Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
19 08 156114:1040.51715.483b9.5103200416.5!Vallo di DianoItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1561 07 31 18 40 -- 40.63 15.38 0.0 9.0 0 41 Buccino
1561 08 19 14 10 -- 40.52 15.48 0.0 10.0 0 41 Vallo di Diano


The revision was based on 41 accounts:
The results are summarized by 51 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
CFT 1561 07 31 18:40 40.63 15.38 8.0 9.0 4 31 Buccino
PFG 1561 07 31 23:- 40.33 15.58 9.0 - - - Vallo di Diano

CFT 1561 08 19 14:10 40.52 15.48 9.5 10.0 30 31 Vallo di Diano
PFG 1561 08 19 19:- 40.33 15.58 10.0 - - - Vallo di Diano


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

È stata revisionata la bibliografia del Catalogo PFG. Sono state reperite le fonti utilizzate da Bonito (1691) (1), Mercalli (1883 (2), 1891 (3)) e Baratta (1901) (4) e sono state vagliate le opere di importanti storici del Regno di Napoli (Tarcagnota 1566 (5); Summonte 1675 (6); Bella Bona 1656 (7); De Vipera 1636 (8)). È stato attentamente analizzato il manoscritto di Colanello Pacca "Discorso del terremoto" (la cui stesura venne iniziata proprio in occasione di questo evento), che contiene un elenco dettagliato dei danni nelle singole località (9). Lo stesso Pacca scrisse un altro resoconto, meno puntuale, di questo terremoto nella sua continuazione al "Compendio" di Collenuccio e Roseo (10).
Complessivamente la revisione critica della produzione memorialistica ha permesso di delineare con sufficiente precisione l’area dei maggiori effetti.

Note

(1)
Bonito M.
Terra tremante, o vero continuatione de’ terremoti dalla Creatione del Mondo sino al tempo presente (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1980).
Napoli 1691
(2)
Mercalli G.
Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).
Milano 1883
(3)
Mercalli G.
I terremoti napoletani del XVI secolo ed un manoscritto inedito di Cola Anello Pacca, in "Bollettino della Società Geologica Italiana", vol.10, fasc.2, pp.179-195.
Roma 1891
(4)
Baratta M.
I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).
Torino 1901
(5)
Tarcagnota G.
Del sito et lodi della città di Napoli comuna breve historia degli re suoi, et delle cose più degne altrove ne medesimi tempi avenute.
Napoli 1566
(6)
Summonte G.A.
Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.
Napoli 1675
(7)
Bella Bona S.
Raguagli della città d’Avellino.
Trani 1656
(8)
De Vipera M.
Chronologia episcoporum, et archiepiscoporum metropolitana ecclesiae beneventanae.
Napoli 1636
(9)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.

(10)
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771

Theories and observations

Maffei (1564), citato da Mercalli (1), collega l’evento con la teoria aristotelica dei venti sotterranei. È probabilmente in riferimento a questo contesto teorico che va interpretato anche il ricordo delle tempeste di venti che precedettero il terremoto da parte di Bella Bona (2) e di Colanello Pacca (3).

Note

(1)
Mercalli G.
I terremoti napoletani del XVI secolo ed un manoscritto inedito di Cola Anello Pacca, in "Bollettino della Società Geologica Italiana", vol.10, fasc.2, pp.179-195.
Roma 1891
(2)
Bella Bona S.
Raguagli della città d’Avellino.
Trani 1656
(3)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.

Major earthquake effects

Le fonti ricordano due scosse distruttive, avvenute il 31 luglio e il 19 agosto, e numerose repliche di intensità minore. La scossa del 31 luglio avvenne intorno alle ore 24 italiane (18:40 GMT ca.) e colpì con effetti distruttivi il paese di Buccino, dove 200 case crollarono causando la morte di circa 100 persone. Lesioni diffuse si ebbero ad Avellino; a Napoli e Benevento la scossa fu avvertita fortemente.
La scossa del 19 agosto avvenne alle ore 20 italiane (14:10 GMT ca.) e causò distruzioni estese e circa 500 morti in numerose località delle valli del Tanagro e del Calore, già danneggiate dalla scossa precedente. Gli abitati di Tito, Sant’Arsenio e San Pietro al Tanagro furono quasi interamente distrutti e in altri 6 paesi vi furono crolli diffusi. A Potenza crollarono alcune abitazioni; la scossa fu avvertita sensibilmente a Napoli e Salerno.

