Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
06 11 159901:2542.71713.017b992000236ValnerinaItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1599 11 06 01 25 -- 42.72 13.02 0.0 9.0 0 23 Valnerina


The revision was based on 23 accounts:
The results are summarized by 28 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1599 11 06 01:25 42.72 13.02 8.0 9.0 19 22 Valnerina
PFG 1599 11 05 21:- 42.67 13.00 8.0 - - - Cascia


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

È stata revisionata la bibliografia del Catalogo PFG (1985) costituita da Baratta (1901) (1) e ad integrazione delle informazioni note è stata sviluppata una ricerca archivistica e bibliografica.
Sono state reperite e analizzate le fonti di Baratta costituite da una relazione latina coeva conservata un tempo presso la Biblioteca Barberiniana di Roma e ora conservata nella Biblioteca Apostolica Vaticana (Barberini Latini, 324) (2), dalla storia di Norcia di Patrizi-Forti (1869) (3) che cita le Riformanze locali e da De Rossi (1882) (4). De Rossi cita a sua volta un altro esemplare della relazione citata da Baratta; si tratta della copia della relazione latina conservata presso la Biblioteca Apostolica Vaticana (Vaticani Latini, 7934, Narratio Terremotus..., copia P.L. Galletti, sec.XVIII). Tale fonte autorevole, che descrive dettagliatamente gli effetti a Cascia e nelle località circostanti, fu scritta poco dopo il 15 gennaio 1599 da un residente di Cascia, identificato da Franceschini (1913) in "Paolo Rocchi Maestro del Pubblico a Cascia" (5). Franceschini nella sua opera memorialistica riporta una relazione in versi del terremoto redatta dallo stesso Rocchi (6).
Ricerche condotte presso la Sezione di Spoleto dell’Archivio di Stato di Perugia, nel fondo delle "Lettere al Comune" hanno permesso di reperire nel fondo 4 lettere inviate tra il 6 novembre e il 6 dicembre 1599 dalla comunità e dal podestà di Montesanto ai priori di Spoleto che citano notizie di effetti a Montesanto (7); nello stesso fondo è stata inoltre reperita una lettera inviata il 22 novembre 1599 dai priori di Cascia ai priori di Spoleto attestante gravi danni a Cascia (8).
Presso l’Archivio Storico Comunale di Norcia nel fondo "Consigli e Riformanze" (vol.85, anni 1599-1601) è stata reperito il verbale della seduta del 28 novembre 1599 che attesta danni e successivi restauri alla rocca di Norcia (9).
Francesco Maria II Della Rovere (1548-1631), duca di Urbino, nel suo diario dà notizia di un risentimento a Casteldurante, l’odierna Urbania (10).
Segnalazioni generiche di questo terremoto sono contenute nei cataloghi di Perrey (1848) (11), Mercalli (1883) (12), e Galli (1906) (13).

Note

(1)
Baratta M.
I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).
Torino 1901
(2)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 324, cc.173-183, [Paolo Rocchi], Terraemotus in Comitatu Cassiae, Cerreti et Spoleti anno 1599.

(3)
Patrizi-Forti F.
Delle memorie storiche di Norcia, libri otto (ristampa anastatica, Bologna 1968).
Norcia 1869
(4)
De Rossi M.S.
La meteorologia endogena, 2 voll.
Milano 1879
(5)
Franceschini M.
Memorie storiche di Cascia fabbricata dopo le rovine di Cursula antico Municipio Romano raccolte [...] l’anno del Signore 1819.
Cascia 1913
(6)
Rocchi Paolo
Relazione in versi riguardante il terremoto di Cascia del 5 novembre 1599, in M.Franceschini, "Memorie storiche di Cascia raccolte [...] l’anno del Signore 1819", pp.124-128.
Cascia 1913
(7)
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera del podestà di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 6 novembre 1599.

Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 8 novembre 1599.

Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori e della popolazione di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 24 novembre 1599.

Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 6 dicembre 1599.

(8)
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei priori di Cascia ai priori di Spoleto, Cascia 22 novembre 1599.

(9)
Archivio Storico Comunale di Norcia, Consigli e Riformanze, vol.85 (1599-1601), Verbale della seduta del Consiglio generale del 28 novembre 1599.

