Header CFTI

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence under the following heading

Date Time Lat Lon Rel Io Imax Sites Nref Me Rme Location Country
00 09 1269-43.5513.567b88400195.6AnconaItaly

Comments

Space-time parameters

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
1269 09 -- -- -- -- 43.55 13.57 0.0 8.0 0 19 Ancona


The revision was based on 19 accounts:
The results are summarized by 9 synoptic comments.

Previous catalogues and reasons of the corrections

The Catalogue of Strong Italian Earthquakes describes this earthquake sequence
(under the following heading:
Date time lat long Io Imax sites ref Earthquake Location
- - - - -


PFG = Catalogo dei terremoti italiani dall anno 1000 al 1980, PFG/CNR
ING = Catalogo dei terremoti italiani dal 1456 a.C. al 1980, ING

State of earthquakes review

Questo terremoto è elencato nel "Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (1999) in base al catalogo NT4 (Camassi e Stucchi 1997). Il terremoto è conosciuto dalla tradizione dei cataloghi sismici a partire da Bonito (1691) (1) e attraverso Perrey (1848) (2) fu recepito da Mercalli (1881) (3) e Baratta (1901) (4), a sua volta bibliografia di riferimento del Catalogo PFG (1985), che elenca questo evento con la data 1268 senza indicazione del mese e del giorno. È analizzato in Guidoboni e Comastri (2005) (5), da cui è tratta questa scheda.
Le fonti più importanti sono quattro cronache latine, tre delle quali coeve: gli "Annales Ianuenses" (6), cronaca ufficiale della città di Genova composta per gli anni 1267-1269 da quattro autori (Nicola Guercio, Guglielmo di Multedo, Enrico Drogo e Bonvassallo Usodimare): questa è l’unica fonte che cita sia Ancona sia Numana; gli "Annales Placentini Gibellini" (7), di un anonimo autore nativo di Piacenza, vissuto nella seconda metà del XIII secolo. Questa è la fonte più ricca di particolari sugli effetti nella città di Ancona, e permette di datare il terremoto al mese di settembre 1269; il "Pomerium Ravennatis ecclesiae" di Ricobaldo da Ferrara (8), notaio vissuto tra il 1246 e il 1318, ricorda brevemente la frana del "monte di Ancona" cioè del monte Conero. La quarta cronaca è di poco posteriore al terremoto: si tratta del "Chronicon" di Francesco Pipino (9), archivista e vicepriore nel convento dei frati Predicatori di S.Domenico a Bologna, vissuto tra il 1270 circa e il 1328; il testo di Pipino è simile a quello di Ricobaldo, ma riporta in più il particolare che le onde generate dalla frana del monte Conero raggiunsero la costa della Dalmazia.
A questo terremoto si riferisce probabilmente anche un testo in ebraico, una preghiera di espiazione ("selichà"), composta da Shelomoh ben Mosheh ben Yekutiel Mi ha-Adummim [de Rossi] (10). Questo testo religioso non contiene espliciti riferimenti cronologici al terremoto: l’unico dato certo è costituito dal 1284, anno della morte dell’autore (quindi è un termine ante quem). Solo il titolo della preghiera "Per i terremoti che si verificarono ad Ancona" contiene un’esplicita indicazione geografica, elemento che suggerisce la correlazione col terremoto del 1269 (Laras 1973) (11), più che con quello umbro-marchigiano del 30 aprile1279, come invece suppone Busi (1995, p.474) (12).
Questo terremoto è ricordato anche in alcune cronache del XV secolo, che non aggiungono altre informazioni rispetto alle fonti sopra citate: si tratta delle due cronache bolognesi "Rampona" e "Varignana" (ma che datano il terremoto all’anno 1268) (13); di una cronaca veneziana anonima, in latino, conservata alla Biblioteca Nazionale Marciana (Z.402 (= 1734) (14) e di un’altra cronaca anonima, in latino, in copia del XVI secolo, ma forse risalente agli inizi del XIV secolo, conservata alla Biblioteca Apostolica Vaticana (Barberini Latini, 2741) (15). Queste ultime due cronache riportano un testo molto simile tra di loro.