Effects on the environment

Una frana innescata dal terremoto investì l’abitato di San Rufo causando gravi danni agli edifici; forse a causa di un’altra frana, presso Polla il corso del fiume Tanagro fu interrotto per 24 ore. Fenditure e spaccature nel terreno avvennero a Bella, Balvano e Muro Lucano. Nelle vicinanze di Bella due sorgenti prima si disseccarono e, una volta tornata l’acqua, si intorbidarono e divennero calde (1).

Note

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.

Full Chronology Of The Earthquake Sequence

31 luglio 1561, alle ore 24 italiane (18:40 GMT ca.): prima scossa, ebbe effetti distruttivi a Buccino e causò diffuse lesioni ad Avellino (1).
31 luglio, alle ore 4 italiane della notte (22:40 GMT ca.): forte replica avvertita ad Avellino (2).
1 agosto, verso l’alba (4:55 GMT ca.): leggera replica avvertita ad Avellino (3).
2 agosto, verso mezzogiorno (11:00 GMT ca.): forte replica avvertita ad Avellino (4).
Altre repliche quasi quotidiane furono avvertite nell’area dei maggiori effetti fra il 2 e il 19 agosto (5).
19 agosto, alle ore 20 italiane (14:10 GMT ca.): scossa distruttiva a Tito, Sant’Arsenio, San Pietro al Tanagro e in numerose località delle valli del Tanagro e del Calore (6).
Nelle stesse località due forti repliche, che spaventarono le popolazioni senza causare danni di rilievo, furono avvertite nel corso del 1562 e del 1563 (7).

Note

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.

Bella Bona S.
Raguagli della città d’Avellino.
Trani 1656
(2)
Bella Bona S.
Raguagli della città d’Avellino.
Trani 1656
(3)
Bella Bona S.
Raguagli della città d’Avellino.
Trani 1656
(4)
Bella Bona S.
Raguagli della città d’Avellino.
Trani 1656
(5)
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771
(6)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.