(10)
Francesco Maria II Della Rovere
Diario, ed. F.Sangiorgi.
Urbino 1989
(11)
Perrey A.
Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).
Bruxelles 1848
(12)
Mercalli G.
Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).
Milano 1883
(13)
Galli I.
I terremoti nel Lazio.
Velletri 1906

Effects in the social context

Vi furono 40 morti, di cui 8 a Cascia. Numerose persone rimasero sotto le rovine per 3 o 4 ore. Vi fu un grande panico, la popolazione di Cascia lasciò la città e passò la notte fuori delle mura presso la chiesa di S.Antonio. Molti montarono tende nella chiesa di Sant’Antonio stessa e vi rimasero per oltre 20 giorni. In seguito, costretti dal freddo e dalla neve tornarono a casa, ma per paura delle scosse che replicavano frequenti, usarono come abitazioni cantine, magazzini e luoghi sotterranei. Furono indetti riti devozionali in molte chiese, monasteri e conventi di Cascia e dintorni. A Cerreto la popolazione abbandonò le proprie abitazioni dissestate e si accampò in campagna.
Il papa Clemente VIII inviò il vescovo di Camerino, il prefetto di Norcia, il governatore di Spoleto e il vicario del vescovo di Spoleto nei luoghi colpiti affinché accertassero l’entità dei danni. I danni a Cascia furono stimati superiori alla somma di 200 ducati. Le autorità di Norcia e di Spoleto inviarono aiuto e offerte di ospitalità agli abitanti di Cascia.

Social and economic effects

La coeva relazione latina di Rocchi (1) testimonia che vi furono 40 morti, dei quali 8 a Cascia. Numerose persone rimasero sotto le rovine per 3 o 4 ore, prima di venire estratte illese. Vi fu un grande panico, la popolazione di Cascia lasciò la città e passò la notte fuori dalle mura presso la chiesa di Sant’Antonio. I monaci di Sant’Antonio rimasero nel giardino del monastero per 8 giorni e i carcerati furono liberati per ordine del Governatore. Molti montarono tende nella chiesa di Sant’Antonio e vi rimasero per oltre 20 giorni. Lo stesso giorno, mentre la terra continuava a tremare, fu fatta una processione solenne oltre le mura di Cascia fino alla chiesa dei Cappuccini a Bastia; furono indetti riti devozionali in molte chiese monasteri e conventi di Cascia e dintorni. A Cerreto la popolazione dovette lasciare le proprie abitazioni dissestate e si accampò in campagna (2).

Note

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.

(2)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 324, cc.173-183, [Paolo Rocchi], Terraemotus in Comitatu Cassiae, Cerreti et Spoleti anno 1599.

Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.

Rocchi Paolo
Relazione in versi riguardante il terremoto di Cascia del 5 novembre 1599, in M.Franceschini, "Memorie storiche di Cascia raccolte [...] l’anno del Signore 1819", pp.124-128.
Cascia 1913
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 8 novembre 1599.

Institutional and administrative response

Il papa Clemente VIII inviò il vescovo di Camerino, il prefetto di Norcia, il governatore di Spoleto e il vicario del vescovo di Spoleto nei luoghi colpiti affinché accertassero l’entità dei danni. I danni di Cascia furono stimati superiori alla somma di 200 ducati. Le autorità di Norcia e di Spoleto inviarono aiuto e offerte di ospitalità agli abitanti di Cascia (1).
Il podestà di Montesanto Mario di Domo provvide a far levare le pietre che cadevano dalle sommità delle mura della rocca e i coppi dal tetto pericolante della costruzione; il tetto era già in cattive condizioni a causa di dissesti statici della costruzione (2).

Note

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.

(2)
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori e della popolazione di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 24 novembre 1599.

Major earthquake effects

Agli inizi di ottobre furono avvertite leggere scosse a Cascia. Il 4 novembre alle ore 8:25 GMT circa una forte scossa fece crollare la parte superiore della rocca di Montesanto, caddero molte pietre dai torrioni e dai merli, alcune mura si lesionarono tanto da aprirsi completamtne dall’alto in basso, cadde una volta della stanza del castellano, e furono danneggiate tutte le volte. A Cascia furono rilevate notevoli fessure e lesioni in parecchie case.
Una seconda forte scossa avvenne il 6 novembre 1599 alle ore 1:25 GMT circa: colpì violentemente il territorio compreso fra Cascia, Norcia, Spoleto. Le località più colpite furono Cascia e Chiavano. A Cascia crollarono 40 case, diverse torri e campanili, e le mura urbane si spaccarono; tutte le case furono lesionate e una parte dovette essere puntellata. A Chiavano ci furono crolli estesi a circa la metà dell’abitato.
In una decina di altre località, fra cui Norcia, ci furono danni gravi. A Norcia furono danneggiati il monastero di Santa Chiara, la torre soprastante la porta Massari e le rocche del comune.
Il terremoto fu sentito in una vasta area dell’Italia centrale: da Pesaro a Roma. Varie repliche furono sentite fino alla metà di gennaio 1600.