Note

(1)
Bonito M.
Terra tremante, o vero continuatione de’ terremoti dalla Creatione del Mondo sino al tempo presente (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1980).
Napoli 1691
(2)
Perrey A.
Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).
Bruxelles 1848
(3)
Mercalli G.
Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).
Milano 1883
(4)
Baratta M.
I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).
Torino 1901
(5)
Guidoboni E. e Comastri A.
Catalogue of earthquakes and tsunamis in the Mediterranean area from the 11th to the 15th century.
Roma-Bologna 2005
(6)
Nicola Guercio, Guglielmo di Multedo, Enrico Drogo e Bonvassallo Usodimare
Annales Ianuenses, 1267-1269 (II metà del sec.XIII), in "Annali Genovesi di Caffaro e de’ suoi continuatori dal 1251 al 1279", ed. C.Imperiale di Sant’Angelo, "Fonti per la Storia d’Italia", vol.14, pp.95-126.
Roma 1926
(7)
Annales Placentini Gibellini [1154-1284] (sec.XIII), ed. G.H.Pertz, in "Monumenta Germaniae Historica", SS., tomo 18, pp.457-581.
Hannover 1863
(8)
Ricobaldus Ferrariensis
Pomarium Ravennatis ecclesiae [700-1297], in "Rerum Italicarum Scriptores", ed. L.A.Muratori, tomo 9, coll.107-186.
Milano 1726
(9)
Pipinus Franciscus
Chronicon [1176-1314], in "Rerum Italicarum Scriptores", ed. L.A.Muratori, tomo 9, coll.587-752.
Milano 1726
(10)
Shelomoh ben Mosheh ben Yekutiel Mi ha-Adummim [de Rossi]
’Al ha-ra’ashim asher hajù be-Ancona [Per i terremoti che si verificarono ad Ancona], in G.Laras, Una composizione poetica del secolo XIII per un terremoto ad Ancona, "La rassegna mensile di Israel", vol.39, n.1, pp.51-57.
Roma 1973
(11)
Laras G.
Una composizione poetica del secolo XIII per un terremoto ad Ancona, in "La rassegna mensile di Israel", vol.39, n.1, pp.46-50.
Roma 1973
(12)
Busi G.
The seismic history of Italy in the Hebrew sources, in Earthquakes in the past. Multidisciplinary approaches, a cura di E.Boschi, R.Funiciello, E.Guidoboni e A.Rovelli, "Annali di Geofisica", vol.38 (1995), pp.473-478.
Roma 1996
(13)
Cronaca Rampona (Cronaca A) [1104-1471], in Corpus chronicorum Bononiensium, ed. A.Sorbelli, "Rerum Italicarum Scriptores", 2ª ed., tomo 18, parte 1.
Città di Castello-Bologna 1910
Cronaca Varignana (Cronaca B) [-1471], in Corpus chronicorum Bononiensum, ed. A.Sorbelli, "Rerum Italicarum Scriptores", 2ª ed., tomo 18, parte 1.
Città di Castello-Bologna 1910
(14)
Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, Manoscritti Latini, Fondo Antico, Z.402 (=1734), Cronaca veneziana dalle origini fino all’elezione di Michele Steno, sec.XV.

(15)
Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 2741, Quaedam Cronica (1309), copia sec.XVI.

Major earthquake effects

Nel settembre 1269 un forte terremoto colpì Ancona e Numana (circa 15 km a sud-est di Ancona) nell’odierna regione delle Marche. In entrambe le città crollarono o si lesionarono molte mura, ad Ancona anche torri e case. La popolazione in preda al panico abbandonò la città e si rifugiò in tende e baracche.

Effects on the environment

Nel versante orientale del monte Conero (chiamato anche "monte d’Ancona"), il terremoto innescò probabilmente una grande frana che precipitò in mare. Le ondate sollevate raggiunsero le coste antistanti della Dalmazia centrale.