(7)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
Bella Bona S.Raguagli della città d’Avellino.Indirect source1656Trani
Bernaudo F.Il tremuoto di Calabria.Indirect source1639Napoli
*Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.Direct source1563
*Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III" di Napoli, Manoscritti, IX.C.42, Girolamo Seripando, Giornale dal 1513 al 1562.Direct source1513
*Biblioteca Statale di Cremona, Manoscritti Albertoni, 112, Giuseppe Bresciani, Le miserie d’Italia per tutto l’anno di nostra salute 1649.Generic information1649
Bonito M.Terra tremante, o vero continuatione de’ terremoti dalla Creatione del Mondo sino al tempo presente (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1980).Repertory1691Napoli
Bracco V.Polla. Linee di una storia.Historiographical study1976Salerno
Capocci E.Catalogo de’ tremuoti avvenuti nella parte continentale del Regno delle Due Sicilie posti in raffronto con le eruzioni vulcaniche ed altri fenomeni cosmici, tellurici e meteorici, in "Atti del Reale Istituto d’Incoraggiamento alle Scienze Naturali di Napoli", tomo 9, pp.337-421; tomo 10, pp.293-327.Catalogue1861Napoli
Castaldo AntoninoDell’istoria di notar Antonino Castaldo libri quattro. Ne’ quali si descrivono gli avvenimenti più memorabili succeduti nel Regno di Napoli sotto il governo del viceré D. Pietro di Toledo e de’ viceré suoi successori fino al cardinal Granvela [sec.XVI], in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomo 6, n.5.Direct source1769Napoli
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.Direct source1771Napoli
De Raimo Lodovico senior e Lodovico juniorAnnales de Raimo, sive Brevis historia rerum in regno Neapolitano gestarum ab anno 1197 ad 1486, in "Rerum Italicarum Scriptores", ed. L.A.Muratori, tomo 23, coll.221-240.Direct source1733Milano
De Vipera M.Chronologia episcoporum, et archiepiscoporum metropolitana ecclesiae beneventanae.Indirect source1636Napoli
*Diario anonimo dall’anno 1193 all’anno 1487, in "Raccolta di varie croniche, diarj, ed altri opuscoli così italiani, come latini appartenenti alla storia del Regno di Napoli", ed. A.A.Pelliccia, vol.1.Direct source1780Napoli
Gatta C.Memorie topografico-storiche della provincia di Lucania compresa al presente nelle provincie di Basilicata, e di Principato Citeriore.Historiographical study1732Napoli
Girardi F.Diario delle cose più illustri seguite nel mondo.Repertory1663Napoli
Giura Longo R.Breve storia della città di Matera.Historiographical study1981Matera
Guidoboni E. e Ferrari G.Il grande terremoto del 16 dicembre 1857 e gli effetti di altri eventi sismici nel Vallo di Diano e nella Val d’Agri, in "Viaggio nelle aree del terremoto del 16 dicembre 1857. L’opera di Robert Mallet nel contesto scientifico e ambientale attuale del Vallo di Diano e della Val d’Agri", a cura di G.Ferrari, vol.1, pp.111-186.Scientific bibliography2004Bologna
Lacava M.Istoria di Atena Lucana.Historiographical study1893Napoli
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Mercalli G.I terremoti napoletani del XVI secolo ed un manoscritto inedito di Cola Anello Pacca, in "Bollettino della Società Geologica Italiana", vol.10, fasc.2, pp.179-195.Scientific bibliography1891Roma
Mongitore A.Istoria cronologica de’ terremoti di Sicilia, in Id., "Della Sicilia ricercata nelle cose più memorabili", tomo 2, pp.345-445.Repertory1743Palermo
Morelli S.Una fonte inedita per lo studio della sismologia storica: il ‘Discorso del terremoto’ di Cola Anello Pacca, in "Rassegna Storica Salernitana", n.s., a.10, fasc.19, pp.247-259.Historiographical study1993Salerno
Parrino D.A.Teatro eroico, e politico de’ governi de’ Viceré del Regno di Napoli dal tempo di Re Ferdinando il Cattolico fin’all’anno 1683, regnando la felice memoria di Carlo Secondo nel quale si narrano i fatti più illustri, e singolari.Indirect source1730Napoli
Passaro G.I terremoti in Irpinia. Cenni storici, in "Civiltà Altirpina", dicembre 1980, pp.5-40.Catalogue1980Avellino
Pescatori S.I terremoti dell’Irpinia, in "Rivista economica della provincia di Avellino", a.8, n.3, pp.15-18, n.4, pp.3-10, n.5, pp.3-10, n.6, pp.3-11, n.7, pp.3-7.Catalogue1915Avellino
Ragona B.Scritto di Biagio Ragona, rinvenuto nell’Archivio Ragona di Montemurro, relativo al terremoto del 16 dicembre 1857, in E.Schiavone, "Montemurro. Notizie storiche", pp.52-56.Catalogue1966Napoli
Rezzadore P.Il mondo ne’ suoi fulgori e tremori.Catalogue1914Firenze
Ricciardi E.Conza in età moderna (I ­ dal 1464 al 1694), in "Il Calitrano", a.19, n.s., n.11 (maggio-agosto 1999), pp.13-17.Historiographical study1999Firenze
Ricciardi E.La chiesa parrocchiale di S.Canio, in "Il Calitrano", a.24, n.s., n.27 (settembre-dicembre 2004), pp.7-11.Historiographical study2004Firenze
Ricciardi E.Antiche chiese di Calitri, in "Il Calitrano", a.27, n.s., n.34 (gennaio-aprile 2007), pp.9-12.Historiographical study2007Firenze
Ricciardi E.Il castello e la cavallerizza di Calitri, in "Il Calitrano", a.19, n.s., n.10 (gennaio-aprile 1999), pp.12-15.Historiographical study1999Firenze
Rosaccio G.Le sei età del mondo dalle origini al 1636.Repertory1641Viterbo
Strafforello G.La patria. Geografia dell’Italia. Provincie di Bari, Foggia, Lecce, Potenza.Generic information1899Torino
Summonte G.A.Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.Historiographical study1675Napoli
Tanzini P.Alcune notizie sui terremoti compilate da P.T.S.Catalogue1846Firenze
Taramelli T. e Baratta M.L’acquedotto pugliese. Le frane ed i terremoti.Scientific bibliography1905Voghera
Tarcagnota G.Del sito et lodi della città di Napoli comuna breve historia degli re suoi, et delle cose più degne altrove ne medesimi tempi avenute.Direct source1566Napoli
Vari V.I Terremoti di Benevento e loro cause.Catalogue1927Benevento
Virgilio F.La terra di Bari sotto l’aspetto storico, economico, e naturale, vol.3.Historiographical study1900Trani
Zerenghi F.Discorso del terremoto.Repertory1626Macerata

Felt Localities (32)

Locality Province Lat Lon Intensity
TitoPZ40.581915.6753X

La scossa del 19 agosto causò la distruzione pressoché completa dell’abitato e la morte di 100 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771
Summonte G.A.
Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.
Napoli 1675