Sequence of the earthquake

La scossa del 6 novembre delle ore 1:25 GMT c.a fu preceduta da leggere scosse avvertite a Cascia agli inizi di ottobre e da una forte scossa avvenuta il giorno 4 novembre 1599 alle ore 8:25 GMT che causò a parecchie case di Cascia notevoli fessure e lesioni e guasti alle case e alla rocca di Montesanto. Le scosse replicarono numerose e forti fino al 6 gennaio 1600, senza causare ulteriori danni. Dal 6 al 14 gennaio diminuirono di numero e forza; la notte del 15 gennaio ne furono avvertite alcune più forti (1).

Note

(1)
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 8 novembre 1599.

Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
*Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera del podestà di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 6 novembre 1599.Direct source1599
*Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 6 dicembre 1599.Direct source1599
*Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori e della popolazione di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 24 novembre 1599.Direct source1599
*Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei priori di Cascia ai priori di Spoleto, Cascia 22 novembre 1599.Direct source1599
*Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 8 novembre 1599.Direct source1599
*Archivio Parrocchiale di Annifo, Libro di memorie (1591-1780).Direct source1591
*Archivio Storico Comunale di Norcia, Consigli e Riformanze, vol.85 (1599-1601), Verbale della seduta del Consiglio generale del 28 novembre 1599.Direct source1599
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Baratta M.Sulla distribuzione topografica dei terremoti nell’Umbria, in "Bollettino della Società Geografica Italiana", s.III, vol.35, pp.488-499.Scientific bibliography1898Roma
*Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 324, cc.173-183, [Paolo Rocchi], Terraemotus in Comitatu Cassiae, Cerreti et Spoleti anno 1599.Direct source0017
*Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.Direct source0018
Boschi E., Guidoboni E., Ferrari G. e Valensise G.I terremoti dell’Appennino umbro-marchigiano ­ area sud orientale dal 99 a.C. al 1984, ING-SGA.Catalogue1998Bologna
Castelli V., Monachesi G. e Stucchi M. (a cura di)La sismicità maggiore dell’Appennino umbro-marchigiano, Rapporto tecnico, CNR-GNDT.Scientific bibliography1997Macerata-Milano
Conversini P., Lolli O., Molin D., Paciello A. e Pagliacci S.Ricerche sulla sismicità storica della provincia di Perugia, Quaderni Regione dell’Umbria, n.s., Collana Sismica, vol.1b.Scientific bibliography1990Perugia
De Rossi M.S.La meteorologia endogena, 2 voll.Scientific bibliography1879Milano
Franceschini M.Memorie storiche di Cascia fabbricata dopo le rovine di Cursula antico Municipio Romano raccolte [...] l’anno del Signore 1819.Historiographical study1913Cascia
Francesco Maria II Della RovereDiario, ed. F.Sangiorgi.Direct source1989Urbino
Galli I.I terremoti nel Lazio.Catalogue1906Velletri
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Patrizi-Forti F.Delle memorie storiche di Norcia, libri otto (ristampa anastatica, Bologna 1968).Historiographical study1869Norcia
Perrey A.Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).Catalogue1848Bruxelles
Rocchi PaoloRelazione in versi riguardante il terremoto di Cascia del 5 novembre 1599, in M.Franceschini, "Memorie storiche di Cascia raccolte [...] l’anno del Signore 1819", pp.124-128.Direct source1913Cascia
Santucci F.Assisi: una storia di terremoti, in "Subasio", supplemento degli "Atti Accademia Properziana del Subasio", a.5, n.4, 30 dicembre 1997, pp.1-4.Historiographical study1997Assisi

Felt Localities (20)