Bibliography

Author Title Text Value Text Date Place of publ.
*Annales Placentini Gibellini [1154-1284] (sec.XIII), ed. G.H.Pertz, in "Monumenta Germaniae Historica", SS., tomo 18, pp.457-581.Direct source1863Hannover
Baratta M.I terremoti d’Italia. Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1979).Catalogue1901Torino
*Biblioteca Apostolica Vaticana, Manoscritti, Barberiniani Latini, 2741, Quaedam Cronica (1309), copia sec.XVI.Indirect source0016
*Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, Manoscritti Latini, Fondo Antico, Z.402 (=1734), Cronaca veneziana dalle origini fino all’elezione di Michele Steno, sec.XV.Indirect source0015
Bonito M.Terra tremante, o vero continuatione de’ terremoti dalla Creatione del Mondo sino al tempo presente (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1980).Catalogue1691Napoli
Busi G.The seismic history of Italy in the Hebrew sources, in Earthquakes in the past. Multidisciplinary approaches, a cura di E.Boschi, R.Funiciello, E.Guidoboni e A.Rovelli, "Annali di Geofisica", vol.38 (1995), pp.473-478.Historiographical study1996Roma
Carrozzo M.T., De Visintini G., Giorgetti F. e Iaccarino E.General Catalogue of Italian Earthquakes, CNEN, RT/PROT(73)12.Catalogue1973Roma
*Cronaca Rampona (Cronaca A) [1104-1471], in Corpus chronicorum Bononiensium, ed. A.Sorbelli, "Rerum Italicarum Scriptores", 2ª ed., tomo 18, parte 1.Indirect source1910Città di Castello-Bologna
*Cronaca Varignana (Cronaca B) [-1471], in Corpus chronicorum Bononiensum, ed. A.Sorbelli, "Rerum Italicarum Scriptores", 2ª ed., tomo 18, parte 1.Indirect source1910Città di Castello-Bologna
Guidoboni E. e Comastri A.Catalogue of earthquakes and tsunamis in the Mediterranean area from the 11th to the 15th century.Catalogue-source2005Roma-Bologna
Laras G.Una composizione poetica del secolo XIII per un terremoto ad Ancona, in "La rassegna mensile di Israel", vol.39, n.1, pp.46-50.Historiographical study1973Roma
Leoni A.Ancona illustrata.Historiographical study1832Ancona
Mercalli G.Vulcani e fenomeni vulcanici in Italia (ristampa anastatica, Sala Bolognese 1981).Catalogue1883Milano
Natalucci M.Ancona attraverso i secoli, 3 voll.Historiographical study1961Città di Castello
Nicola Guercio, Guglielmo di Multedo, Enrico Drogo e Bonvassallo UsodimareAnnales Ianuenses, 1267-1269 (II metà del sec.XIII), in "Annali Genovesi di Caffaro e de’ suoi continuatori dal 1251 al 1279", ed. C.Imperiale di Sant’Angelo, "Fonti per la Storia d’Italia", vol.14, pp.95-126.Direct source1926Roma
Perrey A.Mémoire sur les tremblements de terre de la péninsule italique, in "Mémoires Couronnés et Mémoires des Savants Étrangers de l’Académie Royale de Belgique", tomo 22 (1846-47).Catalogue1848Bruxelles
Pipinus FranciscusChronicon [1176-1314], in "Rerum Italicarum Scriptores", ed. L.A.Muratori, tomo 9, coll.587-752.Indirect source1726Milano
Ricobaldus FerrariensisPomarium Ravennatis ecclesiae [700-1297], in "Rerum Italicarum Scriptores", ed. L.A.Muratori, tomo 9, coll.107-186.Direct source1726Milano
Shelomoh ben Mosheh ben Yekutiel Mi ha-Adummim [de Rossi]’Al ha-ra’ashim asher hajù be-Ancona [Per i terremoti che si verificarono ad Ancona], in G.Laras, Una composizione poetica del secolo XIII per un terremoto ad Ancona, "La rassegna mensile di Israel", vol.39, n.1, pp.51-57.Direct source1973Roma

Felt Localities (4)

Locality Province Lat Lon Intensity
AnconaAN43.603113.5072VIII

Crollarono o si lesionarono molte mura, torri e case. La popolazione in preda alla paura abbandonò la città e si rifugiò in tende e baracche (1).

(1)
Nicola Guercio, Guglielmo di Multedo, Enrico Drogo e Bonvassallo Usodimare
Annales Ianuenses, 1267-1269 (II metà del sec.XIII), in "Annali Genovesi di Caffaro e de’ suoi continuatori dal 1251 al 1279", ed. C.Imperiale di Sant’Angelo, "Fonti per la Storia d’Italia", vol.14, pp.95-126.
Roma 1926
Annales Placentini Gibellini [1154-1284] (sec.XIII), ed. G.H.Pertz, in "Monumenta Germaniae Historica", SS., tomo 18, pp.457-581.
Hannover 1863

UmanaAN43.511913.6214VIII

Crollarono o si lesionarono molte mura (1).

(1)
Nicola Guercio, Guglielmo di Multedo, Enrico Drogo e Bonvassallo Usodimare
Annales Ianuenses, 1267-1269 (II metà del sec.XIII), in "Annali Genovesi di Caffaro e de’ suoi continuatori dal 1251 al 1279", ed. C.Imperiale di Sant’Angelo, "Fonti per la Storia d’Italia", vol.14, pp.95-126.
Roma 1926

Dalmazia centrale43.7515.8333EE

Monte Conero43.553613.6072EE