp.345-445.
Palermo 1743

CaltagironeCT37.230614.5203VI

Sono documentati leggeri danni causati dal terremoto al monastero di S.Benedetto (1).

(1)
Archivio di Stato di Catania, Sezione di Caltagirone, Archivio Storico Comunale, Discarichi, vol.7, c.418r, Pagamento delle spese relative ai lavori di restauro del monastero di S.Benedetto di Caltagirone danneggiato dal terremoto del 3 ottobre 1624, Caltagirone 15 novembre 1624.
1624

PalagoniaCT37.326114.7456EE