Locality Province Lat Lon Intensity
CasciaPG42.718313.0128IX

Scosse deboli furono avvertite all’inizio di ottobre; il 4 novembre una forte scossa causò a parecchie case notevoli fessure e lesioni. La scossa del 6 novembre fece crollare oltre 40 case, nel crollo morirono 8 persone. Nella campagna circostante caddero moltissime case e morirono 40 persone. Crollarono diverse torri e campanili, le mura della città subirono gravi danni, tutte le case furono lesionate e una parte di esse dovette essere puntellata. Furono danneggiati anche gli edifici rinforzati da catene di ferro (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 324, cc.173-183, [Paolo Rocchi], Terraemotus in Comitatu Cassiae, Cerreti et Spoleti anno 1599.
0017
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei priori di Cascia ai priori di Spoleto, Cascia 22 novembre 1599.
1599

ChiavanoPG42.655613.0631IX

La scossa causò il crollo di metà degli edifici (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

Castel San GiovanniPG42.683313.0619VIII

La scossa danneggiò gravemente quasi tutte le case (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

CollegiaconePG42.721412.9869VIII

La scossa danneggiò gravemente quasi tutte le case (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

GiappiediPG42.735312.9892VIII

La scossa danneggiò gravemente quasi tutte le case (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

MaltignanoPG42.708113.0556VIII

La scossa danneggiò gravemente quasi tutte le case (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

MucciaforaPG42.746412.9219VIII

La scossa danneggiò gravemente quasi tutte le case (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

NorciaPG42.792513.0936VIII

Secondo Patrizi Forti (1869), che cita le Riformanze locali, rimasero danneggiati il monastero di Santa Chiara, la torre sopra la porta Massari e le rocche del comune (1).

(1)
Patrizi-Forti F.
Delle memorie storiche di Norcia, libri otto (ristampa anastatica, Bologna 1968).
Norcia 1869
Archivio Storico Comunale di Norcia, Consigli e Riformanze, vol.85 (1599-1601), Verbale della seduta del Consiglio generale del 28 novembre 1599.
1599

RoccatamburoPG42.736112.9358VIII

La scossa danneggiò gravemente quasi tutte le case (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

FrenfanoPG42.7313.0622VII-VIII

La scossa fece crollare la torre del castello, nonostante le sue 40 chiavi di ferro; si trattava, però di un vecchio edificio di epoca medioevale (1)

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

AnnifoPG43.054212.8569VII

La scossa danneggiò gravemente la chiesa parrocchiale, che minacciava di crollare; i lavori di riparazione furono eseguiti nel 1603 (1).

(1)
Archivio Parrocchiale di Annifo, Libro di memorie (1591-1780).
1591

Cerreto di SpoletoPG42.818912.9169VII

La scossa causò danni a molte abitazioni e la popolazione fu costretta a lasciare le case e ad abitare in campagna (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 324, cc.173-183, [Paolo Rocchi], Terraemotus in Comitatu Cassiae, Cerreti et Spoleti anno 1599.
0017
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 8 novembre 1599.
1599

MontesantoPG42.893112.9342VII

La scossa del 4 novembre fece crollare una parte della parte superiore della rocca, fece cadere molte pietre dai torrioni e dai merli, fece aprire dalla cima alcune mura, fece cadere la volta della stanza del castellano, danneggiò tutte le volte.
La scossa del 6 novembre fece aprire screpolature e fessure in quasi tutte le case, anche in quelle ben costruite; causò la caduta della campanella della rocca e aumentò lo sfascio della rocca, che era stata danneggiata dalla precedente scossa del 4 novembre e che era in cattive condizioni a causa di guasti alle fondamenta (1).

(1)
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera del podestà di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 6 novembre 1599.
1599
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 8 novembre 1599.
1599
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori e della popolazione di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 24 novembre 1599.
1599
Archivio di Stato di Perugia, Sezione di Spoleto, Comune di Spoleto, Lettere al Comune, b.38, Lettera dei difensori della Comunità di Montesanto ai priori di Spoleto, Montesanto 6 dicembre 1599.
1599

AnconaAN43.603113.5072F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

Castel DurantePU43.667512.5228F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Francesco Maria II Della Rovere
Diario, ed. F.Sangiorgi.
Urbino 1989

L’AquilaAQ42.355813.3956F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

PerugiaPG43.106112.3864F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

PesaroPU43.904412.905F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

RomaRM41.895312.4822F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018

SpoletoPG42.731712.7358F

La scossa fu avvertita (1).

(1)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Vaticani Latini, 7934, cc.38-44, [Paolo Rocchi], Narratio Terremotus in Districtu Spoleti, Comitatus Nursiae et in Terra Cassiae die V Novem[bris] A[nno] MDXCIX, copia P.L.Galletti, sec.XVIII.
0018