San Pietro al TanagroSA40.455315.4817IX-X

La scossa del 19 agosto causò la distruzione quasi completa dell’abitato e la morte di 15 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

Sant’ArsenioSA40.468915.4814IX-X

La scossa del 19 agosto causò la distruzione quasi completa dell’abitato e la morte di 30 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

Atena LucanaSA40.453915.5525IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di metà delle case e la morte di 30 persone; crollarono i campanili delle chiese (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563
Summonte G.A.
Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.
Napoli 1675

BalvanoPZ40.650315.5119IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di metà delle case e del castello; morirono 40 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771

CaggianoSA40.567515.4886IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo della metà delle case e la morte di 30 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

PollaSA40.513915.4936IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo della metà delle case e la morte di 40 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771
Summonte G.A.
Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.
Napoli 1675

San RufoSA40.433615.4639IX

L’abitato fu in gran parte distrutto dalla scossa del 19 agosto e dalla susseguente frana staccatasi dal Monte Serra Nuda; morirono 6 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

Sicignano degli AlburniSA40.558315.3083IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di metà delle case e la morte di 40 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

Muro LucanoPZ40.752515.4856VIII-IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 60 case; morirono 40 persone e molte altre furono ferite (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

OttatiSA40.462215.3158VIII-IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 30 case e la morte di 10 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

PaloSA40.661715.2919VIII-IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 40 case e la morte di 20 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

PicernoPZ40.639715.6378VIII-IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di un terzo delle case e della chiesa madre; morirono 20 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771
Summonte G.A.
Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.
Napoli 1675

Vietri di PotenzaPZ40.599215.5083VIII-IX

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 50 case e la morte di 20 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

AtellaPZ40.877215.6531VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 10 case e del monastero di S.Agostino; morirono 4 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

AviglianoPZ40.730315.7169VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 15 case; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

BuccinoSA40.632515.3756VIII

La scossa del 31 luglio causò il crollo di 200 case e danneggiò gravemente le rimanenti; morirono circa 100 persone e molte altre furono ferite; crollarono la residenza del marchese e una parte del castello; la scossa successiva del 19 agosto causò ulteriori danni (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

CastelgrandePZ40.785315.4308VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 6 case; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

PantolianoSA40.4715.2733VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di circa 20 case e la morte di 8 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

PignolaPZ40.573115.7864VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 20 case e la morte di 8 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

PotenzaPZ40.637815.8053VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 10 case; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

RuotiPZ40.717215.6794VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di alcune abitazioni; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

Sala ConsilinaSA40.398115.5958VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 20 case e la morte di 8 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

San FelePZ40.818915.5406VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 8 case; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

San GiacomoSA40.341715.5422VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 30 case e la morte di 6 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

San LicandroSA40.601415.2803VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di metà del castello; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

Sant’Angelo le FrattePZ40.54515.5583VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 30 case e la morte di 8 persone (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

BellaPZ40.758315.5378VII-VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di 2 case e la morte di una persona (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

CalitriAV40.915.4353VII-VIII

La scossa del 19 agosto causò il crollo di metà del castello; non vi furono morti (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563

NapoliNA40.855314.2603V

Furono avvertite fortemente entrambe le scosse del 31 luglio e del 19 agosto (1).

(1)
Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Fondo sismico, 7/A3, Colanello Pacca, Discorso del terremoto, 1563-1580.
1563
Collenuccio P., Roseo M., Pacca C. e Costo T.
Compendio dell’istoria del Regno di Napoli diviso in tre parti, 3 voll., in "Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del Regno di Napoli", tomi 17-19.
Napoli 1771
Summonte G.A.
Historia della città, e Regno di Napoli, 2ª ed., 4 voll.
Napoli 1675
Tarcagnota G.
Del sito et lodi della città di Napoli comuna breve historia degli re suoi, et delle cose più degne altrove ne medesimi tempi avenute.
Napoli 1566

MontemurroPZ40.296915.9908F

Effetti di risentimento (1).

(1)
Ragona B.
Scritto di Biagio Ragona, rinvenuto nell’Archivio Ragona di Montemurro, relativo al terremoto del 16 dicembre 1857, in E.Schiavone, "Montemurro. Notizie storiche", pp.52-56.
Napoli 1966

SalernoSA40.678614.7653F

La scossa del 19 agosto fu avvertita, ma non causò danni (1).

(1)
Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III" di Napoli, Manoscritti, IX.C.42, Girolamo Seripando, Giornale dal 1513 al 1562.
1513